Jump to content

Vladi69

Moderators
  • Content Count

    16
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Vladi69

  1. Questa guida serve per recuperare l'IMEI di un dispositivo Huawei/Honor nel caso andasse perso. Usare solo in questo caso, altrimenti questa procedura è illegale! IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. 1. Mandare il telefono in manufacture mode digitando sul dialer *#*#2846579#*#*, quindi selezionare "Project Menu"->“Background settings”->“USB ports settings”->“Manufacture mode”. Connettere il telefono al PC ed installare i dirivers (li trovi qui). 2. Scaricare il tool HCU qui e lanciare il software 3. Sul tab “Account” inserire user name e password. Cliccare su “Check account” ed aspettare il login (Puoi ottenere un account tramite acquisto con crediti o acquistando una licenza HCU a tempo, vai sulla pagina “BUY”) 4. Premere il pulsante “Read phone info” ed aspetta il riconoscimento del telefono 5. Selezionare il tab “Repair UMTS” (se il telefono ha MEID selezionare “Repair CDMA”) 6. Leggere messaggio di avvertimento ed accettare i termini premendo “OK”, per annullare “Cancel” 7. Spuntare “Repair as empty board”, lasciare il resto invariato. Inserire i dati corretti nei campi spuntati, quindi premere “Repair” 8. Attendere il completamento del processo, il telefono si riavvierà e sarà ripristinato Fonte: HCU client
  2. In questa guida vedremo come installare la nota recovery custom TWRP e, attraverso questa, ottenere i permessi di root su Huawei Mate 10 Lite. Prerequisiti: Un Huawei Mate 10 Lite Un PC Dispositivo carico almeno al 50% Backup dei dati importanti Attivare Opzioni Sviluppatore Attivare USB Debug Attivare OEM Unlock Installare i drivers sul PC Scaricare “ADBFASTBOOT TOOL“, ”TWRP”, ”SuperSu” Files necessari adb e fastboot installati sul PC Mate 10 Lite TWRP.img SuperSu_2.82.zip IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Installare la recovery TWRP 1. Assicurarsi che ADB e fastboot siano installati sul PC; 2. Rinominare il file della recovery da “twrp.img” in “recovery.img” e copiarlo nella cartella “adb-fastboot-tool-2016”; 3. Aprire il prompt di dos nella cartella che contiene ”recovery.img" tramite shift + tasto dx del mouse; 4. Connettere il telefono al PC; 5. Incollare questa riga di commando nel prompt e dare Invio per riavviare il telefono in modalità bootloader (fastboot): adb reboot bootloader 6. Flashare la recovery con questo comando: fastboot flash recovery recovery.img 7. Riavviare il dispositivo in recovery: fastboot reboot Rootare il Huawei Mate 10 Lite Copiare il file “SuperSu_2.82.zip” sul telefono; Spegnere il telefono e riavviarlo in Recovery pigiando contemporaneamente Volume giù + Power; Autorizzare le modifiche trascinando “Swipe to Allow Modifications”; Andare su Install, navigare fino a “SuperSu_2.82.zip”, trascinare per installare lo zip; Riavviare il telefono. Ora avete il vostro Huawei Mate 10 Lite con recovery TWRP e Root per potervi dedicare al modding, facile vero? Fonte: GizDev
  3. Finalmente ecco un metodo per recuperare un dispositivo Huawei dal Brick Hard e Soft con un tool sviluppato dal dc-unlocker team. Il tool si chiama dc phoenix e permette di flashare un dispositivo brickato dalla modalità fastboot. Il tool non è gratuito, ma richiede l'acquisto di crediti (15 crediti = 15 euro per 3 giorni oppure 19 euro per 3 giorni per i telefoni ribrandizzati per recuperare l'IMEI che viene cancellato durante il processo). Dispositivi supportati: Huawei ed Honor come per esempio Mate 9, Mate 9 pro, Mate 10, P10, Huawei Nova, Honor 8 pro, Honor 8, Honor V10, Honor 6x, 7x ed altri Preparazione Caricare il dispositivo. Acquistare crediti da https://www.dc-unlocker.com/buy (Note: se il dispositivo è ribrandizzato, occorre acquistare una pacchetto licenza per DC-Phoenix + HCU a 19 euro altrimenti basta acquistare 15 crediti per un aggiornamento normale) Controllare email per le informazioni di login Scaricare DC Phoenix da qui / Mirror Link Scaricare il file del firmware dal tool DC Phoenix Requisiti PC con Windows Sufficiente spazio libero sul disco Driver Huawei, disponibili qui Driver Huawei USB COM 1.0 per aggiornamento Board Software testpoint qui Ora possiamo procedere con uno dei 2 metodi: fastboot mode/upgrade mode oppure testpoint mode. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Metodo tramite modalità fastboot / upgrade 1. Leggere attentamente Preparazione e Requisiti 2. Scompattare il file zip DC Phoenix 3. Eseguire “DCPhoenix_v**.exe“. 4. Cliccare su Download Files 5. Cercare il modello, per esempio “LON“ 6. Scaricare il file .app main and il file data cust e il file .dgtks per il metodo test point nel caso il dispositivo non entri né in fastboot né in recovery 7. Selezionare il file di aggiornamento update.app e il file customization 8. Connettere il dispositivo al PC con cavo USB tenendo premuto Volume Giù per entrare in fastboot mode, oppure in modalità upgrade tenendo premuto il Volume Giù + Volume Su mentre si connette il cavo USB 9. Cliccare su update ed aspettare che il processo termini Se ricevi errore di partizione VERLIST significa che il dispositivo è ribrandizzato, quindi occorre riparare le info vendor/country per poi riaggiornare il dispositivo. Segui questa guida. Metodo di aggiornamento test point (se il dispositivo non entra né in fastboot né in recovery) 1. Spegnere e disassemblare il telefono, cercare il test point. Aiutarsi con google o aprire DC Phoenix e raggiungere il file .dgtks per vedere l’immagine del Testpoint 2. Collegare la terra e tenere premuto il tasto di accensione per un secondo, quindi collegare il cavo USB 3. Installare il driver Huawei USB COM 1.0 e testare con Gestione dispositivi 4. Selezionare il file Board Software_inc_testpoint.dgtks, il file update.app ed il file customization 5. Cliccare su update ed attendere il completamento del processo Se non riesci a trovare il testpoint devi trovarlo da solo a tentativi collegando a terra il test point, connettendo il cavo USB tenendo premuto il tasto di accensione. Se in Gestione dispositivi trovi una nuova porta Huawei USB COM 1.0, lo hai trovato. Un esempio per Mate 9 nell’immagine. Se invece hai perso l'IMEI del dispositivo, segui questa guida per procedere con il tool DC – HCU. In bocca al lupo! Fonte: GizDev
  4. Zip Builder è un exe per Windows (ZipBuild.exe) da usare per costruire e firmare installers Android a partire da una cartella Windows. Tutti i componenti richiesti sono inclusi, non è richiesto altro software, oltre l'installazione su PC dell'ultima release Java. Zip Builder può essere usato sia per shell-script che per edify-script e riconoscerà automaticamente il metodo di installazione usato. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. E' consigliato installare l'app tramite windows installer, ma è sufficiente utilizzare l'app stand-alone (vedi sotto). Ecco la riga di comando da usare: ZipBuild.exe <option1> <option2...> <*Folder Name> Le opzioni sono le seguenti: 'm' or '-manual': selezione manuale della cartella da processare 's' or '-signed': aggiunge '-signed' al nome del file '5' or '-md5': genera file di controllo MD5 'c' or '-confirm': richiede conferma prima di procedere 'g' or '-gitinclude': include cartelle .git e relativi file * Ignorato in modalità manuale SPIEGAZIONE OPZIONI 'm' or '-manual': in modalità manuale si presenterà una finestra in cui selezionare la cartella che contiene i file da processare. Usando la modalità manuale, il nome della cartella sarà ignorato se inserito nella riga di comando 's' or '-signed': Questa opzione aggiungerà '-signed' al nome del file processato. Per esempio: nome cartella 'UPDATE-adb.Installer.v1.0.36' produrrà un file zip signed chiamato 'UPDATE-adb.Installer.v1.0.36-signed.zip'. '5' or '-md5': questa opzione genererà un file di controllo MD5 da usare per controllare l'integrità del file in TWRP o con altri tool Windows. 'c' or '-confirm': usando quest'opzione, comparirà una finestra di dialogo per confermare (o modificare) le 2 opzioni precedenti. Se le opzioni sono state specificate nella riga di comando, esse saranno spuntate. ora cliccare il pulsante 'Build Zip File' per iniziare la costruzione dello zip. 'g' or '-gitinclude': questa opzione includerà ogni cartella e relativo file .git (.git, .gitignore e .gitattributes) che sono normalmente esclusi dallo zip. [normalmente non necessario] ZIP BUILDER SETTINGS MANAGER Zip Builder Settings Manager (ZipBuildSettings.exe) è un'app opzionale che può essere usata per gestire le impostazioni e le opzioni (vedi sopra) per Zip Builder: Creazione di Windows Context (Clic dx) menu che permette di costruire un file zip signed da clic dx sul nome di una cartella. I nomi di cartelle che terminano per '20YYMMDD' o '20YYxxxx' così come cartelle che iniziano per 'UPDATE' sono supportate in Windows 7 e superiori. Premendo il tasto SHIFT alla selezione della cartella, il comando sarà disponibile per ogni cartella. Scelta di quando mostrare la finestra di dialogo Scelta di quando aggiungere '-signed' al nome del file generato Scelta di quando crear il file md5 Scelta di includere tutte le cartelle e file in .git FUNZIONE DATE CODE Se stai costruendo da una cartella Windows che finisce per '20YYMMDD' o '20YYxxxx', Zip Builder darà l'opzione di cambiare o aggiornare la porzione codice data del nome file prima di costruire lo zip (suggerendo la data attuale - YYYYMMDD). Se si costruisce uno zip installer che include un file g.prop (presente in molti pacchetti GApps), l'installer leggerà la data dalla proprietà 'ro.addon.*_version=' e la utilizzerà automaticamente. WINDOWS INSTALLER Esiste anche un Windows installer da usare in modo standard (senza accesso amministratore ) e installa Zip Builder e Zip Builder Settings in: 'C:/Users/<user>/AppData/Roaming/Zip Builder'. L'installer crea un gruppo programma e scorciatoie nel menù di avvio Windows (e volendo sul desktop) da usare per lanciare Zip Builder in 'manual selection mode', in cui l'utente può selezionare manualmente la cartella da costruire. L'installer avvierà automaticamente Zip Builder Settings Manager alla fine dell'installazione per configurare impostazioni ed opzioni preferite. Disinstallare Zip Builder dal pannello di controllo Windows rimuoverà ogni traccia del software dal sistema senza toccare il sistema operativo. Il codice è disponibile se vuoi controllare! NOTE TECNICHE Programma tesato su Windows 7 64-bit. Funziona anche su Windows 7 e XP (32-bit) se la cartella da zippare è abbastanza piccola (meno di 50-75 MB). DOWNLOADS Zip_Builder_Executables_and_Windows_Installer_v4.2 .1.zip Zip_Builder_Source_Code_v4.2.1.zip Fonte: xda
  5. ROM AOSP basata su Android 8.1, con gapps incluse e tutte le caratteristiche del Pixel (launcher, wallpapers, icone, fonts, bootanimation). Cosa funziona? Wifi RIL Mobile data GPS Camera Flashlight Camcorder Bluetooth Fingerprint reader Lights Volte Sound / vibration Problemi noti: Doppio Tap per risvegliare Download ROM Pixel 2016 Live Wallpapers (normal apk) Pixel 2017 Live Wallpapers (normal apk) AR Stickers for Google Camera (normal apk) IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Installazione Scaricare ROM (Gapps già incluse, NON FLASHARE) Effettuare un backup su PC di tutti i propri dati Entrare in recovery Wipe System/Data/Dalvik Cache/Cache Flashare la ROM Riavviare! Fonte: xda
  6. La MIUI non ha certo bisogno di presentazioni, e non stupisce che esista un port anche per un device apprezzato come OnePlus 3. Si tratta di un porting della miui8 8.0.2 global stable con le seguenti caratteristiche: multilanguage google suite built-in removal signature verification rooted smooth and fast change the kernel deodex all app removal miui app remove protection delete some uncommonly used app update to 8.0.3 stable Screenshots Prerequisiti OnePlus 3; TWRP installata; Miui 8 per OnePlus 3. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Installazione Fare un backup di tutti i dati importanti Scaricare la ROM Scaricare l'utima build delle GApps Effettuare wipe di data, system, cache (tutti i dati saranno cancellati!) Riavviare in recovery Flashare la ROM e poi le GApps Riavviare Fonte: xda
  7. FireHound è una ROM sviluppata puntando alla stabilità con molte features. Da parte del team c'è il massimo impegno per rendere la ROM fruibile per un uso quotidiano. Caratteristiche della ROM Requisiti: bootloader sbloccato, per farlo seguire questa GUIDA; custom recovery TWRP , seguire la guida contenuta nel link se non l'avete già installata; Download: FireHound IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Installazione Scaricare ROM e Gapps Entrare in recovery [TWRP] Wipe System/Data/Dalvik Cache/Cache Flashare la ROM Flashare le Gapps Riavviare! Sito web Fonte: xda
  8. Cypher è una ROM basata su Android puro che cerca di mantenere le caratteristiche di Android stock offrendo interessanti features per l’utente. Sito: www.cypheros.co Features Ringraziamenti LineageOS AICP PureNexus AOKP Dirty Unicorns Paranoid Android and more.. Credits HighwayStar Tirth Patel Sathish2026 warabhishek Adesh15 IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Download Build Stream -Official Build Stream -Unofficial Gapps Requisiti: bootloader sbloccato, per farlo seguide questa GUIDA custom recovery TWRP , seguite la guida contenuta nel link se non l'avete già installata Installazione Fare un backup di tutti i dati importanti Scaricare la ROM Scaricare l'utima build delle GApps Effettuare wipe di data, system, cache (tutti i dati saranno cancellati!) Riavviare in recovery Flashare la ROM e poi le GApps Riavviare Fonte: xda
  9. Vladi69

    LineageOS 15.1 - Android Go

    LineageOS is una distribuzione di firmware Android 8.1 (Oreo), progettata per migliorare performance e stabilità rispetto al firmware stock Android del tuo dispositivo. Screenshots Funziona Boot (ovviamente) Wifi e Wifi Hotspot Sensori Bluetooth RIL (Chiamata and Dati), c'è ancora qualche bug da sistemare Riproduzione Audio e Video Accelerazione Hardware Grafica Torcia Luci e LED Non funziona Camera e come è normale per una versione Alpha il funzionamento può essere instabile NB: questa è una versione Alpha non adatta ad un uso quotidiano, sei avvisato! IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Installazione Fare un backup di tutti i dati importanti Scaricare la ROM Scaricare l'utima build delle GApps Effettuare wipe di data, system, cache (tutti i dati saranno cancellati!) Riavviare in recovery Flashare la ROM e poi le GApps Riavviare Fonte: xda
  10. In breve, il Project Treble rappresenta il più importante passo avanti nello sviluppo di basso livello del Framework Android. Consiste nella separazione dell’Hardware Abstraction Layers (HALs) dal Framework Android in una nuova partizione dedicate al produttore, ed HALs comunicherà con il Framework Android attraverso una nuova interfaccia chiamata HAL Interface Definition Language (HIDL). Questo servirà a velocizzare I future aggiornamenti software poiché i costruttori (OEMs) non dovranno più attendere, che i produttori come Qualcomm aggiornino i propri il proprio software come oggi, ma potranno iniziare a lavorare sulle nuove versioni di Android (come Android P per esempio). LineageOS è una distribuzione firmware di Android 8 (oreo) progettata per migliorare la performance e la stabilità rispetto alla versione Android stock del tuo dispositivo, basata su Android Open Source Project (AOSP). File da scaricare Twrp per Treble builds Custom magisk per Treble builds Unofficial build LineageOS [18/02/2018]: https://drive.google.com/uc?id=1cCZ8...xport=download Open GApps Nano Micro Pico Base IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Installazione Fare un backup di tutti i dati importanti Scaricare l'utima build delle GApps Effettuare wipe di data, system, cache (tutti i dati saranno cancellati!) Riavviare in recovery Flashare l'ultima build della ROM e poi le GApps Riavviare Fonte: xda
  11. Questa AOSP ROM è stata sviluppata per il View 10 dal Team OpenKirin, specializzato sui dispositivi con processore Kirin, con il contributo di phhusson, sviluppatore del Project Treble. La ROM funziona perfettamente, esclusi alcuni piccoli bug, e include alcuni extra interessanti come la Google Pixel boot animation, le gestures FPS e la camera EMUI con AR Lens. Caratteristiche della ROM Camera stock di Honor V10 EMUI con l’ultima feature"AR lens" Gestures FPS Bootanimation Oreo Google Pixel Browser Chrome OmniClockOSS Nano Gapps incluse nella ROM Security Patch 1 Febbraio 2018 File da scaricare system_hv10_02.zip md5: 896f9c0f5e7e2d056a7b08bfbdd944a0 IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Installazione Assicurarsi di avere frp & bootloader sbloccati Effettuare il backup di tutti i dati importanti, è consigliato anche un backup della partizione di sistema, in caso si voglia tornare indietro Estrarre il file system.img dallo zip system_hv10_02.zip Andare in recovery e procedere con Wipe data/factory reset & Wipe cache partition Connettere al PC, tenere premuto il tasto volume giù spuntando contemporaneamente Reboot system now per entrare in fastboot Dare da prompt i comandi seguenti fastboot flash system system.img fastboot reboot Problemi noti 3G & 2G sono sempre a segnale pieno SafetyNet non superato Attenzione! Camera Stock EMUI non funzionante al 100%, alcune opzioni da sistemare! Qualunque altra camera di terze parti è perfettamente funzionante Crediti phhusson per il suo splendido lavoro su Project Treble ! OldDroid XePeleato Ringraziamenti: svetius Screenshots Fonte: xda
  12. Questa guida permette di sbloccare il bootloader e acquisire i diritti di root con facilità su Huawei Mate 10. Prerequisiti Attivare le opzioni Abilita OEM unlock ed USB Debug da Opzioni sviluppatore Installare ADB & Fastboot su PC con WINDOWS 7 (per Windows 10 trovi utilizzare il driver fixato) Scaricare il tool FunkyHuawei (crediti a FUNKYHUAWEI) Account Huawei valido correttamente loggato sul Mate 10 Backup di tutti i dati importanti trasferito su PC IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Sblocco Bootloader 1. Andare all’indirizzo emui.huawei.com/en/plugin/unlock/index 2. Loggarsi utilizzando l’account Huawei, crearne uno se non si possiede 3. Accettare le condizioni e gli avvertimenti di Huawei per procedere allo sblocco 4. Inserire tutti I dati richiesti relativi al dispositivo da sbloccare: IMEI, Modello, ecc. 5. Cliccare Commit 6. Comparirà una finestra, con il codice di sblocco. Salvare il codice (anche con uno screenshot dal telefono), ne avrai bisogno più tardi 7. Collegare il dispositivo al PC. Se hai correttamente attivato l’USB debug, comparirà un pop up sul telefono, che chiede di autorizzare il PC ad accedere al telefono. Accettare la richiesta 8. Aprire un prompt di DOS e digitare adb devices 9. Il dispositivo comparirà nella finestra, altrimenti i driver ADB non sono installati correttamente o ci sono problemi con la porta USB 10. Ora riavviare il telefono in fastboot digitando adb reboot bootloader 11. Entrato in modalità fastboot, digitare, senza parentesi: fastboot oem unlock [qui il codice di sblocco] 12. Comparirà una finestra di conferma sul telefono, accettare per andare avanti (TUTTI I TUOI DATI SARANNO ORA CANCELLATI) 13. Terminato il processo di sblocco, il telefono si riavvierà per il setup iniziale 14. Impostare nuovamente il telefono per poi riattivare USB Debug da Opzioni sviluppatore (saltare le impostazioni di account, sicurezza, ecc. lo potrai fare dopo il ROOT) 15. Collegare il telefono al PC e dal prompt digita: adb reboot bootloader 16. Il telefono tornerà in FASTBOOT. Ora puoi chiudere il prompt Root 1.Lanciare il tool FHMate10Tool.exe che hai scaricato seguendo i prerequisiti 2. Ci saranno 5 opzioni, la prima è Root your Mate 10 3. Digitare 1 e premere Invio 4. Compariranno altre finestre ed istruzioni, quindi il processo di Root inizierà 5. Una volta completato, il telefono si avvierà nuovamente alle impostazioni iniziali avendo CANCELLATO TUTTI I DATI, ma avrà installato SuperSU Complimenti, sei riuscito a rootare il tuo MATE 10! Fonte: XDA
  13. Cos’è la ROM Resurrection Remix Resurrection Remix è una ROM che deriva da CM, slim.omni e l’originale Remix, in grado di portare direttamente sul tuo dispositivo un’ottima combinazione di performance, personalizzazione, potenza oltre a molte nuove features. Molte soluzioni che nelle versioni precedenti erano implementate tramite mods, sono ora incluse direttamente nella ROM per una esperienza d’uso ottimale. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. File necessari ROM; Gapps 8.1; Changelog. Prima installazione Scaricare l’ultima versione; Scaricare le gapps; Effettuare un Nandroid Backup; Assicurarsi di avere l’ultima recovery di Codeworks; Fare un full wipe (cache, dalvik, system e data); Assicurarsi di provenire dall’ultimo Firmware Open Beta (attualmenteOB3); Flashare la ROM; Flashare le gapps; Riavviare. Nota : se il tuo dispositivo non è criptato e vuoi mantenerlo tale, procedi a flashare lo zip del no-verity Aggiornamento da versione precedente Scaricare l’ultima versione di Resurrection Remix; Fare un Nandroid Backup; Flashare la ROM da recovery; Flashare le gapps; Fare un wipe cache e dalvik cache; Riavviare; Finito! Fonte: Xda
  14. Un'interessante novità arrivata con Oreo è la possibilità di posticipare una notifica, nascondendola temporaneamente e mantenendo pulita la nostra status bar. Per impostazione predefinita è possibile posticipare una notifica solo di 15 minuti, 30 minuti, 1 ora o 2 ore (vedi immagine), ma ora con Oreo 8.1 e senza bisogno del root è possibile personalizzare questo intervallo di tempo, vediamo come. Purtroppo sono ancora pochi i dispositivi sui quali è possibile installare una ROM Oreo 8.1, per esempio Google Nexus 5X, Google Nexus 6P, Google Pixel, Google Pixel XL, Google Pixel 2, Google Pixel 2 XL, Nokia 8 ed ogni dispositivo che dispone di custom ROM basata su Android 8.1. Si tratta di modificare un'impostazione nascosta tramite comandi ADB e, poiché non è richiesto sblocco del bootloader o root, si potrà continuare a beneficiare di aggiornamenti OTA. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prerequisiti: Un PC; adb e fastboot installati sul PC; L'app SystemUI Tuner sviluppata da Zacharee1 e disponibile gratuitamente sul Play Store Procedura: 1. Installare ADB sul PC seguendo questa guida 2. Aprire un prompt e digitare adb shell pm grant com.zacharee1.systemuituner android.permission.WRITE_SECURE_SETTINGS 3. Avviare l'app SystemUI Tuner e andare sulle impostazioni 4. Clic su “to the tweaks.” 5. Accettare l'avviso 6. Tap su “Miscellaneous.” 7. Scorrere fino a “Notification Snoozing” 8. Alla voce "Default" impostare il tempo, in minuti, della durata del rinvio predefinito 9. Imposta i valori da “Time A” a “Time D”, sempre in minuti, dei valori di posticipo. Per esempio per 30 minuti, 1 ora, 2 ore e 6 ore inserire 30, 60, 120, 360. 10. Assicurarsi che il valore di default coincida con uno dei 4 valori inseriti 11. Infine, per fare in modo che questi valori siano impostati al reboot, cliccare sul pulsante menu in alto a destra -> impostazioni e quindi spuntare la voce “Safe Mode” Finito! Occorre sapere che abilitando “Safe Mode” si attiva una fastidiosa notifica nella status bar che può essere facilmente nascosta con una lunga pressione e quindi disattivandola. Inoltre i nuovi tempi di posticipo non saranno attivi per le notifiche già presenti, ma solo per le nuove. Se vuoi, dai un'occhiata agli altri tweaks dell'app! Fonte: xda
  15. Credo che il tool sia utile solo allo sblocco, dopo aver seguito la guida per ottenere il codice di sblocco
×