Jump to content

Gioacchino Massa

Members
  • Posts

    12
  • Joined

  • Last visited

Posts posted by Gioacchino Massa

  1. Honor 6: sblocco bootloader, CWM e permessi di root

     

    honor-6.jpg

     

    In questo tutorial vedremo come ottenere i permessi di Root su Huawei Honor 6 (H60-L04), passando per il sito web del produttore, dove ricavare il codice di blocco del bootloader, e l'utilizzo di un tool dedicato. Andremo così ad installare una custom recovery per procedere con l'esecuzione del root.

     

     

    Disclaimer

     

    La guida non è complessa, ma come sempre è nostra consiglio pocedere con cautela e cognizione di causa. In caso di dubbi o incertezze, chiedete spiegazioni partecipando alla discussione.

    Ricordiamo che lo staff di GizChina.it non si assume responsabilità per eventuali problemi ai vostri terminali imputabili alla procedura descritta.
    

    Cosa sapere prima di cominciare:

     

    - La seguente procedura invalida la garanzia del dispositivo;

    - gli aggiornamenti firmware via OTA potrebbero non funzionare;
    - si raccomanda, inoltre, di effettuare un backup per non perdere i propri dati.

     

    Requisiti:

    • Honor 6 H60-L04 (versione Europa mono-SIM) o Honor 6 Plus;
    • installare correttamente i drivers per PC, installando HiSuite;
    • scaricare e scompattare su PC il pacchetto Honor Multi Tool
    • ​connessione a internet.

     

    Procedura

     

    #1 Ottenere il codice di sblocco per il bootloader

    1. Recarsi sulla pagina ufficiale (in lingua inglese) dedicata allo sblocco del bootloader ;
    2. registrarsi o loggarsi, basterà anche collegarsi con il proprio account Facebook/Twitter;
    3. compilare i campi richiesto nella pagina:
      • in “ProductModel” scrivere H60-L04 (per Honor 6) o PE-TL10 (per la versione Plus);
      • in "Product Serial Number" il Numero di serie che si trova in: Impostazioni > Info sul telefono;
      • in "Product IMEI" la stringa che si ottiene digitando *#06# nel dialer;
      • in "Product ID" la stringa che si ottiene digitando *#*#1357946#*#* nel dialer
        getProductID.png;
    4. inserire il codice di verifica;
    5. ottenere e conservare il codice che si ottiene alla fine della procedura.

    #2 Sbloccare il bootloader

    1. Spegnere il dispositivo ed entrare in modalità fastboot: premere e tenere premuto il tasto vol- mentre lo si collega alla presa USB del PC;
      Honor_6_sblocco_bootloader.jpg
    2. avviare lo strumento Multi Tool e digitare B per scegliere l'opzione bootloader, poi digitare 1, dare invio;
    3. digitare nuovamente 1 e dare di nuovo invio;
    4. inserire il codice ottenuto nella fase precedente e dare invio per proseguire con lo sblocco.

    Adesso il bootloader è sbloccato.
    Nel caso leggiate la scritta “waiting for device” riprovate la procedura di connessione o installate i drivers tramite HiSuite.

     

    Honor-6-Multi-Tool.jpg

     

    #3 Custom Recovery

    1. Per installare la custom recovery CWM continuare scegliendo l'opzione 1 (per Honor 6) o 2 (per il Plus) del Multi Tool;
    2. (solo se al punto precedente avete selezionato 2) digitate c per continuare;
    3. scegliere 1 e nuovamente 1;
    4. confermate di avere il bootloader sbloccato digitando 1;
    5. selezionate la ROM installata;
    6. scegliete la recovery CMW da installare e aspettate che il dispositivo si riavvii: al termine si avrà la recovery CWM installata;
    7. [consigiato] spegnere il dispositivo ed entrare in recovery mode (tasti Power e Vol+) ed effettuate un nandroid backup di System+Data, prima di procedere al root.

     

    #4 Root

    1. Riavviare lo smartphone in modalità fastboot premendo e tenendo premuto il tasto vol- mentre lo si collega alla presa USB del PC;
    2. dal Multi Tool selezionate il vostro device e digitate 2 per il root del dispositivo
      (se il dispositivo sembra essersi bloccato, riavviarlo tenendo premuto i tasti Vol+,Vol- e Power);
    3. confermate di avere la recovery CMW digitando 1 e scegliete il pacchetto di root;
    4. il telefono si riavvierà in recovery mode ;
    5. flashare il file SuperSu.zip da "Install Zip from SD Card"
      (se viene chiesto “Root may be lost! Restore root Now?” selezionare “No);
    6. il vostro device è ora rootato.

      Fonte: XDA

  2. Guida: come installare Xposed su Xiaomi Redmi Note 3
    (anche senza sbloccare il bootloader!)

     

    gizblog.itwp-contentuploads201604xposed-

     

    Cos'è Xposed Framework


    Xposed Framework permette di personalizzare radicalmente il sistema Android, andando ad interagire con files all'interno delle singole applicazioni del sistema stesso.
    È possibile quindi applicare al sistema solamente le porzioni di codice che vogliamo modificare, senza in alcun modo modificare i files originali, permettendo così di ritornare alle condizioni precedenti alla modifica con un semplice riavvio del dispositivo e senza bisogno di alcun ripristino da backup. 

     

    DISCLAIMER

    E' doveroso da parte nostra ricordarvi che lo staff di GizChina.it non si assume responsabilità relative ad eventuali danni sul proprio dispositivo dovuti dall'installazione dei moduli Xposed Framework.
    

    Come sempre è consigliato fare un backup dei vostri dati prima di iniziare.

     

     

    Requisiti

    Prima di cominciare avremo bisogno di:

    • Xiaomi Redmi Note 3 o Redmi Note 3 Pro;
    • Xposed framework: drive ;
    • Xposed installer: apkmirror ;
    • FlashFire: drive .
     
    Procedura
    In questo metodo "classico" è necessaria la recovery TWRP, installabile grazie alle nostre guide: 
    Se non vuoi sbloccare il bootloader, passa al metodo successivo.
    1. Scaricare xposed framework (zip) e installer (apk) e copiarli sul telefono;
    2. spegnere il telefono ed entrare in recovery TWRP (tasti Vol+ e Power);
    3. installare il file zip (RedmiNote3-xposed-v79.zip) e confermare con lo swipe;
    4. attendere la fine dell'installazione e riavviare il telefono;
    5. installare l'apk scaricato (Xposed Installer_3.0 alpha4.apk);
    6. aprire  Xposed Installer e cliccare su Install /  Update.

     

    Metodo alternativo 

    Questa procedura non richiede lo sblocco del bootloader, ma potrebbe non funzionare con tutte le versioni del firmware.

    1. Eseguire il root con l'app kingroot;
    2. scaricare ed installare FlashFire;
    3. aprire quest'ultima ed installare il file zip (RedmiNote3-xposed-v79.zip);
    4. riavviare;
    5. aprire  Xposed Installer e cliccare su Install /  Update.

    qurnCm4.png

     

    Fonte: gizdev.com

     

    Crediti

    - chainfire for Flashfire app
    - SolarWarez for xposed zip
    - revo89 for xposed installer
  3. i0.wp.comgizchina.itwp-contentuploads201

     
    In questa guida passo-passo, vedremo come installare la custom recovery TWRP 3.0 ed applicare i permessi di ROOT su Xiaomi Redmi Note 3, passando per lo sblocco del bootloader.

     

    NOTA: Questa guida è riferita alla versione NON PRO, ovvero con CPU MediaTek.
     
    DISCLAIMER

    E' doveroso da parte nostra ricordarvi che lo staff di GizChina.it non si assume responsabilità relative ad eventuali danni sul proprio dispositivo dovuti dall’installazione dei moduli Xposed Framework.

    Requisiti

    Prima di cominciare avremo bisogno di:

    • Xiaomi RedMi Note 3 (non la versione PRO!);
    • Developer ROM installata (con la stable non funziona)
    • Account Xiaomi attivo e verificato con SIM CARD;
    • Software di sblocco ( Link );
    • TWRP ( Link );
    •  SuperSU ( Link ).

     

    Step 1: Sblocco del bootloader (senza codice)

    1. Avviare il telefono con ROM Developer e procedere con l'installazione guidata;
    2. collegare il telefono all'account Xiaomi verificato (Impostazioni -> Account);
    3. effettuare la Login su i.mi.com ed assicurarsi che il vostro Redmi Note 3 sia connesso a tale account (sembra funzioni solo quando si collega una SIM-Card);
    4. riavviare il telefono in modalità Fastboot (volume Power + verso il basso);
    5. collegare il telefono via USB al computer;
    6. avviare il MiFlashUnlock.exe (link nei requisiti);
    7. cliccare sul pulsante sinistro (con testo in cinese);
    8. effettuare il login con il tuo account Xiaomi;
    9. premere il tasto con testo cinese e aspettate che la  progressbar arrivi al 100%;
    10. Riavviare il telefono.

     

    Step 2: Installare la Recovery TWRP

     

    Dopo aver eseguito lo sblocco del bootloader, procediamo al flash della custom recovery:

    1. Scaricare il file .img della TWRP e copiarlo nella stessa cartella in cui è presente il MiFlashUnlock;
    2. avviare il telefono in modalità fastboot (tasti power + vol- da spento);
    3. collegare il telefono al PC tramite cavo USB;
    4. avviare una finestra di comando nella cartella indicata nel punto 1: per farlo teini premuto il tasto “Shift” (o “Maiusc”) e clicca il tasto destro del mouse in un punto vuoto di questa cartella, quindi seleziona: “Apri finestra di comando qui“

;
    5. Digitare:
      fastboot flash recovery TWRP_redminote3_patchedBySebsch1991.img
      
    6. quando termina il processo, digitare:
      fastboot reboot
      
    7. aspettare che il riavvio del terminale sia completato;
    8. ora e è possibile riavviare in modalità Recovery ed accedere alla TWRP (tasti power + vol+ da spento).

     

    Step 3: Abilitare i permessi di root

     

    1. Scaricare il pacchetto SuperSU e copiarlo nel telefono;
    2. avviare il telefono in modalità recovery (tasti power + vol+ da spento);
    3. fare tap su "INSTALL" e selezionare il file SuperSU;
    4. confermare con lo swipe e aspettare che l'installazione finisca;
    5. riavviare il telefono.

     

    E' tutto. Buon modding :)

     

    Fonte:  xiaomi.eu  -  Crediti: sebsch1991

  4. Oneplus-two.jpg

     

     

    Guida: come recuperare il tuo OnePlus Two a seguito di un hard Brick

     

     

    Downloads

     

    METODO 1

    Questo metodo è il migliore perchè non cancella tutti i dati, e va a flashare tramite sideload la ROM stock OxygenOS.
    Il bootloader rimane nello stato in cui era , ma potrebbe non funzionare se sono state danneggiate alcune partizioni.

    Fase preliminare:

    • Scaricare ed estrarre Drivers e file Recovery Tool sul desktop.
    • se si utilizza Windows diverso da Windows XP, disattivare la firma del driver (link).

    Procedura

    • Premere il pulsante di accensione per 40 secondi per spegnere il telefono;
    • pemere solo Vol+ per 10 secondi e collegare il telefono al PC, mantenendo premuto;
    • Non lasciare Vol+ finchè il dispositivo appare in Gestione Periferiche di Windows come
      - Unknown Device, QHUSB_BULK sotto "Altri dispositivi" oppure
      - Qualcomm HS USB sotto "Porte (COM e LPT);
    • Fare clic destro sul tuo dispositivo in Gestione periferiche e selezionare il software di aggiornamento del dispositivo,
      • scegliere il file .inf manualmente dalla cartella x86 o x64 a seconda del vostro computer,
      • e selezionare Qualcomm 9008 dal elencato devices
        (se non si trova, vedere la fine del post per altri metodi su come mostrare Qualcomm 9008);
    • quando il dispositivo appare come Qualcomm 9008, andare nella cartella doce il file zip Recovey Tool è stato estratto, ed eseguire MSM Download Tool come amministratore;
    • cliccare Start nell'andolo in alto a sinistra ed attendere che finisca (apparirà in testo in verde);
    • scollegare il telephone dal PC ed avviare lo smartphone.

    Parte 2 >> DA ESEGUIRE SOLO SE IL TUO OP2 NON SI AVVIA E RIMANE BLOCCATO SUL LOGO DI BOOT

    • Avviare il telefono in recovery: premere Power + Vol - ;
    • cliccare su Installa Aggiornamento;
    • installare ADB per Windows, se non è stato già fatto (link: XDA);
    • recarsi nella cartella che contiene l'ultima ROM OxygenOS scaricata in formato zip:
      • in un qualsiasi punto della cartella, premere Shift + tasto destro del mouse
      • seleziona "apri finestra dei comandi qui" dal menù contestuale che si apre;
    • nella finestra di comando che si apre, digitare:
      adb sideload OnePlus2Oxygen_14_OTA_012_all_1602261837.zip
      
    • aspettare la fine del processo, ed accendere lo smartphone.

    NOTA: potrebbe non funziona se sono stati danneggiati anche alcune altre partizioni.

     

    METODO 2

    Questo metodo è facile da usare e non fa altro che flashare la ROM OxygenOS 2.1.1 sul vostro telefono.
    Nota: Verranno cancellati tutti i dati (vedi fine del post su come non cancellare i dati) e ripristinate le partizioni.

    Questo metodo funziona in qualsiasi condizione a meno che si tratti di un danno hardware:

    • Scaricare ROM e Recovery Tool (link in alto);
    • seguire le istruzioni della prima parte del metodo 1 (da 1 a 7)

     

    METODO 3

    Uguale al metodo 2, ma si va a flashare la ROM OxygenOS 2.2.0
    Nota: Verranno cancellati tutti i dati (vedi fine del post su come non cancellare i dati) e ripristinate le partizioni.

    Questo metodo funziona in qualsiasi condizione a meno che si tratti di un danno hardware:

    • Scaricare ROM e Recovery Tool (questa volta usando questo link);
    • seguire le istruzioni della prima parte del metodo 1 (da 1 a 7).

     

    Come impedire il Wipe /Data nel metodo 2 e 3

    • Estrarre il Recovery Tool
    • aprire rawprogram...........xml con Notepad ++ ;
    • eliminare tutte le righe "userdata ........" dal file XML.

     

    FONTE: forum oneplus

  5. Elephone P9000 e P9000 Lite: Come installare la TWRP recovery ed ottenere i permessi di Root 

     

    In questo tutorial andremo ad illustrare, passo dopo passo, quali sono le istruzioni da seguire per effettuare il root su Elephone P9000 e P9000 lite.

     

    Disclaimer

    Ricordiamo che lo staff di GizChina.it non si assume responsabilità per eventuali problemi ai vostri terminali imputabili alla procedura descritta.

    Nota
    - La seguente procedura invalida la garanzia del dispositivo;

    - gli aggiornamenti firmware via OTA potrebbero non funzionare;
    - si raccomanda, inoltre, di effettuare un backup per non perdere i propri dati.

     

    Siate sicuri di avere sufficiente padronanza delle procedure e degli strumenti descritti prima di procedere al root.

     

     

    Downloads

    • Drivers: mega
    • SP Flash Tool: mega
    • P9000 root tutorial.zip: mega
    • TWRP 3.0 P9000 LITE by megthebest (multi language): mega

     

    Prerequisiti

    • Assicurarsi di aver installato i drivers sul proprio computer
    • Scaricare SP Flash Tool

     

    Procedura

    Prima parte: installare la recovery TWRP

    • Scaricare e decomprimere il pacchetto "P9000 root tutorial.zip";
    • copiare entrambi i files zip denominati "superSU_1.zip" e "superSU_2.zip" nella scheda SD;
    • spegnere il telefono;
    • avviare SP Flash Tool, ed installare la recovery (link separato per la TWRP del P9000 Lite) - fare clic su " scatter-loading" e scegliere lo scatter che avete estratto precedentemente nel vostro computer, denominato "MT6755_Android_Scatter-TWRP3.txt";

      p9000-SP-Flash-tool-1.png
       
    • fare click sul pulsante Download e collegare il telefono al computer:

      p9000-SP-Flash-tool-2.png
       
    • bene, la recovery TWRP è stata installata: ce ne da conferma un messaggio in popup come nell'immagine sopra.

    Seconda parte: ottenere i permessi di Root

    • Spegnere il telefono;
    • premere il tasto "Power" + "VOL+" per entrare in modalità di ripristino.
    • fare tap su 'install', selezionare il file 'supersu_1.zip' ed e flasharlo confermando con lo swype;
    • allo stesso modo, fare tap su 'install', selezionare il file 'supersu_2.zip' ed e flasharlo.
    Bene, la procedura è completa, buon divertimento!

    Fonte

  6. logo-cid.png

    [ROM][stabile] Unofficial CyanogenMod 12.1 per Elephone P8000


    Disclaimer

    Ricordiamo che lo staff di GizChina.it non si assume responsabilità per eventuali problemi ai vostri terminali imputabili alla procedura descritta.
    

    Cos'è CyanogenMod

    CyanogenMod è un firmware migliorato per smartphones e tablet basato sul sistema operativo Android. Esso offre funzioni e opzioni non presenti sui firmware ufficiali distribuiti dai produttori di questi dispositivi, ed è sviluppato come software open source e gratuito a partire dalla distribuzione ufficiale di Android rilasciata da Google con aggiunte originali e codice di terze parti.
    Approfondisci.

    Cosa funziona

    • Tutto ad eccezione della RADIO FM
    • WiFi
    • Vibration
    • Audio
    • Rotation
    • Proximity Sensor
    • Bluetooth
    • Camera (Video and Photos!), thanks to @walter79
    • Ambient Light Sensor
    • External SD
    • RIL for SMS/Calls/Internet
    • GPS
    • MTP and Mass Storage mode (thanks, walter79!)
    • Audio over Bluetooth
    • Tethering
    • Enforcing SELinux
    • Fingerprint Scanner


     

    Cosa non Funziona

    Per segnalare e visualizzare i BUG presenti, e la loro risoluzione, visita questa pagina su GitHub.

     

    Procedura

    Si consiglia di effettuare un backup dei propri dati prima di procedere, o anche un nandroid backup da TWRP.

    Scaricare e copiare ROM e GApps sul telefono, quindi eseguire la classica procedura di installazione da recovery.

    Provvedete ad effettuare correttamente tutti i wipes del caso (ricordate che Wipe cache e dalvik sono obbligatori, mentre è consigliato un full wipe se si proviene da una ROM diversa, cancellando tutti i vostri dati)
    Installate la ROM e poi le GAPPS.

    Riavviate.

     

    Downloads

     

    Precedenti:

     

    Links 

     

    Crediti

    • BlueFlame4
  7. 412685-2.jpg

     

     

    Come effettuare il Root su Honor 4C (Android 6.0 Marshmallow)
     
    In questa guida vogliamo andare a spiegare quali sono le operazioni da compiere per fare il root su Honor 4C con Android 6.0 Marshmallow, passando per lo sblocco del bootloader e l'installazione della custom recovery TWRP.
     
    Disclaimer: Ricordiamo che lo staff di GizChina.it non si assume responsabilità per eventuali problemi ai vostri terminali rilevabili successivamente alla procedura descritta.
     
    Requisiti

    • Effettuare un backup delle apps e dei propri dati;
    • Installare i Drivers ADB sul proprio PC tramite HISuite (LINK);
    • Abilitare il debug USB dallo smartphone:
      • Impostazioni - Info sul telefono - Numero build: tappare per 7 volte pre diventare sviluppatore,
      • Impostazioni - Opzioni sviluppatore: abilitare il Debug USB;
    • Scaricare i files riportati qui sotto;
    • Seguire la guida con attenzione.

    Downloads

     

    Parte 1: Sbloccare il Bootloader

    • Ottenere il codice di sblocco del Bootloader dal sito EMUI ufficiale (LINK);
    • Decomprimere il file "4C Root+TWRP On Android M.zip";
    • Spegnere lo smartphone e riaccenderlo in modalità bootloader, tenendo premuto Volume giù + Power;
    • Collegare il telefono al PC con il cavo USB;
    • Recarsi nella cartella decompressa (4C Root+TWRP On Android M) ed aprire il Prompt dei comandi (Tenere premuto Shift + tasto destro del mouse -> Prompt dei comandi -> Apri Cmd Qui );
    • Digitare o incollare questo comando nella finestra cmd, sostituendo gli asterischi con il codice di sblocco ottenuto:
      fastboot oem unlock ****************
      quindi premere invio;
    • Ora digitare:
      fastboot reboot

    Honor 4C si riavvierà, si raccomanda di non scollegare il telefono dal PC, né chiudere il prompt di Windows.

     

    Parte 2: Installare TWRP

    • Spegnere lo smartphone e riaccenderlo in modalità bootloader, tenendo premuto Volume giù + Power;
    • Digitare o incollare questo comando nel prompt, quindi premere invio:
      fastboot flash recovery twrp.img
    • Riavviare il dispositivo:
      fastboot reboot

     

    Parte 3: Root

    • Copiare BETA-SuperSU-v2.67” e “Root Explorer apk” all'interno del telefono;
    • Copiare anche “Root.zip” dalla cartella “4C Root+TWRP On Android M”;
    • Spegnere lo smartphone e riaccenderlo in modalità Recovery, tenendo premuto Volume Up + Power;
    • Fare tap su Install e scegliere il file “Root.zip”, quindi fare lo swipe per installare;
    • Riavviare il dispositivo ed aprire l'applicazione supersu in modo da aggiornare i binari;
    • Tornare in Recovery ed installare il file " BETA-SuperSU-v2.67.zip";
    • Riavviare nuovamente;
    • Installare l'app Root Explorer e aprirlo;
    • Recarsi in: “data/app” e spostare il file “eu.chainfire.supersu-1” in “system/app” impostando i permessi a rwxr-xr-x;
    • Riavviare il telefono.

    A questo punto la procedura è completa e dovreste avereffettuato il Root con successo sul vostro Honor 4C.

    Per verificare di aver ottenuto tali permessi, potete utilizzare l'applicazione gratuita Root Checker.

  8. [Guida] Come installare le Google Apps su qualsiasi rom MIUI
     


    Play-Store-MIUI.jpg?resize=640%2C538

     
    Se possedete uno smartphone Xiaomi ed utilizzate il firmware cinese, magari in attesa del rilascio della rom stable per l’Europa, sicuramente avrete notato la mancanza di tutte le applicazioni Google che siamo abituati a trovare.

    Almeno che il vostro rivenditore non lo abbia già fatto per voi, è necessario, quindi, installare Google Service Framework perchè il Play Store, e tutte le applicazioni dell’ecosistema Google, possano girare sul vostro dispositivo Xiaomi.

     

    Per fare ciò, si percorrono due possibili vie:

    • flashare le GApps tramite custom recovery, o più semplicemente
    • installare l’app Google Play Installer, che a sua volta permette di scaricare tutte le altre applicazioni Google.

    Come installare Google Installer su qualsiasi rom MIUI

    • Scaricate il seguente file apk ed installatelo;
      Download

       
    • Aprite l’applicazione Google Installer e tappate sul bottone blu “INSTALL” per avviare il download e l’installazione delle gapps minimal sul vostro dispositivo;

      Google-Installer-1.png?resize=316%2C561  Google-Installer-2.png?resize=316%2C561
    • Proseguite l’installazione delle applicazioni proposte, cliccando su OK e INSTALL quando richiesto, ed infine sul bottone rosso;
    • Adesso potete accedere normalmente a tutti i Google services, ed al Play Store per scaricare le altre apllicazioni.

    Video
     



    Avete provato questa procedura? Davvero semplice no?
  9. CyanogenMOD 13

     

    • Official CM13 nightly builds rolling out for OPO
      OnePlus
       
    • [ROM+KERNEL][6.0] Unofficial CyanogenMod 13.0 with 3.4.0 kernel
      OnePlus | XDA
       
    • [ROM][6.0][CM13] TugaPower 
      OnePlus | XDA

       
    • RaCyanOS | Android 6.0 CM13 | Mod's | Extras, OTA | (v2.0)
      OnePlus | XDA

       
    • [ALPHA|[ROM][6.0] CyanogenMOD 13 Unofficial Builds [EXPERIMENTTAL]
      XDA
       
    • [ALPHA][WIP][ROM][6.0] CyanogenMOD 13 [uNOFFICIAL]
      XDA
       
    • [ALPHA][WIP][ROM][6.0] Zaphods CyanogenMOD 13 [uNOFFICIAL]
      XDA

       
    • [ALPHA][ROM][6.0][alpha] CyanogenMOD 13 builds [uNOFFICIAL]
      XDA

     

    AOSP

     

    • [CAF/AOSP][6.0.0][bETA] AOSParadox Project 2.0
      OnePlus | XDA
       
    • [Marshmallow] VM13 by vinman12
      OnePlus | XDA

       
    • [ROM] One+ VM13 Android 6.0 Rom for the One [MRA58K]
      XDA
       
    • [AOSP][ROM/KERNEL][6.0] NuclearAndroidProject [uber4.9-5.2][Graphite & O3 custom flags]
      XDA

     

    SLIM / PACMAN / OMNI / MOKEE

     

     

    ALTRE

  10. Ciao ragazzi,

    grazie per la guida tradotta dal forum Meizufans europe. Volevo aggiungere che per ricevere le notifiche i permessi devono essere attivati anche per le google apps (sono i servizi di google a notificare), a differenza infatti della G la A non li ha di sistema. 

    Quindi in tutti i passaggi io ho aggiunto tutto ciò che ha installato la google installer (per non dimenticare nulla) e ora mi arriva tutto.

    Non conoscevo solo quella cosa della whitelist, per il resto era già noto.

    Buona giornata!

     

    p.s. telegram a differenza di whatsapp ha anche un servizio di notifica integrato, si può anche escludere dall'applicazione stessa per provare quale funziona meglio o lasciare tutti e due di default.

    grazie per la segnalazione, ho provveduta ad inserirla nella guida.

  11. Come ricevere (quasi) tutte le notifiche sulla Flyme 5 (Firmware Global e Chinese)
     
    FlyMe_5.jpg
     
    Introduzione

    Grazie a questo tutorial potrete risolvere, quasi totalmente, il problema relativo alla ricezione delle notifiche delle applicazioni di messaggistica istantanea sulla Flyme 5.
    Al momento è il metodo più efficace per ricevere almeno 9 notifiche su 10. La procedura descritta richiede una serie di passaggi piuttosto lunga, ma le istruzioni sono semplici e sufficientemente dettagliate.
    Lo scopo è quello di escludere tutte quelle impostazioni, che possono interferire con la corretta ricezione delle notifiche.
    In questo esempio, viene preso come riferimento Viber, ma le istruzioni rimangono le stesse per qualsiasi altra applicazione di messaggistica.
     
    Procedura
     
    [FASE 1] Verificare che le notifiche siano abilitate per la vostra applicazione

    • ​Apri il Security Center;
    • clicca su Permissions;
    • e su Notification Management;
    • quindi controlla che l'applicazione desiderata abbia entrambe le spunte.

    ..per ricevere le notifiche i permessi devono essere attivati anche per le google apps (sono i servizi di google a notificare), a differenza infatti della G la A non li ha di sistema. 
    Quindi in tutti i passaggi io ho aggiunto tutto ciò che ha installato la google installer (per non dimenticare nulla) e ora mi arriva tutto.

    paomaz

     
    Screenshot:
    eCZQGct.png
     
    Se questo non è sufficiente abilitiamo anche l'avvio automatico

    • Ritorna in Security Center > Permissions; 
    • clicca su App Management;
    • trova e clicca sulla applicazione desiderata;
    • controlla che Auto launch, Alert e Notification siano tutte e tre spuntate.

    Screenshot:
    Dd5fsLr.png
     
    [FASE 2] Escludere l'applicazione dalla chiusura automatica, quando in background

    • Apri il Security Center;
    • clicca su Power;
    • quindi su App Management;
    • trova l'applicazione e abilitala.

    Screenshot:
    YM2tlnR.png
    [FASE 3] Aggiungere l'app nella whitelist di Accelerator

    • Apri il Security Center;
    • clicca su Accelerator e quindi sull'icona delle impostazioni nell'angolo in alto a destra;
    • da qui recati nella Memory acceleration whitelist ;
    • e clicca sul bottone centrale [/size]ADD TO WHITELIST;
    • scorri fino a trovare l'applicazione, selezionala e clicca su OK.

    Screenshot:
    j1AdKAM.png
     
    [FASE 4] Bloccare l'applicazione in memoria

    • Accedi alle applicazioni recenti;
    • tieni premuto a ungo sull'applicazione di messaggistica;
    • finché non appare un lucchetto come nell'immagine.

    Screenshot:
    zfAefey.png
     
    Crediti
     
    Fonte: Forum Flyme
    Autore: ultrametric

×
×
  • Create New...