Vai al contenuto

Emanuele C

Administrators
  • Numero contenuti

    3593
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Days Won

    55

Tutti i contenuti di Emanuele C

  1. C'era una volta un tool di modding per Honor 6. In quei tempi, grazie al semplice file bat di questo strumento, anche gli utenti meno smaliziati iniziarono a sbloccare il bootloader e ad installare una recovery custom sui loro dispositivi. Questo tool era utile e piaceva a molti, così il suo sviluppatore decise di ampliarlo e di aggiungere il supporto alla versione Plus. Nacque Honor 6 Multi Tool che, nel tempo, perse il "6" nel nome e incominciò a supportare anche Honor 7. Honor Multi Tool viveva tranquillo e ben aggiornato quando, sull'onda del successo di Huawei, la comunità di sviluppatori disposta ad offrire gratuitamente il proprio lavoro per supportare i modelli del colosso cinese incominciò a crescere. Si creò così un team di sviluppo, a maggioranza russa, che prendendo come base il vecchio progetto creò Huawei Multi Tool. Come avrete intuito il nuovo tool, ormai giunto alla settima versione, riprende ed amplia le funzioni già viste nello strumento originale. Potrete dunque sbloccare e bloccare il bootloader, installare una recovery TWRP e ottenere i diritti di root. A queste features "base" nel tempo se ne sono poi aggiunte altre, e ora è ad esempio possibile eseguire il flash di immagini custom, la modifica del vendor (solo per Honor 7, P8 lite e Honor 8), l'unbrick ed tante altre azioni. Anche la platea dei device supportati si è inoltre ampliata, ecco la lista: Lista ufficiale aggiornata Prerequisiti Telefono compatibile; PC Windows e cavo USB; Huawei Multi Tool. Procedura IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prima di utilizzare il tool, che in automatico si imposterà in inglese, dovrete effettuare questi passaggi: Abilitare il debug USB Aprire le impostazione del device; andare su "info sul dispositivo"; eseguire ta ripetuti sul "Build Number" fino a quando non compare la scritta "sei ora uno sviluppatore"; tornare indietro nelle impostazioni ed entrare in "Opzioni sviluppatore"; abilitare il Debug USB. Installare i driver Scaricare Huawei Multi Tool; estrarre lo zip; avviare "Huawei_Multi-Tool.bat"; il tool si aggiornerà automaticamente, attendere; apparirà una schermata come questa, digitare 0 e dare invio; digitare 1 per installare i driver. Collegare il telefono Avviare Huawei Multi Tool; digitare 0 e dare invio; collegare il telefono al PC; digitare 3 e dare invio; sul telefono comparirà un avviso, dare l'OK. A questo punto sarete in grado di utilizzare tutte le funzioni del tool. Ricordiamo che per ottenere i diritti di root è necessario prima sbloccare il bootloader ed installare una recovery custom. Fonte
  2. Hai provato a vedere se riesci a fare un recupero password dell'account? Ha mail o numeri di telefono associati?
  3. Emanuele C

    Come sbloccare il bootloader sui device Huawei

    Solo a pagamento.... Verifica che il tuo telefono sia supportato prima di pagare
  4. In questo nuovo tutorial vi mostreremo come effettuare lo sblocco del bootloader su tutti i device Huawei in maniera rapida e veloce. Ricordiamo che sbloccare il bootloader porterà all'eliminazione di tutti i dati personali pertanto consigliamo di effettuare un backup prima di procedere. Attenzione! Huawei ha deciso di non rilasciare più i codici di sblocco, quindi al momento non è possibile sbloccare ufficialmente i device per cui il codice non sia già stato richiesto. PREREQUISITI Driver ADB e Fastboot; Un computer con accesso ad Internet; Account EMUI PROCEDURA Collegatevi al sito ufficiale dell'EMUI e accedete con il vostro account; Verranno mostrati i disclaimer relativi allo sblocco del bootloader. Accettateli e proseguite; Inserite le informazioni richieste riguardo il proprio device e premete "Commit"; Al termine della procedura riceverete il codice di sblocco, copiatelo e conservatelo con cura; Riavviate lo smartphone in "fastboot mode" e collegatelo al computer; Da windows aprite cmd (finestra di comando); Digitate il comando fastboot devices e date invio; Verrà mostrato il numero identificativo del vostro smartphone; Ora digitate: fastboot oem unlock [codice] dove al posto di [codice] dovete inserire il codice ricevuto da Huawei, e date invio; Partirà lo sblocco del bootloader.
  5. Emanuele C

    Dubbi sull'installazione di Magisk su P9 Lite

    Ciao, ti consiglio di patchare il boot con magisk e flasharlo
  6. Emanuele C

    Storico delle attività

    È questa: https://itunes.apple.com/us/app/amaztools/id1386033880?mt=8
  7. Nella Mi Fit Mod la funzione è buggata, stanno cercando di ripristinarla
  8. Fino ad oggi non esisteva uno strumento unico con cui effettuare le traduzioni dei tanti wearable di Xiaomi, ma la collaborazione tra xCape e ilgruppotester ha finalmente colmato questa lacuna: ecco la nuova Mi Fit Mod compatibile con Mi Band 2, Mi Band 3, Amazfit Arc, Amazfit Bip e Amazfit Cor! IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prerequisiti Device da tradurre carico almeno al 70%;  Mi Fit Mod . Carattristiche: 1. Migliorate le notifiche (no doppie, testi lunghi ) 2. Emoticons nei messaggi per BIP, COR, MiB3 e MiB3 NFC (con Fw e font mod) 3. Nome chiamante visualizzato 4. Info sonno estese per tutte le band che le supportano 5. Google Fit sync 6. Supporto alle WatchFaces locali (BIP e COR), 7. Traduzioni migliorate 8. Aggiornamenti automatici fw disabilitati 9. Flash dei FW xShadow e dei font mod per emoji (no MiB3 NFC che va fatta a mano) 10. Aggiunto @jps1x2 TCX/GPX Export 11. Nuovo menu' xShadow 12. Voce TTS Italiana negli allenamenti Firmware integrati: Firmware mod ITA: ▶️ BIP > 1.1.5.13 🇮🇹 by theShadow con caratteri White 71 (emoticons enabled) ✋se attualmente aggiornato ufficiale, il file RES deve essere flashato via GadgetBridge ▶️ COR > 1.2.7.21 🇮🇹 by xCape con caratteri ISOCPUER by xCape (emoticons enabled) ▶️🔥 MiB3 NFC 1.7.0.5🇮🇹 by theShadow con supporto emoticons 🖐🏻(font da flashare a mano) ▶️ MiB3 2.3.043 🇮🇹 by theShadow con supporto emoticon e font mod ▶️ MiB2 1.0.1.90 🇮🇹 by xCape (anche tph e as7) ▶️ ARC 1.0.0.13 🇮🇹 by xCape Il numero di versione e' stato alzato per permettere di sovrascrivere il fw originale. Fa eccezione la MiB3 per la quale, se gia' possedete il fw 1.2.0.8 originale, e' necessario flashare il FW via GadgetBridge Procedura Disaccoppiare smartband o smartwatch da Mi Fit (se già accoppiato) e disinstallare l'app di Xiaomi; installare Mi Fit Mod; avviare l'app ed eseguire il pairing; attendere l'aggiornamento; riavviare il dispositivo; godersi il device in italiano!
  9. Emanuele C

    Xiaomi bip

    Adesso hai la Mi Fit MOD? Che versione? Il Bip è in italiano o in inglese?
  10. Yes, BUT you have to unlock your bootloader first
  11. Emanuele C

    Aumentare le performance nel gaming

    Puoi utilizzare un qualsiasi explorer con accesso al root (cerca root explorer sul Play Store)
  12. Emanuele C

    recovery does not work

    Hi, does the phone boot in fastboot mode?
  13. Hai ricevuto qualche errore durante la procedura? Che telefono hai?
  14. L'assistente vocale di Google può ormai contare su una vasta adozione e su una buona affidabilità ma, ancora oggi, appare spesso limitato su molti modelli di tutte le fasce. Immaginate di voler effettuare una ricerca utilizzando la funzione "Ok Google" del vostro smartphone che si trova sulla scrivania: a meno che il device non sia sotto carica o sia dotato di un coprocessore dedicato (il primo di questa specie fu Moto X del 2013) dovrete per forza attivare il display prima di interrogare l'assistente vocale del colosso di Mountain View. Il motivo di questa limitazione è in realtà abbastanza ovvio, ed è legato al consumo richiesto da un sistema di hotword recognition sempre attivo. Spesso, tuttavia, alcuni dispositivi montano SoC abbastanza efficienti (o batterie abbastanza capienti) da rendere tollerabile questo "spreco" di risorse, ma in questo frangente Google non lascia agli utenti alcuna libertà di scelta. Per fortuna il modding riesce spesso a mettere una pezza dove non arrivano le procedure ufficiali, e in questa guida vi mostreremo come utilizzare l'app Tasker per ingannare il nostro device e forzare il riconoscimento di Ok Google anche da schermo spento. Prerequisiti Un device Android con le Google Apps installate Prcedura IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Scaricare ed installare Tasker; aprire l'app e andare su "Attività"; tap sul simbolo "+", digitare "abilita hotword" e dare invio; tap sul simbolo "+"->Codice->Esegui shell; inserire il comando: dumpsys battery set ac 1 e mettere la spunta su "usa root"; tornare alla schermata iniziale e ripetere i passi da 2 a 5 inserendo come nome attività "disabilita hotword" e come codice dumpsys battery reset mettendo sempre la spunta su "usa root"; tornare alla schermata iniziale e andare su "Profili"; tap sul simbolo "+"-> Evento->Display->Display Sbloccato; tornare indietro e selezionare "disabilita hotword" come attività; tap sul simbolo "+"-> Evento->Display->Display off; tornare indietro e selezionare "abilita hotword" come attività. In questo modo inganneremo Google e gli faremo credere che il device è sempre sotto ricarica quando lo schermo è spento, ottenendo il riconoscimento delle hotword in ogni situazione.
  15. Emanuele C

    Come rimuovere la MIUI farlocca su dispositivi Xiaomi

    Hai provato a scaricare semplicemente la ROM aggiornata da qui: https://en.miui.com/download-340.html#503 e ad installarla tramite updater di sistema?
  16. Emanuele C

    ROM Nubia z17 lite

    Da quel che so non esistono Global ufficiali per Z17 lite, quindi la tua è sicuramente una ROM tradotta da qualche venditore. Le possibili scelte sono: 1. installare la cinese, che viene ancora aggiornata (da usare in inglese) 2. installare la LineageOS: https://forum.xda-developers.com/nubia-z17-mini/development/rom-lineageos-14-1-t3790895 In entrambi i casi ti servirebbe la TWRP per mettere le Gapps
  17. Emanuele C

    Mi Pad 2: da MIUI a Windows e viceversa

    Sei certo di aver inserito correttamente la password? Il file non è stato toccato, è sempre quello della guida originale
  18. Emanuele C

    Mi Pad 2: da MIUI a Windows e viceversa

    È un vero peccato che il Mi Pad 2 non disponga nativamente del dual boot, ma per fortuna esiste un modo (anche se macchinoso) per trasformare qualsiasi Windows Edition in uno standard (con MIUI) e viceversa. Se anche voi desiderate provare l'altra anima del vostro tablet, dunque, fareste bene a seguire questa guida! Disclaimer: ricordiamo che lo staff di GizChina.it non si assume alcuna responsabilità per eventuali danni ai vostri terminali attribuibili all'uso della procedura descritta. Prerequisiti: Mi pad 2 64GB (No 16GB) Pendrive FAT32 da almeno 8 GB Cavo OTG USB Type C per collegare la pendrive al tablet Downloads: Mi flash tool Android flashing package Platform Tools Windows Flash Pack Da MIUI a Windows Per installare il sistema operativo di Microsoft sono necessari, purtroppo, diversi step. In primo luogo dovremo infatti eseguire il flash di una versione apposita di Android per aggiornare il Bios, e solo in un secondo momento potremo installare Windows. Ecco i passi da effettuare: Estraete sul PC il package Android ed i Platform Tools; Aprite la cartella dei Platform Tools e, tenendo premuto il tasto shift, cliccate con il tasto destro su una parte bianca. Comparirà un menù a tendina, cliccate su "apri finestra di comando qui"; Trascinate il file "flash_all.bat" che trovate nel package Android nella finestra di comando. Comparirà la scritta "waiting for device"; Accendete il vostro Mi Pad 2 in modalità Fastboot (premendo contemporaneamente il tasto volume - e Power),collegatelo al PC e attendete che il flash sia completo; completata la procedura digitate "fastboot reboot" e premete invio, il vostro tablet si riavvierà e potrete disconnetterlo dal computer. A questo punto possiamo passare al flash di Windows: Estraete il Windows flash pack e copiate tutti i file estratti nella radice della pendrive; Spegnete il tablet e collegatelo attraverso il cavo OTG alla pendrive. Il vostro Mi Pad 2 a questo punto dovrebbe accendersi e dovreste vedere una finestra di dialogo come in immagine; Il tablet si spegnerà da solo, premete il tasto power e godetevi Windows! Da Windows a MIUI Anche in questo caso dovremo passare da una versione ad hoc di Android. Ecco i passi da effettuare: Entrate in modalità DNX premendo contemporaneamente per circa 15 secondi i tasti volume + e volume - durante l'accensione (quando compare il logo Mi). Comparirà la scritta "DNX Fastboot Mode..."; Aprite, sul vostro PC, la cartella dei Platform Tools e, tenendo premuto il tasto shift, cliccate con il tasto destro su una parte bianca. Comparirà un menù a tendina, cliccate su "apri finestra di comando qui"; Collegate il Mi Pad 2 al PC; Cercate il file "loader.efi" nel package Android e trascinatelo nella finestra di comando. Il tablet entrerà in modalità fastboot; Trascinate il file "flash_all.bat" (che trovate nel package Android) nella finestra di comando; Attendete che l'installazione sia completa, digitate "fastboot reboot" e premete invio. Il terminale si riavvierà con Android. A questo punto potrete installare la MIUI seguendo la normale procedura via fastboot, come descritto nella nostra guida. Buon divertimento! Fonte: en.miui.com
  19. Emanuele C

    Storico delle attività

    Ciao, premesso che non utilizzo iPhone, so che per iOS esiste Amaztool
  20. Emanuele C

    Ciao a tutti

    Ciao Giuseppe, benvenuto nel forum!
  21. Emanuele C

    Saluti

    Benvenuto nel forum!
  22. Emanuele C

    Salve a tutti

    Benvenuto nel forum!
  23. Emanuele C

    Saluto iniziale

    Benvenuto nel forum!
  24. Emanuele C

    Saluto iniziale

    Benvenuto nel forum!
  25. Emanuele C

    Sleep-mode watchfaces

    Il Bip non ha display Amoled, non avesti alcun vantaggio dal punto di vista dei consumi: quando il display non ha retroilluminazione ha consumi praticamente nulli
×