• Annunci

    • Emanuele C

      Il forum di GizChina.it cerca staff!   22/10/2017

      Hai una buona conoscenza del mondo del modding e di quello tech (con un occhio di riguardo alla telefonia cinese) e ti piacerebbe essere un punto di riferimento per i meno esperti? Ecco come candidarsi per entrare a far parte del nostro staff! 

DavideDC

Newser
  • Numero contenuti

    20
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su DavideDC

  • Rank
    Staff

Profile Information

  • Genere
    Not Telling
  • Smartphone in uso
    Nexus 5 Black 32 GB

Visite recenti

258 visite nel profilo
  1. Come sbloccare il bootloader dello Zuk Z1

    In questo tutorial vi spiegheremo come poter sbloccare il bootloader dello Zuk Z1 senza ricorrere al metodo ufficiale per lo sblocco tramite fastboot e wiping userdata. Per maggiori informazioni potete andare all’articolo di riferimento che trovate su Gizchina.it. ATTENZIONE: è doveroso da parte nostra ricordarvi che lo staff di GizChina.it non si assume responsabilità relative ad eventuali danni sul proprio dispositivo dovuti all'esecuzione impropria delle seguenti indicazioni. Premessa La procedura subito sotto riportata effettua lo sblocco del bootloader tramite l’uso del comando unlock-go, metodo standard consigliato ai meno esperti che però può cancellare gli userdata. Lo stato iniziale del bootloader, per un dispositivo ancora immacolato e non moddato dovrebbe dare i seguenti valori: fastboot -i 0x2b4c oem device-info ... (bootloader) Device tampered: false (bootloader) Device unlocked: false (bootloader) Charger screen enabled: false (bootloader) Display panel: per sbloccare il bootloader è necessario andare in Impostazioni > Opzioni sviluppatore e attivare lo sblocco OEM. Se non avete attive le opzioni sviluppatore bisogna andare su Impostazioni > Info sul telefono e premere 7 volte su numero build fino a che non comparirà un messaggio che vi segnalerà di aver attivato tale opzioni; inserire poi da interfaccia bootloader/fastboot: fastboot -i 0x2b4c oem unlock-go N.B. Ciò potrebbe cancellare gli userdata ora lo stato del bootloader dovrebbe essere: fastboot -i 0x2b4c oem device-info ... (bootloader) Device tampered: false (bootloader) Device unlocked: true (bootloader) Charger screen enabled: false (bootloader) Display panel: Bene, ora passiamo alla procedura alternativa per lo sblocco del bootloader per Zuk Z1 senza usare il fastboot e preservando lo userdata! Guida Effettuato lo sblocco OEM e ottenuti i permessi di root, che potete ottenere tramite l’uso di KingRoot senza dover effettuare lo sblocco del bootloader, usare adb shell o qualsiasi altro terminal emulator per spostare la “aboot” della bootloader partition nella memoria interna: su dd if=/dev/block/bootdevice/by-name/aboot of=/sdcard/aboot.img bisogna ora midificare il suddetto file .img usando hex-editor inserendo per lo Zuk Z1: Unlock Bit Position - 0x001FFE10 Hex Tamper Bit Position - 0x001FFE14 Hex “00” vuol dire falso e “01” vero. Per settare il bootloader come sbloccato dovrete fare come nell’immagine sottostante. salvare l’immagine modificata come “abootmod.img” all’interno della scheda SD rifleshare il bootloader moddato eseguendo all’interno della adb shell o qualsiasi altro terminal emulator la seguente stringa: su dd if=/sdcard/abootmod.img of=/dev/block/bootdevice/by-name/aboot riavviare e verificare lo stato del bootloader. Note Con questa procedura è possibile anche resettare il “temper bit”, ovvero quel bit che indica se il bootloader è mai stato sbloccato, riportarlo a false può aiutare nel caso in cui vogliate provare a farlo passare in garanzia; se preferite GUI è possibile usare questa app; la procedura è stata effettuata su di uno Zuk Z1 con cm-12.1-YOG4PAS3OH-ham. Se potete commentate se la procedura ha avuto successo nel caso abbiate o meno usato la stessa ROM; le immagini pre-editate non vengono fornite per evitare rischi di brick del dispositivo nel caso abbiate un bootloader diverso. Per evitare inconveniente è necessario che la procedura sia fatta interamente sul dispositivo in questione. “The offsets should be unchanged in future, though.” Fonte
  2. Come flashare ROM fastboot con Ubuntu

    In questo tutorial vi spiegheremo come poter installare ROM fastboot tramite computer con a bordo sistema operativo Ubuntu. Per maggiori informazioni potete andare all’articolo di riferimento che trovate su Gizchina.it. ATTENZIONE: è doveroso da parte nostra ricordarvi che lo staff di GizChina.it non si assume responsabilità relative ad eventuali danni sul proprio dispositivo dovuti all'esecuzione impropria delle seguenti indicazioni. Guida Aggiungere le regole di udev nell’apposito file posizionato in /etc/udev/rules.d/51-android.rules #Mi 2717 SUBSYSTEM=="usb", ATTR{idVendor}=="2717", MODE="0664", GROUP="plugdev" N.B. Il campo idVendor varia da produttore a produttore: il 2717 si riverisce a quello per Xiaomi, se per esempio voleste utilizzare uno smartphone Meizu dovreste usare il codice 2a45. È comunque possibile trovare altri idVendor a questo link. riavviare udev tramite il seguente comando: sudo service udev restart installare i comandi fastboot su ubuntu tramite uno dei seguenti pacchetti: “ubuntu-device-flash” o “android-tools-fastboot” e installabili eseguendo: sudo apt-get install ubuntu-device-flash o sudo apt-get install android-tools-fastboot scaricare la ROM fastboot per il vostro dispositivo; premere il tasto power + il tasto volume giù per andare in fastboot sul vostro dispositivo. Dovreste riconoscere il logo del fastboot sullo schermo del device. A questo punto collegatelo al computer; estrarla e recarsi nella cartella tramite il comando cd. Vedrete probabilmente i seguenti file: flash_all.bat flash_all_except_storage.sh flash_all_lock_crc.bat flash_all.sh flash_gen_md5_list.py misc.txt flash_all_except_storage.bat flash_all_lock.bat flash_all_lock.sh flash_gen_crc_list.py images verificare che fastboot abbia trovato e identificato il dispositivo fastboot devices con il comando sopra vedrete il seriale del vostro dispositivo, se riconosciuto dal fastboot; potrete usre qualsiasi file nell’estensione .sh per flashare il fastboot, per esempio: sh flash_all.sh se non dovessero esserci problemi, il dispositivo dovrebbe riavviarsi nella modalità normale, altrimenti comparirà sullo schermo un messaggio di errore. In tal caso riprovare la procedura completa. Fonte
  3. Rimuovere le pubblicità dalle app

    In questo tutorial vi spiegheremo come poter rimuove le pubblicità dalle app. La procedura è stata testata con successo su di uno Xiaomi Mi 4i, ma dovrebbe funzionare su tutti i device dotati di root. Per maggiori informazioni potete andare all'articolo di riferimento che trovate su Gizchina.it. ATTENZIONE: è doveroso da parte nostra ricordarvi che lo staff diGizChina.it non si assume responsabilità relative ad eventuali danni sul proprio dispositivo dovuti all'esecuzione impropria delle seguenti indicazioni. Downloads Remove_Ads.zip: https://mega.nz/#!4R1QCBgJ!_ka1Yliv-ddq0bDDRL7N-47x3suiD3bF2IvcD7K-7gI[/size] Guida Scaricare il file Remove_Ads.zip; estrarre il contenuto e copiare il file hosts all’interno; incollare il suddetto file all’interno della cartella /system/etc/ tramite l’uso di un qualunque root explorer; impostare i permessi su RW-R-R; riavviare il dispositivo. Fonte
  4. In questo tutorial vi spiegheremo come poter installare Xposed sul LeTV Le Max X900. Per maggiori informazioni potete andare all’articolo di riferimento che trovate su Gizchina.it. ATTENZIONE: è doveroso da parte nostra ricordarvi che lo staff di GizChina.it non si assume responsabilità relative ad eventuali danni sul proprio dispositivo dovuti all'esecuzione impropria delle seguenti indicazioni. Downloads XposedInstaller_3.0_alpha4-apk https://mega.nz/#!oswDTLwR!3_GHzVwJheH4t4jdG5R15ibIMNgIuNX01GrtkmpnOI0 xposed-v75-sdk21-ark64.zip https://mega.nz/#!8wZWCAKL!ro2OuexG1TIKhGsClgt_ZSMB0D2sV75MtE1dNSPTqIY Guida Copiare entrambi i file sopra elencati all’interno del telefono; entrare nella recovery mode; installare il file xposed-v75-sdk21-ark64.zip; riavviare e aspettare il tempo necessario dell’avvio; installare il file XposedInstaller_3.0_alpha4-apk; riavviare il telefono nuovamente; avviare l’apk di Xposed; se appare il messaggio in verde “Xposed Framework *** is active” vuol dire che il procedimento è andato a buon fine. Moduli Elenco dei moduli testati e funzionanti: Youtube Background Playback Youtube AdAway AdBlocker Master Key Multi-Fix VolumeSteps+ Android Phone Vibrator BootManager Chrome New Tab Xprivacy GravityBox NoSafeVolumeWarning Elenco dei moduli testati e NON funzionanti: WakeGesture Google Play Music Listen After Fonte
  5. Installare Xposed su Meizu PRO 5

    In questo tutorial vi spiegheremo come poter installare Xposed sul Meizu PRO 5. Per maggiori informazioni potete andare all’articolo di riferimento che trovate su Gizchina.it. ATTENZIONE: è doveroso da parte nostra ricordarvi che lo staff di GizChina.it non si assume responsabilità relative ad eventuali danni sul proprio dispositivo dovuti all'esecuzione impropria delle seguenti indicazioni. Eseguite quindi la procedura solo se consapevoli di rischiare boot loop sul proprio smartphone. Downloads: SuperSu https://play.google.com/store/apps/details?id=eu.chainfire.supersu Terminal Emulator https://play.google.com/store/apps/details?id=jackpal.androidterm Archivio Xposed install + SDK xposed-v80-sdk22-arm64.zip https://mega.nz/#!hIMgnBjC!IRzPhK7ISTSraW2JeCTs7o_-phSjvjLjVh0iNS3849M xposed_installer.zip https://mega.nz/#!gEdXwDxD!phinih3f7mvOfeFtDrPnV79eWo3_iZQRG4a1O_QpuNk XposedInstaller_3.0_alpha4 (1).apk https://mega.nz/#!dV1y2R4A!Bg_OHvhTGFTIOCJO4dbn7yKubd1M7O34Ye_e2AcsUN Root Explorer https://play.google.com/store/apps/details?id=com.speedsoftware.rootexplorer Prerequisiti È necessario che sul vostro dispositivo sia presente la ROM stock Flyme OS 5.X.X.X e abbiate i permessi di root. Se non li avete e volete sapere come poterli ottenere, seguite la nostra guida a questo link. Guida Installare Terminal Emulator; installare il file XposedInstaller_3.0_alpha4 (1).apk; scaricare l’archivio xposed-v80-sdk22-arm64.zip; estrarre il contenuto del file xposed_installer.zip e posizionarlo nella memoria interna assieme all’SDK; installare Root Explorer; utilizzando un file explorer selezionare il file "install" appena copiato e scegliere Root Explorer; premere su linux script. Fonte
  6. In questo tutorial vi spiegheremo come poter ottenere i permessi di root per lo Xiaomi Redmi 3 senza PC e sblocco bootloader. Per maggiori informazioni potete andare all’articolo di riferimento che trovate su Gizchina.it. ATTENZIONE: è doveroso da parte nostra ricordarvi che lo staff di GizChina.it non si assume responsabilità relative ad eventuali danni sul proprio dispositivo dovuti all'esecuzione impropria delle seguenti indicazioni. Download Root_Xiaomi_Redmi3.apk : https://mega.nz/#!lF1znBRb!eu9gf7TOKjI3Pp4s7SjpCcdgwZMSqZeNvu8xIngWcwQGuida Attivare il Debug USB; andare in Impostazioni > Impostazioni aggiuntive > Privacy e qui attivare Origini sconosciute; scaricare il file Root_Xiaomi_Redmi3.apk che trovate nella sezione Download e installarlo sul telefono; aprire e premere su Root e attendere la fine del procedimento; ora dovreste avere i permessi di root sul vostro smartphone. Fonte
  7. In questo tutorial vi spiegheremo come poter installare la recovery TWRP e come ottenere i permessi di root sulla ROM 14S per il LeEco Le Max2, anche noto come LeEco X820. Per maggiori informazioni potete andare all'articolo di riferimento che trovate su Gizchina.it. ATTENZIONE: è doveroso da parte nostra ricordarvi che lo staff di GizChina.it non si assume responsabilità relative ad eventuali danni al dispositivo dovuti all'esecuzione delle seguenti indicazioni. Downloads: ROM ufficiale 14S; twrp+root.rar; Guida Spacchettare il file twrp+root.rar presente nella sezione Download qui sopra; copiare i file BETA-SuperSU-v2.72-20160510112018.zip e LE_X2_X820-CN-FN-FEXCNFN5601405103S-5.6.014S.zip nella memoria interna del telefono; spegnere il telefono; entrare nella modalità Fastboot premendo i tasti power e volume su contemporaneamente; premendo e mantenendo premuto il tasto Shift della tastiera, ciccare con il tasto destro del mouse sulla cartella che avete ottenuto spacchettando il suddetto twrp+root.rar ( per esempio una cartella chiamata “twrp+root”) e selezionate “apri finestra di comando qui”; collegare il telefono e attendere l’installazione del driver; sulla finestra di comando scrivere: fastboot oem unlock ; se è andato tutto bene scrivere: fastboot flash recovery Le_X820_TWRP.img ; ora dovrebbe essere installata sul telefono la recovery TWRP in cinese, se non dovesse essere installata riprovare la procedura; da fastboot non riavviare in modalità normale il telefono, piuttosto riavviare il telefono in recovery mode premendo il tasto power e volume su contemporaneamente; la recovery TWRP sarà in cinese ma, scritte a parte, la posizione delle opzioni e delle funzioni sarà la medesima della versione inglese: potete seguire l’immagine sottostante; andare quindi in Install e flashare la ROM 14S, se volete questa, altrimenti, se volete mantenere la vostra ROM 13S potete flashare il file beta SuperSu per effettuare la root del telefono; Se voleste installare una versione pulita della ROM 14S con il supporto alle app Google Play, dovete effettuare il wipe del telefono, poi installare la ROM 14S, flashare i file GAPPS (basterà scaricare la versione ARM64+Android 6.0+Pico) e, infine, installare la beta di SuperSu. Per cambiare la lingua potete installare Morelocale dal Play Store con i permessi di root. AGGIORNAMENTO Per chi avesse aggiornato tramite OTA alla versione LE_X2_X820-CN-FN-FEXCNFN5601405237S-5.6.014S il pacchetto per TWRP di cui sopra non sarà funzionante. Sarà quindi necessario usare quella presente al seguente link. https://mega.nz/#!gI9C3YrC!wXq99E4ah33i01CArZWWTWxmmXBIlQ0C86_qdVU49KQ Ringraziamo sempre la comunità che ci segue per i costanti aggiornamenti. Fonte
  8. In questo tutorial vi spiegheremo come poter reinstallare la MIUI dopo aver installato Windows 10 su Xiaomi Mi 4. Per maggiori informazioni potete andare all’articolo di riferimento che trovate su Gizchina.it. ATTENZIONE: è doveroso da parte nostra ricordarvi che lo staff di GizChina.it non si assume responsabilità relative ad eventuali danni sul proprio dispositivo dovuti all'esecuzione impropria delle seguenti indicazioni. Downloads: Mi Flash tool: https://drive.google.com/open?id=0B7gB7nYb4jsxMlMwZWVvcFV2SDA platform-tool.zip: https://drive.google.com/open?id=0B7gB7nYb4jsxamxTdjRhMnBwTms ROM: http://en.miui.com/a-234.html Prerequisiti Controllare che il Mi 4 LTE sia completamente carico. Guida Collegare il telefono al PC; nella cartella platform-tool, posizionando il cursore del mouse sullo spazio bianco, premere il tasto shift e cliccare con il tasto destro del mouse in contemporanea per aprire il CMD; inserire: adb reboot edl completato questo passaggio il Mi4 LTE avrà lo schermo nero; avviare MiFlash Tool sul computer, cliccare su Refresh e verificare che il dispositivo venga rivelato dal UI tool; cliccare su Browse, selezionare il pacchetto della ROM di vostro interesse precedentemente scaricata e poi cliccare su fleshed per avviare la procedura; ora il telefono sarà correttamente tornato alla MIUI. Fonte
  9. In questo tutorial vi spiegheremo come poter installare TWRP e come ottenere i permessi di root per l'Elephone Vowney. Per maggiori informazioni potete andare all’articolo di riferimento che trovate su Gizchina.it. ATTENZIONE: è doveroso da parte nostra ricordarvi che lo staff di GizChina.it non si assume responsabilità relative ad eventuali danni sul proprio dispositivo dovuti all'esecuzione impropria delle seguenti indicazioni. Downloads: TWRP: https://mega.nz/#!VQ92RRiZ!N5j2eaglb4GoQ96JLGch6X-GKZW6jmfPGbXP9-Kl0yE SP Flash Tool: https://mega.nz/#!uEtxzSqY!pKLnobqUsrELE8VtTQRYIMwSlCAcrcDdix-avGvwqv4 MTK Treiber: http://androidurdu.net/download-mtk-auto-drivers-installer-v5-1453-03/ UPDATE-SuperSU-v2.46.zip: https://download.chainfire.eu/696/SuperSU/ Guida Procedura per installare TWRP: Avviare Sp Flash Tool; cliccare su scatter-loading; selezionare SOLO la dicitura recovery e cliccare su download; spegnere il telefono e collegarlo al PC, attendere il download e l'installazione (possono impiegare alcuni minuti); scollegare il telefono; tenere premuto il tasto power e il tasto volume su contemporaneamente e rilasciare il tasto power quando compare il logo Ele. Procedura per eseguire la Root: Caricare il file SuperSu all'interno del telefono; riavviare in modalità recovery il telefono e flashare il file UPDATE-SuperSU-v2.46.zip; riavviare il telefono e verificare lo stato del telefono tramite root checker. Fonte
  10. In questo tutorial vi spiegheremo come poter installare TWRP 3.0 e come ottenere i permessi di root sulla versione beta di Android 6.0 Marshmallow per il Coolpad Note 3. Per maggiori informazioni potete andare all’articolo di riferimento che trovate su Gizchina.it. ATTENZIONE: è doveroso da parte nostra ricordarvi che lo staff di GizChina.it non si assume responsabilità relative ad eventuali danni al dispositivo dovuti all'esecuzione delle seguenti indicazioni. Downloads: driver MTK nella sezione dedicata “Coolpad USB drivers”: http://www.gizdev.com/download-android-phone-usb-adb-flashing-driver/ MTK flash tool: nuova versione http://www.mediafire.com/download/5sq7aq05vlgle2a/SP_Flash_Tool_v5.1612_new.zip vecchia versione http://www.mediafire.com/download/ce7ir8wqa5m47cv/SP_Flash_Tool_v3.1344_old.zip TWRP 3.0, Supersu e root file .zip: http://d-h.st/4CDR Guida Procedura per installare TWRP 3.0: Attivare le Opzioni Sviluppatore e il Debug USB; decomprimere i file SP_Flash_Tool, Coolpad-Note-3-TWRP-3.0 Root-Android-M; spegnere il telefono; aprire la cartella SP_Flash_Tool ed eseguire il file Flash_Tool.exe come amministratori; cliccare su Scatter-Loading; selezionare il file MT6753_Android_scatter dalla cartella Coolpad-Note-3-TWRP-3.0 Root-Android-M; deselezionare tutte le voci tranne recovery e poi cliccare Download; collegare il telefono spento, il download comincerà automaticamente; conclusa l’operazione accendere il telefono. Procedura per ottenere i permessi di root: Decomprimere il file Coolpad-Note-3-TWRP-3.0 Root-Android-M; copiare BETA-SuperSU-v2.71 sul telefono; spegnere il telefono e avviarlo in recovery mode premendo volume su e tasto power insieme, mantenere premuto il tasto volume su fino alla comparsa della interfaccia della recovery; andare su Install e selezionate il file BETA-SuperSU-v2.71 cercandolo fra le cartelle del telefono; scorrere con il dito da destra verso sinistra sulla dicitura Swipe to Install; riavviare il telefono. Fonte
  11. Installare Xposed su molte ROM per Zenfone 2

    Ciao BoORDeL, Xposed esiste anche per processori x86, ma bisogna stare attenti alla versione da installare in base alla ROM del dispositivo in uso, per esempio sdk21 per Lollipop 5.0, SDK 22 per 5.1 e sdk 23 per Marshmallow. Puoi comunque trovare i download al link http://dl-xda.xposed.info/framework/, ma non ti so assicurare che funzioni. Tieni presente che ogni prova è a tuo rischio e pericolo e può creare danni può o meno lievi danneggiando l'OS oppure il software di base o addirittura l'hardware. Quindi se vuoi proprio tentare di installarlo fai molta attenzione. Se riesci documentati su forum/discussioni che trattano di dispositivi proprio con quel processore. Nel caso trovassi novità o soluzioni scrivici e facci sapere, potrebbe essere di aiuto anche ad altri
  12. In questo tutorial vi spiegheremo come installare Xposed per molte ROM, CM 12.1 compresa, su Zenfone 2. Per maggiori informazioni potete andare all'articolo di riferimento che trovate su Gizchina.it. ATTENZIONE: è doveroso da parte nostra ricordarvi che lo staff di GizChina.it non si assume responsabilità relative ad eventuali danni sul proprio dispositivo dovuti all'esecuzione impropria delle seguenti indicazioni. Downloads: BusyBox (link ufficiale dal PlayStore): https://play.google.com/store/apps/details?id=stericson.busybox&hl=en XposedInstaller_3.0_alpha4.apk , xposed-v78-sdk21-x86.zip , xposed-uninstaller-x86.zip: http://forum.xda-developers.com/showthread.php?t=3034811 XposedForZenfonev78(2): http://www.mediafire.com/download/okn5nexnxk5d6fr/XposedForZenfonev78%282%29.zip Prerequisiti È necessario che sul dispositivo abbiate i permessi di root. Tenete conto di questo link per poterli ottenere. Inoltre sarà necessario installare BusyBox (link nella sezione Download), avviarla e cliccare su “Install”. Guida La procedura può essere eseguita in due modi differenti. Metodo 1 - TWRP sia per la ROM ASUS che CM 12.1 Installare TWRP seguendo la nostra guida a questo link; Scaricare i file XposedInstaller_3.0_alpha4.apk , xposed-v78-sdk21-x86.zip , xposed-uninstaller-x86.zip riportati nella sezione Download; posizionarli nella scehda SD da inserire nel telefono; installare XposedInstaller_3.0_alpha4.apk come un normale file .apk; andare in TWRP e flashare xposed-v78-sdk21-x86.zip e di conseguenza riavviare: l’installazione implicherà la pulizia della cache quindi le app saranno ottimizzate. Per CM 12.1 il framework dovrebbe apparire come nell'immagine sottostante N.B. Se lo Zenfone 2 fosse in bootloop rientrate in TWRP e flashate il file xposed-uninstaller-x86.zip per eliminare la probabile causa del difetto. Metodo 2 - ADB Estrarre il file XposedForZenfonev78(2), link per scaricarlo nella sezione Download, e collegare tramite USB il telefono già acceso con Debug USB attivo; avviare InstallXposedFramework.bat e aspettare finchè l’installazione non sarà conclusa: la cache verrà resettate e il telefono riavviato; avviare InstallXposedInstaller.bat e installare l’.apk di Xposed. Dopo l’installazione Xposed sarà come nelle immagini sottostanti N.B. Se lo Zenfone 2 fosse in bootloop collegate il telefono durante il bootloop e usate RemoveXposedFramework.bat dalla cartella. Come aggiornare Xposed framework Usando TWRP prendere la versione .zip apposita per TWRP e di vostro interesse e flasharla; usando ADB prendere il file .zip apposito per ADB e di vostro interesse, fare doppio click e poi InstallXposedFramework.bat e attendere il riavvio. A questo indirizzo trovate l’elenco aggiornato dei moduli supportati al momento Fonte
  13. In questo tutorial vi spiegheremo come poter installare la recovery TWRP e come ottenere i permessi di root per lo JiaYu S3. Per maggiori informazioni potete andare all'articolo di riferimento che trovate su Gizchina.it. ATTENZIONE: è doveroso da parte nostra ricordarvi che lo staff di GizChina.it non si assume responsabilità relative ad eventuali danni ai vostri dispositivi imputabili all'esecuzione delle seguenti indicazioni. Downloads: SuperSu 2.46: https://download.chainfire.eu/696/SuperSU/UPDATE-SuperSU-v2.46.zip?retrieve_file=1 recovery TWRP: https://mega.nz/#!LMJQwL5A!l7gFdx1-hoJmQCHDM7TlezUuD7wAm-IPr0Z7rDVo47k Mobile Uncle.apk: http://d-h.st/DhR Guida La procedura per la root varia in base al sistema operativo: KitKat - Android 4.4 Andare su Impostazioni -> Sicurezza e segnare l’opzione di Superuser. Lollipop - Android 5.x Una volta scaricato SuperSu 2.46, trasferirlo all'interno del telefono; riavviare il telefono in TWRP e installare il suddetto file .zip; riavviare il telefono. Ecco invece la procedura per l’installazione della recovery TWRP: Una volta scaricati il file .img di TWRP e il file .apk di Mobile Uncle spostarli sulla scheda micro SD ed inserirla nel telefono; installare l’applicazione di Mobile Uncle, aprirla ed eseguirla concedendo i permessi di root; selezionare l’opzione “Recovery Update”; selezionare il file .img di TWRP; selezionare “YES” e poi “OK” per riavviare: l’operazione dovrebbe essere andata a buon fine. Fonte1 Fonte2
  14. In questo tutorial, compatibile solo con i dispositivi con bootloader sbloccato, vi spiegheremo come installare la ROM multilingua fornita da Xiaomi.eu per lo Xiaomi Mi 5. Per maggiori informazioni potete andare all’articolo di riferimento che trovate su Gizchina.it. ATTENZIONE: è doveroso da parte nostra ricordarvi che lo staff di GizChina.it non si assume responsabilità relative ad eventuali danni sul proprio dispositivo dovuti all'esecuzione impropria delle seguenti indicazioni. Downloads: MiFlash: https://www.androidfilehost.com/?fid=24521665358595574 TWRP + boot modificato: https://www.androidfilehost.com/?fid=24499762636006354 ROM Stabile 7.2.13.0 per MiFlash: https://www.androidfilehost.com/?fid=24499762636006350 Stabile 7.2.13.0 per TWRP: https://www.androidfilehost.com/?fid=24499762636006349 6.4.21 per MiFlash: https://www.androidfilehost.com/?fid=24499762636006357 6.4.21 per TWRP: https://www.androidfilehost.com/?fid=24499762636006366 Nuovi aggiornamenti saranno disponibili a questo link solo tramite TWRP e senza wipe dello user data. Prerequisiti Unico prerequisito è lo sblocco del bootloader dello Xiaomi Mi 5. Tenete conto di questo link per poter eseguire lo sblocco. Guida La procedura può essere eseguita in due modi differenti. Metodo 1 Scaricare la ROM per MiFlash; scaricare MiFlash; riavviare in Fastboot premendo i tasti volume su + tasto power; spacchettare il file .zip, selezionare MiFlash con l'opzione flash_all; conclusa l'operazione, riavviare; a questo punto dovrebbe essere installata la ROM Multilingua e TWRP: tenete presente che il primo riavvio può impiegare 10-20 minuti. Metodo 2 Scaricare la ROM per TWRP; scaricare il file .img della TWRP con boot modificato e installate tramite Fastboot fastboot flash recovery recovery.img installare il file boot.img tramite Fastboot fastboot flash boot boot.img riavviare in TWRP premento volume su + tasto power e selezionate il file zip contentente la ROM fastboot boot recovery.img cancellare in TWRP: Data, Cache e Dalvik/ART; riavviare: tenete presente che il primo riavvio può impiegare 10-20 minuti. Fonte
  15. Installare TWRP su Elephone P8000

    In questo tutorial andremo ad illustrare le istruzioni da seguire per installare la recovery TWRP su Elephone P8000. ATTENZIONE: è doveroso da parte nostra ricordarvi che lo staff di GizChina.it non si assume responsabilità relative ad eventuali danni al dispositivo dovuti all'esecuzione delle seguenti indicazioni. Downloads: Drivers: https://mega.nz/#!55BQkKiR!OPBrnj7SXxsUbuchAjV8orT9SMAOMpbDesYTMO2DDHY SP Flash Tool: https://mega.nz/#!ixdnhDLK!oOaAsJrcvJI0vH3fTsUOYjtDxQ_HT61E-_iuo6fTuKk file zip di PhilZ_recovery_P8000_v2: https://www.androidfilehost.com/?fid=24052804347838441 file zip di PhilZ_recovery_P8000_v3: https://www.androidfilehost.com/?fid=24269982087008985 Prerequisiti Assicurarsi di aver installato i drivers sul proprio computer! Se doveste avere problemi potete seguire nel dettaglio questo video estremamente dettagliato per eseguire sia la procedura di installazione dei driver che di installazione di TWRP e altre modding del telefono. https://youtu.be/xpz7n2DtrdA Comunque, vi riportiamo qui il metodo rapido per installare i driver. Scaricare i driver (sezione Downloads); estrarre il file zip; aprire la cartella dei drivers estratti; cliccare con il tasto destro su “DriverInstall” e selezionare “Esegui come amministratore”. Il driver verrà installato automaticamente. Guida Poiché la procedura di installazione della recovery TWRP è la stessa per installare CWM o la Stock ROM, vi ricordiamo che potete seguire il video riportato nei Prerequisiti in cui trovate la guida completa per poter eseguire la procedura di flash della ROM sui dispositivi Elephone. È possibile, inoltre, effettuare l’operazione di installazione di TWRP estraendo il file .img della recovery.zip e usando l'app flashify (https://play.google.com/store/apps/details?id=com.cgollner.flashify). Tuttavia questa procedura richiede i permessi di root sul dispositivo. La procedura esposta in questo post, invece, si basa su SP Flash tools e non richiede permessi particolari. N.B. La seguente procedura invalida la garanzia del dispositivo. Per evitare di perdere i propri dati si raccomanda di effettuare un backup. Scaricare e decomprimere il pacchetto zip che avete scelto della recovery TWRP (la v2 o v3 presenti nella sezione Downloads); spegnere il telefono; avviare SP Flash Tool selezionare la recovery: fare clic su " scatter-loading" e scegliere lo scatter che avete estratto precedentemente nel vostro computer, denominato “MT6753_Android_scatter.txt”; fare click sul pulsante Download e collegare il telefono al computer: bene, la recovery TWRP è stata installata: ce ne da conferma un messaggio in popup come nell'immagine sopra. Speriamo che il tutorial sia sufficientemente esaustivo e per le vostre esigenze! Fonte