Jump to content

Alessio Croce

Members
  • Posts

    308
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    6

Everything posted by Alessio Croce

  1. In questo nuovo tutorial andremo a vedere la procedura per effettuare lo sblocco del bootloader del nostro Honor 5x in maniera rapida e veloce. Ricordiamo che sbloccare il bootloader porterà all'eliminazione di tutti i dati personali pertanto consigliamo di effettuare un backup prima di procedere. PREREQUISITI Driver ADB e Fastboot; Un computer con accesso ad Internet; Account EMUI PROCEDIMENTO Collegatevi al sito ufficiale dell'EMUI e accedete con il vostro account; Verranno mostrati i disclaimer relativi allo sblocco del bootloader. Accettateli e proseguite; Inserite le informazioi richieste riguardo il proprio device e premete "Submit"; Al termine della procedura riceverete il codice di sblocco; Riavviate lo smartphone in "fastboot mode" e collegatelo al computer; Da windows aprite il "prompt dei comandi" e dirigetevi nella cartella dove avete installato fastboot; Digitate il comando fastboot devices Verrà mostrato il numero identificativo del vostro smartphone; Ora digitate: fastboot oem unlock Verrà ora richiesto il codice di sblocco ricevuto prima. Digitatelo e date "Invio"; Partirà lo sblocco del bootloader. Fonte: XDA
  2. ciao con la miui 8 anche a me sono sparite le mod audio (anche se in parte me lo immaginavo). Appena ho un attimo vedo di provare a rimetterle (scusa se ti ho modificato il messaggio ma ho sbagliato a premere e l'avevo eliminato )
  3. In questa nuova guida andremo a vedere come installare il Playstore e, successivamente, renderlo in italiano sul Lenovo Zuk Z2 senza la necessità di avere i permessi di root grazie ad un piccolo trucchetto. PREREQUISITI Google Apps; File ADB con Driver; MoreLocale; Pacchetto NO_ROOT. PROCEDIMENTO Scarichiamo il file contenente le Google Apps sul nostro computer e scompattiamolo; Al suo interno troveremo 3 file di installazione che andranno copiati nella memoria del telefono; Una volta copiati i 3 files andiamo su "Settings", "Security & Privacy" ed abilitiamo la voce "Unknow Sources"; Apriamo il file manager del telefono ed installiamo, seguendo la sequenza numerica, i 3 apk. Durante questo processo è importante non aprire i file al termine dell'installazione e ricordarsi di premere "Yes" se verrà chiesto di eliminare i files; IMPORTANTE: Durante la procedura verranno mostrate delle finestre che ci chiederanno delle autorizzazioni alle quali dovremo rispondere sempre "ALLOW"; Riavviamo il dispositivo, se dovessero comparire altre finestre di autorizzazioni diamo sempre "ALLOW"; Per tradurre il Playstore in Italiano scarichiamo il file "ADB con Driver", colleghiamo il telefono al computer, ed eseguiamolo; Attiviamo il "Debug USB" andando su "Settings", "About", premiamo 7 volte su "Zui Version" e torniamo nel menu principale dei "settings" dove sarà ora visibile "Developer Options" dal quale potremo attivare "Debug USB"; Se sul telefono comparirà un messaggio di autorizzazione diamo conferma. Nel frattempo sul computer partirà l'installazione dei driver ADB; Scarichiamo ora MoreLocale ed installiamolo come visto in precedenza tramite il file manager; MoreLocale a questo punto, senza permessi di root risulterebbe inutile ma, grazie ad un piccolo trucchetto, vediamo come farlo funzionare ugualmente; Scarichiamo il pacchetto NO_ROOT, scompattiamo ed eseguiamo il file "Run.bat"; Se sul telefono comparirà un messaggio di autorizzazione diamo conferma; Il tool ci mostrerà il nostro device a schermo. premiamo un qualsiasi tasto e riceveremo il messaggio "Grant permission succesfull". premiamo un altro tasto per concludere la procedura; Adesso apriamo MoreLocale installato in precedenza, cerchiamo la lingua Italiana dall'elenco e selezioniamola tappandoci sopra; Ora possiamo aprire il Playstore e come per magia sarà completamente funzionante ed Italiano.
  4. In questo nuovo tutorial andremo a vedere come ripartizionare la memoria interna, o ROM, dei device con processore Mediatek MT6732, MT6752, MT6735, MT6795. La procedura è stata testata sui seguenti devices: THL 2015 (MT6752L, KK 4.4.4, 16GB) Kingzone Z1 (MT6752, KK 4.4.4, 16GB) Mlais M52 (MT6752, KK 4.4.4/LP 5.0, 16GB) Doogee F1 Mini (MT6732, KK 4.4.4, 8GB) KEP oNe (MT6735, LP 5.1, 16GB) VKworld VK6050s (MT6735M, LP 5.1, 16GB) Bluboo X550 (MT6735P, LP 5.1, 16GB) Cube T8 Plus (MT8783, LP 5.1) Cube T8 (MT6735M, LP 5.1) StonexOne (MT6795, LP 5.1, 32GB) IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding per Android. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al device. PREREQUISITI Backup dei propri dati (non si perderanno i dati ma è buona norma averne uno). La "SD" interna verrà cancellata; batteria almeno al 70%; pacchetto di ridimensionamento; recovery TWRP; firmware originale del vostro device(opzionale, in caso qualcosa vada storto). PROCEDIMENTO Copiate il pacchetto di ridimensionamento nella scheda SD o , se non presente, nella cartella "cache" del telefono; riavviate il dispositivo in recovery mode; selezionate "Install" e successivamente il file copiato in precedenza; fate uno "swipe" su "Install"; verrà mostrata una pagina di benvenuto che vi guiderà, tramite interfaccia grafica, al ripartizionamento della memoria; terminata l procedura riavviate il dispositivo. Fonte: XDA
  5. io ero rimasto che aveva un bug oltre che al touch anche nell OTG in ogni caso appena posso controllo. grazie per la segnalazione
  6. se il computer lo vede cosi vuol dire che lo riconosce in "download mode". Generalmente si puo uscire dalla download mode o dopo un flash o tenendo premuto il tasto accensione (in accoppiata magri i tasti del bilanciere del volume) per 30 o piu secondi...
  7. É un piccolo bug presente in parecchi Xiaomi. Che io sappia attualmente non esiste una versione senza questo bug in ogni caso appena troverò qualcosa aggiornero la guidaInviato dal mio Redmi Note 3 utilizzando Tapatalk
  8. In questo nuovo tutorial andremo a vedere un tool, da poco rilasciato, in grado di effettuare moltissime operazioni di modding per il OnePlus 3 in maniera estremamente facile ed accessibile per chiunque. PREREQUISITI Toolkit; Driver Fastboot e ADB; OnePlus 3. PROCEDIMENTO Attivare il "Debug USB" e "Unlock OEM" dal menu sviluppatori; scaricate il toolkit e scompattate la cartella; cercate il file il file "OnePlus_USB_Drivers_Setup.exe"; eseguitelo e completate la procedura di installazione dei driver; collegate, tramite il cavetto USB, lo smartphone al computer; se lo smartphone richiedesse dei permessi per comunicare col computer concedeteglieli; eseguite il file "OnePlus3-toolkit-v*.bat" con privilegi di amministratore per avviare il toolkit; al suo avvio premiamo il tasto "6" per verificare lo stato del bootloader; se bloccato bisognerà effettuare lo sblocco cliccando sul comando numero "4"; terminato lo sblocco del bootloader (che formatterà il vostro device eliminando ogni file presente al suo interno), riattivate le opzioni "Debug USB" e "Unlock OEM"; premete il comando "7" per eseguire il flash della recovery TWRP; terminato il flashing riavviate il OnePlus 3 in recovery mode tenendo premuti i tasti di accensione e "VOL+" per verificare la corretta installazione della recovery; riavviate lo smartphone e dal toolkit scegliete la voce "9" per eseguire il flash di SuperSU; se il flashing non dovrebbe partire copiate manualmente, dalla cartella del toolkit, il file di SuperSU nella memoria del telefono; riavviate nuovamente in recovery TWRP, selezionate "Install" e dal file manager installate il file di SuperSu copiato in precedenza; terminato il flash riavviate per completare la procedura. Fonte: XDA
  9. In questo nuovo tutorial andremo a vedere come installare la Cyanogenmod sul nostro Xiaomi Redmi Note 3 Pro. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding per Android. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al device. AVVERTENZA: L'INSTALLAZIONE DELLA CYANOGENMOD RIBLOCCHERA' IL BOOTLOADER. PREREQUISITI Bootloader Sbloccato; Recovery TWRP gia installata sullo smartphone; Nuova recovery TWRP con EFS SUPPORT; ROM CyanogenMOD 13; Google Apps (selezionando arm64, 6.0, pico). PROCEDIMENTO Scaricate tutti i file necessari e copiateli nella memoria del telefono; Riavviamo lo smartphone in recovery TWRP; Dalla recovery selezioniamo "Install" ed in basso a destra mettiamo la voce "Install Image"; Selezionate dal file manager il file della recovery copiato precedentemente ed effettuate il flash stando attenti a selezionare la voce "recovery"; Terminato il flash della nuova recovery riavviamo lo smartphone ed entriamo nuovamente in recovery; Seguento le istruzioni mostrate nell'immagine cambiamo la lingua dal cinese all'inglese; Selezioniamo "Backup" ed effettuiamo un backup completo della nostra ROM da copiare subito dopo sul computer riavviando lo smartphone ed eseguendo un copia/incolla della cartella TWRP presente sullo smartphone. L'operazione di backup ed il successivo copia/incolla richiederà qualche minuto; Terminato il backup riavviamo nuovamente lo smartphone in recovery mode e dal menu "Wipe" eseguiamo un "Factory Reset"; Terminata la procedura entriamo nel menu "Advanced Wipe" e selezioniamo tutte le voci fatta eccezione per "Internal Storage" e "MicroSD"; Terminato il "full wipe" torniamo nel menu principale della recovery e selezioniamo "Install"; Dal file manager selezioniamo il file della rom della CyanogenMOD ed eseguiamo il flash della rom; Terminato il flash della rom eseguiamo lo stesso per lo zip delle Google Apps; Torniamo nel menu "Wipe" ed eseguiamo il comando "Wipe Data" confermando il procedimento scrivendo "Yes"; Terminato il wipe riavviamo l smartphone e godiamoci la nostra nuova CyanogenMod. Fonte: MIUI FORUM
  10. In questo nuovo tutorial andremo a vedere come installare Xposed Framework per il nostro dispositivo Huawei con EMUI 3.1 (base Lollipop 5.0 o 5.1.1) e EMUI 4.0. PREREQUISITI Root e Recovery TWRP; File Manager con accesso alla partizione di sistema come "EZ File Manager"; XPOSED FRAMEWORK per EMUI 3.1 (Android 5.0) - arm; - arm64; - Installer; - Unistaller. XPOSED FRAMEWORK per EMUI 3.1 (Android 5.1.1) - arm; - arm64; - Installer; - Unistaller. XPOSED FRAMEWORK per EMUI 4.0 (Android 6.0) - arm; - arm64; - Installer; - Unistaller. PROCEDIMENTO Scaricate i file necessari sul computer, compreso l' unistaller. Ricordatevi di fare attenzione in base alla vostra EMUI ed al modello di processore; Tramite il file manager aprite il file "build.prop", presente in "/system", ed aggiungete le seguenti stringhe: ro.config.hwtheme=0 ro.config.hw_theme=0 In alcuni casi la stringa "ro.config.hwtheme=0" potrebbe essere gia presente con valori diversi. Eliminatela ed inserite quella sopracitata; Eseguite lo stesso procedimento con il file "local.prop" situato in "/cust/hw/<your region>/prop/local.prop"; Installate l'xposed installer; Riavviate lo smartphone in recovery TWRP e flashate le librerie xposed scaricate in precedenza; Terminato il flash fate un wipe della "cache" e "dalvik cache"; Riavviate lo smartphone ed attendete che finisca il boot (potrebbe impiegare fino a 15 minuti). Fonte: XDA
  11. In questo nuovo tutorial andremo a vedere come ottenere i permessi di root sul Chuwi Vi7. PREREQUISITI Driver ADB e Fastboot correttamernte installati e configurati; pacchetto Root. PROCEDIMENTO Se presenti eseguite eventuali aggiornamenti OTA; attivate dal menu sviluppatore il "Debug USB"; collegate il phablet al computer; aprite il "prompt dei comandi" di Windows e recatevi nella directory dove avete installato i driver "ADB" e "fastboot"; digitate i seguenti comandi per abilitare la scrittura sulla partizione di sistema: adb root adb disable-verity adb reboot attendete 30 secondi e digitate: adb root adb remount scaricate e scompattate l'archivio contenetene i file necessari ad ottenere i permessi di root; copiate la cartella estratta nella cartella "/data/local/tmp" presente sul phablet; dal prompt di Windows, per terminare, digitate: adb shell /system/bin/sh -x /data/local/tmp/vi7root Fonte: XDA
  12. In questo nuovo tutorial andremo a vedere come modificare alcuni parametri di sistema per migliorare, in maniera significativa, le prestazioni dello Xiaomi Mi Pad 2 durante le nostre sessioni di gaming. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding per Android. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al device. PREREQUISITI File manager con accesso alle partizioni di sistema come ad esempio "Ez File Manager"; permessi di Root; pacchetto Mod. PROCEDIMENTO Tramite il file manager scelto andiamo ad effettuare un backup del file "system_throttle_config.xml" presente nella cartella "/etc/"; scaricate e scompattate la cartella con la mod e copiate il file, al suo interno, sempre nella cartella "/etc/"; impostate i permessi del file (se diversi) a "644"; riavviate il tablet. Fonte: FORUM MIUI
  13. ciao, allora un metodo per il ripartizionamento esiste ma se non sei uno smanettone te lo sconsiglio perché è facile creare problemi.
  14. aggiornarla tramite ota che riflasha la nuova nightly ma in maniera totalmente automatica e senza perdere i dati
  15. Io sul mio Nexus utilizzo la nightly che aggiorno quotidianamente e solo una volta ho riscontrato un problema Inviato dal mio Redmi Note 3 utilizzando Tapatalk
  16. Ciao, generalmente con la recovery TWRP non si possono installare gli aggiornamenti OTA anche se alcune rom (come la cyanogenMOD non la CyanogenOS) lo permettono . Comunque nel caso dello Zuk non penso sia possibile installarli ma a questo punto se hai la recovery potresti mettere la cyanogenmod che secondo me é infinitamente superiore alla CyanogenOS . La TWRP si differenzia dalla cyano recovery perché é molto più completa a livello di funzioni oltre che supportata praticamente da tutti gli sviluppatori (di rom mod app ecc...) Inviato dal mio Redmi Note 3 utilizzando Tapatalk
  17. In questo nuovo tutorial andremo a vedere la procedura completa per ottenere i permessi di root sul Cube T8 Plus. PREREQUISITI SuperSU da scaricare sul tablet; Drivers, FlashTool e recovery TWRP da scaricare e scompattare sul computer; PROCEDIMENTO Scaricare SuperSU, trovate il link tra i prerequisiti, direttamente dal tablet; spegnete il tablet; installate i driver necessari sul computer; eseguite il file "flash_tool.exe" presente nell'archivio con i driver; entrate nel tab "Download" ed in "Scatter-Loading" selezionate il file "MT6753_Android:scatter.txt" presente nell'archivio con la recovery TWRP; premete "Download"; collegate il tablet spento al computer tramite cavo USB ed attendete che il tool inizi la procedura di flash; quando comparirà la scritta "success" scollegate il tablet ed accendetelo tenendo premuto il tasto "VOL+" insieme a quello di accensione fino al menu di boot dove dovete selezionare "Recovery"; una volta entrati nella recovery TWRP selezionate "Install" e cercate il file di SuperSu scaricato in precedenza; fate uno "swipe" su install; terminata l'installazione di SuperSU riavviate il tablet; il tablet rimarrà completamente nero. Non vi preoccupate e tenete premuto il tasto di accensione per riavviarlo. Fonte: XDA
  18. In questo tutorial andremo a vedere come installare Xposed Framework sul nuovo Xiaomi Mi Max. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding per Android. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al device. PREREQUISITI Bootloader sbloccato; Recovery TWRP e permessi di root; testato sulla MIUI 7.3.15.0 stabile ma potrebbe funzionare anche sulle dev; Xposed Installer; librerie Xposed. PROCEDIMENTO Copiate l' apk di Xposed nel telefono e tramite il file manager della MIUI installatelo; copiate le librerie Xposed nella memoria del dispositivo; riavviare il device in recovery; (opzionale) effettuate un backup; fate un "tap" su "Install" e selezionate il file appena copiato; finito il flash effettuate un wipe della cache e dalvik cache; riavviate il device; avviate Xposed dalla sua icona nel drawer. Fonte: MIUI FORUM
  19. In questo tutorial andremo a vedere come attivare sulla MIUI una simpatica opzione che ci permette di sfruttare il tastierino numerico come se fosse un pianoforte. PREREQUISITI Smartphone con sistema operativo MIUI. PROCEDIMENTO Aprite il "dialer"; andate nelle impostazioni; aprite i suoi del tastierino numerico; attivateli, se disattivati, e da Toni selezionate "Piano"; tornate nel tastierino numerico e divertitevi. Fonte: MIUI FORUM
  20. Non puoi lanciare la recovery stock. La twrp la puoi flashare da fastboot con il comando fastboot flash recovery "recovery.img"
  21. In questo nuovo tutorial andremo a vedere come calibrare correttamente il sensore di prossimità dei dispositivi Xiaomi. PREREQUISITO Dispositivo Xiaomi con ROM MIUI. PROCEDIMENTO Aprite il "dialer" e componete questo numero: *#*#6484#*#* ; comparirà un menu nascosto utilizzato generalmente per verificare l'integrità dei componenti dello smartphone; cercate la voce "Proximity Sensor"; nella nuova schermata vedrete al centro un numero. Coprite il sensore con la mano. Se tale numero cambia allora il sensore è calibrato ma se ciò non dovesse accadere premete su "calibrate"; se comparirà la scritta "Calibration passed" rifate il test descritto precedentemente per verificare che i valori cambino; in caso restituisse errore probabilmente il sensore andrà sostituito; terminata la calibrazione uscite dal menu. Fonte: MIUI FORUM
  22. In questo nuovo tutorial andremo a vedere come cambiare manualmente i DPI di qualsiasi dispositivo Android che non abbia integrata gia nella ROM tale funzione. Prima di modificare tale valore sarebbe consigliato, oltre al classico backup, di cercare online i valori "sicuri" per il proprio device in quanto un valore troppo elevato, o troppo basso, porterebbero al bootloop del telefono. Precisiamo inoltre che cambiando i DPI alcune applicazioni presenti sul Playstore potrebbero diventare incompatibili con il prorpio smartphone. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding per Android. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al device. PREREQUISITI Permessi di Root; File manager con accesso alle partizioni di sistema come ad esempio EZ File Manager. PROCEDIMENTO Scaricate ed installate (se gia non lo avete) il vostro file manager con accesso alla partizione "/system"; Recatevi in "/system" ed aprite il file "build.prop"; Se richiesto abilitate i processi di scrittura sui file di sistema; Cercate la stringa: ro.sf.lcd_density=480 Modificate il valore "480" (o quello relativo al vostro smartphone) in quello che desiderate come ad esempio: ro.sflcd_density=400 Salvate e riavviate lo smartphone.
  23. Grazie per aver condiviso la tua esperienza con la community La rom multilingua arriverà molto probabilmente poco dopo il rilascio da parte di xiaomi della miui 8 che avverrà il 17 giugno.
×
×
  • Create New...