Vai al contenuto

Cerca nel Forum

Showing results for tags 'ROM'.



More search options

  • Search By Tags

    Tag separati da virgole.
  • Search By Author

Tipo di contenuto


Forums

  • Primi passi
    • Presentazioni
    • Comunicazioni dallo Staff
    • Suggerimenti & Proposte
  • Smartphone
    • Nubia
    • Xiaomi
    • Lenovo
    • Huawei
    • LeTV / LeEco
    • OnePlus
    • 360
    • Oppo
    • Smartisan
    • Meizu
    • ASUS
    • Vivo
    • Altri Brand
  • SmartWatch e domotica
    • Xiaomi - Huami Amazfit
    • Home, Assistant e Wear OS By Google
    • Altri Brand
  • Tablet e Ultrabook
    • Chuwi
    • Cube
    • Huawei
    • Onda
    • Pipo
    • Teclast
    • Xiaomi
    • Altri Brand Tablet
  • Stampa 3D
    • Discussioni generali
    • Stampanti 3D
  • Teardown
    • I Nostri Teardown
  • Sistemi Operativi
    • Android
    • Microsoft
    • Ubuntu Linux
    • Leaked ROM
  • Off Topic
    • Discussioni Android
  • Mercatino
    • VENDO
    • COMPRO
    • SCAMBIO
  • Store
    • Codici sconto

Find results in...

Find results that contain...


Data di creazione

  • Start

    End


Ultimo Aggiornamento

  • Start

    End


Filter by number of...

Iscritto

  • Start

    End


Gruppo


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Città 


Interessi


Smartphone in uso

Trovato 151 risultati

  1. In una recente guida vi abbiamo presentato le diverse varianti del famoso Xiaomi Mi5X, con le relative caratteristiche. Abbiamo anche descritto i grossi problemi di brick a cui è soggetta la variante con bootloader "Oxygen" derivato dal Mi Max 2 durante l'installazione di rom stock/custom non pensate apposta per questo tipo di bootloader. Ecco una guida che consente di semi-salvare questi dispositivi in caso di brick! !!!ATTENZIONE A QUESTI 3 PUNTI!!! Tutorial valido SOLO ed ESCLUSIVAMENTE per device con bootloader Oxygen, nella scorsa guida è spiegato ampiamente come capire che tipo di bootloader monta il vostro Mi5x! Tutorial molto complesso e rischioso, in quanto occorre anche smontare il device, con tutti i rischi di rotture annessi. Procedete SOLO se sapete smontarlo e avete gli attrezzi giusti La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff del forum e di GizChina.it non si riterranno responsabili per eventuali danni al dispositivo. Dopo aver fatto le dovute precisazioni procediamo a resuscitare il Mi5X Assicuratevi di avere installati sul PC MiFlash e i driver Qualcomm scaricabili da qui: driver | Mi Flash; rimuovete la back cover del telefono, per capire guardate questo video: https://youtu.be/is8bNgSKCJI vi ritroverete davanti alla motherboard, individuate i 2 pin come nella foto disconnettere il flat della batteria, raccomando l'utilizzo di un attrezzino di plastica per evitare cortocircuiti indesiderati (capita più spesso di quanto pensiate, esperienza personale); aprite miflash, cortocircuitate i 2 pin precedentemente individuati, e mantenendoli cosi collegate il telefono al PC. Miflash dovrebbe riconoscere un dispositivo con il nome "Qualcomm 9008 HS-USB" o qualcosa di simile, collegato ad una certa porta COM. Ora potete scollegare i pin e proseguire con la guida; scaricate lo Zip con il tool per l'unbrick da questo link, estraetelo da qualche parte, vi ritroverete 2 cartelle. aprite la cartella backup, individuate il file params, tasto DX, selezionate "modifica", si aprirà un editor di testo. Alla voce "set SaharaComPort=com3" sostituite il numero della porta com con quello a cui è attualmente connesso il vostro device. Fatto questo salvate e eseguite il file readselparts.bat, che andrà a fare un backup delle partizioni OEM. Aspettate che abbia finito. riconnettete il dispositivo sempre utilizzando il metodo del punto 1(shortando i test points), alla medesima porta usb. Con Miflash flashate questa rom una volta finito il flash ricollegate nuovamente il device con il metodo del punto 1. Andate nella cartella Unbrick, aprire sempre il file params e seguire le istruzioni come al punto 4. Eseguire poi il file "writeselparts.bat" e aspettare che la procedura finisca. Questo andrà a flashare nuovamente il bootloader del mi max 2. A operazioni completate dovreste ritrovarvi un messaggio del genere: Riconnettete la batteria e accendete il telefono. Il Mi5X partirà, mostrando però solo schermo nero, è normale, aspettate 5-10 minuti che il firmware venga installato; se avete perso gli IMEI seguite questa guida utilizzando questo file QCN; Godetevi il vostro caro Mi5X resuscitato e prestate molta attenzione alle rom che installerete in futuro. Consigli utili per evitare problemi: Cercate di installare solo rom compatibili, e non quelle ufficiali, perchè se no sarete nuovamente punto a capo! Per i possessori di Mi5X "Tiffany" invece non vi è alcun problema, e questa guida, ripeto, NON VI SERVE. Sfruttate i metodi tradizionali Fonte: en.miui.com
  2. Emanuele C

    Guida alle varie ROM MIUI sui device Xiaomi

    Chiunque abbia acquistato un telefono Xiaomi si è sicuramente accorto che esistono diverse ROM MIUI per il proprio dispositivo, che hanno delle particolari denominazioni del tipo "China dev" "China Stable" "Global stable"... Sicuramente tutta questa scelta potrebbe creare un po di confusione agli utenti meno esperti che stanno cercando una particolare versione del sistema operativo del proprio smartphone. In questa guida cercherò di spiegare semplicemente le differenze tra queste innumerevoli ROM. Rom China Si tratta della rom sviluppata da Xiaomi appositamente per il mercato cinese, la quale non arriva con installati i servizi Google e ha disponibili come lingue solo l'inglese e il cinese. Inoltre su queste rom sono spesso preinstallate numerose app cinesi del tutto inutili per noi utenti occidentali. Versioni CHINA disponibili: Dev nighlty Aggiornata quasi giornalmente via OTA è disponibile solo per gli utenti inseriti nei gruppi ufficiali sviluppo/testing di Xiaomi. Presenta diversi bug ed è spesso sconsigliata per un utilizzo normale del telefono. Non sono quindi pubblici i link per il download di questa rom, essendo questa proprio una versione per gli "addetti ai lavori". Dev weekly Disponibile pubblicamente nella sezione "download" del sito en.miui.com e aggiornata settimanalmente via OTA, si tratta di una rom abbastanza "usabile" e dove vengono incluse tutte le modifiche fatte durante la settimana di sviluppo. Ovviamente è presente sempre qualche bug, anche fastidioso, ma non così grave da impedire l'utilizzo dello smartphone. Stable Ufficialmente installata sui dispositivi venduti al pubblico, è la ROM con meno bug e maggiormente ottimizzata, pensata per l'utilizzo giornaliero. Ovviamente scaricabile dal sito en.miui.com. ROM Global Rom ufficiale Xiaomi sviluppata per i dispositivi venduti al di fuori della cina. Visto che Xiaomi vende solo alcuni modelli a livello internazionale, la Global non è disponibile per tutti gli smartphone della casa cinese. Questa versione della MIUI supporta molte più lingue, ha i servizi google installati e arriva senza app cinesi inutili installate. Versioni Global disponibili: Global Beta Software non definitivo, è aggiornato settimanalmente. Si tratta di una rom sostanzialmente stabile, ma che può ancora presentare qualche bug anche visibile, ma non grave da compromettere pesantemente l'utilizzo dello smartphone. Scaricabile dal sito en.miui, integra le ultime funzionalità e correzioni, ma spesso è leggermente indietro rispetto alla rispettiva versione cinese. Global stable Forse la rom migliore per chi cerca un telefono pronto "out of the box", si tratta di una versione della MIUI quasi senza bug e aggiornata circa a livello mensile con fix e patch sicurezza di Google. Ovviamente è spesso indietro come funzionalità, perché il team di sviluppo MIUI rilascia una stable solo dopo diverse settimane di beta testing e risoluzione di eventuali bug. NB: consiglio caldamente di verificare che lo smartphone che ci si appresta ad acquistare arrivi con la rom global installata, perchè spesso gli store cinesi vendono anche device con installata la versione china! Rom non ufficiali: Software derivati da ROM ufficiali xiaomi, opportunamente modificati da team di appassionati che provvedono ad offrire traduzioni migliori e tweak appositi per migliorare le performance in paesi "outside china". Le più famose sono sviluppate dagli sviluppatori che collaborano con xiaomi.eu e miui.it. Rom Xiaomi.eu Derivate rispettivamente dalle China dev e Stable, questa rom aggiunge il supporto a diverse lingue ed è ripulita da app inutili. Viene aggiornata settimanalmente con le ultime novità ma spesso non OTA. Per installarla occorre sbloccare il bootloader. Rom miui.it Derivata solo dalla china Dev, si caratterizza ovviamente per un'ottima traduzione in italiano e qualche tweak per il nostro paese. Necessita dello sblocco del bootloader e non supporta tendenzialmente agli aggiornamenti OTA. Rom Fake/Farlocche: Infine vi sono anche queste versioni "indesiderate". Visto che non tutti i prodotti Xiaomi hanno la Global, spesso alcuni shop cinesi provvedono a modificare dei firmware cinesi, installando le lingue mancanti e rimuovendo le varie app inutili. Il grosso problema è che molto frequentemente queste Rom non hanno possibilità di aggiornamento e offrono delle prestazioni non al top. Unica soluzione possibile è reinstallare una versione ufficiale/supportata manualmente. Fortunatamente Xiaomi ha dato una grossa stretta a questo fenomeno, mediante regole molto più rigide e rilasciando Rom Global per molti più dispositivi. Attualmente la probabilità di comprare un prodotto nuovo con rom farlocca è abbastanza basso. Quindi, quando si acquista un device Xiaomi occorre sempre fare attenzione a quale versione di MIUI monta, per evitare brutte sorprese o problemi non voluti.
  3. Emanuele C

    Nubia N2 GizROM 1.0

    Dopo nubia M2 Lite anche nubia N2 riceve la sua prima GizROM!. Nato per portare "un pizzico di italianità" nel mondo dei device di origine orientale, il GizChina ROM Project si è da sempre posto l'obbiettivo di modificare i firmware cinesi per renderli più adatti ai gusti occidentali. Nel caso della nuova GizROM per nubia N2 le modifiche comprendono quindi: traduzioni di sistema migliorate per garantire una fruizione ottimale dei contenuti visualizzati; permessi di root integrati; app Musica importata dalla versione cinese; suoni e bootanimation modificati; modalità ad una mano; blocco schermo dinamico; preinstallata l’applicazione weather di Mate 8; preinstallata la nuova tastiera Google Gboard come strumento di immissione predefinito; preinstallate le applicazioni di GizChina.it e GizBlog.it per poter seguire in tempo reale i contenuti pubblicati dal nostro portale. Il tutto, naturalmente, accompagnato da grande stabilità e fluidità. Le ROM, nonostante il testing interno effettuato dal nostro staff, potrebbero comunque presentare qualche bug. Feedback e suggerimenti sono graditi. Changelog Changelog 1.0 release iniziale; basata sul firmware internazionale NubiaUI 1.07 (Marshmallow). Installazione IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prerequisiti Recovery TWRP (seguire la guida fino all'installazione della TWRP); GizROM 1.0; effettuare un nandroid backup (consigliato) e copiarlo su PC. Procedura Prima installazione Copiare la GizROM sulla SD del telefono; entrare in recovery (premere a lungo tasto power e volume +) pulire le partizioni Data, Cache e Dalvik Cache; installare la ROM da TWRP; Attenzione: se durante l'installazione riscontrate un errore nel mount di /data, andare su "pulisci-> formatta data" per risolvere il problema e ripetere l'installazione. Tutti i dati presenti nella memoria interna verranno cancellati; riavviare il dispositivo. Aggiornamento da GizROM Copiare la GizROM sulla SD del telefono; entrare in recovery (premere a lungo tasto power e volume +) pulire le partizioni Cache e Dalvik Cache; installare la ROM da TWRP; tornare al menù principale della TWRP; spegnere il dispositivo; riavviare: il primo avvio è lungo, prevede un riavvio del device e la bootanimation non andrà in loop ma resterà ferma per circa 5 minuti. Vi piacciono le nostre GizROM? Potete supportare questo progetto con una donazione tramite Paypal!
  4. Emanuele C

    ZUK Z2 Pro GizROM 1.0 Nougat multilingua

    L'avete chiesta in molti, e infine il nostro team di sviluppo è riuscito ad accontentarvi. Adesso anche ZUK Z2 Pro, grazie anche all'esperienza guadagnata con l'economico fratello minore Z2, può contare su una GizROM multilingua. Gli interventi sulla ROM di base, la ZUI 2.5 Nougat, questa volta sono stati ridotti al minimo e si sono concretizzate nell'implementazione delle più diffuse lingue europee (italiano, tedesco, francese, spagnolo, russo, polacco, ungherese) e nella rimozione delle app cinesi. Sono poi presenti, come da tradizione, le Gapps (pico) e le applicazioni dei nostri portali GizChina.it e GizBlog.it. Changelog Screenshot Installazione
  5. Emanuele C

    ROM per Nubia Z11

    Questo thread nasce come luogo dove scambiare liberamente opinioni sulle ROM disponibili per Nubia Z11, nella speranza di un supporto sempre crescente da parte della community. Attualmente sono state sviluppate per questo dispositivo diverse ROM custom: --- Su base Android Nougat --- Resurrection Remix ufficiale; Mokee 7.1.1; GizROM Alfa Nougat; CyanogenMod 14. --- Su base Android Marshmallow --- MIUI; Rayglobe; 1.53 by Cuoco92; CyanogenMod 13; Mokee; GizROM; GizROM Resurrection Remix Edition; GizROM Lineage OS Edition. A queste, ovviamente, si aggiungono i firmware ufficiali sviluppati direttamente da Nubia. Invito dunque tutti gli utenti che hanno intrapreso la via del modding ad esprimere le proprie preferenze nel sondaggio in testa al post e ad argomentare liberamente le proprie preferenze in modo da indirizzare gli altri utenti verso il firmware migliore per le loro esigenze. Naturalmente anche eventuali segnalazioni di nuove ROM da mettere in lista saranno ben accette!
  6. Emanuele C

    ZUK Z2 GizROM 2.0 (Android 7.0 Nougat)

    Il progetto GizROM è rinato da poco, ma il successo riscontrato con le prime tre ROM per Nubia Z11 ci ha convinto ad accelerare il passo per ampliare il prima possibile la platea dei dispositivi supportati. Dopo giorni di intenso lavoro Francko76 del GizROM Team ha quindi rilasciato la nuova GizROM 1.0 su base Nougat per Zuk Z2! La ROM, valida sia per gli Z2 indiani che per quelli cinesi, riprende il firmware originale ZUI 2.5 ma aggiunge quel "pizzico di italianità" tipico delle GizROM. La lista delle caratteristiche di questa prima versione include la localizzazione in diverse lingue europee (italiano, tedesco, francese, spagnolo, russo, polacco, ungherese) e la rimozione delle app cinesi. L'app di GizChina e le Gapps (pico) sono preinstallate. Importante: la ROM non presenta root in quanto in passato in seguito al flash di SuperSU 2.78 si sono verificate difficoltà con la lettura delle SIM. L'installazione di SuperSU è quindi attualmente sconsigliata, ma alcuni utenti non hanno riscontrato problemi utilizzando SuperSU2.79 sr3. Changelog Screenshot Installazione
  7. Emanuele C

    MIUI 8 (non ufficiale)

    La MIUI, sviluppata da Xiaomi per i suoi dispositivi, non ha certo bisogno di presentazioni. Questa interfaccia nel tempo ha infatti raccolto un vasto successo, tanto che gli smartphone che possono contare su un port di questa ROM sono ormai davvero numerosi. Grazie al codice della MIUI Patchrom ed al lavoro dello sviluppatore cinese nian0114 da qualche tempo è possibile provare l'esperienza MIUI anche su Nubia Z11, anche se alcune funzionalità della ROM sono riservate solo a chi effettua una donazione allo sviluppatore. La versione a pagamento, in particolare, prevede: Edge Touch; Keylight Manager; rimozione delle app di terze parti; VoLTE Switch; OTA. Tra le lingue supportate compare anche l'italiano. Fonte
  8. Emanuele C

    GizROM 1.0 per nubia Z11 Max

    Lo sviluppo di ROM per i diversi modelli della serie Z11 ha permesso al nostro GizROM Team di maturare nel tempo una discreta esperienza che, infine, ci ha spinto a rilasciare una custom ROM anche per il phablet nubia Z11 Max. Le caratteristiche di questa GizROM sono ovviamente le stesse a cui ci ha ormai abituato il nostro team di sviluppo, che ha cercato come sempre di portare "un pizzico di italianità" nel firmware originale. Ecco una breve lista delle modifiche apportate: È stato implementato il dettaglio avanzato del consumo energetico delle applicazioni utilizzate nonché del display; traduzioni di sistema migliorate per garantire una fruizione ottimale dei contenuti visualizzati; wallpaper iniziale, suoni e bootanimation modificati; introdotta modalità ad una mano con switch rapido tramite i tasti soft-touch; preinstallata l’applicazione weather di Mate 8; blocco schermo con sfondi dinamici; Easy Mode: introdotta la modalità semplificata per il launcher di default; preinstallata la nuova tastiera Google Gboard come strumento di immissione predefinito; introdotta la ricerca all'interno del launcher tramite swype tra le applicazioni installate o sul web con collegamento diretto a Google. preinstallata l’applicazione di GizChina.it per poter seguire in tempo reale i contenuti pubblicati dal nostro portale. Le ROM, nonostante il testing interno effettuato dal nostro staff, potrebbero presentare qualche bug. Screenshot Changelog Installazione
  9. Emanuele C

    Flyme per ZUK Z2 by Francko76

    La Flyme di Meizu è stata a lungo una vera stella polare nel mondo delle UI "made in China" sia per stile che per funzioni e stabilità. Anche se il colosso cinese negli ultimi tempi ha avuto difficoltà a dimostrarsi all'altezza della sua fama, in molti hanno accolto positivamente la possibilità di provare la Flyme su device non Meizu, tra i quali il piccolo ZUK Z2. Il buon Francko76 ha cercato di rendere più fruibile per noi occidentali la ROM sviluppata da XXOS_Developer basata su CyanogenMod 13 e rilasciata sul sito Flyme: ha rimosso le app cinesi, ha velocizzato il sistema, ha installato le Gapps, la tastiera Gboard e gli sfondi Google. La Flyme per ZUK Z2 by Francko76 non è purtroppo priva di bug, ma se (come sembra) il developer originale rilascerà aggiornamenti nelle prossime settimane è possibile che parte dei problemi trovino soluzione. Attenzione: Per attivare la vibrazione bisogna andare nelle impostazioni-> suona & vibra-> Altri Suoni-> Haptic Feedback. Il primo avvio può richiedere fino a 15 minuti. Installazione IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prerequisiti Zuk Z2 versione cinese o indiana; TWRP installata (potete seguire questa guida o usare questo tool); pacchetto ZUK Z2 Flyme by Francko76. Procedura Copiare il pacchetto zip sul telefono; entrare in recovery (scegliere all'accensione la voce recovery con i tasti volume e selezionarla con power); pulire le partizioni Data, Cache e Dalvik Cache; installare la ROM da TWRP; riavviare il dispositivo.
  10. Ricomincia a crescere la famiglia di ROM custom "made in GizChina.com" dedicata al piccolo best buy cinese ZUK Z2. La nuova GizROM Global Pixel Edition, basata sulla ZUI Nougat indiana, rende ancora più adatto al pubblico occidentale un firmware nato appositamente per soddisfare le esigenze degli utenti non cinesi. A differenza della sorella GizROM Global, inoltre, questa ROM prevede la sostituzione delle app AOSP con le equivalenti Google e, come intuibile dal nome, l'utilizzo del Pixel launcher. Tra le modifiche apportate da Francko76, membro del nostro GizROM Team, non possiamo dimenticare la rimozione del bloatware, l'aggiornamento del core e delle app Google preinstallate e l'aggiunta di ulteriori Gapps. Non mancano poi le ottimizzazioni, e naturalmente il supporto ad un maggior numero di localizzazioni rispetto alla versione originale. Questa GizROM, in particolare, oltre a quelle previste di default dal firmware stock supporta completamente le principali lingue europee (italiano, tedesco, francese, spagnolo, russo, polacco, ungherese). È inoltre possibile impostare altre localizzazioni, ma in quel caso solo le app recepiranno tale scelta (la lingua del menù impostazioni non verrà modificata). Importante: durante la fase di test interno abbiamo notato che il menù di configurazione, che appare normalmente al primo avvio, è fonte di problemi ed instabilità. Abbiamo dunque deciso di rimuoverlo, il che implica che la selezione della lingua dovrà essere effettuata manualmente dalle impostazioni. Il sistema al primo avvio partirà in inglese. Le ROM, nonostante il testing interno effettuato dal nostro staff, potrebbero presentare qualche bug. Feedback e suggerimenti, come sempre, sono graditi. Screenshot Changelog Installazione
  11. Emanuele C

    nubia Z11 GizROM Lineage OS Edition 1.1

    Vi avevamo promesso che il progetto GizROM si sarebbe ingrandito, e manterremo di certo la promessa. Prima di dedicarci allo sviluppo di ROM custom "made in GizChina" per terminali diversi dal Nubia Z11, tuttavia, abbiamo deciso di sfruttare l'esperienza accumulata su questo modello per rilasciare alcune delle custom ROM più famose e richieste. Dopo i problemi con Cyanogen OS e il successivo abbandono del progetto CyanogenMod da parte della comunità, l'eredità della custom più diffusa è stata raccolta da LineageOS. Ci è sembrato quindi naturale partire proprio da questa distribuzione, ed oggi vi presentiamo la nostra prima beta di Lineage 13 su base Marshmallow per Nubia Z11. Caratteristiche Basata sulla release della Lineage [2017/02/18]; app fotocamera della ROM ufficiale Nubia; app telecomando infrarossi della ROM ufficiale Nubia. Riguardo ai bug è stata segnalata la mancanza di NFC. La ROM appare comunque molto fluida. Screenshot Changelog Installazione
  12. Lo scorso settembre Xiaomi ha lanciato sul mercato, in collaborazione con Huami, il suo primo smartwatch. Il Mi Watch (noto anche come Amazfit Sports Watch o Amazfit Pace) segue la tradizione del colosso cinese e offre caratteristiche interessanti ed un prezzo competitivo, ma non consente il cambio di lingua via software giungendo sul mercato in due versioni distinte dalla localizzazione. Il modello internazionale, dunque, è completamente in inglese, mentre quello asiatico è in cinese. Purtroppo presso i rivenditori internazionali i prezzi delle due versioni non sono allineati, ma nel momento in cui scriviamo vedono la versione cinese più economica per circa 30 Euro. Nel caso per errore (o attratti dal prezzo) abbiate comprato la versione cinese, in questa guida vi mostreremo come installare il firmware internazionale! IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prerequisiti Xiaomi Mi Watch; PC con ADB e Fastboot installati; cavo USB; pacchetto di conversione. Procedura Tornare alla versione cinese Se desiderate tornare alla ROM cinese vi basterà utilizzare la medesima procedura con questo pacchetto di conversione. L'unica differenza è al passo 13, dove la stringa da digitare sarà sh flash_cn_0.9.50_version.sh Note Se avete problemi con il riconoscimento del dispositivo in ADB, installate i driver Google. In caso di ulteriori problemi da gestione dispositivi dovrete forzare l'aggiornamento dei driver selezionando "Android Composit ADB Interface". Abilitare gli OTA Purtroppo per poter usufruire degli OTA è necessaria un'ulteriore modifica al sistema. Ecco la procedura: Fonte
  13. Emanuele C

    Oukitel U13: TWRP, root e ROM custom

    Purtroppo nel mondo del modding i numeri sono spesso importanti: un device molto diffuso ha più probabilità di essere supportato dalla community rispetto a dispositivi di nicchia, e prodotti di aziende meno note soffriranno di sicuro la minore visibilità anche in termini di mod sviluppate. Non sorprende quindi che Oukitel U13 non rientri nella platea dei device supportati ufficialmente dalla nota recovery TWRP, ma per fortuna questo modello si è dimostrato tanto interessante da meritare una TWRP non ufficiale (versione 3.0.2.1) ed la ROM custom MAD OS basata su Android 7.1.2. Anche qualora si decida di mantenere il firmware originale, inoltre, la presenza di una TWRP permette l'installazione di SuperSU per la gestione dei permessi di root. Prerequisiti Oukitel U13 con batteria almeno al 70%; driver Mediatek; cavo USB e PC Windows; SP Flash tool; recovery TWRP; ultima ROM MAD OS(opzionale); Gapps (ARM64, 7.1, nano); pacchetto zip SuperSU (opzionale). Procedura Installazione TWRP Scaricare ed estrarre SP Flash tool e la recovery TWRP; installare i driver MTK; aprire la cartella di SP Flash tool e avviare "flash_tool.exe"; click su "scatter loading"; selezionare MT6753_Android_scatter.txt dalla cartella in cui è stata estratta la TWRP; nel menù a tendina sotto in alto a sinistra selezionare "Download Only"; verificare che solo la voce "recovery" abbia la spunta; click su "Download"; collegare il telefono spento al PC; attendere la conferma del flash. Flash ROM custom Copiare lo zip della ROM e quello delle Gapps sul telefono; spegnere il device; riavviare in recovery (premere contemporaneamente per 10 secondi i tasti power e volume su); effettuare un wipe completo (data, cache, dalvik); installare lo zip della ROM; installare le Gapps; riavviare il device. Ottenere i permessi di root Copiare lo zip di SuperSU sul telefono; spegnere il device; riavviare in recovery (premere contemporaneamente per 10 secondi i tasti power e volume su); installare lo zip e riavviare. Fonte
  14. Emanuele C

    GizROM 1.0 beta per 360 N4s (Mediatek)

    Dopo aver presentato in esclusiva mondiale la prima TWRP per 360 N5s e la relativa GizROM, il nostro team ha dedicato le sue energie al fratello 360 N4s. Ecco quindi la nostra prima ROM custom per questo modello, da utilizzare esclusivamente sulla versione Mediatek del device! ll GizChina ROM Project, lo ricordiamo, nasce con l’intento di modificare i firmare dei dispositivi cinesi per renderli più fluidi e adatti ai gusti occidentali. Su entrambi i fronti la nuova GizROM 1.0 beta per 360 N4s conferma questa consolidata tradizione e ricalca gli interventi già visti su N5s (che spaziano dalla localizzazione in italiano alla rimozione di tutte le app cinesi inutilizzabili fuori dal paese del dragone). Ecco una breve lista delle modifiche apportate: Aggiunti sfondi Google e sfondi 3D; integrate le Gapps (Play Store e servizi Google); rimozione del bloatware; Weather M8 per il Meteo; localizzazione in italiano (traduzione al 95%); presenti le app ufficiali di GizChina.it e GizBlog.it; tastiera Gboard predefinita. Nonostante i test interni potrebbero essere presenti dei bug. Feedback e segnalazioni sono sempre graditi. Changelog Installazione
  15. Emanuele C

    GizROM Alfa Nougat 1.3 per nubia Z11

    La beta Nougat è fatta per tutti, ma non tutti sono fatti per la beta Nougat. Il GizROM Team è da tempo al lavoro su una ROM per nubia Z11 basata sull'ultimo firmware beta ufficiale con Android 7.1.1, ma finora senza mai giungere a risultati abbastanza stabili da essere rilasciati al pubblico. In seguito alle richieste degli appassionati, comunque, abbiamo deciso di dare uno strappo alle nostre regole qualitative e inaugurare la nuova serie GizROM Alfa Nougat, dove rilasceremo delle ROM spesso un po' instabili e non adatte ai meno esperti. Come al solito le nostre ROM potranno contare su un'ottima traduzione italiana, sul Play Store e su tante altre modifiche volte ad aumentare la stabilità del sistema. Ecco una lista non completa delle caratteristiche: Notifiche funzionanti; compatibile con terminali cinesi e internazionali; traduzioni di sistema migliorate; preinstallata la nuova tastiera Google Gboard come strumento di immissione predefinito; presente NeoSafe; modalità ad una mano con switch rapido tramite i tasti soft-touch; preinstallata l’applicazione weather di Mate 8; Superscreenshot; Easy Mode; presente la ricerca all'interno del launcher tramite swype tra le applicazioni installate o sul web con collegamento diretto a Google. preinstallate le applicazioni di GizChina.it e GizBlog.it per poter seguire in tempo reale i contenuti pubblicati dai nostri portali. Tanti naturalmente i bug noti, tra i quali i più importanti riguardano l'accesso alle Gapps sotto rete Wi-Fi e il funzionamento instabile di Gmail. Changelog Installazione Attenzione: per abilitare correttamente le notifiche è necessario seguire questa guida. Anche nel caso di aggiornamenti da versioni precedenti di GizROM Alfa, data la natura sperimentale della ROM, consigliamo di effettuare il wipe data, cache e dalvik .
  16. Emanuele C

    ZUK Edge GizROM 2.0 Nougat

    Nuova base, nuova GizROM! In seguito al rilascio dei primi firmware ufficiali ZUI su base Nougat per ZUK Edge, anche la ROM custom "made in GizChina.it" per questo modello si aggiorna ad Android 7.0 con una nuova major release. Chi fosse interessato alla vecchia (e non più supportata) GizROM 1.0 per ZUK Edge su base Marshmallow può trovare qui la discussione dedicata. La GizROM 2.0 Nougat riprende il firmware originale ZUI 2.5 ma aggiunge quel "pizzico di italianità" tipico delle nostre ROM. La lista delle caratteristiche di questa prima versione include la localizzazione in diverse lingue europee (italiano, tedesco, francese, spagnolo, russo, polacco, ungherese) e la rimozione delle app cinesi. L'app di GizChina, quella di GizBlog e le Gapps (in versione pico) sono preinstallate. Changelog Screenshot Installazione
  17. Miui 9 non è ancora ufficialmente tra noi ma, come a volte accade in ambito tecnologico, le prime versioni pensate per la fase di test chiusa al pubblico sono arrivate nelle mani della community. Se possedete uno Xiaomi Redmi Note 4 Snapdragon o un Redmi Note 4X e volete provare in anteprima alcune delle funzioni della prossima MIUI, dunque, non dovete far altro che seguire questa guida! IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prerequisiti Xiaomi Redmi Note 4 Snapdragon o un Redmi Note 4X con batteria almeno al 70%; TWRP installata; lazyflasher; MIUI 9 Alfa del 19 luglio. Procedura Effettuare un backup che contenga le Gapps da Impostazioni -> Impostazioni Avanzate -> Backup e ripristino -> Backup Locale; riavviare il telefono in TWRP (premere contemporaneamente e a lungo Power e Volume +); effettuare un wipe Data, Cache e Dalvik; installare il pacchetto MIUI 9 Alfa; installare lazyflasher; riavviare il device; ripristinare il backup per ottenere le Gapps. Qui la nostra anteprima della ROM! Fonte
  18. Emanuele C

    OPPO R9s GizROM Global 1.0

    OPPO non è certo un'azienda amica del mondo del modding, ostacolato con blocchi al limite del verosimile, ma il nostro GizROM Team è comunque riuscito a creare una ROM custom per OPPO R9s 16017 (versione cinese) basata sulla celebre ColorOS. La nuova GizROM Global utilizza come base il firmware Marshmallow utilizzato sulla versione global del device, migliorato con localizzazione in italiano, ottime performance, buona flessibilità e tante personalizzazioni. Attenzione: questa GizROM è compatibile esclusivamente con la versione cinese del device! Tra le caratteristiche della ROM, ecco le più rilevanti: Permessi di root integrati nativamente; tastiera Gboard come scelta predefinita; integrato News&Weather; presenti le app di GizChina.it e GizBlog.it; integrata l'app Oppotools; multilingua. Le ROM, nonostante il testing interno effettuato dal nostro staff, potrebbero presentare qualche bug. Video Changelog Installazione IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prerequisiti Recovery TWRP; GizROM Global per OPPO R9s cinese. Procedura Copiare la GizROM sulla memoria del telefono; entrare in recovery (da telefono spento premere contemporaneamente entrambi i tasti volume e quello power) pulire le partizioni Data, Cache e Dalvik Cache; installare la ROM da TWRP; Attenzione: se durante l'installazione riscontrate un errore nel mount di /data, andare su "pulisci-> formatta data" per risolvere il problema e ripetere l'installazione. Tutti i dati presenti nella memoria interna verranno cancellati; riavviare il dispositivo. video_2017-07-14_15-22-08.mp4
  19. Comprare su Gearbest uno smartphone orientale è sicuramente conveniente a livello economico, ma si deve tenere conto che spesso e volentieri le rom presenti sui dispositivi non sono le versioni ufficiali rilasciate dai produttori ma versioni modificate non ufficiali contenenti alle volte software malevolo. Nel caso di Gearbest attualmente non sono stati riscontarti software malevoli all'interno delle rom preconfezionate dallo store cinese ma ciò non toglie che le versioni modificate, non essendo supportate ufficialmente, non riceveranno aggiornamenti che come ben sappiamo sono indispensabili specialmente sui dispositivi Xiaomi. In questo tutorial andremo a vedere come eliminare la ROM MIUI preinstallata da Gearbest sui dispositivi Xiaomi senza obbligatoriamente sbloccare il bootloader, andando ad installare la rom china developer per poi passare, successivamente, ad una global MIUI. La guida è stata testata personalmente su uno Xiaomi MI 5s e leggendo su internet funzionerebbe su quasi tutti i dispositivi Xiaomi attualmente in circolazione. AVVERTENZA: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo ad utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding per Android. Lo staff di GizChina.it e GizBlog.it non si ritiene responsabile per eventuali danni al device. PREREQUISITI ROM China Developer (fastboot version) per il proprio smartphone scaricabile da qui; disabilitare la firma driver; Driver ADB e Fastboot; MIFlash Beta. PROCEDIMENTO Scarichiamo il pacchetto fastboot della rom che ci interessa e scompattiamo sul computer per ottenere una cartella contenente al suo interno i files necessari; scarichiamo ed installiamo il tool MiFlash beta; eseguiamo il tool MiFlash con i permessi di amministratore; facciamo click sul pulsante "select" ed inseriamo il percorso completo della rom precedentemente scompattata; selezioniamo "clear all" in basso a destra per eseguire una formattazione OBBLIGATORIA del dispositivo; abilitiamo il debug USB dalle impostazioni sviluppatore dello smartphone; spegniamo il telefono; da telefono spento teniamo premuti "VOL+" "VOL-" ed il tasto di accensione per entrare in modalità "EDL"; lo schermo rimarrà completamente nero ma il telefono emetterà una leggera vibrazione ad indicare il fatto che sia acceso; colleghiamo lo smartphone al pc ed atteniamo che inizi l'installazione dei driver del dispositivo dando conferma all'installazione del software driver se richiesto; al termine premiamo il pulsate "refresh" sul tool MiFlash; il telefono dovrebbe venire riconosciuto come "COM(numero)"; se ciò non dovesse essere provate a scollegare e ricollegare l smartphone cambiando pota USB; una volta che tutto è pronto, ed il telefono è correttamente riconosciuto, premiamo il pulsante "flash" ed attendiamo la fine della procedura; IMPORTANTE: non toccare assolutamente nulla sia sul telefono che sul pc; al termine della procedura sconnettiamo lo smartphone dal computer ed avviamolo tramite il tasto di accensione; se successivamente si vorrà installare la GOBAL ROM della MIUI basterà scaricarla dal sito ufficiale Xiaomi ed installarla normalmente mediante l'UPDATER dello smartphone.
  20. Emanuele C

    GizROM 1.0 beta per 360 N5s

    Dopo aver rilasciato in esclusiva mondiale la procedura per il flash della TWRP su 360 N5s, il GizROM team (grazie all'immenso lavoro di traduzione e modding di Francko76) è lieto di presentare la sua prima ROM custom per questo modello! Il GizChina ROM Project, lo ricordiamo, nasce con l’intento di modificare i firmare dei dispositivi cinesi per renderli più fluidi e adatti ai gusti occidentali. Su entrambi i fronti la nuova GizROM 1.0 beta per 360 N5s conferma questa consolidata tradizione, con interventi che spaziano dalla localizzazione in italiano alla rimozione di tutte le app cinesi inutilizzabili fuori dal paese del dragone. Ecco una breve lista delle modifiche apportate: Aggiunti sfondi Google e sfondi 3D; integrate le Gapps (Play Store e servizi Google); rimozione del bloatware; Weather M8 per il Meteo; localizzazione in italiano (traduzione al 95%); presenti le app ufficiali di GizChina.it e GizBlog.it; tastiera Gboard predefinita. Nonostante i test interni potrebbero essere presenti dei bug. Feedback e segnalazioni sono sempre graditi. Screenshot Changelog Installazione
  21. Il GizROM Team ha da poco deciso di mettere a frutto la sua esperienza, maturata con la GizROM su firmware ufficiale di nubia Z11, per rilasciare ROM basate su altre distribuzioni di Android. La Resurrection Remix è una delle custom più personalizzabili e complete dell'attuale panorama Android, scelta da molti degli utenti più esigenti. Una ROM ideale per chi ama la libertà di scelta, dunque, che ci è sembrata la candidata perfetta per una GizROM. Questa versione di RR, che utilizza parte del codice di Lineage OS, è attualmente basata su Android Marshmallow. Caratteristiche Basata sull'ultima release della RR v5.7.4 [2017/01/15]; app fotocamera della ROM ufficiale Nubia; app telecomando infrarossi della ROM ufficiale Nubia. Attualmente non sono stati riscontrati bug, e la ROM sembra incredibilmente fluida. Screenshot Installazione
  22. Emanuele C

    GizROM Global 1.0 (Nougat) per ZUK Z2

    Ricomincia a crescere la famiglia di ROM custom "made in GizChina.com" dedicata al piccolo best buy cinese ZUK Z2. La nuova GizROM Global, basata sulla ZUI Nougat indiana, rende ancora più adatto al pubblico occidentale un firmware nato appositamente per soddisfare le esigenze degli utenti non cinesi. Tra le modifiche apportate da Francko76, membro del nostro GizROM Team, non possiamo dimenticare la rimozione del bloatware, l'aggiornamento del core e delle app Google preinstallate e l'aggiunta di ulteriori Gapps. Non mancano poi le ottimizzazioni, e naturalmente il supporto ad un maggior numero di localizzazioni rispetto alla versione originale. Questa GizROM, in particolare, oltre a quelle previste di default dal firmware stock supporta completamente le principali lingue europee (italiano, tedesco, francese, spagnolo, russo, polacco, ungherese). È inoltre possibile impostare altre localizzazioni, ma in quel caso solo le app recepiranno tale scelta (la lingua del menù impostazioni non verrà modificata). Importante: durante la fase di test interno abbiamo notato che il menù di configurazione, che appare normalmente al primo avvio, è fonte di problemi ed instabilità. Abbiamo dunque deciso di rimuoverlo, il che implica che la selezione della lingua dovrà essere effettuata manualmente dalle impostazioni. Il sistema al primo avvio partirà in inglese. Le ROM, nonostante il testing interno effettuato dal nostro staff, potrebbero presentare qualche bug. Feedback e suggerimenti, come sempre, sono graditi. Screenshot Changelog Installazione
  23. LeEco sarà forse in crisi, ma il supporto da parte della community di sviluppatori terzi sembra non risentire delle precarie condizioni della società cinese. Il Le2 (nome che nasconde il modello X620 con SoC Mediatek e la frammentata serie X52x di dispositivi che differiscono per localizzazione e bande supportate) è d'altra parte un device molto valido e dall'ottimo rapporto qualità prezzo, che giustifica il suo ampio successo e l'attenzione ricevuta da parte della community. Non è un caso, dunque, se l'utente codeworkx del forum di XDA ha deciso di supportare la versione Qualcomm di questo modello rilasciando una sua versione non ufficiale della Lineage OS 14.1 su base Android 7.1.1 Nougat. La ROM si è rivelata molto fluida e stabile, e merita sicuramente un po' di pubblicità su questo forum. Unico problema noto, su questa Lineage non funziona il telecomando infrarossi. Modelli supportati Screenshot Installazione Fonte
  24. Emanuele C

    AICP 12.1 Nougat per nubia Z11 (non ufficiale)

    Le ROM Android Ice Cold Project, note più semplicemente come AICP, possono contare su una grande community di sviluppatori e su una tradizione di lungo corso, che risale fino ai tempi del vecchio Desire HD. Oggi questa distribuzione, basata ormai sul codice Lineage OS, è arrivata (purtroppo in via non ufficiale) anche su nubia Z11. La ROM è fluida e stabile ma, prevedendo il flash di Magisk in fase di installazione, necessita del bootloader sbloccato per funzionare correttamente. Segnaliamo inoltre l'ottima autonomia e la dimensione ridotta di elementi e testo sullo schermo, che la rendono "out of the box" meno adatta rispetto alle altre ROM ai soggetti dalla vista debole. Screenshot Installazione
  25. Emanuele C

    ZUK Edge GizROM 1.0

    Il progetto GizROM, nato per "italianizzare" i firmware dei dispositivi cinesi, in queste settimane ha raccolto un ampio interesse da parte della comunità. Sull'onda di questo successo abbiamo deciso di allungare la lista dei dispositivi supportati che, oltre a Nubia Z11 e ZUK Z2, ora vede anche la presenza di ZUK Edge. Questa prima versione della custom ROM "made in GizChina" per ZUK Edge è basata sul firmware stock 2.3.079 su base Marshmallow, del quale mantiene l'interfaccia ZUI integrando diverse migliorie particolarmente desiderate dagli utenti occidentali. Caratteristiche Ecco una lista delle modifiche più rilevanti: rimosse app cinesi non utilizzabili in occidente; integrate Gapps con Play Store; aggiunto Video Player; aggiunta app di GizChina.it; integrate nuove lingue e localizzazioni: Screenshot Installazione
×