Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'ROM'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Primi passi
    • Presentazioni
    • Comunicazioni dallo Staff
    • Suggerimenti & Proposte
  • Smartphone
    • Nubia
    • Xiaomi
    • Lenovo
    • Huawei
    • LeTV / LeEco
    • OnePlus
    • 360
    • Oppo
    • Smartisan
    • Meizu
    • ASUS
    • Vivo
    • Altri Brand
  • SmartWatch and SmartHome
    • Xiaomi - Huami Amazfit
    • Wear OS By Google
    • Altri Brand
  • Tablet e Ultrabook
    • Chuwi
    • Cube
    • Huawei
    • Onda
    • Pipo
    • Teclast
    • Xiaomi
    • Altri Brand Tablet
  • Stampa 3D
    • Discussioni generali
    • Stampanti 3D
  • Teardown
    • I Nostri Teardown
  • Sistemi Operativi
    • Android
    • Microsoft
    • Ubuntu Linux
    • Leaked ROM
  • Off Topic
    • Discussioni Android
  • Mercatino
    • VENDO
    • COMPRO
    • SCAMBIO
  • Store
    • Codici sconto

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Città 


Interessi


Smartphone in uso

Found 153 results

  1. Questa guida ha l’intento di mostrare nel dettaglio come aggiornare manualmente il vostro OnePlus 2 ad OxygenOS 3.0. Potrete trovare l’articolo con le relative premesse sul sito Gizchina.it. ATTENZIONE: è doveroso da parte nostra ricordarvi che lo staff di GizChina.it non si assume responsabilità relative ad eventuali danni sul proprio dispositivo dovuti all'esecuzione impropria delle seguenti indicazioni. Downloads: file zip di OxygenOS: ​http://oxygenos.oneplus.net/OnePlus2Oxygen_3.0_beta_bb10c034d8a4466d.zip ; recovery modificata: https://www.androidfilehost.com/?fid=24459283995297945 (Credits @Yash98); Stock recovery: https://s3.amazonaws.com/oxygenos.oneplus.net/OP2_recovery.img; Supersu: https://www.androidfilehost.com/?fid=24459283995297946 (Credits @Yash98); fastboot (se non lo aveste già): https://userscloud.com/68s3nkqvv8g0. Guida Per gli utenti con dispositivo 100% stock (bootloader bloccato, stock recovery e senza root) N.B. Se intendente preservare le vostre applicazioni, potreste incorrere in crash dei Play Services. Per evitare di incorrere in bug effettuate una pulizia completa del telefono. Nel caso voleste preservare le applicazioni: Scaricare il file zip di OxygenOS ; inserire il file zip nella memoria interna del telefono; spegnere il telefono; riavviarlo in Recovery Mode premendo tasto power + volume giù; selezionare la lingua preferita; selezionare Wipe Data e Cache (potrebbe impiegare un po’ di tempo); tornare nella home della recovery; selezionare Install from Local; selezionare Zip; cliccare Install; aspettare la fine dell’installazione e successivamente riavviare. Nel caso invece NON voleste preservare le applicazioni: Scaricare il file zip di OxygenOS; inserire il file zip nella memoria interna del telefono; spegnere il telefono; riavviarlo in Recovery Mode premendo tasto power + volume giù; selezionare la lingua preferita; selezionare Wipe Data e Cache (potrebbe impiegare un po’ di tempo); tornare nella home della recovery; selezionare Install from Local; selezionare Zip; cliccare Install; aspettare la fine dell’installazione e successivamente riavviare. Se avete TWRP installata sul vostro dispositivo: Se avete una ROM differente da H2OS Marshmallow (e non basata H2OS Marshmallow) e volete effettuare una pulizia completa rimuovendo anche le app (miglior modo per evitare bug): Scaricare il file zip di OxygenOS e la recovery.img di TWRP ; inserire i file zip nella memoria interna del telefono; spegnere il device; riavviarlo in Recovery Mode TWRP premendo tasto power + volume giù; poi andare su Wipe -> Advanced Wipe -> selezionare Dalvik, System, Data, Cache -> Swipe to wipe; tornare nella home della recovery; selezionare Install from Local; selezionare i file zip di OxygenOS e fare lo Swipe to Install; tornare sulla home e premere nuovamente su Install; cliccare su Images in fondo a destra e selezionare il file zip della recovery precedentemente scaricato e fare lo Swipe to flash; aspettare la fine dell’installazione; riavviare la recovery; poi rifare Wipe -> Advanced Wipe -> selezionare Dalvik, System, Data, Cache -> Swipe to wipe; tornare sulla home e andare su Install -> selezionare il file zip OxygenOS e fare lo Swipe to flash; [Opzionale] scaricare e installare supersu per il root, il device si riavvierà qualche volta; attendere il completamento dell’operazione. Se avete una H2OS Marshmallow o una basata su H2OS Marshmallow e volete effettuare una pulizia completa rimuovendo anche le app (miglior modo per evitare bug): Scaricare il file zip di OxygenOS; inserire i file zip nella memoria interna del telefono; riavviarlo in Recovery Mode TWRP premendo tasto power + volume giù; poi andare su Wipe -> Advanced Wipe -> selezionare Dalvik, System, Data, Cache -> Swipe to wipe; tornare nella home della recovery; selezionare Install from Local; selezionare i file zip di OxygenOS e fare lo Swipe to Install; [Opzionale] scaricare e installare supersu per il root, il device si riavvierà qualche volta; attendere il completamento dell’operazione. Se avete OxygenOS 2.2.0 o 2.2.1 e non volete effettuare la pulizia completa (potreste incorrere in crash dei Play Services): Scaricare il file zip di OxygenOS e la recovery.img di TWRP; inserire i file zip nella memoria interna del telefono; spegnere il telefono; riavviarlo in Recovery Mode TWRP premendo tasto power + volume giù; poi andare su Wipe -> Advanced Wipe -> selezionare Dalvik, System, Cache -> Swipe to wipe; tornare nella home della recovery; selezionare Install from Local; selezionare i file zip di OxygenOS e fare lo Swipe to Install; tornare sulla home e premere nuovamente su Install; cliccare su Images in fondo a destra e selezionare il file zip della recovery precedentemente scaricato e fare lo Swipe to flash; tornare sulla home e riavviare; aspettare la fine dell’installazione e il riavvio nella recovery; [Opzionale] scaricare e installare Supersu per il root, il device si riavvierà qualche volta; attendere il completamento dell’operazione. Se voleste tornare alla ROM precedente (OxygenOS o CM13 e altre ROM) tenete conto che è necessario reinstallare il Bootloader precedente. È inoltre necessario effettuare una pulizia completa: Scaricare il file zip di OxygenOS 2.2.1 al seguente link:https://www.androidfilehost.com/?fid=24438995911976356; scaricare il file twrp-3.0.0-2-oneplus2.img: https://dl.twrp.me/oneplus2/twrp-3.0.0-2-oneplus2.img.html; inserire i file zip nella memoria interna del telefono; spegnere il telefono; riavviarlo in Recovery Mode TWRP premendo tasto power + volume giù; poi andare su Wipe -> Advanced Wipe -> selezionare Dalvik, System, Data, Cache -> Swipe to wipe; tornare nella home della recovery; selezionare Install from Local; selezionare i file zip di OxygenOS e fare lo Swipe to Install; cliccare su Images in fondo a destra e selezionare il file zip della recovery precedentemente scaricato e fare lo Swipe to flash; tornare sulla home TWRP e selezionare reboot to recovery; ripetere i passi da 4 a 7; riavviare il device. Se non riuscite ad avviare il telefono in recovery dopo aver flashato OxygenOS 3.0: Recovery stock: Scaricare la Stock recovery qui: https://s3.amazonaws.com/oxygenos.oneplus.net/OP2_recovery.img scaricare e installare fastboot (se non lo aveste già): https://userscloud.com/68s3nkqvv8g0 e posizionatelo nella stessa cartella in cui avete messo il file img della recovery; avviare il telefono in modalità fastboot (tasto power + volume su); collegare il OnePlus 2 al PC; aprire il prompt dei comandi e andare nella cartella dove si trova la recovery; scrivere “fastboot devices” per essere sicuri che il fastboot sia correttamente installato e il dispositivo sia stato riconosciuto. Se ottente una stringa di lettere e numeri allora potete proseguire; scrivere “fastboot flash recovery OP2_recovery.img”; scrivere “fastboot boot OP2_recovery.img” o riavviare in recovery nel solito metodo (tasto power + volume giù); Riprovare a flashare OxygenOS 3.0 se volete, altrimenti riotterrete il sistema operativo precedente. Recovery TWRP: Scaricare la TWRP recovery modificata; scaricate e installate fastboot (se non lo aveste già) e posizionatelo nella stessa cartella in cui avete messo il file img della recovery; avviare il telefono in modalità fastboot (tasto power + volume su); collegare il OnePlus 2 al PC; aprire il prompt dei comandi e andare nella cartella dove si trova la recovery; scrivere “fastboot devices” per essere sicuri che il fastboot sia correttamente installato e il dispositivo sia stato riconosciuto. Se ottenete una stringa di lettere e numeri allora potete proseguire; scrivere “fastboot flash recovery recovery.img”; scrivere “fastboot boot recovery.img” o riavviare in recovery nel solito metodo (tasto power + volume giù); Riprovare a flashare OxygenOS 3.0 se volete, altrimenti riotterrete il sistema operativo precedente. Alcune risposte alle domande più comuni riguardanti OxygenOS 3.0.0: Su OxygenOS 3.0.0 la versione v80 SDK 23 di Xpowed funziona perfettamente; Per abilitare il MultiWindow andare in /system/build.prop e cambiare la buildtype da usera a userdebug e riavviare. Dopo attivare il MultiWindow nelle Opzioni Sviluppatore. In assenza di equalizzatori come Maxx audio è possibile flashare Viper4android, che funziona tutta via Selinux deve essere cambiato a permessive. Se avete brickato il vostro OnePlus 2 durante queste prove, potete seguire questo link: https://forums.oneplus.net/threads/...ck-guide-for-a-hard-bricked-oneplus-2.347607/ Speriamo che il tutorial sia sufficientemente esaustivo per le vostre esigenze! Ricordate che potete seguirci su GizChina.it e tramite i nostri canali Facebook, Telegram, Twitter, G+ e Youtube. Fonte: https://forums.oneplus.net/threads/installation-instructions-faqs-oxygenos-3-0-0.439108/
  2. Emanuele C

    Guida ai codename Xiaomi

    A volte la capacità di interpretare gli identificativi delle ROM può rivelarsi davvero utile, sopratutto se questi hanno una struttura fissa come nel caso dei firmware ufficiali rilasciati da Xiaomi. Prima di spiegarvi il significato di questi codici dobbiamo tuttavia ricordare che le ROM MIUI non sono suddivise solo per regione (Cina e Global), ma anche per canale di rilascio (stabile e developer), e che i due canali utilizzano un protocollo diverso per identificare i firmware. Nel caso delle versioni developer, infatti, il codename si riduce alla semplice data di compilazione della ROM. Questa è espressa indicando per prima l'ultima cifra dell'anno, ed a seguire il mese ed il giorno: la sigla 6.4.7, ad esempio, indica che il rilascio è avvenuto il 7 aprile 2016. Se osserviamo il nome in codice di una ROM stable, ad esempio V7.2.4.0 MAAMIDC, possiamo invece trovare nascoste molte più informazioni. Il primo numero indica la versione della MIUI, mentre le cifre a seguire crescono progressivamente ogni release e servono ad ordinare cronologicamente le ROM. Passando alle lettere, poi, la prima corrisponde alla versione di Android (L per Lollipop, M per Marshmallow...), e le due seguenti identificano il device per cui è pensato il firmware (in questo caso Mi 5). Seguono infine le lettere che identificano la regione, che sono CN per la versione cinese o MI per quella internazionale. Le lettere restanti, per concludere, non sembrano avere un significato preciso. Il colosso cinese, comunque, non assegna dei codici solo alla parte software, ma anche a quella hardware. Dopo avervi spiegato come interpretare i codename delle ROM, dunque, crediamo sia giusto mostrarvi la tabella (in continuo aggiornamento) che associa ad ogni device Xiaomi il rispettivo nome in codice. In questo caso non sembrano esserci regole particolari, ed anche l'ambito tematico da cui sono tratti i codename varia senza apparente filo logico: si passa dalle sigle alfanumeriche ai segni zodiacali, passando da noti brand del lusso e altrettanto note bevande. Il nostro consiglio, in questo caso, è quindi semplicemente quello di memorizzare il codice relativo al dispositivo posseduto in modo da rendere più agevole la comprensione dei forum e dei tutorial. Ricordiamo, per concludere, che lo staff di GizChina.it non si assume alcuna responsabilità per eventuali danni ai vostri terminali attribuibili ad eventuali procedure di modding. Speriamo che queste informazioni vi siano state utili, buon flash e buon divertimento!
  3. Un saluto a tutti i lettori del forum di GizChina.it! Oggi sono qui per mostravi una semplice guida passo-passo su come installare la ROM Vibe UI versione M2_S150_20160219 su Elephone M2. Potrete trovare tutte le descrizioni e premesse nell'articolo sul nostro sito GizChina.it, reperibile al seguente link. In primo luogo vogliamo ringraziare gli sviluppatori di Elephone.hk. ATTENZIONE: è doveroso da parte nostra ricordarvi che lo staff di GizChina.it non si assume responsabilità relative ad eventuali danni sul proprio dispositivo dovuti dall’installazione della suddetta ROM. IMPORTANTE: si raccomanda di effettuare un ripristino delle impostazioni di fabbrica e un wipe della cache prima di installare la ROM. Si raccomanda, inoltre, di effettuare un backup prima di effettuare il ripristino delle impostazioni di fabbrica, per non perdere i propri dati. Nel caso dovessero presentarsi errori durante le operazioni di flashing, dovrete prima flashare la rom ufficiale e poi riprovare. Per installare la ROM, seguite i seguenti punti: Scaricate la ROM e il tool per flasharla a questo link. Installate il tool e i driver. Se doveste avere difficoltà potrete seguire la guida a questo link. Scaricate la recovery a questo indirizzo e installatela. Copiate il file ".zip" della ROM sulla memoria del telefono. Flashate la ROM dalla recovery. Nel caso non siate pratici, potrete trovare una guida su come installare una ROM da recovery a questo indirizzo. Ne approfitto per ringraziarvi per la vostra attenzione e vi invito, inoltre, a passare sul nostro portale GizChina.it, ma anche nel portale gemello Gizblog.it, dove potrete essere informati su notizie che riguardano il mondo della tecnologia a 360 gradi. Vi aspettiamo!
×