Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'adb'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Primi passi
    • Presentazioni
    • Comunicazioni dallo Staff
    • Suggerimenti & Proposte
  • Smartphone
    • Nubia
    • Xiaomi
    • Lenovo
    • Huawei
    • LeTV / LeEco
    • OnePlus
    • 360
    • Oppo
    • Smartisan
    • Meizu
    • ASUS
    • Vivo
    • Altri Brand
  • SmartWatch and SmartHome
    • Xiaomi - Huami Amazfit
    • Wear OS By Google
    • Altri Brand
  • Tablet e Ultrabook
    • Chuwi
    • Cube
    • Huawei
    • Onda
    • Pipo
    • Teclast
    • Xiaomi
    • Altri Brand Tablet
  • Stampa 3D
    • Discussioni generali
    • Stampanti 3D
  • Teardown
    • I Nostri Teardown
  • Sistemi Operativi
    • Android
    • Microsoft
    • Ubuntu Linux
    • Leaked ROM
  • Off Topic
    • Discussioni Android
  • Mercatino
    • VENDO
    • COMPRO
    • SCAMBIO
  • Store
    • Codici sconto

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Città 


Interessi


Smartphone in uso

Found 4 results

  1. ADB è uno strumento fondamentale nel campo del modding, utilizzatissimo ad esempio per eseguire il flash di una recovery custom come la TWRP. Anche i più esperti, tuttavia, possono incontrare problemi con questo componente, dovuti di solito alla mancanza del driver corretto sul PC Windows utilizzato. I sintomi in questo caso sono la mancata risposta al comando "adb devices" (o più in generale a qualsiasi comando adb) e la presenza, sotto "Gestione dispositivi" di Windows, della voce "ADB interface" con un triangolino giallo. Nella guida di oggi vi mostreremo come risolvere questo inconveniente sfruttando l'installer di PdaNet, software nato per la gestione del tethering. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prerequisiti Device Android con debug USB attivo (verificare da "Opzioni Sviluppatore", menù segreto attivabile di solito effettuando tap ripetuti sulla voce "Numero di build" delle informazioni dispositivo presenti tra le impostazioni) ; cavo USB; ADB e fastboot installati sul PC; installer windows per PdaNet. Procedura Avviare l'installer di PdaNet; click su next; selezionare "accept the agreement" e quindi click su next; scegliere il luogo di installazione sul PC del programma e click su Next (è possibile lasciare la scelta predefinita); nel caso venga rilevato un driver adb già installato comparirà un popup, premere Yes; selezionare il brand del proprio device Android; collegare il telefono con debug USB attivo (NON premere skip); attendere il completamento dell'operazione; verificare che l'installazione abbia avuto esito positivo dando il comando "adb devices" da una finestra di comando. Fonte
  2. In questo tutorial andremo a vedere come installare "ADB", "fastboot" in maniera semplice, facile e veloce grazie ad un pratico tool sviluppato dal mauronofrio (che cogliamo l'occasione per ringraziare, click qui per effettuare una donazione). FEATURES: Dimensioni pacchetto eseguibile molto leggero; installazione in pochi secondi; AIO (All In One): verranno installati ADB e fastboot; installazione semplice; system wide; compatibile con powershell; ADB e fastboot sempre aggiornati. DOWNLOAD PROCEDIMENTO: Scaricate l'installer su un PC Windows; avviate il file scaricato con privilegi di amministratore; continuate con l'installazione; passati pochi secondi avrete finito e sarete pronti ad utilizzare adb e fastboot da qualsiasi percorso del sistema; in caso di problemi con i driver provare a seguire questa guida. Fonte
  3. Tra bootloader bloccato e strane ROM create da venditori cinesi non è raro che i possessori di uno Xiaomi Redmi Note 3 Pro (versione con Snapdragon 650) si trovino bloccati ad un firmware tutt'altro che perfetto. In seguito a tentativi di modding, poi, può capitare di incorrere in un bootloop o di ritrovarsi con un terminale bricked, ma per fortuna esistono quasi sempre delle procedure in grado di riportare alla vita il nostro device. In questo tutorial, in particolare, spiegheremo come effettuare il flash su un Redmi Note 3 Pro funzionante o comunque in grado di entrare nella modalità EDL, mentre dedicheremo un'altra guida ai casi più estremi di bootloop e hard brick. Attenzione: ricordiamo che lo staff di GizChina.it non si assume alcuna responsabilità per eventuali danni ai vostri terminali attribuibili alle procedure di modding descritte nei nostri tutorial. Prerequisiti Uno Xiaomi Redmi Note 3 Pro in grado di entrare i modalità EDL e carica superiore al 70%; un PC con Windows (preferibilmente a 64 bit) Downloads Adb; Miflash tool; la ROM da installare (in versione Fastboot): qui le ultime rilasciate da Xiaomi Guida Come entrare in modalità EDL Se il vostro smartphone si accende correttamente, potete entrare in questa particolare modalità utilizzando adb: scaricate ed estraete adb sul vostro PC; tenendo premuto il tasto shift sulla tastiera cliccate con il destro su una parte bianca della cartella appena estratta, e selezionate "apri finestra di comando qui"; collegate lo smartphone con Debug USB attivo al PC; digitate adb devices e premete invio. Dovrebbe comparirvi il codice del vostro smartphone; digitate adb reboot edl. A questo punto il telefono dovrebbe entrare in modalità EDL con led rosso acceso. Se questo sistema non funziona nel vostro caso, poi, potete provare ad utilizzare i tasti fisici. Ecco la procedura, che richiede una buona dose di tempismo e coordinazione: Spegnete il vostro Redmi Note 3 Pro; inserite il cavo USB nella porta del PC; inserite a metà (in modo che non faccia contatto) il cavo nello smartphone; trovate una posizione comoda per premere contemporaneamente entrambi i tasti volume; inserite il cavo USB nel telefono e immediatamente premete i tasti volume (il cavo va inserito prima della pressione sui tasti). Installazione dei drivers A questo punto il vostro Redmi Note 3 Pro dovrebbe essere riconosciuto dal PC come "QHUSB_BULK", e dovremo passare all'installazione dei drivers : Aprite il pannello di controllo, e cliccate "Hardware e suoni"; entrate in "Gestione dispositivi"; se non lo avete già fatto, installate MiFlash (disponibile nella sezione download); cliccate con il tasto destro del mouse su "QHUSB_BULK" e selezionate "aggiorna driver"; selezionate "cerca il software del driver nel computer"; andate nella cartella di installazione di MiFlash, selezionante il driver (il percorso dovrebbe essere C:\Program Files(x86)\Xiaomi\MiPhone\Qualcomm\Driver per Windows a 64 bit e C:\Program Files\Xiaomi\MiPhone\Qualcomm\Driver per Windows a 32 bit) e cliccate su avanti ; selezionate "installa comunque questo driver"; attendete l'istallazione del driver. A procedura completata dovreste vedere nella sezione porte "Qualcomm HS-USB". Attenzione: l'installazione dei drivers potrebbe dare problemi a causa della firma digitale, se è questo il vostro caso vi consigliamo di seguire questa guida e riprovare. Flash del firmware Adesso possiamo finalmente passare al flash vero e proprio: Scaricate la ROM per fastboot che preferite; controllate che il file scaricato abbia estensione .tgz, in caso contrario modificatela; estraete la ROM sulla radice del vostro disco rigido (ad esempio su C: o D:); avviate MiFlash; cliccate su "browse" e selezionate la ROM ( il percorso dovrebbe essere del tipo C:\Miui, non C:\Miui\images); cliccate su "refresh" per identificare il vostro smartphone; selezionate "Flash all"; cliccate su "flash" e attendete; una volta che il flash è finito potrete staccare il cavo USB. Premete poi a lungo il tasto di accensione per forzare il riavvio, che potrà richiedere molto tempo (anche 10 minuti). Godetevi il vostro Redmi Note 3 Pro! Nel caso in cui abbiate trovato problemi durante la fase di flash, vi consigliamo di provare questa soluzione: Scaricate ed estraete questo pacchetto; sostituite nella ROM originale i file "flash_all.bat" e "rawprogram0.xml"; riprovate la procedura di flash. Speriamo di esservi stati utili! Fonte: MIUI.com
  4. Emanuele C

    ADB e Fastboot su Mac e Linux

    Windows è da sempre il sistema operativo più diffuso in ambito PC: non deve sorprendere, quindi, che quasi tutte le guide al modding su Android facciano riferimento a questo sistema quando prevedono l'utilizzo di un computer. Il dominio di Redmond in questo campo, tuttavia, non è affatto giustificato, e Google ha da tempo rilasciato ADB e Fastboot (due dei tool più utilizzati dai modders) per Linux e Mac. In questa guida vi mostreremo come installare gli SDK Platform Tools su MacOS o Linux in modo da poter utilizzare ADB e Fastboot da terminale in qualsiasi momento. Prerequisiti Computer Linux o Mac; SDK Platform Tools per il proprio OS (link ufficiale). Procedura IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Scaricare la versione di SDK Platform Tools adatta al proprio sistema operativo; estrarre il file scaricato; digitare touch ~/.bash_profile; open ~/.bash_profile e dare invio, si aprirà il vostro editor testuale; in coda al file inserite PATH=”$HOME/[cartella]/bin:$PATH dove al posto di "cartella" inserirete il percorso dove sono salvati i file ADB e Fastboot che avete estratto al punto 2; salvare il file e uscire dall'editor; dare da terminale il comando source ~/.bash_profile A questo punto potrete utilizzare gli stessi comandi ADB e fastboot citati nelle guide Windows!
×