Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'unbrick'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Primi passi
    • Presentazioni
    • Comunicazioni dallo Staff
    • Suggerimenti & Proposte
  • Smartphone
    • Nubia
    • Xiaomi
    • Lenovo
    • Huawei
    • LeTV / LeEco
    • OnePlus
    • 360
    • Oppo
    • Smartisan
    • Meizu
    • ASUS
    • Vivo
    • Altri Brand
  • SmartWatch and SmartHome
    • Xiaomi - Huami Amazfit
    • Wear OS By Google
    • Altri Brand
  • Tablet e Ultrabook
    • Chuwi
    • Cube
    • Huawei
    • Onda
    • Pipo
    • Teclast
    • Xiaomi
    • Altri Brand Tablet
  • Stampa 3D
    • Discussioni generali
    • Stampanti 3D
  • Teardown
    • I Nostri Teardown
  • Sistemi Operativi
    • Android
    • Microsoft
    • Ubuntu Linux
    • Leaked ROM
  • Off Topic
    • Discussioni Android
  • Mercatino
    • VENDO
    • COMPRO
    • SCAMBIO
  • Store
    • Codici sconto

Calendars

  • Community Calendar

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Città 


Interessi


Smartphone in uso

Found 30 results

  1. Salve a tutti ragazzi, come vi abbiamo già anticipato sul nostro blog Gizchina.it, nel modding può accadere prima o poi di imbattersi in un hard brick del proprio dispositivo. Quest'oggi andremo a vedere come risolvere questa situazione in caso siate in possesso di uno Xiaomi Redmi Note 3 Pro. Per fare tutto ciò bastano solamente 7 passi. Attenzione: ricordiamo che lo staff di GizChina.it non si assume alcuna responsabilità per eventuali danni ai vostri terminali attribuibili alle procedure di modding descritte nei nostri tutorial. Procedete con il disassemblaggio del vostro dispositivo. In caso vi servisse una mano potete seguire la videoguida disponibile a questo link; Scollegate delicatamente tutti i cavi, compresi i cavi flat; Smontate la parte in plastica nera nella parte superiore ed estraete la scheda madre. Inoltre, tra la scheda madre e il body troverete un nastro di rame, estraete delicatamente anche quello. Riconnettete solamente la batteria, il display e l'USB; Connettete il telefono al PC, aprite Mi Flash e preparate la ROM da flashare successivamente; Connettete i pin come nella foto seguente: Ora tenete collegati i pin. Quando il vostro smartphone partirà in EDL/Download Mode potrete, quindi, procedere al flash seguendo gli stessi passaggi della nostra guida per il soft brick (da seguire partendo dalla sezione dedicata all'installazione dei driver). Finalmente potrete tornare ad usare il vostro Xiaomi Redmi Note 3 Pro! Speriamo di esservi stati di aiuto e vi invitiamo a partecipare alla discussione, a segnalarci le vostre esperienze con le procedure descritte, interagire con la nostra community e chiedere o fornire aiuto. Fonte: MIUI.com
  2. Se cercate una guida per ripristinare il proprio Xiaomi Mi 2S in seguito a un brick, allora questo tutorial farà al caso vostro. Ecco tutti gli step necessari per resuscitare il dispositivo! ATTENZIONE: è doveroso da parte nostra ricordarvi che lo staff di GizChina.it non si assume alcuna responsabilità relativa ad eventuali danni dovuti all'esecuzione delle seguenti indicazioni. Requisiti Xiaomi Mi 2S; Cavo dati USB; PC con Windows 7 (consigliato); Mi Flash tool; Mi Assistent; ROM. Procedura Aprite una finestra del prompt dei comandi e inserite il comando bcdedit/set testsigning on, premete invio e riavviate il computer. A questo punto, sarete entrati nella modalità test e non avrete problemi ad installare i driver. In alternativa potete disattivare la firma dei driver riavviando il computer in modalità avanzata e scegliere Disabilita firma dei driver premendo il numero 7 od F7; installate i software Mi Flash e Mi Assistent come amministratore sul vostro PC; avviate in modalità fastboot lo Xiaomi Mi 2S premendo il pulsante di accensione e quello del volume+ prima di collegarlo al PC; se il vostro device non entra in modalità fastboot utilizzando la classica combinazione di tasti dovrete collegare il pin negativo per la batteria ai due pin mostrati in figura; connettere il Mi 2S al computer tramite il cavo USB; dirigetevi in Gestione periferiche (vedrete il dispositivo identificato come QHSUSB_DLOAD e poi come Qualcomm HS-USB QDLoader 9008 - COM50 in seguito all'installazione dei driver); aprite programmami Mi Flash; cliccate su Refresh (Aggiorna) per far riconoscere il numero di serie dello smartphone al PC; decomprimete il file .zip della ROM scelta; attendete che la barra di avanzamento diventerà completamente verde, il vostro device dovrebbe resuscitare; disattivate la modalità test inserendo il comando bcdedit/set testsigning off in cmd o riavviando il PC ( a seconda di come avete disattivato la firma driver).
  3. Ecco una guida pratica per ripristinare il proprio Xiaomi Mi 4 dopo un brick dovuto all'installazione errata della ROM Windows 10 o della MIUI Marshmallow. ATTENZIONE: è doveroso da parte nostra ricordarvi che lo staff di GizChina.it non si assume alcuna responsabilità relativa ad eventuali danni dovuti all'esecuzione delle seguenti indicazioni. Prima di partire, ecco i requisiti per svolgere correttamente l'unbrick dello Xiaomi Mi 4: Ultima versione del tool Mi Flash (attualmente la 20150601). Installatelo seguendo questo thread. ROM fastboot per il Mi 4 reperibile al seguente link. Estrarre la ROM scaricata in una qualunque cartella desiderata. Vi ricordiamo anche che avrete bisogno di questo script per Mi Flash nel caso in cui il blocco è stato causato da un nuovo layout della partizione. Ripristinare lo Xiaomi Mi 4 dopo brick con MIUI Marshmallow Il problema principale del brick nasce quando si utilizza Mi Flash per ripristinare lo smartphone. Infatti, appare il messaggio visualizzato nell'immagine sottostante. Tale messaggio compare per via delle nuove partizioni unite. Originariamente, abbiamo 2 partizioni di sistema di circa 640 MB e due per il modem di circa 60 MB, mentre l'aggiornamento a Marshmallow crea una partizione di sistema da 1.4 GB ed una partizione modem da 120 MB. Con tale schema di partizionamento, lo strumento Mi Flash non riesce a trovare le partizioni richieste e quindi a flashare la ROM correttamente. Il primo passo da seguire è quello di forzare il riavvio del terminale in modalità fastboot. Vi ricordiamo di verificare assolutamente la percentuale residua della batteria per evitare spegnimenti durante la procedura di flash; non importa se siete bloccati su un bootloop o sulla prima schermata dove compare il logo Mi; dopo queste piccole ma importanti verifiche, avviate il programma Mi Flash, collegate lo smartphone al computer e premete a lungo i tasti Power e Volume-, contemporaneamente; a questo punto non lasciate assolutamente il tasto volume- fino a quando il device non passerà nella fastboot mode. Il Mi4 ora si trova nella modalità fastboot e basterà cliccare su Refresh sul tool Mi Flash ottenendo una schermata come questa. In questo modo, il device è correttamente collegato al PC ed è in modalità fastboot pronto per essere ripristinato; nel caso in cui lo Xiaomi Mi 4 non viene riconosciuto oppure lo schermo rimane scuro, basterà riprovare la precedente procedura. Infatti, è possibile anche che lo smartphone sia stato rivelato dal computer ma senza entrare nella fastboot mode; terminato con successo questo step, è il momento di estrarre la fastboot ROM da qualche parte sul proprio computer utilizzando un'app come ad esempio WinRAR; la cartella deve contenere gli stessi file presenti qui sotto. Da notare che la directory della ROM non deve contenere nessun carattere speciale. Per sicurezza, quindi estraete il contenuto nell'unità C:/. Ora che la ROM è stata estratta con successo, è necessario sostituire gli script (.bat nel caso di Windows) con quello scaricato precedentemente (disponibile nella sezione Requisiti). Questo servirà per ritornare al layout delle partizioni di KitKat: flash_all.bat: consente di cancellare tutti i contenuti presenti nella memoria dello smartphone come ad esempio immagini, musica, video e così via; flash_all_except_storage.bat: questo script è consigliabile solo per cancellare app e partizione di sistema. Verranno persi messaggi, applicazioni, cronologia delle chiamate e così via, ma manterrà i vostri dati; flash_all_except_data_and_storage.bat: infine, quest'ultimo non va usato. Consente di effettuare un downgrade della versione di Android che porterebbe a una chiusura forzata delle app. Gli stessi script esistono anche per Linux, ma le loro estensioni sono .sh invece di .bat. Di seguito, tutti gli script che devono essere sostituiti: Proseguendo con la guida, premete su Browse e selezionate la cartella dove avete scompattato la fastboot ROM. Qui sotto troverete un'immagine che permette di verificare se la ROM è stata selezionata correttamente. A questo punto selezionate uno dei seguenti script: flash_all o flash_all_except_storage e cliccate sul pulsante Flash. Ora non dovrete fare altro che attendere che la procedura finisca (ci vorranno un paio di minuti), dopodiché lo smartphone si avvierà e il brick sarà stato corretto. Ripristinare Mi 4 da brick con Windows 10 o ritornare alla MIUI Abbiamo visto che Microsoft ha rilasciato ufficialmente una ROM basata su Windows 10 per Xiaomi Mi 4. Nel caso in cui abbiate flashato Windows 10 sulla variante WCDMA dello smartphone, avete atteso sicuramente ore ed ore per il primo avvio con un device sempre bloccato al logo Mi. Potete perdere assolutamente ogni speranza, poiché il terminale non si avvierà mai. Tenete bene a mente, infatti, che Windows 10 è riservato SOLO per lo Xiaomi Mi 4 LTE e, inoltre, non provatelo ad installare se non siete sicuri di ciò che state facendo. Il primo passo da seguire è quello di portare lo smartphone nella modalità Download. Si tratta sostanzialmente dalla stessa modalità fastboot e può essere avviata tenendo premuto i tasti Power e volume- fino a quando il device non verrà riavviato in maniera forzata. N.B. Nel caso in cui il device si è bloccato per alcuni minuti nella modalità Download mostrando solo un punto esclamativo, basterà aspettare qualche minuto in più per dargli tempo di configurare il tutto. Una volta entrati in tale modalità, è sufficiente premere il pulsante Flash sul tool Mi Flash. In questo caso il dispositivo viene identificato come COM10, quindi viene riconosciuto diversamente questa volta rispetto a quanto visto prima. Da questo punto in poi proseguite con flashare la ROM esattamente come fatto con la MIUI. N.B. Il primo flash potrebbe bloccarsi dopo aver flashato il bootloader, questo avviene poiché il riavvio dello smartphone viene fatto con la porta com 9006. Il numero del dispositivo cambia e lo smartphone non viene più rilevato dal tool Mi Flash. Basterà: chiudere il programma; riaprirlo; premere di nuovo Refresh; selezionare la cartella della ROM; selezionare lo script; cliccare su Flash. Ripristino speciale Può capitare di incorrere in uno Xiaomi Mi 4 completamente bloccato poiché il LED non si accende quando il dispositivo viene collegato a un caricatore da parete oppure al computer. Vengono mostrate alcune unità corrotte e il device vi chiede di formattarle al fine di farli funzionare correttamente. Non fatelo! Innanzitutto, dovrete scaricare il programma QPST disponibile a questo link; estrarre la ROM fastboot; riavviate lo smartphone nella modalità fastboot oppure nella modalità download; premete il pulsante di accensione e il tasto volume-; installate lo strumento QPST; cliccate su "eMMC software download app". A questo punto tappate sul menu a 3 punti e dirigetevi nella cartella dove è presente la fastboot ROM. Da qui dovrete selezionare il file flash.xml e configurare il download come nella foto sottostante. Nel primo punto dovrete verificare che sia spuntato su "Program Boot Loader" e vedere se compare COM10 sotto. Dopodiché, inserite i seguenti nomi: MPRG8974.mbn e 8974_msimage.mbn. Deselezionate "Program MMC device", spuntate su "Execute GPP creation directives", selezionate il percorso della fastboot ROM e premere il pulsante Download. Ora che tutto è stato eseguito correttamente, dovrete avere il messaggio sottostante. Infine, dovrete semplicemente seguire la normale procedura del tool Mi Flash vista in precedenza.
  4. Può succedere che, durante l'aggiornamento di sistema ricevuto via OTA, la procedura di update non vada del tutto a buon fine arrivando ad avere il nuovo file boot.img ma con la vecchia versione del sistema. La procedura per rimediare a questo inconveniente è molto semplice e ve la illustreremo nella guida qui di seguito. ATTENZIONE: è doveroso da parte nostra ricordarvi che lo staff di GizChina.it non si assume responsabilità relative ad eventuali danni ai vostri dispositivi imputabili all'esecuzione delle seguenti indicazioni. Requisiti ADB e fastboot installati sul proprio PC; versione precedente al firmware installato, che troverete sul sito ufficiale Hauwei. Una volta recuperato il materiale necessario, iniziamo la procedura di ripristino o "unbrick". Attiviamo sul nostro dispositivo le "Opzioni Sviluppatore". Ciò è possibile seguendo il percorso: Impostazioni -> Info sul telefono ed effettuando 7 volte il tap sulla voce "Numero di serie" Fatto ciò, ritornate nel menu Impostazioni e cercate la voce "Opzioni sviluppatore", entrate nella sezione e attivate l'opzione "Debug USB" che vi permetterà di collegare lo smartphone al PC in questa particolare modalità; apriamo l'apk UPDATE.APP ed estraiamo i seguenti file: - boot.img - system.img - recovery.img copiamo i file appena estratti, nella cartella ADB/FASTBOOT; Spegnere il dispositivo ed avviarlo in modalità Fastboot (premere contemporaneamente tasto Power + tasto volume down); aprite la cartella ADB Driver sul vostro PC tenete premuto il tasto Shift sulla tastiera e cliccate con il tasto destro del mouse, selezionate la voce "Apri finestra di comando qui"; una volta che avremo accesso alla cartella C:/ADB, digitiamo il seguente comando: fastboot erase cache utile ad eliminare qualsiasi dato temporaneo che possa intralciare il processo di aggiornamento; portato a termine questo step, digitiamo in maniera conseguenziale (aspettiamo che venga portato a termine ogni singolo processo prima di passare al successivo): fastboot flash boot boot.img fastboot flash recovery recovery.img fastboot flash system system.img finiti i processi suddetti, digitiamo: fastboot reboot in questo modo il nostro dispositivo verrà riavviato. Portati a compimento questi passaggi, potremmo avviare il nostro dispositivo con la vecchia versione del firmware ed attendere che il sistema ci segnali la presenza del nuovo aggiornamento. Portate a termine nella maniera corretta l'update e sopratutto assicuratevi, prima di iniziare la procedure, che il vostro smartphone abbia la batteria con percentuale superiore al 50%
  5. Prima di procedere è consigliato disattivare la verifica della firma driver presente in Windows seguendo questo nostro tutorial. Inoltre è bene scaricare ed installare il software "MiFlash" da questo indirizzo. Si consiglia di eseguire la procedura con un computer dotato di Windows a 64bit in quanto un architettura diversa potrebbe compromettere la riuscita del flashing. INSTALLARE E CONFIGURARE CORRETTAMENTE I DRIVER Questa procedura andrà fatta solo la prima volta. Una volta installati i driver rimarranno nel computer in uso. Se già avete installato sul vostro computer i driver per la download mode del vostro terminale e sul computer sono gia presenti e funzionanti "fastboot" con "ADB" potete passare alla seconda parte della guida. Il primo passaggio da fare è quello di mettere il telefono in "download mode" ed installare i relativi driver: Metette il Mi4s in fastboot mode e collegatelo al computer con il cavetto USB. per fare ciò, da terminale spento, tenete premuti i tasti Vol - e il tasto di accensione fino all'apparizione del logo "fastboot"; Scaricate e scompattate sul vostro computer il file "ADB.zip" e verificate che all'interno della cartella siano presenti questi file: Premete nel punto indicato dalla freccia, scrivete "cmd" (senza virgolette) e premete "Invio"; Apparirà il "Prompt dei comandi" di Windows. Digitiamo questo comando e premiamo "Invio": fastboot devices Verrà mostrato l'elenco dei dispositivi "fastboot" presenti: Se il vostro dispositivo è correttamente riconosciuto digitate questo codice: fastboot oem edl Il comando "edl" serve per mettere il Mi4s in "download mode". A conferma della riuscita della procedura il led del dispositivò diventerà rosso; Apriamo "Gestione Dispositivi" e verifichiamo che il telefono sia riconosciuto come "QHUSB_BULK". Facciamo click col tasto destro del mouse sul device e premiamo su "Aggiornamento software driver"; Alla finestra che comparirà selezioniamo "cerca il software driver nel computer" e diamo il percorso della cartella di installazione del MiFlash Tool, "Qualcomm" e infine "Driver"; Windows ci avvertirà che si sta cercando di installare un driver senza firma digitale. Acconsentiamo all'installazione; Attendere la corretta installazione del driver e verificare in Gestore dispositivi che al telefono venga riconosciuta una porta Qualcomm come mostrato in figura; Finito con l'installazione ed il riconoscimento dei driver possiamo scaricare l'ultima ROM per il nostro device in formato Fastboot da questo indirizzo. IMPORTANTE: Prima di flashare effettuate un backup perché si andranno a cancellare tutti i file presenti sul dispositivo. Ricordo che la procedura non è esente da rischi pertanto lo staff di GizChina.it non si ritiene responsabile per eventuali danni. FLASHARE LA ROM Scompatatte la ROM scaricata in precedenza fino ad ottenere una cartella con dentro i file necessari al flashing. Per comodità consigliamo di copiare spostare i file in una cartella dedita allo scompo dentro "C:" andandola a chiamare "MIUIROM" senza spazi e virgolette; Avviate "MiFlash" scaricato ed installato in precedenza; Premete su "Browser" e date il percorso dove avete copiato la ROM (se avete seguito il nostro consiglio è la cartella "MIUIROM") e successivamente premete su "Refresh" per far riconoscere il vostro dispositivo al tool; Selezionate il checkbox "Flash all" presente in basso; Premete su "Flash" ed attendete la fine del processo; Una volta completata la procedura staccate il telefono dal cavetto USB e tenete premuto il tasto di accensione. Il primo avvio potrebbe durare più di 10 minuti. Durante il "flashing" non toccate assolutamente il device, o staccarlo dal cavetto USB per evitare il brick. Fonte: MIUI FORUM
×