Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'xiaomi'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Primi passi
    • Presentazioni
    • Comunicazioni dallo Staff
    • Suggerimenti & Proposte
  • Smartphone
    • Nubia
    • Xiaomi
    • Lenovo
    • Huawei
    • LeTV / LeEco
    • OnePlus
    • 360
    • Oppo
    • Smartisan
    • Meizu
    • ASUS
    • Vivo
    • Altri Brand
  • SmartWatch and SmartHome
    • Xiaomi - Huami Amazfit
    • Wear OS By Google
    • Altri Brand
  • Tablet e Ultrabook
    • Chuwi
    • Cube
    • Huawei
    • Onda
    • Pipo
    • Teclast
    • Xiaomi
    • Altri Brand Tablet
  • Stampa 3D
    • Discussioni generali
    • Stampanti 3D
  • Teardown
    • I Nostri Teardown
  • Sistemi Operativi
    • Android
    • Microsoft
    • Ubuntu Linux
    • Leaked ROM
  • Off Topic
    • Discussioni Android
  • Mercatino
    • VENDO
    • COMPRO
    • SCAMBIO
  • Store
    • Codici sconto

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Città 


Interessi


Smartphone in uso

Found 174 results

  1. Sia in caso di softbrick, magari dovuto ad un problema imprevisto durante una procedura di modding, che per rimuovere le ROM non ufficiali installate da alcuni venditori è spesso comodo ricorrere ad un flash di emergenza. Se con i device basati su SoC Snapdrgon con bootloader bloccato è necessario ricorrere alla modalità EDL, nel caso del nuovissimo Xiaomi Mi Pad 3 su base Mediatek l'installazione della MIUI originale si rivela particolarmente semplice grazie alla presenza di un bootloader sbloccato di default, che rende possibile il flash direttamente da fastboot. Ecco quindi i passi da seguire per ripristinare correttamente la ROM ufficiale di Xiaomi! IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prerequisiti Xiaomi Mi Pad 3; cavo USB; adb e fastboot installati sul PC; ultima ROM fastboot; Mi Flash Tool. Procedura Scaricare ed installare Mi Flash Tool; scaricare la ROM fastboot ed estrarla due volte; aprire la cartella "images" presente nella ROM appena estratta; posizionare il cursore su un punto bianco della cartella, premere il tasto shift e contemporaneamente quello destro del mouse; apparirà un menù a tendina, selezionare "apri finestra di comando qui"; premere i tasti volume meno e power del tablet a lungo per forzare la modalità fastboot; collegare il device al PC; digitare nella finestra di comando "fastboot devices" per verificare che il Mi Pad 3 sia riconosciuto dal PC; dare i seguenti comandi, separati da invio: fastboot flash system system.img fastboot flash boot boot.img fastboot flash recovery recovery.img fastboot flash cache cache.img fastboot erase userdata fastboot flash userdata userdata.img fastboot reboot per ripristinare la ROM originale e riavviare il device. Attenzione: in caso di problemi al punto 8 della guida, consigliamo di andare su "Gestione dispositivi" di Windows per aggiornare il driver del device scegliendo quello Xiaomi, installato automaticamente al punto 1 insieme a Mi Flash.
  2. La Mi Band 3 è arrivata da poco sul mercato, ma l'attenzione della community è stata tale che i modders hanno già sviluppato una procedura per tradurla in italiano. Ecco quindi la nostra guida per installare l'italiano su Mi Band 3! Tutti i credit vanno a ilGruppoTester per la traduzione e a Xcape per la Mi Fit Mod. Il repost della guida è vietato senza l'esplicito permesso dei developer o dello staff del forum. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prerequisiti Mi Band 3 carica almeno al 70%; Mi Fit Mod (fw 1.3.0.4). Procedura Prima installazione Disaccoppiare la Mi Band da Mi Fit (se già accoppiata) e disinstallare l'app di Xiaomi; installare Mi Fit Mod; avviare l'app, effettuare il pairing ed eseguire l'aggiornamento; godersi la band in italiano! Ultimo FIX traduzione da installare con Gadgetbridge: FW.MB.3.1.3.04.fix.fw Dato l'interesse per la traduzione e il numero crescente di utenti interessati ai prodotti AmazFit, abbiamo creato un gruppo Telegram ad hoc per tutti i dispositivi dell'azienda! LINK----> https://t.me/joinchat/BUSoOUHsp_V3WXG4pXamKQ
  3. Con questa guida potrete installare la famosa custom recovery TWRP ed ottenere i permessi di root sullo MI A1, nome in codice "tissot". IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Vantaggi di avere una custom recoverty e ottenere i permessi di root Con i permessi di root è possibile eliminare facilmente il bloatware incorporato dai produttori negli smartphone e quindi liberare spazio sul device; Potremo effettuare backup usando app come Titanium Backup o direttamente da TWRP (nandorid). Sarà possibile modificare alcune impostazioni di sistema come i file build.prop; La TWRP ci consente un facile rooting e unrooting del device. Il flash di SuperSu da recovery custom è infatti uno dei metodi più sicuri per ottenere i permessi di root. La TWRP permette l'installazione di custom rom; In alcuni casi sarà possibile velocizzare il telefono overcloccando il processore o la gpu; Installando Xposed potremo personalizzare ancora di più lo smartphone. Prerequisiti Bootloader sbloccato; PC e cavo USB; ADB e fastboot installati system-wide sul telefono; Immagine TWRP NOUGAT; TWRP installer NOUGAT; Immagine TWRP OREO; TWRP installer OREO; Pacchetto Magisk. Prima di iniziare Come prima cosa dovete abilitare le "opzioni sviluppatore": Andate in impostazioni⇒ About phone ⇒ Tappate su “build number” 7 volte per abilitare le "opzioni sviluppatore" Andate in impostazioni⇒ opzioni sviluppatore ⇒ selezionate USB debugging Andate in impostazioni⇒ opzioni sviluppatore ⇒ selezionate abilita sblocco OEM Installazione Twrp Installate, se non li avete già sul PC, adb e fastboot; Scaricate il file twrp*.img e rinominatelo in recovery.img Aprite un prompt dei comandi (start e "CMD ") e posizionatevi nella directory in cui avete messo la TWRP lanciate i seguenti comandi: adb devices se questo comando non ritorna nulla dovete verificare che i driver siano installati correttamente, in caso contrario procediamo con l'installazione adb reboot bootloader riavvierà il dispositivo in modalità fastboot fastboot boot recovery.img Riavvierà in recovery; A questo punto cambiate lo slot della partizione usando la twrp [Riavvia -> Cambia_Slot] (ad esempio, se ti trovi nello slot A, cambiala nello slot B e viceversa); copiate l'immagine TWRP sul telefono; Dal menu install selezionate il file.zip della recovery e fate swipe verso dx per installarla; Riavviate lo smartphone. Come ottenere i permessi di ROOT Scaricate e copiate il file Di magisk nel telefono; Spegnete il telefono e avviatelo in recovery tenendo premuto power + tasto giù; Se chiesto date il permesso di fare modifiche (Allow modifications); Dal menù install selezionate lo zip copiato e fate swipe per confermare. Al riavvio avrete i permessi di root sul vostro telefono Fonte XDA
  4. Stanchi di ricevere notifiche con incomprensibili quadratini al posto delle lettere accentate? In questa guida vedremo come installare un set completo di font latini con tutte le lettere necessarie alla lingua italiana, tedesca, turca, ungherese e vietnamita. Attualmente la procedura è compatibile e testata con firmware ufficiale v0.1.0.66 (e quindi solo in lingua inglese), ma aggiorneremo non appena sarà disponibile una traduzione compatibile con questa mod. Attenzione: una volta installato il firmware v0.1.0.66 è assolutamente sconsigliato il downgrade ad altre versioni! Segnaliamo inoltre che il touch non sembra essere particolarmente reattivo con questa release. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Ringraziamo Eddie del nostro GizROM Team e yener per aver creato questa mod! Prerequisiti Smartphone Android; Amazfit Bip; app-debug.apk; questo file; Mi Fit 3.2.7.2 originale. Procedura Rimuovere ogni versione di Mi Fit ed installare quella linkata nei prerequisiti; collegare il Bip ed effettuare l'aggiornamento al firmware v0.1.0.66; rimuovere Gadgetbridge dal telefono (se presente) installare app_debug.apk; avviare gadgetbridge; scaricare sul telefono il file .ft dei font presente tra i prerequisiti; utilizzare un qualsiasi File Manager per navigare fino alla cartella dove avete copiato il file; tap sul file-> "Installazione FW/App"; si aprirà una schermata di GadgetBridge, tap su "Installa"; attendere il flash; disinstallare la versione moddata di gadgetbridge e ripristinare quella originale (facoltativo); godersi il Bip con le lettere accentate! Changelog
  5. Ho uno xiaomi redmi 4 global version. Sostituito il display. Collegato al caricabatterie per vedere se funzionava.Ha segnato la carica. Staccato dalla carica per chiuderlo. adesso schermo nero e quando lo collego al pc o al caricabatterie rimane nero con led rosso lampeggiante. cosa devo fare?
  6. Xiaomi ci ha ormai abituati a lunghe procedure burocratiche per ottenere lo sblocco del bootloader e, di conseguenza, accedere al mondo del modding. Per fortuna a volte è possibile superare i blocchi imposti dal colosso cinese tramite vie non ufficiali e immediate. In questa guida, in particolare, vi mostreremo come installare la TWRP e una ROM custom come la Xiaomi.eu su un Redmi 4 Prime con bootloader bloccato. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Attenzione: la seguente procedura cancellerà tutti i dati presenti nella memoria interna del vostro Redmi 4 Prime! Aggiornamento: Xiaomi con gli ultimi aggiornamenti ha purtroppo bloccato la modalità EDL. Questa guida è compatibile solo con firmware antecedenti alla 8.1.2 o con ROM "fake" modificate dal rivenditore. Ringraziamo Ricky_Karmator per la segnalazione. Prerequisiti Xiaomi Redmi 4 Prime; cavo USB; PC Windows a 64 bit; pacchetto di flash; ROM Xiaomi.eu (qui le weekly, nome in codice HD4Pro) o altra custom; SuperSU. Procedura Copiare ROM custom e SuperSu sulla scheda microSD inserita nel telefono; scaricare ed estrarre il pacchetto di flash; installare MiFlash; disabilitare la firma driver di Windows; abilitare il debug USB (Andare su "Settings-> About phone" ed effettuare tap ripetuti sul numero di Build per abilitare la modalità sviluppatore. Nella schermata delle impostazioni dovrebbe ora essere presente la voce "developer options", entrare ed abilitare il debug USB); spegnere il telefono; Preme contemporaneamente e a lungo i tasti volume + e power per riavviare in recovery; tap sull'icona gialla in basso a destra per selezionare la lingua inglese; tap su "download"; collegare il telefono al PC; andare su "gestione dispositivi" di Windows e aggiornare i driver di "QHUSB_BULK"; selezionare il nuovo driver dalla cartella in cui avete installato MiFlash (di solito C: \ Program Files (86) \ Xiaomi \ Miphone \ Qualcomm \ Drivers); verificare che ora il telefono sia riconosciuto come HS-USB QDLoader 9008; avviare Mi Flash; click su "browse" e selezionare la cartella "miflshaboot" presente nel pacchetto di flash; selezionare "clean all" e click su "refresh"; click su "flash" e attendere la conclusione dell'operazione (non riavviare il telefono!); premere contemporaneamente e a lungo i tasti power e volume - per forzare la modalità fastboot; aprire la cartella "Patched_Aboot" ed avviare "primo.bat"; avviare "secondo.bat"; si avvierà la TWRP, eseguire i wipe di Data, Cache e Dalvick (in caso di errore eseguire i wipe singolarmente); effettuare un factory reset; installare la ROM precedentemente copiata nella SD; eseguire il flash di SuperSu; riavviare il telefono. Fonte
  7. Ciao ragazzi ho installato la miui 8 global sul mio device (redmi 3) adesso mi trovo a dover configurare il cellulare ma sono bloccato all'inserimento password del mi account. La password non la ricorso, provando a ripristinare la password tramite richiesta e mail o sms non mi arrivano nemmeno le richieste. Ora non so cosa fare? C'è qualche modo per recuperare la password o mi conviene bypassare il login con vari tool (nel caso spiegatemi come si deve per favore come fare specificatamente) Non riesco a recuperare la password perché non ricordo la mail di registrazione o per lo meno quella che ricordo dice che non è associata a nessun account. Il numero di telefono associato non è più attivo. Mi veniva suggerito dalla pagina Facebook della community di xiaomi italia di effettuare un flash in modalità edl. Se Mi confermate che questa è l'unica via qualcuno mi potrebbe spiegare cosa dovrei fare nello specifico P.S. la rom global l'ho flashata tramite miflash col device in download mode. Grazie in anticipo!
  8. Il primo notebook da 13.3 pollici del colosso cinese è giunto sul mercato con una dotazione di 256 GB di memoria interna, che potrebbe essere ritenuta non sufficiente dagli utenti più esigenti. Per fortuna Xiaomi ha lasciato uno slot SATA M.2 libero all'interno del dispositivo, e in questa guida vi mostreremo come utilizzarlo per incrementare lo spazio di archiviazione del vostro Mi Notebook Air. Prerequisiti Mi Notebook Air 13.3; SSD M.2 2280 ((cioè largo 22 mm e lungo 80 mm) con vite di fissaggio; cacciavite T5 e triangolo di plastica. Procedura Ruotare il notebook in modo da rivolgere i piedini di appoggio verso l'alto; identificare le 8 viti, una delle quali è nascosta sotto il piedino centrale; rimuovere le viti avendo cura di segnarne la posizione (sono 5 lunghe e 3 corte); utilizzare il triangolo di plastica (anche un plettro va bene) per sollevare delicatamente il case; disinserire il connettore della batteria (non strettamente necessario); inserire il disco SSD nello slot; fissare la vite; riconnettere la batteria e richiudere il notebook fissando bene le viti; avviare il notebook e formattare il disco da windows. Fonte
  9. Ciao a tutti! Ho acquistato da una settimana lo "Xiaomi Redmi Note 4 (4GB, 64GB)". Mi piace davvero molto, è estremamente fluido, le applicazioni girano bene, sensore di impronte digitali fulmineo, la batteria mi dura due giorni con uso moderato, arrivando spesso anche al terzo giorno. In generale dunque sono più che soddisfatta dell'acquisto! Ieri, registrando una partita di pallavolo, posso dire che i video hanno un'ottima qualità sia video che audio. Il problema è che andandoli a rivedere successivamente, ho notato che la sincronizzazione audio/video è buona all'inizio, ma dopo due minuti di video inizia un ritardo delle immagini rispetto all'audio. Ho registrato 4 video diversi, ovvero i 4 set disputati, ed in tutti e 4 ho riscontrato lo stesso ed identico problema. E' abbastanza fastidioso in quanto arriva un secondo prima (anche di più) il rumore della schiacciata ed il video in ritardo. I video li ho registrati mettendo in pausa al termine di un'azione, e riprendendo la registrazione all'inizio dell'azione successiva. Spero possiate aiutarmi a capire come risolvere questo problema. Vi lascio in allegato due immagini per avere qualche informazione in più. Grazie in anticipo a tutti.
  10. Oggi vi presentiamo la famosa Resurrection Remix per Redmi Note 4 SnapDragon (Mido) , nota per la stabilità e le innumerevoli personalizzazioni. Se siete stanchi della MIUI non avete che da provarla! IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prerequisiti Bootloader sbloccato Custom recovery treble Magisk treble Installazione Scaricate i file e copiateli nella memoria interna del vostro smartphone Riavviate in recovery Se non avete una recovery che supporta il project treble installate quelal proposta; Opzionalmente fare un backup; Dal menu wipe selezionate tutto tranne internal data e fate swipe per cancellare i dati; Dal menu install selezionate il file della ROM e fate swipe per installare; Dal menu install selezionate il file delle GAPSS e fate swipe per installare (consiglio Pico o Nano); Installate il magisk per treble; Riavviate il terminale. Download ROM Download GAPPS Fonte XDA
  11. Questa recovery offre l'opportunità di installare ogni ROM su ogni Mi 5X (con il bootloader Oxygen / Tiffany) senza brickare il dispositivo. Con questa recovery è inibita la sostizione del file sostituire emmc_appsboot.mbn con le ROM custom e inoltre protegge il vostro Mi 5X Tiffany dai firmware / bootloader Mi 5X Oxygen. Prerequisiti Bootloader sbloccato; PC e cavo USB; ADB e fastboot installati; Download TWRP. Prima di iniziare Come prima cosa dovete abilitare le "opzioni sviluppatore": Andate in impostazioni⇒ About phone ⇒ Tappate su “build number” 7 volte per abilitare le "opzioni sviluppatore" Andate in impostazioni⇒ opzioni sviluppatore ⇒ selezionate USB debugging Andate in impostazioni⇒ opzioni sviluppatore ⇒ selezionate abilita sblocco OEM IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Installazione da ADB Installate, se non li avete già sul PC, adb e fastboot; Scaricate il file della recovery e rinominatelo in twrp.img; Aprite un prompt dei comandi (start e "CMD ") e posizionatevi nella directory in cui avete messo la TWRP; lanciate i seguenti comandi: adb devices se questo comando non ritorna nulla dovete verificare che i driver siano installati correttamente, in caso contrario procediamo con l'installazione adb reboot bootloader riavvierà il dispositivo in modalità fastboot; fastboot flash recovery twrp.img Per installare la Recovery. Riavviate il telefono in Recovery per installare la rom da voi scelta. Installazione da TWRP Scaricate la TWRP e copiatela nella memoria interna del vostro smartphone; Riavviate in recovery; Dal menu install selezionate il file della twrp e fate swipe per installare; Riavviate il telefono in Recovery per installare la rom da voi scelta. Fonte MIUI Forum
  12. Oggi vi presentiamo una guida per abilitare il force touch o 3D touch su Xiaomi MI Note 3. La procedura di per se è molto semplice ma non si escludono eventuali complicazioni. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prerequisiti Permessi di root; Un file manager che permetta l'accesso al root, ad esempio root explorer (disponibile sul Play Store). Procedura Aprite il file manager da voi scelto; Posizionatevi sul path /system/etc/device_features; Cercate nella cartella il file jason.xl; Fatene una copia di backup in una carella diversa da quella attuale; Aprite /system/etc/device_features/jason.xl e cercate la stringa "name=support_force_touch"; Cambiate il valore da false a true per abilitare l'opzione del force touch; Salvate il file appena modificato; Riavviate il dispositivo; A riavvio completato avrete il force touch abilitato. Fonte Miui Forum
  13. Con questa guida potrete installare la famosa custom recovery TWRP per lo Xioami MI MIX 2, nome in codice "Chiron" IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Vantaggi di avere una custom recovery e ottenere i permessi di root Con i permessi di root è possibile eliminare facilmente il bloatware incorporato dai produttori negli smartphone e quindi liberare spazio sul device; Potremo effettuare backup usando app come Titanium Backup o direttamente da TWRP (nandorid). Sarà possibile modificare alcune impostazioni di sistema come il file build.prop; La TWRP ci consente un facile rooting e unrooting del device. Il flash di SuperSu da recovery custom è infatti uno dei metodi più sicuri per ottenere i permessi di root. La TWRP permette l'installazione di custom rom; In alcuni casi sarà possibile velocizzare il telefono overcloccando il processore o la gpu; Installando Xposed potremo personalizzare ancora di più lo smartphone. Prerequisiti Bootloader sbloccato; PC e cavo USB; ADB e fastboot installati system-wide sul telefono; Se il vostro OS è MIUI scaricate questa recovery e questo file; Se il vostro OS è uno tra LOS/RR/AOSP scaricate questa recovery; Prima di iniziare Come prima cosa dovete abilitare le "opzioni sviluppatore": Andate in impostazioni⇒ About phone ⇒ Tappate su “build number” 7 volte per abilitare le "opzioni sviluppatore"; Andate in impostazioni⇒ opzioni sviluppatore ⇒ selezionate USB debugging; Andate in impostazioni⇒ opzioni sviluppatore ⇒ selezionate abilita sblocco OEM. Installazione Twrp Installate, se non li avete già sul PC, adb e fastboot; Scaricate il file twrp*.img e rinominaleto in recovery.img Aprite un prompt dei comandi (start e "CMD ") e posizionatevi nella directory in cui avete messo la TWRP lanciate i seguenti comadi: adb devices se questo comando non ritorna nulla dovete verificare che i driver siano installati correttamente, in caso contrario procediamo con l'installazione adb reboot bootloader riavvierà il dispositivo in modalità fastboot fastboot flash recovery recovery.img installerà la recovery fastboot reboot per riavviare il dispositivo. Se dopo ogni aggiornamento della Miui ufficiale vi trovate sempre la recovery stock, dopo aver flashato la TWRP flashate il file "no-verity-opt-encrypt-1.6.zip" per ovviare alla cosa Per i meno avvezzi ai comandi ADB trovate un tool all in one per fate tutto comodamente lanciando questo script da un prompt dei comandi. Fonte XDA
  14. Oggi vi presentiamo questo semplice metodo per ottenere i permessi di root per lo Xiaomi Mi 6x IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prerequisiti Bootloader sbloccato; PC e cavo USB; ADB e fastboot installati; Magisk Manager; Avere il file boot.img della rom installata (se siete sulla stock aggiornata vi basta scaricare ed estrarre lo zip del firmware). Prima di iniziare Come prima cosa dovete abilitare le "opzioni sviluppatore": Andate in impostazioni⇒ About phone ⇒ Tappate su “build number” 7 volte per abilitare le "opzioni sviluppatore" Andate in impostazioni⇒ opzioni sviluppatore ⇒ selezionate USB debugging Andate in impostazioni⇒ opzioni sviluppatore ⇒ selezionate abilita sblocco OEM Procedura Copiare tutti i file scaricati in una stessa cartella; Avviare il Magisk Manager ; Fare clic sul pulsante "Installa" e "Installa" nel menu a comparsa, quindi selezionare "Scarica solo Zip".; Mentre si è in attesa, toccare "Installa", quindi selezionare "Patch Boot Image File": Passare alla cartella dove si è copiato il file "boot.img" e selezionarlo; Verrà creato quindi il file "patched_boot.img" nella cartella Magisk Manager; Collegare il cavo USB al PC / laptop e trasferire su questo l'immagine patched; All'interno della cartella dove si è copiata l'immagine al punto precedente, premere Maiusc e fare clic con il pulsante destro del mouse, selezionare quindi "Apri finestra di comando qui"; Lanciare i seguenti comandi per entrare in fastboot: adb reboot bootloader per riavviare in fastboot; fastboot devices se la connessione è riuscita otterrete un codice in risposta; fastboot flash boot patched_boot.img fastboot reboot Al riavvio aprite Magisk Manager e verificate di aver ottenuto i permessi di root. Fonte Miui Forum
  15. Fenix

    Ciao a tutti

    Salve, possiedo un Redmi note 4 3/32 (Snapdragon), spero di trovare una community veramente friendly.
  16. Ecco come installare la recovery TWRP e ottenere i permessi di root su Xiaomi Mi Mix 2S! Prerequisiti Prima di iniziare a descrivere i passi della guida dobbiamo ricordare che Xiaomi vende i suoi dispositivi con bootloader bloccato, e sarà quindi necessario effettuare lo sblocco seguendo la procedura ufficiale. Tra gli altri prerequisiti troviamo poi un PC Windows con ADB e Fastboot installati system-wide, un cavo USB e un po' di pazienza. Per prepararci al flash scarichiamo tutti i file necessari: Toolkit flasher; pacchetto SuperSU o Magisk; pacchetto no-verity-opt-encrypt. Nell'attesa che il PC completi i download, mettiamo il telefono sotto carica (è consigliabile avere almeno il 75% di batteria prima di iniziare la procedura di flash) e abilitiamo il debug USB: Andare su Impostazioni -> Il mio dispositivo -> fare tap 7 volte su "Versione Miui" (apparirà un pop-up di conferma); Andare su Impostazioni -> Impostazioni aggiuntive -> Opzioni sviluppatore; mettere la spunta su Debug USB. Procedura Attenzione! Questa procedura prevede un format del telefono e la conseguente perdita di tutti i dati, si consiglia di effettuare un backup delle informazioni più importanti. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Iniziamo adesso il flash vero e proprio della TWRP: Collegare il telefono acceso al PC; estrarre lo zip del toolkit; avviare in modalità amministratore "ifelixit FLASHER TOOLKIT polaris.bat"; premere un tasto qualsiasi per continuare; digitare 1 e dare invio per installare la TWRP; seguire le istruzioni a schermo; il telefono si riavvierà in TWRP, fare lo swipe quando richiesto; andare su "wipe", tap su "format Data"; digitare yes e avviare il format; tornare al menù principale della TWRP; tap su "reboot" e dunque selezionare "recovery"; il telefono si riavvierà di nuovo in TWRP, collegarlo al PC; copiare i pacchetti SuperSU (o Magisk) e no-verity-opt-encrypt sul telefono; dalla TWRP, tap su "install" e selezionare lo zip di SuperSU o Magisk; fare swipe per installare; dalla TWRP, tap su "install" e selezionare lo zip di no-verity-opt-encrypt; fare swipe per installare; riavviare il telefono. Adesso avrete finalmente la TWRP e i permessi di root sul vostro Mi Mix 2S! Fonte
  17. I modders hanno pochi obbiettivi, ma fissi: affinamento delle prestazioni, maggior controllo sui device e più possibilità di personalizzazione. Nel pieno solco di questa tradizione un utente del forum MIUI, rivolgendo il suo sguardo al comparto fotografico del suo "Mido" (nome in codice che identifica Xiaomi Redmi Note 4X e Redmi Note 4 con SoC Snapdargon) ha creato un'interessante camera mod. Questa mod fotografica, per iniziare, abilita la ripresa di video in 4K e una modalità manuale totalmente funzionante (tempo di esposizione, fuoco, bilanciamento del bianco) senza perdere la possibilità di utilizzare la modalità scena. A queste features si aggiunge poi la modalità Quick Snap di MIUI (ripresa di nascosto di foto e video), quella square (foto quadrate) e altre modifiche alla messa a fuoco nei video e agli scatti in modalità continua. Se questo assaggio delle potenzialità della mod vi ha incuriosito, ecco come installarla: Prerequisiti Xiaomi Redmi Note 4 Snapdragon o Redmi Note 4X; ROM compatibili: Stabili: MIUI : 8.1.x.0, 8.2.1.0, 8.2.2.0, 8.2.3.0; Developer: MIUI : v7.1.x, 7.2.x, 7.3.2, 7.3.9, 7.3.16, 7.3.23, 7.3.30; TWRP installata; pacchetto zip di installazione. Procedura Attenzione: alcuni utenti hanno avuto problemi di bootloop con la 8.2.2.0 IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Copiare il pacchetto zip nel telefono; riavviare il telefono in recovery (da spento premere contemporaneamente il tasto power e quello Volume + per un 5 - 10 secondi); andare su "Backup" ed effettuare un nandroid backup; tornare sulla pagina principale della recovery e dare un tap su "installa"; selezionare lo zip copiato al punto 1 e procedere all'installazione; riavviare e provare la mod. Per disinstallare la mod: Scaricare e copiare sul telefono questo uninstaller; seguire la stessa procedura utilizzata per installare la mod, al punto 5 selezionare l'uninstaller. Fonte
  18. Ecco come installare la ROM Global Stable OREO su Xiaomi Redmi Note 5 partendo da qualsiasi ROM! Prerequisiti Xiaomi Redmi Note 5 Pro (Whyred) carico almeno al 70%; Bootloader sbloccato; adb e fastboot installati nel sistema; PC e cavo USB; questa immagine TWRP; ROM di base per il flash; ROM global Oreo. Guida Spegnere il telefono; premere contemporaneamente i tasti volume - e Power per avviare in fastboot; seguire questa guida per installare la "ROM di base" linkata nei prerequisiti; riavviare il telefono; andate in impostazioni⇒ About phone ⇒ Tappate su “build number” 7 volte per abilitare le "opzioni sviluppatore"; andate in impostazioni⇒ opzioni sviluppatore ⇒ selezionate USB debugging; andate in impostazioni⇒ opzioni sviluppatore ⇒ selezionate abilita sblocco OEM; installate, se non li avete già sul PC, adb e fastboot; scaricate ed estraete il file zip della twrp; aprire la cartella dove avete scaricato la TWRP (utilizzare quella linkata nei prerequisiti, non altre!); aprite un prompt dei comandi (start e "CMD ") e posizionatevi nella directory in cui avete messo la TWRP lanciate i seguenti comadi: adb devices se questo comando non ritorna nulla dovete verificare che i driver siano installati correttamente, in caso contrario procediamo con l'installazione adb reboot bootloader riavvierà il dispositivo in modalità fastboot fastboot flash recovery recovery.img installerà la recovery fastboot boot recovery.img per riavviare il dispositivo in TWRP. A questo punto dovremo effettuare un wipe della partizione Data: fare swipe per permettere le modifiche al sistema; andare su "Wipe" e fare tap sul tasto "Format Data"; digitare yes per avviare la formattazione; a formattazione completa, torniamo nella pagina principale della TWRP e facciamo tap su "reboot"; tap su "recovery" e selezioniamo "do not install"; per sicurezza ripetiamo i passi 1-5, in questo caso non dovremmo più vedere errori rossi durante il format; andiamo adesso su wipe e selezioniamo "advanced wipe"; mettiamo la spunta su tutto tranne Micro SD Card ed USB-OTG e avviamo il wipe. Adesso siamo finalmente pronti al flash della ROM global: copiamo nella memoria interna del telefono il file zip della ROM; da TWRP selezioniamo "install"; selezioniamo il pacchetto che abbiamo appena copiato; facciamo swipe per installare; al termine dell'installazione facciamo tap su "reboot system" per riavviare il telefono. Ora il nostro Redmi 5 Note Pro (whyred) avrà finalmente la ROM Global Stable Oreo!
  19. Oggi vi presentiamo la famosa Lineage OS non ufficiale su base Oreo. Rom stabile ma aspettatevi qualche bug. Versione per lo Xiaomi Redmi Note 5 Pro. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prerequisiti Bootloader sbloccato e recovery; Download ROM; Download GAPPS; Download Magisk. Installazione Scaricate i file e copiateli nella memoria interna del vostro smartphone; Riavviate in recovery; Opzionalmente fare un backup; Dal menu wipe selezionate tutto tranne internal data e fate swipe per cancellare i dati; Dal menu install selezionate il file della ROM e fate swipe per installare; Dal menu install selezionate il file delle Gapps e fate swipe per installare; Per ottenere i permessi di root dal menu install selezionate il file di magisk e fate swipe per installare; Riavviate il terminale Fonte XDA
  20. Oggi vi presentiamo questa Rom basata su Android Open Source Project per il Remi Note 4 codename "mido". Rom molto seguita ed aggiornata spesso e con molte migliorie sia in velocità che stabilità . IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prerequisiti Bootloader sbloccato; Custom recover; Download ROM; Download GAPPS; Download Magisk. Installazione Scaricate i file e copiateli nella memoria interna del vostro smartphone; Riavviate in recovery; Opzionalmente fare un backup; Dal menu wipe selezionate tutto tranne internal data e fate swipe per cancellare i dati; Dal menu install selezionate il file della ROM e fate swipe per installare; Dal menu install selezionate il file delle Gapps e fate swipe per installare; Per ottenere i permessi di root dal menu install selezionate il file di magisk e fate swipe per installare; Riavviate il terminale Fonte XDA
  21. Oggi vi presentiamo questa Rom basata su android Oreo per il Remi Note 4 codename "mido". Liquid Remix è un mix New age di tutte le migliori ROM di oggi con l'aggiunta di essenza dei vecchi tempi. Progetto Android 8.1 basato nato sulle ceneri della ROM Liquid smooth. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prerequisiti Bootloader sbloccato; Custom recover; Download ROM; Download GAPPS; Download Magisk. Installazione Scaricate i file e copiateli nella memoria interna del vostro smartphone; Riavviate in recovery; Opzionalmente fare un backup; Dal menu wipe selezionate tutto tranne internal data e fate swipe per cancellare i dati; Dal menu install selezionate il file della ROM e fate swipe per installare; Dal menu install selezionate il file delle Gapps e fate swipe per installare; Per ottenere i permessi di root dal menu install selezionate il file di magisk e fate swipe per installare; Riavviate il terminale Fonte XDA
  22. Il nostro GizROM Team negli scorsi mesi ha iniziato a rivolgere la sua attenzione anche al mondo dei wearable, e dei prodotti Amazfit in particolare. Dopo aver tradotto il Bip e aver creato una ROM custom per il Pace, ecco in anteprima mondiale (tutti i meriti vanno alla bravura e alla perseveranza di @dpeddi, @Francko76 e Heartlandzf) la traduzione in italiano dell'economico Amazfit Cor! Attenzione: tutti i firmware più recenti della smart band sono purtroppo in formato compresso, e non siamo (ancora) riusciti a modificarli. La traduzione offerta in questa guida effettuerà dunque in automatico il downgrade alla versione 1.0.5.60. La traduzione è una prima versione e non è perfetta (ad esempio il meteo è ancora in cinese), feedback e suggerimenti sono sempre graditi! Prerequisiti Amazfit Cor con batteria carica almeno al 70%; device Android; app GadgetBridge installata; file di traduzione: Mili_tempo_long_1.0.5.60_fake.fw (da usare con Mi Fit fino alla versione 3.1.5, evita l'aggiornamento automatico ai firmware cinesi più recenti) o Mili_tempo_long.fw (se non si usa Mi Fit); Mili_tempo_ITA.res.new Procedura IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Ricordiamo che al momento non esistono procedure di unbrick. accertarsi che, da Mi Fit, l'Amazfit Cor sia impostato su "rilevabile"; disinstallare l'app Mi Fit originale; avviare Gadgetbridge e collegare l'Amazfit Cor; scaricare sul telefono i due file di traduzione presenti tra i prerequisiti; utilizzare un qualsiasi File Manager per navigare fino alla cartella dove avete copiato i file di traduzione; tap su uno dei due file-> "Installazione FW/App"; si aprirà una schermata di GadgetBridge, tap su "Installa"; attendere il flash (il file .fw richiederà 5 minuti e porterà ad un riavvio, quello .re 15-20 minuti); ripetere i punti 5-7 con l'altro file; disinstallare Gadgetbridge ringraziandolo per il servizio; reinstallare Mi Fit (è bene evitare di superare la versione 3.1.5 per evitare aggiornamenti non desiderati) e godersi la Smart band di Huami! Dato l'interesse per la traduzione e il numero crescente di utenti interessati ai prodotti AmazFit, abbiamo creato un gruppo Telegram ad hoc per tutti i dispositivi dell'azienda! LINK----> https://t.me/joinchat/BUSoOUHsp_V3WXG4pXamKQ Attenzione: è vietato il repost dei file e della guida (sia in italiano che in inglese) senza esplicito consenso degli autori! Contattare @Emanuele C
  23. Oggi vi presentiamo la famosa Lineage OS non ufficiale su base Oreo. Rom stabile ma aspettatevi qualche bug. Versione per lo Xiaomi Redmi Note 5 Pro IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prerequisiti Bootloader sbloccato; Download Multirom e twrp modificata; Download GAPPS; Download ROM; Download Magisk. Installazione Scaricate i file e copiateli nella memoria interna del vostro smartphone; Riavviate in recovery; Opzionalmente fare un backup; Dal menu install selezionate il file della rom e fate swipe per installare; Dal menu install selezionate il file della gapps e fate swipe per installare (consigliate nano o pico); Dal menu install selezionate il file Di magisk e fate swipe per installare Riavviate il terminale. Fonte XDA
  24. Amazfit Bip didn't support accented letters so far, but thanks to this mod developed by Eddi of our GizROM team and by yener, today we can finally say goodbye to notifications full of annoying squares. This modded font file support latin script edited to perfectly support Italian, German, Turkish, Hungarian and Vietnamese languages. Notice: after installing the firmware v0.1.0.66 don't downgrade to other versions! We also report that the touch does not seem to be particularly responsive with this release Warning: Use this procedure at your own risk and responsability. GizChina.it and GizBlog.it are not responsible for bricked devices and any other problem that may occur. Your warranty will be void if you tamper with any part of your device / software. What you need Amazfit Bip; an Android Smartphone; app-debug.apk; this file; Mi Fit 3.2.7.2. How to install latin fonts Uninstall other versions of Mi Fit and install Mi Fit 3.2.7.2; update Bip's firmware to v0.1.0.66; uninstall Gadgetbridge (if installed) install app_debug.apk; run this version of gadgetbridge; download on your phone the .ft font file; use a File Manager to open this file; choose "FW/App installer" option; tap "install" and wait; uninstall our version of gadgetbridge and reinstall the original one. Changelog
  25. Oggi vi presentiamo questa rom basata sulla più famosa LineageOs con miglioramenti ed aggiunta di funzioni . Versione per lo Xiaomi Mi MIx 2 , nome in codice "Chiron". IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prerequisiti Bootloader sbloccato; Custom recovery; ADB e fastboot installati sul PC; Download ROM; Download GAPPS; Download FIRMWARE. Installazione Scaricate i file e copiateli nella memoria interna del vostro smartphone; Riavviate in recovery; Opzionalmente fare un backup; Wipe cache, data e dalvik; Solo se venite da una rom Nougat dal menu install selezionate il file del firmware e fate swipe per installare; Dal menu install selezionate il file della rom e fate swipe per installare; Dal menu install selezionate il file della gapps e fate swipe per installare (consigliate nano o pico); Riavviate il terminale. Fonte XDA
×