Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'xiaomi'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Primi passi
    • Presentazioni
    • Comunicazioni dallo Staff
    • Suggerimenti & Proposte
  • Smartphone
    • Nubia
    • Xiaomi
    • Lenovo
    • Huawei
    • LeTV / LeEco
    • OnePlus
    • 360
    • Oppo
    • Smartisan
    • Meizu
    • ASUS
    • Vivo
    • Altri Brand
  • SmartWatch and SmartHome
    • Xiaomi - Huami Amazfit
    • Wear OS By Google
    • Altri Brand
  • Tablet e Ultrabook
    • Chuwi
    • Cube
    • Huawei
    • Onda
    • Pipo
    • Teclast
    • Xiaomi
    • Altri Brand Tablet
  • Stampa 3D
    • Discussioni generali
    • Stampanti 3D
  • Teardown
    • I Nostri Teardown
  • Sistemi Operativi
    • Android
    • Microsoft
    • Ubuntu Linux
    • Leaked ROM
  • Off Topic
    • Discussioni Android
  • Mercatino
    • VENDO
    • COMPRO
    • SCAMBIO
  • Store
    • Codici sconto

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Città 


Interessi


Smartphone in uso

Found 174 results

  1. Alessio Croce

    Usare la funzione "Salva come PDF"

    Tutti gli smartphone con sistema MIUI hanno la possibilità di salvare i file in formato PDF. Vediamo insieme come abilitare tale funzione. PREREQUISITI Smartphone dotato di sistema operativo MIUI; PROCEDIMENTO Aprite le "Impostazioni"; andate in "Applicazioni" e selezionate il tab "Tutte"; scorrete l'elenco delle applicazioni fino a trovare "Documenti"; aprite "Documenti" e fate un tap su "Attiva"; aprite il file o la pagina che si desidera salvare come PDF; selezionate "Stampa" e successivamente "Salva"; si aprirà un menu laterale. Selezionate "Download"; a questo punto premete su "Salva" ed avrete il vostro file in PDF. Fonte: MIUI FORUM
  2. In questo nuovo tutorial andremo a vedere come rendere la fotocamera del Redmi Note 3 (versione Mediatek) più performante e completa andando ad aggiungere numerose nuove modalità ed opzioni. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding per Android. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al device. PREREQUISITI Permessi di Root (seguendo la nostra guida a questo indirizzo); pacchetto Mod; file Manager con accesso alle partizioni di Sistema (come ad esempio EZ File Manager). PROCEDIMENTO Scaricate il pacchetto della mod e copiate il file "hennessy.xml" nella memoria del telefono; tramite il File Manager scelto è necessario recarsi nella cartella "/system/etc/device_features" (per le ROM stable) o in "/system/app/miuisystem" (developer); sostituiamo il file copiato in precedenza e settiamo i permessi come mostrato nell'immagine; torniamo in "/system" ed apriamo il file "build.prop" con l'edito integrato; aggiungete queste stringhe alla fine del file: #better_image_quality ro.media.enc.jpeg.quality=100 ro.media.enc.hprof.vid.fps=65 ro.media.dec.jpeg.memcap=8000000 ro.media.enc.hprof.vid.bps=8000000 ime_vibration_pattern=0:60 salvate e riavviate il device. Fonte: FORUM MIUI
  3. Se cercate una guida per ripristinare il proprio Xiaomi Mi 2S in seguito a un brick, allora questo tutorial farà al caso vostro. Ecco tutti gli step necessari per resuscitare il dispositivo! ATTENZIONE: è doveroso da parte nostra ricordarvi che lo staff di GizChina.it non si assume alcuna responsabilità relativa ad eventuali danni dovuti all'esecuzione delle seguenti indicazioni. Requisiti Xiaomi Mi 2S; Cavo dati USB; PC con Windows 7 (consigliato); Mi Flash tool; Mi Assistent; ROM. Procedura Aprite una finestra del prompt dei comandi e inserite il comando bcdedit/set testsigning on, premete invio e riavviate il computer. A questo punto, sarete entrati nella modalità test e non avrete problemi ad installare i driver. In alternativa potete disattivare la firma dei driver riavviando il computer in modalità avanzata e scegliere Disabilita firma dei driver premendo il numero 7 od F7; installate i software Mi Flash e Mi Assistent come amministratore sul vostro PC; avviate in modalità fastboot lo Xiaomi Mi 2S premendo il pulsante di accensione e quello del volume+ prima di collegarlo al PC; se il vostro device non entra in modalità fastboot utilizzando la classica combinazione di tasti dovrete collegare il pin negativo per la batteria ai due pin mostrati in figura; connettere il Mi 2S al computer tramite il cavo USB; dirigetevi in Gestione periferiche (vedrete il dispositivo identificato come QHSUSB_DLOAD e poi come Qualcomm HS-USB QDLoader 9008 - COM50 in seguito all'installazione dei driver); aprite programmami Mi Flash; cliccate su Refresh (Aggiorna) per far riconoscere il numero di serie dello smartphone al PC; decomprimete il file .zip della ROM scelta; attendete che la barra di avanzamento diventerà completamente verde, il vostro device dovrebbe resuscitare; disattivate la modalità test inserendo il comando bcdedit/set testsigning off in cmd o riavviando il PC ( a seconda di come avete disattivato la firma driver).
  4. In questo nuovo tutorial andremo a vedere come installare la recovery TWRP e successivamente ottenere i permessi di root sullo Xiaomi Mi Note Pro. PREREQUISITI Driver ADB e Fastboot scaricabili da qui; Mi PC Suite installato sul computer reperibile a questo indirizzo; file immagine della recovery TWRP reperibile qui. SuperSU scaricabile a questo indirizzo. PROCEDIMENTO TWRP (temporaneo) Copiate il file di SuperSu nella memoria interna del telefono; riavviate il device in "fastboot mode": da telefono spento tenete premuti contemporaneamente "VOL-" e il "tasto di accensione" fino all'apparizione del logo fastboot; aprite il prompt dei comandi ed andate nella directory di installazione di "fastboot"; scrivete questo comando per verificare che il device sia riconosciuto via "fastboot": fastboot devices​ posizionate il file "twrp.img" nella stessa cartella di fastboot;​ digitate nel prompt dei comandi questo codice: fastboot boot twrp.img terminato il flashing della recovery spegnete il terminale e riavviatelo in recovery tenendo premuto "VOL+" col tasto di accensione. PROCEDIMENTO TWRP (permanente) Copiate il file di SuperSu nella memoria interna del telefono; riavviate il device in "fastboot mode": da telefono spento tenete premuti contemporaneamente "VOL-" e il "tasto di accensione" fino all'apparizione del logo fastboot; aprite il prompt dei comandi ed andate nella directory di installazione di "fastboot"; scrivete questo comando per verificare che il device sia riconosciuto via "fastboot": fastboot devices ​posizionate il file "twrp.img" nella stessa cartella di fastboot; digitate nel prompt dei comandi questo codice: fastboot flash recovery twrp.img terminato il flashing della recovery spegnete il terminale e riavviatelo in recovery tenendo premuto "VOL+" col tasto di accensione. PROCEDIMENTO ROOT tappate su "Install" e dal file manager che apparirà selezionate il file SuperSu; riavviate per avere il telefono con i permessi di root attivi. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding per Android. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al device. Fonte: XDA
  5. In questo nuovo tutorial andremo a vedere come ottenere i permessi di root sullo Xiaomi Redmi Note 3 (versione Mediatek) con bootloader bloccato. PREREQUISITI MIUI 7 Stabile 7.2.5.0 installata sul device; Pacchetto root; SP Flash Tool; PROCEDIMENTO Scaricate ed estraete il pacchetto root sul vostro computer; effettuate la stessa procedura con SP Flash Tool; copiate ed installate il file apk presente nel pacchetto root; spegnete il telefono ed aprite SP Flash tool; selezionate il tab "Download" e in "Download-Agent" selezionate il file "DA_SWEC.bin" presente nella cartella di SP Flash Tool; in "Scatter loading file" selezionate il file "MT6795_Android_scatter.txt" presente nella cartella "CrackedBoot"; IMPORTANTE: controllate che in SP Flash Tool sia selezionato solo "boot" e che "preloader" sia deselezionato; Avviate il flashing cliccando su "Download" e collegando lo smartphone spento al computer tenendo premuto "VOL-"; al termine del flash riavviate lo smartphone ed avviate l'app per ottenere i permessi di root: terminato il rooting spegnete il device e, seguendo la procedura appena descritta, flashate il file di boot presente nella cartella "OriginalBoot" ricordandovi di fare attenzione a deselezionare la voce "preloader". Fonte: MIUI FORUM
  6. In questo nuovo tutorial andremo a vedere come installare la recovery TWRP 3 sul nostro Xiaomi Redmi 3. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding per Android. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al device. PREREQUISITI Bootloader sbloccato; Driver ADB e Fastboot (trovate la nostra guida rapida qui); Recovery TWRP. Mi PC Suite installato sul computer reperibile a questo indirizzo; PROCEDIMENTO (installazione pulita) Scaricate il file .img della recovery sul vostro computer; attivate il "Debug USB" e "OEM Unlock" sul Redmi 3 e riavviatelo in "fastboot mode": da telefono spento tenete premuti contemporaneamente "VOL-" e il "tasto di accensione" fino all'apparizione del logo fastboot; connettete il device al computer tramite cavetto USB; aprite il prompt dei comandi ed andate nella directory di installazione di "fastboot"; scrivete questo comando per verificare che il device sia riconosciuto via "fastboot": fastboot devices posizionate il file "twrp_rm3.img" nella stessa cartella di fastboot; digitate nel prompt dei comandi questo codice: fastboot flash recovery twrp_rm3.img se avete eseguito tutto correttamente avverrà il flashing della recovery che richiederà pochi secondi; finita la procedura di flashing tenete premuto il tasto di accensione fino a quando non scomparirà il logo "fastboot"; ora tenete premuti i tasti "VOL+" e il tasto di accensione per entrare nella recovery TWRP. Fonte: FORUM MIUI
  7. Se siete alla ricerca di un modo per ottenere l'app Fotocamera presente sullo Xiaomi Mi 4i e trasferirlo sul proprio Redmi Note 2 o Redmi Note 2 Prime, allora fareste bene a seguire questa semplice guida. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni avanzate che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding per Android. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al device. Requisiti Assicuratevi di avere la recovery TWRP installata sul proprio dispositivo Redmi; scaricare la fotocamera CameraMi4i_for_Reno2_by-IP.zip al seguente link. Procedura La procedura per trasferire l'app camera del Mi 4i sul Redmi Note 2 e Redmi Note 2 Prime è davvero semplice poiché basterà effettuare il flash tramite recovery TWRP del file scaricato. Attenzione: sono stati segnalati problemi con le ultime versioni del firmware, il pacchetto è stato testato con ROM 6.3.17 deodexed (xiaomi.eu). Ogni tentativo con ROM più nuove o non deodexed potrebbe portare ad un bootloop. Si consiglia in ogni caso di effettuare un nandroid backup prima di tentare il flash.
  8. Grazie a questo nuovo tutorial vedremo insieme come ottenere i permessi di root sullo Xiaomi Mi Note. Ricordo che le operazioni descritte necessitano competenze nel modding per Android perciò da intendersi solo per un' utenza esperta. GizChina.it non si ritiene responsabile per eventuali danni al dispositivo. PREREQUISITI Driver ADB e Fastboot scaricabili da qui; Mi PC Suite installato sul computer reperibile a questo indirizzo; file immagine della recovery TWRP reperibile qui. SuperSU scaricabile a questo indirizzo. PROCEDIMENTO Copiate il file di SuperSu sulla memoria del dispositivo; riavviate il device in "fastboot mode": da telefono spento tenete premuti contemporaneamente "VOL-" e il "tasto di accensione" fino all'apparizione del logo fastboot; connettete il device al computer tramite cavetto USB; aprite il prompt dei comandi ed andate nella directory di installazione di "fastboot"; scrivete questo comando per verificare che il device sia riconosciuto via "fastboot": fastboot devices posizionate il file "twrp.img" nella stessa cartella di fastboot; digitate nel prompt dei comandi questo codice: fastboot boot twrp.img se avete eseguito tutto correttamente avverrà il booting della recovery; tappate su "Install" e dal file manager che apparirà selezionate il file SuperSu; riavviate per avere il telefono con i permessi di root attivi. Fonte: FORUM MIUI
  9. In questo nuovo tutorial andremo a vedere come installare Xposed Framework v83 sullo Xiaomi Redmi Note 2 avente MIUI 7 sia in versione stabile che china developer. Teniamo a precisare che la guida potrebbe non funzionare per tutti dati i continui aggiornamenti di Xiaomi alle proprie ROM. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding per Android. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al device. PREREQUISITI Recovery TWRP e Permessi di root; librerie Xposed; apk Xposed. PROCEDIMENTO Copiate le librerie Xposed nella memoria del dispositivo; riavviare il device in recovery; (opzionale) effettuate un backup; fate un "tap" su "Install" e selezionate il file appena copiato; finito il flash effettuate un wipe della cache e dalvik cache; riavviate il device; copiate l'apk di Xposed e tramite il file manager della MIUI installatelo; avviate Xposed dalla sia icona nel drawer. BUG L'installazione dei moduli direttamente dall'app Xposed non funziona pertanto dovrete scaricarli ed installarli manualmente andnado sul sito ufficiale. Fonte: FORUM MIUI
  10. Alessio Croce

    Sblocco Bootloader e recovery TWRP

    In questo nuovo tutorial andremo a vedere come eseguire lo sblocco del bootloader dello Xiaomi Mi Pad 2 e successivamente installare la recovery TWRP in modo permanente. IMPORTANTE: Lo sblocco del bootloader porterà alla cancellazione di tutti i dati personali. Consigliamo di effettuare un backup prima di procedere. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. PREREQUISITI Driver ADB e fastboot installabili grazie alla nostra guida; file Immagine della recovery TWRP; permessi di Root ottenibili tranne la nostra guida. PROCEDIMENTO ​Abilitate dal "menu sviluppatori" l' opzione "Debug USB" e "OEM Unlock"; riavviate il device in fastboot mode ed aprite su Windows il "prompt dei comandi"; navigate nella directory "fastboot" e digitate il comando: fastboot OEM unlock diamo la conferma sul Mi Pad 2 per far partire la procedura di sblocco; tramite la nostra precedente guida (che trovate a questo link) eseguite la procedura per ottenere i permessi di Root; installate dal Playstore un file manager che abbia accesso alle partizioni di sistema come ad esempio "Root Browser"; aprite il vostro file manager ed entrate nella partizione "/system"; rinominate il file "recovery-from-boot.p" in "recovery-froom-boot.p.bak" in modo tale da rendere la recovery TWRP permanente; copiate il file "TWRPMIPAD2.img" scaricato in precedenza nella directory di "fastboot" e rinominatelo in "recovery.img"; se avete chiuso il "prompt dei comandi" riapritelo e rinavigate fino alla cartella di "fastboot" e digitate il seguente comando: fastboot flash recovery recovery.img BUG La funzione MTP non funziona. Fonte: MIUI FORUM
  11. In questo tutorial andremo a vedere come verificare l'integrità del proprio dispositivo tramite il tool ufficiale Xiaomi ed attivare il profilo "Performance" in grado di aumentare considerevolmente le prestazioni del nostro device. PREREQUISITI Un computer; connessione ad internet; Mi Verification da installare sullo smartphone. PROCEDIMENTO Avviate "Mi Verification"; una volta avviata l'applicazione tappate su "Turn On Performance Mode" e nella schermata che comparirà selezionate il profilo "Alte Prestazioni"; da adesso potrete cambiare il comportamento della CPU a proprio piacimento andando nel menu della batteria o crearne un profilo personalizzato dall' app "Sicurezza" nel sotto menu "batteria"; per continuare con la verifica del device dall'app cliccate su "Scan e Verify". Verrà chiesto di inquadrare un codice a barre; dal computer andate sul sito " jd.mi.com " ed attendete il caricamento della pagina; con lo smartphone inquadrate il codice che verrà mostrato e in pochi secondi sul computer compariranno tutte le informazioni del nostro device quali IMEI,se è originale, posizione, garanzia e metodo con data di acqusito. Fonte: FORUM MIUI
  12. Ecco una guida pratica per ripristinare il proprio Xiaomi Mi 4 dopo un brick dovuto all'installazione errata della ROM Windows 10 o della MIUI Marshmallow. ATTENZIONE: è doveroso da parte nostra ricordarvi che lo staff di GizChina.it non si assume alcuna responsabilità relativa ad eventuali danni dovuti all'esecuzione delle seguenti indicazioni. Prima di partire, ecco i requisiti per svolgere correttamente l'unbrick dello Xiaomi Mi 4: Ultima versione del tool Mi Flash (attualmente la 20150601). Installatelo seguendo questo thread. ROM fastboot per il Mi 4 reperibile al seguente link. Estrarre la ROM scaricata in una qualunque cartella desiderata. Vi ricordiamo anche che avrete bisogno di questo script per Mi Flash nel caso in cui il blocco è stato causato da un nuovo layout della partizione. Ripristinare lo Xiaomi Mi 4 dopo brick con MIUI Marshmallow Il problema principale del brick nasce quando si utilizza Mi Flash per ripristinare lo smartphone. Infatti, appare il messaggio visualizzato nell'immagine sottostante. Tale messaggio compare per via delle nuove partizioni unite. Originariamente, abbiamo 2 partizioni di sistema di circa 640 MB e due per il modem di circa 60 MB, mentre l'aggiornamento a Marshmallow crea una partizione di sistema da 1.4 GB ed una partizione modem da 120 MB. Con tale schema di partizionamento, lo strumento Mi Flash non riesce a trovare le partizioni richieste e quindi a flashare la ROM correttamente. Il primo passo da seguire è quello di forzare il riavvio del terminale in modalità fastboot. Vi ricordiamo di verificare assolutamente la percentuale residua della batteria per evitare spegnimenti durante la procedura di flash; non importa se siete bloccati su un bootloop o sulla prima schermata dove compare il logo Mi; dopo queste piccole ma importanti verifiche, avviate il programma Mi Flash, collegate lo smartphone al computer e premete a lungo i tasti Power e Volume-, contemporaneamente; a questo punto non lasciate assolutamente il tasto volume- fino a quando il device non passerà nella fastboot mode. Il Mi4 ora si trova nella modalità fastboot e basterà cliccare su Refresh sul tool Mi Flash ottenendo una schermata come questa. In questo modo, il device è correttamente collegato al PC ed è in modalità fastboot pronto per essere ripristinato; nel caso in cui lo Xiaomi Mi 4 non viene riconosciuto oppure lo schermo rimane scuro, basterà riprovare la precedente procedura. Infatti, è possibile anche che lo smartphone sia stato rivelato dal computer ma senza entrare nella fastboot mode; terminato con successo questo step, è il momento di estrarre la fastboot ROM da qualche parte sul proprio computer utilizzando un'app come ad esempio WinRAR; la cartella deve contenere gli stessi file presenti qui sotto. Da notare che la directory della ROM non deve contenere nessun carattere speciale. Per sicurezza, quindi estraete il contenuto nell'unità C:/. Ora che la ROM è stata estratta con successo, è necessario sostituire gli script (.bat nel caso di Windows) con quello scaricato precedentemente (disponibile nella sezione Requisiti). Questo servirà per ritornare al layout delle partizioni di KitKat: flash_all.bat: consente di cancellare tutti i contenuti presenti nella memoria dello smartphone come ad esempio immagini, musica, video e così via; flash_all_except_storage.bat: questo script è consigliabile solo per cancellare app e partizione di sistema. Verranno persi messaggi, applicazioni, cronologia delle chiamate e così via, ma manterrà i vostri dati; flash_all_except_data_and_storage.bat: infine, quest'ultimo non va usato. Consente di effettuare un downgrade della versione di Android che porterebbe a una chiusura forzata delle app. Gli stessi script esistono anche per Linux, ma le loro estensioni sono .sh invece di .bat. Di seguito, tutti gli script che devono essere sostituiti: Proseguendo con la guida, premete su Browse e selezionate la cartella dove avete scompattato la fastboot ROM. Qui sotto troverete un'immagine che permette di verificare se la ROM è stata selezionata correttamente. A questo punto selezionate uno dei seguenti script: flash_all o flash_all_except_storage e cliccate sul pulsante Flash. Ora non dovrete fare altro che attendere che la procedura finisca (ci vorranno un paio di minuti), dopodiché lo smartphone si avvierà e il brick sarà stato corretto. Ripristinare Mi 4 da brick con Windows 10 o ritornare alla MIUI Abbiamo visto che Microsoft ha rilasciato ufficialmente una ROM basata su Windows 10 per Xiaomi Mi 4. Nel caso in cui abbiate flashato Windows 10 sulla variante WCDMA dello smartphone, avete atteso sicuramente ore ed ore per il primo avvio con un device sempre bloccato al logo Mi. Potete perdere assolutamente ogni speranza, poiché il terminale non si avvierà mai. Tenete bene a mente, infatti, che Windows 10 è riservato SOLO per lo Xiaomi Mi 4 LTE e, inoltre, non provatelo ad installare se non siete sicuri di ciò che state facendo. Il primo passo da seguire è quello di portare lo smartphone nella modalità Download. Si tratta sostanzialmente dalla stessa modalità fastboot e può essere avviata tenendo premuto i tasti Power e volume- fino a quando il device non verrà riavviato in maniera forzata. N.B. Nel caso in cui il device si è bloccato per alcuni minuti nella modalità Download mostrando solo un punto esclamativo, basterà aspettare qualche minuto in più per dargli tempo di configurare il tutto. Una volta entrati in tale modalità, è sufficiente premere il pulsante Flash sul tool Mi Flash. In questo caso il dispositivo viene identificato come COM10, quindi viene riconosciuto diversamente questa volta rispetto a quanto visto prima. Da questo punto in poi proseguite con flashare la ROM esattamente come fatto con la MIUI. N.B. Il primo flash potrebbe bloccarsi dopo aver flashato il bootloader, questo avviene poiché il riavvio dello smartphone viene fatto con la porta com 9006. Il numero del dispositivo cambia e lo smartphone non viene più rilevato dal tool Mi Flash. Basterà: chiudere il programma; riaprirlo; premere di nuovo Refresh; selezionare la cartella della ROM; selezionare lo script; cliccare su Flash. Ripristino speciale Può capitare di incorrere in uno Xiaomi Mi 4 completamente bloccato poiché il LED non si accende quando il dispositivo viene collegato a un caricatore da parete oppure al computer. Vengono mostrate alcune unità corrotte e il device vi chiede di formattarle al fine di farli funzionare correttamente. Non fatelo! Innanzitutto, dovrete scaricare il programma QPST disponibile a questo link; estrarre la ROM fastboot; riavviate lo smartphone nella modalità fastboot oppure nella modalità download; premete il pulsante di accensione e il tasto volume-; installate lo strumento QPST; cliccate su "eMMC software download app". A questo punto tappate sul menu a 3 punti e dirigetevi nella cartella dove è presente la fastboot ROM. Da qui dovrete selezionare il file flash.xml e configurare il download come nella foto sottostante. Nel primo punto dovrete verificare che sia spuntato su "Program Boot Loader" e vedere se compare COM10 sotto. Dopodiché, inserite i seguenti nomi: MPRG8974.mbn e 8974_msimage.mbn. Deselezionate "Program MMC device", spuntate su "Execute GPP creation directives", selezionate il percorso della fastboot ROM e premere il pulsante Download. Ora che tutto è stato eseguito correttamente, dovrete avere il messaggio sottostante. Infine, dovrete semplicemente seguire la normale procedura del tool Mi Flash vista in precedenza.
  13. In questo tutorial vi spiegheremo come poter reinstallare la MIUI dopo aver installato Windows 10 su Xiaomi Mi 4. Per maggiori informazioni potete andare all’articolo di riferimento che trovate su Gizchina.it. ATTENZIONE: è doveroso da parte nostra ricordarvi che lo staff di GizChina.it non si assume responsabilità relative ad eventuali danni sul proprio dispositivo dovuti all'esecuzione impropria delle seguenti indicazioni. Downloads: Mi Flash tool: https://drive.google.com/open?id=0B7gB7nYb4jsxMlMwZWVvcFV2SDA platform-tool.zip: https://drive.google.com/open?id=0B7gB7nYb4jsxamxTdjRhMnBwTms ROM: http://en.miui.com/a-234.html Prerequisiti Controllare che il Mi 4 LTE sia completamente carico. Guida Collegare il telefono al PC; nella cartella platform-tool, posizionando il cursore del mouse sullo spazio bianco, premere il tasto shift e cliccare con il tasto destro del mouse in contemporanea per aprire il CMD; inserire: adb reboot edl completato questo passaggio il Mi4 LTE avrà lo schermo nero; avviare MiFlash Tool sul computer, cliccare su Refresh e verificare che il dispositivo venga rivelato dal UI tool; cliccare su Browse, selezionare il pacchetto della ROM di vostro interesse precedentemente scaricata e poi cliccare su fleshed per avviare la procedura; ora il telefono sarà correttamente tornato alla MIUI. Fonte
  14. Alessio Croce

    Installare la custom Recovery TWRP

    Grazie a questo nuovo tutorial vedremo insieme come installare la recovery TWRP in inglese sullo Xiaomi Mi 5. Ricordo che le operazioni descritte necessitano competenze nel modding per Android perciò da intendersi solo per un' utenza esperta. GizChina.it non si ritiene responsabile per eventuali danni al dispositivo. PREREQUISITI Bootloader sbloccato; driver ADB e Fastboot scaricabili da qui; Mi PC Suite installato sul computer reperibile a questo indirizzo; file immagine della recovery TWRP reperibile qui. PROCEDIMENTO Attivate il "Debug USB" sul Mi 5 e riavviatelo in "fastboot mode": da telefono spento tenete premuti contemporaneamente "VOL-" e il "tasto di accensione" fino all'apparizione del logo fastboot; connettete il device al computer tramite cavetto USB; aprite il prompt dei comandi ed andate nella directory di installazione di "fastboot"; scrivete questo comando per verificare che il device sia riconosciuto via "fastboot": fastboot devices posizionate il file "cofface_twrp_recovery_gemini_20160408.img" nella stessa cartella di fastboot; digitate nel prompt dei comandi questo codice: fastboot flash recovery cofface_twrp_recovery_gemini.img se avete eseguito tutto correttamente avverrà il flashing della recovery che richiederà pochi secondi; staccate il device e riavviate in recovery tenendo premuto "VOL+" in fase di boot. TWRP RECOVERY IN INGLESE Scaricate da questo link il tema TWRP che preferite; rinominate il file in "ui.zip" e copiatelo in questo percorso: "/sdcard/(0)/TWRP/theme"; riavviate in recovery ed ammirate il risultato. Fonte: MIUI FORUM
  15. Alessio Croce

    Installare Xposed Framework

    A suo modo il Framework Xposed è stata una vera rivoluzione per il modding nel mondo Android permettendoci di modificare elementi essenziali del sistema senza compromettere i file originali. Oggi vedremo come installare tale Framework sull'ultimo nato di casa Xiaomi. La seguente versione è una modifica all'originale framework di revo89 appositamente realizzata per funzionare sulla MIUI. PREREQUISITI: Bootloader sbloccato; TWRP recovery installata; SuperSU installato. La guida è stata testata su una MIUI 7 stabile versione 7.2.13. PROCEDURA: Installare l'apk del modulo Xposed scaricandolo da questo link; scaricate l'sdk xposed da questo link e copiatelo nella memoria del vostro device; riavviate il Mi5 in recovery; tappate su "Install", selezionate dal file manager il file appena scaricato e fate uno "swipe" su "Install"; riavviate il terminale. Il primo avvio del dispositivo dopo l'installazione del framework richiederà più tempo del normale, perciò abbiate pazienza. IMPORTANTE: La procedura descritta potrebbe portare al brick del terminale. Lo staff di GizChina.it non si ritiene responsabile per eventuali danni. Fonte: MIUI FORUM
  16. In questo tutorial, compatibile solo con i dispositivi con bootloader sbloccato, vi spiegheremo come installare la ROM multilingua fornita da Xiaomi.eu per lo Xiaomi Mi 5. Per maggiori informazioni potete andare all’articolo di riferimento che trovate su Gizchina.it. ATTENZIONE: è doveroso da parte nostra ricordarvi che lo staff di GizChina.it non si assume responsabilità relative ad eventuali danni sul proprio dispositivo dovuti all'esecuzione impropria delle seguenti indicazioni. Downloads: MiFlash: https://www.androidfilehost.com/?fid=24521665358595574 TWRP + boot modificato: https://www.androidfilehost.com/?fid=24499762636006354 ROM Stabile 7.2.13.0 per MiFlash: https://www.androidfilehost.com/?fid=24499762636006350 Stabile 7.2.13.0 per TWRP: https://www.androidfilehost.com/?fid=24499762636006349 6.4.21 per MiFlash: https://www.androidfilehost.com/?fid=24499762636006357 6.4.21 per TWRP: https://www.androidfilehost.com/?fid=24499762636006366 Nuovi aggiornamenti saranno disponibili a questo link solo tramite TWRP e senza wipe dello user data. Prerequisiti Unico prerequisito è lo sblocco del bootloader dello Xiaomi Mi 5. Tenete conto di questo link per poter eseguire lo sblocco. Guida La procedura può essere eseguita in due modi differenti. Metodo 1 Scaricare la ROM per MiFlash; scaricare MiFlash; riavviare in Fastboot premendo i tasti volume su + tasto power; spacchettare il file .zip, selezionare MiFlash con l'opzione flash_all; conclusa l'operazione, riavviare; a questo punto dovrebbe essere installata la ROM Multilingua e TWRP: tenete presente che il primo riavvio può impiegare 10-20 minuti. Metodo 2 Scaricare la ROM per TWRP; scaricare il file .img della TWRP con boot modificato e installate tramite Fastboot fastboot flash recovery recovery.img installare il file boot.img tramite Fastboot fastboot flash boot boot.img riavviare in TWRP premento volume su + tasto power e selezionate il file zip contentente la ROM fastboot boot recovery.img cancellare in TWRP: Data, Cache e Dalvik/ART; riavviare: tenete presente che il primo riavvio può impiegare 10-20 minuti. Fonte
  17. Quando si installa una nuova ROM oppure si fanno altre operazioni di modding può capitare di perdere l'IMEI, ed è per questo che oggi vi mostreremo come ripristinare questo numero di serie sul Redmi Note 2 di Xiaomi. Prerequisiti PC; Redmi Note 2 con root; ES File Explorer installato sul device; Numero di serie IMEI. Guida Per prima cosa, scaricare il Serial number Writing Tools. Una volta scaricato lo strumento per la scrittura, basterà installarlo sul PC, aprirlo e inserire il codice nella sezione IMEI1. Fatto ciò, fare la stessa operazione su IMEI2 e dopodiché cliccare sul pulsante MP0B_001. A questo punto, dovrete cliccare su OK per confermare il completamento dell'operazione. Nella stessa cartella dove è presente il programma, troverete un file chiamato MP0B_001. Dopo aver scaricato e installato ES File Explorer dal Play Store sul proprio Redmi Note 2, dovrete abilitare i permessi di root switchando su Root Explorer. Ora dovrete collegare lo smartphone al computer e copiare il file creato in precedenza sul dispositivo. Copiate infine MP0B_001 nella cartella telefono/dati/NVRAM/md/NVRAM/NVD_IMEI sostituendo quello originale. Fatto ciò, dovrete controllare che tutto sia impostato in questo modo. Dopo aver modificato quanto detto, non dovrete fare altro che riavviare il terminale per vedere le modifiche apportate.
  18. Con l'uscita del Gamepad di Xiaomi in molti si sono chiesti come poter fare per utilizzarlo come normale joystick per i nostri titoli su Windows. Scopriamolo insieme grazie a questo nuovo tutorial. PREREQUISITI Xiaomi Gamepad; Dongle Bluetooth (se il computer è sprovvisto nativamente di un adattatore bluetooth); Xbox360 Controller emulator; Connessione ad internet. PROCEDURA Scaricate l' Xbox360 Controller Emulator dal sito ufficiale facendo attenzione che l' architettura del programma sia corretta in base al gioco. In caso contrario comparirà una finestra avvertendoci di scaricare la versione corretta; Accoppiate il vostro Gamepad con Windows andando in "Impostazioni" , "Dispositivi" , "Bluetooth" e cliccando sulla voce del Joystick. Attendete l'installazione automatica dei driver. Finito vi ritroverete una schermata simile a questa: Estraete l'eseguibile dell'archivio dell'Xbox360 Controller Emulator nella cartella di installazione del gioco ottenendo un risultato simile a questo: Avviate l'Xbox360 Controller Emulator e premete "Create" sulla schermata di errore che comparirà. La schermata è normale e serve solo ad avvertirvi del fatto che manca una libreria alla cartella del gioco per funzionare; La prossima schermata consentirà di scaricare la giusta mappatura, realizzata da noi di GizChina.it, per lo Xiaomi Gamepad. Procedete al download e completate la procedura premendo su "Finish"; Effettuate questa procedura per ogni gioco di cui avete intenzione di usare il Gamepad di Xiaomi. Ricordatevi, prima di avviare il gioco, di far accoppiare il gamepad con il computer. A conferma se avete fatto tutto correttamente ci sarà un suono in fase di avvio del gioco. IMPORTANTE: La guida è stata testata su molti titoli attualmente in commercio e si è rivelata efficace sul 90% dei titoli presi in esame. Pertanto se un gioco non dovesse funzionare è plausibile che non sia compatibile con alcun gamepad. Inoltre vorrei ricordarvi che è molto importante la qualità del vostro connettore bluetooth: più veloce è il dongle minore sarà la latenza ai comandi.
  19. Emanuele C

    Guida ai codename Xiaomi

    A volte la capacità di interpretare gli identificativi delle ROM può rivelarsi davvero utile, sopratutto se questi hanno una struttura fissa come nel caso dei firmware ufficiali rilasciati da Xiaomi. Prima di spiegarvi il significato di questi codici dobbiamo tuttavia ricordare che le ROM MIUI non sono suddivise solo per regione (Cina e Global), ma anche per canale di rilascio (stabile e developer), e che i due canali utilizzano un protocollo diverso per identificare i firmware. Nel caso delle versioni developer, infatti, il codename si riduce alla semplice data di compilazione della ROM. Questa è espressa indicando per prima l'ultima cifra dell'anno, ed a seguire il mese ed il giorno: la sigla 6.4.7, ad esempio, indica che il rilascio è avvenuto il 7 aprile 2016. Se osserviamo il nome in codice di una ROM stable, ad esempio V7.2.4.0 MAAMIDC, possiamo invece trovare nascoste molte più informazioni. Il primo numero indica la versione della MIUI, mentre le cifre a seguire crescono progressivamente ogni release e servono ad ordinare cronologicamente le ROM. Passando alle lettere, poi, la prima corrisponde alla versione di Android (L per Lollipop, M per Marshmallow...), e le due seguenti identificano il device per cui è pensato il firmware (in questo caso Mi 5). Seguono infine le lettere che identificano la regione, che sono CN per la versione cinese o MI per quella internazionale. Le lettere restanti, per concludere, non sembrano avere un significato preciso. Il colosso cinese, comunque, non assegna dei codici solo alla parte software, ma anche a quella hardware. Dopo avervi spiegato come interpretare i codename delle ROM, dunque, crediamo sia giusto mostrarvi la tabella (in continuo aggiornamento) che associa ad ogni device Xiaomi il rispettivo nome in codice. In questo caso non sembrano esserci regole particolari, ed anche l'ambito tematico da cui sono tratti i codename varia senza apparente filo logico: si passa dalle sigle alfanumeriche ai segni zodiacali, passando da noti brand del lusso e altrettanto note bevande. Il nostro consiglio, in questo caso, è quindi semplicemente quello di memorizzare il codice relativo al dispositivo posseduto in modo da rendere più agevole la comprensione dei forum e dei tutorial. Ricordiamo, per concludere, che lo staff di GizChina.it non si assume alcuna responsabilità per eventuali danni ai vostri terminali attribuibili ad eventuali procedure di modding. Speriamo che queste informazioni vi siano state utili, buon flash e buon divertimento!
  20. Un saluto a tutti i lettori del forum di GizChina.it! Oggi sono qui per mostravi una semplice guida generalizzata su come installare su tutti i vostri dispositivi Xiaomi le ROM MIUI ufficiali. Potrete trovare tutte le descrizioni e premesse nell'articolo sul nostro sito GizChina.it, reperibile al seguente link. In primo luogo vogliamo ringraziare gli sviluppatori del forum ufficiale di Xiaomi. ATTENZIONE: è doveroso da parte nostra ricordarvi che lo staff di GizChina.it non si assume responsabilità relative ad eventuali danni sul proprio dispositivo dovuti all'esecuzione impropria delle seguenti indicazioni. Prerequisiti: effettuare un backup dei dati; device carico almeno al 80%; Pc con Windows. Esistono 3 modi per effettuare gli updates: System update; Recovery update; Fastboot update; Le prime due vie per effettuare gli updates hanno un fattore in comune, scaricare le ROM che si vogliono installare, seguendo questo link. Detto questo passiamo in analisi del primo modo, System update: Spostate la ROM sul desktop del vostro PC per comodità; connettete il device al PC utilizzando il cavetto USB; una volta che lo smartphone viene rilevato, spostate la ROM scaricata all'interno della cartella "downloaded_rom" presente nello storage interno; dal vostro device lanciate l'app "updater". A questo punto avete due vie da seguire, in base alla ROM che già possedete. La prima possibilità è che abbiate MIUI 6, perciò dovrete seguire questi passaggi: Cliccate l'icona ‘…’, posta in alto a destra della schermata "updates"; selezionate "Choose update package"; selezionate la ROM che avete posto precedentemente nella cartella "downloaded_rom". La secondo possibilità è che abbiate MIUI 5 e dovrete seguire i seguenti passaggi: Cliccate il bottone Menù; selezionate "Choose update package"; selezionate la ROM che avete posto precedentemente nella cartella "downloaded_rom". In entrambi i casi avverrà l'update ed il device si riavvierà con la versione desiderata della ROM. Ora passeremo in analisi al secondo modo, Recovery update: Prendere la ROM che avete scaricato precedentemente e copiatela sul desktop; rinominatela "update.zip"; collegare il device al PC ed aspettate che venga riconosciuto; copiare "update.zip" all'interno del vostro dispositivo, nella schermata principale e NON all'interno di alcuna cartella; avviare il device in modalità recovery, ci sono 2 modi (se sapete già come fare passate al punto 8); metodo 1: lanciate l'app "Updater" dal vostro device, cliccate l'icona con i 3 punti "…" posta in alto a destra, e selezionate "Reboot to Recovery mode"; metodo 2: spegnete il device e premete contemporaneamente il tasto volume + e Power; in modalità recovery ci si può muovere usando i tasti del volume ed il tasto power per confermare; potrete scegliere il linguaggio da utilizzare: selezionate "Install update.zip to System One" e confermate; attendete il compimento dell'installazione; riavviate il device selezionando "Reboot to System One"; lo smartphone si riavvierà con la nuova ROM. In fine analizzeremo il terzo modo di installare la ROM, Fastboot update: Nota: dobbiamo precisare che la ROM da scaricare in questo caso è diversa, fa parte di un elenco che va pian piano ad aggiornarsi, presente al seguente link. Scaricate il MIUI ROM Flashing Tool; assicuratevi che la ROM che avete scaricato precedentemente abbia il suffisso .tgz; accendete il device premendo contemporaneamente il tasto volume - e Power per entrare in modalità Fastboot; collegate il vostro dispositivo al PC; decomprimete la ROM in una cartella sul desktop e copiatene l'indirizzo di locazione (assicuratevi che il percorso non contenga spazi) ; estraete il file MIUI ROM Flashing Tool ed installarlo; aprite MiFlash.exe; insere l'indirizzo di locazione della cartella che contiene la ROM, all'interno del rettangolo blu; cliccate sul tasto nel rettangolo giallo, in questo modo il tool rileverà il vostro telefono; cliccate sul tasto nel rettangolo rosso per procedere all'installazione della ROM; attendete il completamento dell'operazione; successivamente il device si riavvierà con la nuova ROM. Ci teniamo a preceisare che la validità di un metodo sull'altro va assolutamente secondo la vostra discrezione. Dovrete valutare voi quale via scegliere a seconda del vostro caso. Ne approfitto a ringraziarVi per la vostra attenzione e vi invito, inoltre, a passare sul nostro portale GizChina.it, ma anche nel portale gemello Gizblog.it, dove potrete essere informati su notizie che riguardano il mondo della tecnologia a 360 gradi. Vi aspettiamo! Per eventuali domande e perplessità resto a vostra completa disposizione. Un saluto. Cosimo Rizzo Fonte: MIUI.com
  21. Un saluto a tutti i lettori del forum di GizChina.it! Oggi vi mostriamo una guida passo-passo che vi consentirà di sbloccare il bootloader del vostro Xiaomi Mi 4S anche senza codice di verifica e di installare una ROM multilingua. Potrete trovare tutte le descrizioni e premesse nell'articolo sul nostro sito GizChina.it, reperibile al seguente link. In primo luogo, è doveroso ringraziare GizChina.com, che è ha pubblicato una guida chiara e comprensibile per chi ha un minimo di attitudine al modding. ATTENZIONE: prima di addentrarvi in questa operazione, vi raccomandiamo di prestare molta attenzione, in quanto seguire la procedura in maniera errata potrebbe risultare molto dannoso per il vostro smartphone. Inoltre, è doveroso ricordare che lo staff di GizChina.it non si assume responsabilità relative ad eventuali danni sul proprio dispositivo dovuti allo sblocco del bootloader. Veniamo ora, dunque, alla guida completa. Prerequisiti: Un computer con Windows a 64 bit. Alcune delle operazioni, effettuate su piattaforma Windows a 32 bit, potranno condurre a messaggi di errore. Prima di iniziare a seguire la guida passo-passo, ricordarsi di effettuare un backup e di avere il telefono con abbastanza carica residua. Scaricare ed installare MiFlash da questo link. Scaricare e decomprimere la ROM e i tool necessari allo sblocco a questo indirizzo. Guida: Spegnete il vostro Mi 4S ed avviatelo in "fastboot mode" (tenendo premuti, durante il riavvio, il tasto "Power" e "Volume -" fino a quando non vedrete il coniglio della MIUI e la scritta "FASTBOOT" e collegate il telefono al PC; dalla cartella decompressa, aprite il file "Mi4S EDL.cmd", ora il vostro telefono entrerà in "download mode" e il LED di notifica comincerà a pulsare in rosso; controllate di aver installato i driver Qualcomm HS-USB QDLoader 9008 (nel caso non l'aveste già fatto, li trovate nella directory di MiFlash: C:\Program Files(x86)\Xiaomi\MiPhone\Qualcomm\Driver\); aprire MiFlash per installare l'immagine della ROM precedentemente scaricata e decompressa, selezionandone la cartella da "Browse", cliccando su "Refresh" e, una volta comparsovi "COMMXX" (dove XX rappresenta il numero della porta USB alla quale è connesso il telefono) nella tabella "Device", cliccate "Flash"; avviate il dispositivo al termine dell'installazione, premendo il tasto di accensione fino alla vibrazione, questo riavvio potrebbe richiedere fino a 10 minuti; ora avrete il vostro Mi 4S con il bootloader sbloccato e la ROM multilingua; nel caso vogliate installare la recovery TWRP, riavviate in "fastboot mode" (seguendo il punto 1) e, dalla cartella decompressa, aprite il file "Mi4S TWRP.cmd"! Fonte: GizChina.com
  22. Un saluto a tutti i lettori del forum di GizChina.it! Oggi sono qui per mostravi una semplice guida passo-passo, su come rendere la StatusBar del vostro device XIAOMI con ROM MIUI 7, in stile iOS, centrando l'orologio. Potrete trovare tutte le descrizioni e premesse nell'articolo sul nostro sito GizChina.it, reperibile al seguente link. In primo luogo vogliamo ringraziare lo sviluppatore handam000 del forum ufficiale di Xiaomi. ATTENZIONE: è doveroso da parte nostra ricordarvi che lo staff di GizChina.it non si assume responsabilità relative ad eventuali danni sul proprio dispositivo dovuti dall’installazione della suddetta MOD. Detto questo elenchiamo di seguito i passaggi relativi all'installazione: Scaricate il formato .zip dal seguente link; selezionate il vostro tipo di device dall'elenco e premete sul tasto download; copiate il file scaricato all'interno del vostro device; spegnete il dispositivo e riavviatelo in modalità recovery (sarà necessario installare una custom recovery); flashate il file .zip che avete precedentemente copiato nel vostro device; riavviate il device; finito! Avete installato correttamente la MOD per centrare l'orologio sulla StatusBar della MIUI 7. Di seguito alcuni screenshot della MOD: Ne approfitto a ringraziarVi per la vostra attenzione e vi invito, se volete rimanere aggiornati su tutte le news di tecnologia mobile orientale, a visitare il sito GizChina.it! Altrimenti potete passare sul nostro nuovo sito Gizblog.it, dove potrete essere informati su notizie che riguardano il mondo della tecnologia a 360 gradi. Per eventuali domande e perplessità resto a vostra completa disposizione. Un saluto. Cosimo Rizzo Fonte: Forum MIUI.com
  23. Un saluto a tutti i lettori del forum di GizChina.it! Oggi sono qui per mostravi una semplice guida passo-passo, su come installare Xposed Framework su ROM MIUI 7 basata su Marshmallow. Potrete trovare tutte le descrizioni e premesse nell'articolo sul nostro sito GizChina.it, reperibile al seguente link. In primo luogo vogliamo ringraziare gli sviluppatori rovo89 e luxinphp del forum ufficiale di Xiaomi. ATTENZIONE: è doveroso da parte nostra ricordarvi che lo staff di GizChina.it non si assume responsabilità relative ad eventuali danni sul proprio dispositivo dovuti dall’installazione dei moduli Xposed Framework. Ecco qui i passaggi di installazione: Il primo passo è quello di scaricare il file in allegato a questo link; copiarlo sul vostro device (N.B. sarà prima necessario effettuare il login con il vostro account MIUI sul forum); spegnete il vostro device ed avviatelo in modalita recovery; andare nella custom recovery TWRP ed installare il file precedentemente copiato sul vostro device; successivamente dovrete effettuare un wipe della cache normale e della dalvik cache nel menù apposito sito nella recovery; riavviate il device; installate successivamente l’APK scaricabile al seguente link; avrete così terminato l’installazione degli Xposed Framework sulla vostra ROM MIUI 7 basata su Marshmallow. Ecco a voi di seguito uno screen relativo all'avvenuta installazione di Xposed Framework: Ne approfitto a ringraziarVi per la vostra attenzione e vi invito, se volete rimanere aggiornati su tutte le news di tecnologia mobile orientale, a visitare il sito GizChina.it! Altrimenti potete passare sul nostro nuovo sito Gizblog.it, dove potrete essere informati su notizie che riguardano il mondo della tecnologia a 360 gradi. Per eventuali domande e perplessità resto a vostra completa disposizione. Un saluto. Cosimo Rizzo Fonte: Forum MIUI.com
  24. Ciao Ragazzi, Vi scrivo brevemente il modo più semplice per installare la recovery TWRP sul nostro mi4 1) Scaricare la TWRP https://mega.nz/#!2wp3HRAD!efcm9tyaWnz93lEuzU4yJwK0EwHA2m4xgK2RqBfBMGY caricarla nella memoria del nostro terminale 2) Scaricare l'applicazione Flashfy dal Playstore 3) Abilitare il programma ai permessi di root andando nell'applicazione Sicurezza-->Permessi 4) Aprire l'applicazione scaricata, selezionare "Recovery image"-->"Choose a file"-->Il file della della TWRP caricato nella memoria del telefono 5) Premete "Yup!" 6) Il telefono si riavvierà con la Recovery modificata Per tornare alla recovery originale usare questo file ed effettuare la stessa procedura
×