Vai al contenuto

Cerca nel Forum

Showing results for tags 'SuperSU'.



More search options

  • Search By Tags

    Tag separati da virgole.
  • Search By Author

Tipo di contenuto


Forums

  • Primi passi
    • Presentazioni
    • Comunicazioni dallo Staff
    • Suggerimenti & Proposte
  • Smartphone
    • Nubia
    • Xiaomi
    • Lenovo
    • Huawei
    • LeTV / LeEco
    • OnePlus
    • 360
    • Oppo
    • Smartisan
    • Meizu
    • ASUS
    • Vivo
    • Altri Brand
  • SmartWatch e domotica
    • Xiaomi - Huami Amazfit
    • Home, Assistant e Wear OS By Google
    • Altri Brand
  • Tablet e Ultrabook
    • Chuwi
    • Cube
    • Huawei
    • Onda
    • Pipo
    • Teclast
    • Xiaomi
    • Altri Brand Tablet
  • Stampa 3D
    • Discussioni generali
    • Stampanti 3D
  • Teardown
    • I Nostri Teardown
  • Sistemi Operativi
    • Android
    • Microsoft
    • Ubuntu Linux
    • Leaked ROM
  • Off Topic
    • Discussioni Android
  • Mercatino
    • VENDO
    • COMPRO
    • SCAMBIO
  • Store
    • Codici sconto

Find results in...

Find results that contain...


Data di creazione

  • Start

    End


Ultimo Aggiornamento

  • Start

    End


Filter by number of...

Iscritto

  • Start

    End


Gruppo


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Città 


Interessi


Smartphone in uso

Trovato 11 risultati

  1. Anche nubia M2 Lite si appresta ad entrare nel novero dei device supportati dal nostro progetto GizROM. Per installare la nostra ROM custom è tuttavia necessaria la recovery TWRP: in questa guida vi mostreremo dunque come sbloccare il bootloader, installare la nota recovery custom e ottenere i permessi di root tramite il flash di SuperSU. Prerequisiti nubia M2 Lite con batteria carica almeno al 70%; effettuare un backup di tutti i dati; PC Windows e cavo USB; pacchetto GizFlasher; ultimo pacchetto zip SuperSU. Procedura IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Andare su "Impostazioni -> Informazioni sul dispositivo" eseguire tap ripetuti su "Numero build" per sbloccare la modalità sviluppatori; entrare in "Opzioni sviluppatore" e abilitare il debug USB e "Sblocco OEM"; scaricare ed estrarre lo zip di GizFlasher sul PC; avviare autorun.exe e dare "yes" ad ogni domanda (non necessario se avete già adb e fastboot installati system-wide); doppio click su "GizFlasher.bat"; digitare 1 e dare invio per sbloccare il bootloader (dare conferma sul telefono premendo il tasto Volume + se richiesto); attendere il riavvio del telefono; digitare 2 e dare invio per installare la TWRP; il telefono si riavvierà con la nota recovery custom. Attenzione: la TWRP ha qualche bug, per avviarla da telefono spento è necessario: premere contemporaneamente e a lungo i tasti Volume + e power, comparirà una lista di opzioni; selezionare recovery utilizzando Volume +; confermare utilizzando Volume -; la TWRP si avvierà ma il display sarà completamente nero, premere a turno i tre tasti (Volume e power) per accenderlo. La funzione "riavvia" dopo il flash di un file zip è buggata, non utilizzatela! Si consiglia di tornare al menù principale della TWRP, spegnere il dispositivo e riavviarlo manualmente. Ottenere i permessi di root (opzionale) Copiare lo zip di SuperSU sul telefono; spegnere il device; riavviare in recovery; installare lo zip e riavviare. Fonte
  2. Alessio Croce

    Sostituire Kingroot con SuperSU

    Molto spesso, soprattutto sui terminali cinesi, per ottenere i permessi di root si ha l'obbligo di ricorrere al tool Kingroot. Il tool in questione con un semplice tap riesce a far ottenere i permessi di root ad un numero considerevole di terminali. Il punto è che il tool "inietta" molti file nella cartella "system" del dispositivo di dubbia provenienza. Attualmente non è stato riscontrato nessun problema o testimonianza riguardo la "pericolosità" di tali files. In ogni caso per i piu scettici ecco a voi la proceda per cambiare Kingroot con i più sicuro SuperSU ed eliminarne ogni traccia dal telefono. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo ad utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding per Android. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al device. PREREQUISITI SuperSU Replacer; Emulatore Terminale. PROCEDIMENTO Installate dal Playstore l'emulatore terminale; scompattate il pacchetto SuperSU Replacer e copiate la cartella "mrw" sulla memoria del telefono facendo attenzione che contenga 4 files al suo interno; aprite l'emulatore terminale e digitate: su concedete l'accesso al root; digitate: sh /sdcard/mrw/root.sh confermate il comando ed attendete il termine della procedura; potrebbe comparire un messaggio di errore al termine della procedura; chiudetelo ed aprite SuperSU manualmente; aggiornate i binari SuperSU con la procedura normale e riavviate per terminare la procedura. Fonte: W0LFDROID
  3. Emanuele C

    Huawei Mate S: TWRP 3.0.2 e root

    L'installazione della TWRP rappresenta un passaggio fondamentale per il modding di qualsiasi device Android e, da qualche tempo, per Huawei Mate S esiste la nuova versione 3.0.2 della nota recovery custom. In questa guida vi mostreremo come eseguire il flash sfruttando, come da tradizione, un comodo file .bat in grado di automatizzare tutte le operazioni da adb e fastboot. Prerequisiti Huawei Mate S con almeno il 70% di batteria; bootloader sbloccato (potete seguire questa guida); PC Windows e cavo USB; pacchetto SuperSu; pacchetto GizFlasher. Procedura IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Flash recovery Andare su "Impostazioni-> Informazioni telefono" ed effettuare tap ripetuti sul Numero di Build per abilitare la modalità sviluppatore; tornare sulla schermata "Altro" delle impostazioni, dovrebbe essere presente la voce "Opzioni sviluppatore"; entrare in "Opzioni sviluppatore" ed abilitare il debug USB e lo sblocco OEM; scaricare ed estrarre il tool sul PC; avviare autorun.zip ed eseguire l'installazione (saltare questo passaggio se adb e fastboot sono giù installati system wide sul PC); con telefono acceso collegato al computer, eseguire "GizFlasher.bat" presente nella cartella del pacchetto (in caso di problemi provare con e senza modalità amministratore); se richiesto, accettare dal telefono la connessione adb; selezionare 1 per eseguire il flash della TWRP. Root con SuperSU Copiare il pacchetto SuperSU sul telefono; riavviare in TWRP (da telefono spento premere contemporaneamente e a lungo i tasti power e Volume + con il cavo USB non connesso); tap su installa; selezionare il pacchetto copiato in precedenza; riavviare; il telefono si riavvierà un paio di volte, attendere; tra le app sarà adesso presente SuperSU.
  4. Emanuele C

    Honor 6C: TWRP e root

    L'installazione della TWRP rappresenta un passo fondamentale verso il modding anche per i device Android di fascia medio-bassa come Honor 6C. In questa guida vi mostreremo come eseguire il flash della nota recovery custom sfruttando, come da tradizione, un comodo file .bat in grado di automatizzare tutte le operazioni da riga di comando. Prerequisiti Huawei Honor 6C con almeno il 70% di batteria; backup dei dati effettuato; bootloader sbloccato (potete seguire questa guida); PC Windows e cavo USB; pacchetto SuperSu; pacchetto GizFlasher. Procedura IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Flash recovery Andare su "Impostazioni-> Informazioni telefono" ed effettuare tap ripetuti sul Numero di Build per abilitare la modalità sviluppatore; tornare sulla schermata "Altro" delle impostazioni, dovrebbe essere presente la voce "Opzioni sviluppatore"; entrare in "Opzioni sviluppatore" ed abilitare il debug USB e lo sblocco OEM; scaricare ed estrarre il tool sul PC; avviare autorun.zip ed eseguire l'installazione (saltare questo passaggio se adb e fastboot sono giù installati system wide sul PC); con telefono acceso collegato al computer, eseguire "GizFlasher.bat" presente nella cartella del pacchetto (in caso di problemi provare con e senza modalità amministratore); se richiesto, accettare dal telefono la connessione adb; selezionare 1 per eseguire il flash della TWRP. Root con SuperSU Copiare il pacchetto SuperSU sul telefono; riavviare in TWRP (da telefono spento premere contemporaneamente e a lungo i tasti power e Volume + con il cavo USB non connesso); tap su installa; selezionare il pacchetto copiato in precedenza; riavviare; il telefono si riavvierà un paio di volte, attendere; tra le app sarà adesso presente SuperSU. Fonte
  5. Vivo non è tradizionalmente un brand vicino alle necessità del mondo del modding, ma per Vivo V3 la community ha trovato una procedura per effettuare lo sblocco del bootloader, l'installazione della nota custom recovery TWRP e per ottenere i permessi di root. Ecco la guida completa! Prerequisiti Vivo V3 (guida non compatibile con V3 Max) con almeno il 70% di batteria; PC Windows e cavo USB; pacchetto GizFlasher; ultimo pacchetto zip SuperSU. Procedura IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Sblocco bootloader e flash recovery Andare su "Impostazioni-> Informazioni telefono" ed effettuare tap ripetuti sul Numero di Build per abilitare la modalità sviluppatore; tornare sulla schermata "Altro" delle impostazioni, dovrebbe essere presente la voce "Opzioni sviluppatore"; entrare in "Opzioni sviluppatore" ed abilitare il debug USB e lo sblocco OEM; scaricare ed installare i driver Vivo; scaricare ed estrarre il tool sul PC; avviare autorun.zip ed eseguire l'installazione (saltare questo passaggio se adb e fastboot sono giù installati system wide sul PC); con telefono acceso collegato al computer, eseguire "GizFlasher.bat" presente nella cartella del pacchetto (in caso di problemi provare con e senza modalità amministratore); se richiesto, accettare dal telefono la connessione adb; selezionare 1 per sbloccare il bootloader; confermare lo sblocco dal telefono premendo i tasti volume e quello power; riavviare il device; selezionare 2 per eseguire il flash della TWRP o 4 per ripristinare la recovery stock. Root (opzionale) Copiare il pacchetto SuperSU sulla memoria esterna del telefono; riavviare in TWRP (da telefono spento premere contemporaneamente e a lungo il tasto power e quelli Volume + e - con il cavo USB non connesso); tap su installa; selezionare il pacchetto copiato in precedenza; effettuare un wipe dalvik e cache; riavviare; tra le app sarà adesso presente SuperSU e il telefono vi garantirà i permessi di root.
  6. La serie P di Huawei è ormai diventata un punto di riferimento nel mondo mobile, e non sorprende quindi che per P10 e P10 Plus siano già state sviluppate le relative recovery TWRP. Grazie a queste recovery custom, lo ricordiamo, è possibile installare tutte le mod più comuni (ad esempio Xposed o Viper4Android) e ottenere i permessi di root. Per effettuare la procedura di flash della TWRP è necessario, come da abitudine, il bootloader sbloccato. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prerequisiti Huawei P10 o P10 Plus; bootloader sbloccato; cavo USB; adb e fastboot installati sul PC; pacchetto GizFlasher; SuperRoot_noverity_nocrypt; phh’s SuperUser.apk. Procedura Scaricare ed estrarre sul PC il pacchetto GizFlasher; copiare “SuperRoot_noverity_nocrypt.zip” sul telefono; andare su "Impostazioni -> Informazioni sul dispositivo" eseguire tap ripetuti su "Numero build" per sbloccare la modalità sviluppatori; entrare in "Opzioni sviluppatore" e abilitare il debug USB e "Sblocco OEM"; avviare DriverSetup.exe e concedere i permessi richiesti; avviare GizFlasher.bat; digitare 1 per Huawei P10 o 3 per P10 Plus e attendere il flash della TWRP; il telefono si riavvierà in recovery, impostare la lingua; mantenere system in read only; installare lo zip di SuperRoot; riavviare il telefono senza installare l'app di TWRP; installare il SuperUser dal Play store; in alternativa abilitare le origini sconosciute dalle impostazioni di sicurezza, scaricare “phh’s SuperUser.apk” e installarlo dal gestore file. Fonte
  7. Dopo avervi mostrato tutti i metodi attualmente funzionanti per sbloccare il bootloader su ASUS ZenFone 3, in questa guida vi mostreremo come installare una recovery TWRP e ottenere i permessi di root sulla ROM stock nougat. Prerequisiti Asus ZenFone 3 con bootloader sbloccato e carico almeno al 70%; PC e cavo USB; pacchetto TWRP e root. Procedura IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Andare su "Impostazioni-> Informazioni telefono" ed effettuare tap ripetuti sul Numero di Build per abilitare la modalità sviluppatore; tornare sulla schermata "Altro" delle impostazioni, dovrebbe essere presente la voce "Opzioni sviluppatore"; entrare in "Opzioni sviluppatore" ed abilitare il debug USB e lo sblocco OEM; scaricare ed estrarre il tool sul PC; avviare autorun.zip ed eseguire l'installazione (saltare questo passaggio se adb e fastboot sono giù installati system wide sul PC); con telefono acceso collegato al computer, eseguire "GizFlasher.bat" presente nella cartella del pacchetto (in caso di problemi provare con e senza modalità amministratore); se richiesto, accettare dal telefono la connessione adb; selezionare 1 per il modello XE552KL, 2 per il modello ZE520KL; il telefono si riavvierà in recovery, copiare i file presenti nella cartella "root" del pacchetto scaricato dai prerequisiti; tap su install; selezionare "no-verity-opt-encrypt-5.1.Zip" ed installarlo; riavviare; spegnere il device e riavviarlo in TWRP; tap su install e selezionare "rooted.zip"; tap su "add more" e selezionare "SR3-SuperSU-v2.79-SR3-20170114223742"; tap su "add more" e selezionare "UPDATE-Busybox.Installer.v1.24.2-ALL-signed"; swipe per installare i tre file; riavviare il device.
  8. L'installazione di una recovery custom come la TWRP rappresenta un passaggio fondamentale per il modding di qualsiasi device Android, e Honor 8 Pro non fa certo eccezione. In questa guida vi mostreremo come eseguire il flash della TWRP 3.1.1 sulla versione DUK-L09 del device prodotto dal sub brand di Huawei sfruttando, come da tradizione, un comodo file .bat in grado di automatizzare tutte le operazioni da adb e fastboot. Prerequisiti Honor 8 Pro con almeno il 70% di batteria; bootloader sbloccato (potete seguire questa guida); PC Windows e cavo USB; phh SuperSu; pacchetto GizFlasher. Procedura IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Flash recovery Andare su "Impostazioni-> Informazioni telefono" ed effettuare tap ripetuti sul Numero di Build per abilitare la modalità sviluppatore; tornare sulla schermata "Altro" delle impostazioni, dovrebbe essere presente la voce "Opzioni sviluppatore"; entrare in "Opzioni sviluppatore" ed abilitare il debug USB e lo sblocco OEM; scaricare ed estrarre il tool sul PC; avviare autorun.zip ed eseguire l'installazione (saltare questo passaggio se adb e fastboot sono giù installati system wide sul PC); con telefono acceso collegato al computer, eseguire "GizFlasher.bat" presente nella cartella del pacchetto (in caso di problemi provare con e senza modalità amministratore); se richiesto, accettare dal telefono la connessione adb; selezionare 1 per eseguire il flash della TWRP. Root (opzionale) Copiare il pacchetto Phh SuperSU sul telefono; riavviare in TWRP (premere contemporaneamente e a lungo i tasti power e Volume +); tap su installa; selezionare il pacchetto copiato in precedenza; dopo l'installazione andare su Pulisci e pulire la partizione Dalvik; riavviare; installare phh Superuser dal play store.
  9. Emanuele C

    OnePlus 5: TWRP e root

    OnePlus in questi anni si è dimostrata sempre molto vicina alle ragioni del modding e non sorprende, di conseguenza, che pochi giorni dopo il rilascio dell'ultimo "flagship killer" OnePlus 5 siano già disponibili diverse procedure per installare la recovery TWRP e ottenere i permessi di root su questo device. Chi preferisce ottenere questi due risultati in modo quasi del tutto automatico tramite una pratica interfaccia grafica può infatti utilizzare il tool sviluppato da Mauronofrio, mentre gli amanti della riga di comando possono seguire la via manuale delineata in questa guida. Prerequisiti ADB e Fastboot installati systemwide sul PC; OnePlus 5; un backup dei dati; cavo USB; zip SuperSU; immagine recovery TWRP. Procedura IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Attenzione: non effettuare il ripristino di Nandroid backup con versione di TWRP utilizzata in questa guida! Rischio bootloop! Sblocco Bootloader Abilitare il Debug USB e lo sblocco OEM dalle Opzioni sviluppatore, rese visibili effettuando tap ripetuti sulla voce build number presente tra le informazioni sul dispositivo nelle impostazioni; collegare il telefono al PC; aprire una finestra di comando; dare il comando: adb reboot bootloader e verificare l'eventuale richiesta di conferme sul display dello smartphone (in tal caso acconsentire e procedere al passo successivo); dare il comando fastboot oem unlock e attendere il riavvio del device. Attenzione: questa operazione cancellerà tutti i dati presenti sul telefono! Flash TWRP (necessita di bootloader sbloccato) Assicurarsi che Debug USB e Sblocco OEM siano attivi; scaricare la recovery TWRP; aprire la cartella la cartella in cui è presente la TWRP appena scaricata e, tenendo premuto il tasto SHIFT della tastiera, premere col pulsante destro del mouse in un qualsiasi punto vuoto della cartella; dal menu a tendina selezionare la voce "Apri finestra di comando qui"; dare il comando: adb reboot bootloader e verificare l'eventuale richiesta di conferme sul display dello smartphone (in tal caso acconsentire e procedere al passo successivo); connettere lo smartphone al computer e digitare i comandi (dare invio ad ogni riga): fastboot flash recovery twrp-3.1.1.img fastboot reboot per installare la TWRP e riavviare il device. Root Scaricare e copiare nella memoria del telefono il file di SuperSu; riavviare in recovery TWRP (premere Power e Volume + per 5-10 secondi da telefono spento); fare un tap su "install" e, dal file manager, selezionare il file di SuperSU copiato precedentemente; dare uno swipe su "Install" per far partire l'installazione; al termine riavviare lo smartphone per completare la procedura. Fonte
  10. Alessio Croce

    Mi Pad 2: guida al ROOT funzionante

    In questo nuovo tutorial andremo a vedere un metodo funzionante su come ottenere i permessi di ROOT sullo Xiaomi Mi Pad 2. PREREQUISITI Xiaomi Mi Pad 2; ADB funzionante (seguite questa nostra guida) pacchetto ROOT. PROCEDIMENTO Attivare il "Debug USB" dalle "opzioni sviluppatore"; scaricare il pacchetto .rar e scompattarlo; collegate il tablet al computer; posizionate il file "root.bat" all'interno della cartella di ADB, avviatelo e seguite le istruzioni. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding per Android. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al device. Fonte: FORUM MIUI
  11. INFORMAZIONI AGGIUNTIVE: Ottenere i permessi di ROOT IMPEDIRA' la ricezione di futuri aggiornamenti OTA perché questi richiedono un sistema senza modifiche. Pertanto si consiglia di verificare la presenza di eventuali aggiornamenti PRIMA di eseguire questa guida. Ad ogni modo esiste una soluzione: Effettuare il boot da recovery TWRP come mostrato nello step 3E più avanti ma NON EFFETTUATE nessun flash (3D); ora fate un backup completo della vostra ROM senza ROOT; finito il backup procedete con il flash di SuperSU. Quando verrà rilasciato un nuovo OTA dovrete: Effettuare il boot da recovery TWRP SENZA EFFETTUARE nessun flash; ripristinare il backup della vostra ROM senza ROOT effettuato in precedenza; applicare l'aggiornamento OTA da recovery stock; fare un nuovo backup della ROM aggiornata e rieseguire la procedura per l'ottenimento dei permessi. IMPORTANTE: Effettuando questa operazione si andrà a perdere ogni documento, foto, modifica o applicazione installata dopo il backup. --------------------------------------------------- Disclaimer: l'ottenimento dei permessi di ROOT non invaliderà la garanzia, anche se operazioni che potrebbero danneggiare i componenti hardware (overclocking o un hardbrick del device) lo farà. Lo staff di Gizchina.it non si assume nessuna responsabilità per eventuali danni al proprio device pertanto si SCONSIGLIA a chi poco pratico di effettuare tali operazioni, salvo essere pienamente coscienti di cosa potrebbe succedere eseguendo in modo sbagliato tali operazioni. PRIMA DI INIZIARE 1. Assicurarsi che la batteria del device non sia sotto il 50%; 2. assicurarsi che il device ed il computer comunichino correttamente; 3. Sapere come accedere alla modalita FastBoot del OnePlus X. OTTENERE I PERMESSI DI ROOT Ottenere i permessi di ROOT richiede essenzialmente solo quattro operazioni: Backup; sblocco del bootoloader; flash della custom recovery TWRP; flash del file SuperSU.zip. 1. Effettuare un backup: Effettuare un Backup prima di iniziare perchè lo sblocco del bootloader comporta un reset del device ai dati di fabbrica con conseguente perdita di tutti i file personali o applicazioni; 2. sbloccare il bootloader: 2a. Andare in Opzioni sviluppatore ed attivare l'opzione "Sblocco bootloader"; 2b. entrare in Fastboot Mode come spiegato in precedenza; 2c. attaccare il cavetto USB al computer ed al telefono; 2d. verificare che il computer ed il telefono comunichino da Prompt dei comandi con il comando: fastboot devices Se avrete una risposta positiva come mostrato in precedenza: 2e: Effettuare lo sblocco del bootloader con il comando: fastboot oem unlock Il dispositivo ora avrà il bootloader sbloccato ed eseguirà un factory reset cancellando tutti i file presenti al suo interno. Una volta avviato dovrete effettuare nuovamente la procedura di configurazione iniziale. Prima di procedere dovrete riattivare ed autorizzare il debug USB da opzioni sviluppatore come mostrato precedentemente. Inoltre consiglio già di scaricare e copiare dentro la memoria del telefono il file di SuperSu dal suo sito ufficiale; 3. flash della custom recovery TWRP: 3a. Scaricate la recovery TWRP dal sito ufficiale; 3b. Copiare il file scaricato nella cartella del Minimal ADB & Fastboot; 3c. Avviare il teelfono in fastboot Mode e collegarlo con il cavetto USB al computer; 3d. In questo step andremo a sostituire la recovery originale con una modificata. Questo passaggio è opzionale e se si vuole mantenere la recovery stock passare allo step successivo. Aprire il Promp dei comandi, navigare nella cartella del Minimal ADB & Fastboot e digitare: fastboot flash recovery twrp-3.0.2-0-onyx.img 3e. Riavviare in TWRP recovery con questo comando: fastboot boot twrp-3.0.2-0-onyx.img IMPORTANTE: Non dimenticatevi di effettuare un backup della vostra ROM Stock tappando su Backup e facendo uno swipe per confermare. Complimenti! Ora potete effettuare il ROOT dalla TWRP recovery; 4. effettuare il ROOT: 4a. Dalla TWRP recovery tappate su install; 4b. Nel finder che vi si presenterà cercate il file SuperSU scaricato e copiato in precedenza e swipate su flash; 4c. Riavviare il dispositivo. Nel drawer ora è presente una nuova app chiamata SuperSu. Apritela ed aggiornate i binari se richiesto. IMPORTANTE: Lo staff di Gizchina.it non si assume nessuna responsabilità per eventuali danni al proprio device pertanto si SCONSIGLIA a chi poco pratico di effettuare tali operazioni, salvo essere pienamente coscienti di cosa potrebbe succedere eseguendo in modo sbagliato tali operazioni. Fonte: XDA
×