Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'Windows'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Primi passi
    • Presentazioni
    • Comunicazioni dallo Staff
    • Suggerimenti & Proposte
  • Smartphone
    • Nubia
    • Xiaomi
    • Lenovo
    • Huawei
    • LeTV / LeEco
    • OnePlus
    • 360
    • Oppo
    • Smartisan
    • Meizu
    • ASUS
    • Vivo
    • Altri Brand
  • SmartWatch and SmartHome
    • Xiaomi - Huami Amazfit
    • Wear OS By Google
    • Altri Brand
  • Tablet e Ultrabook
    • Chuwi
    • Cube
    • Huawei
    • Onda
    • Pipo
    • Teclast
    • Xiaomi
    • Altri Brand Tablet
  • Stampa 3D
    • Discussioni generali
    • Stampanti 3D
  • Teardown
    • I Nostri Teardown
  • Sistemi Operativi
    • Android
    • Microsoft
    • Ubuntu Linux
    • Leaked ROM
  • Off Topic
    • Discussioni Android
  • Mercatino
    • VENDO
    • COMPRO
    • SCAMBIO
  • Store
    • Codici sconto

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Città 


Interessi


Smartphone in uso

Found 8 results

  1. Oggi vi presentiamo questa guida che permette di aggiornare o reinstallare il sistema operativo Windows sul vostro Teclast Tbook 11. Prerequisiti Andate sul sito ufficiale di Teclast, inserite l'ID della macchina che si trova sul retro del tablet e scaricare gli strumenti flash corrispondenti e il pacchetto di sistema e decomprimerlo; Scaricate gli ultimi strumenti Flash tool da Intel: driver e flash tool; Avere una tastiera USB esterna , altrimenti sarà difficile navigare all'interno del BIOS ; Avere due o più unità flash USB con almeno una capacità di 16 GB di mano; Avere un HUB USB alimentato esternamente. Installazione del firmware Windows Inserite una chiavetta USB ; Facciamo tasto dx e poi format; Impostiamo come label "WINPE" e file system "FAT32" e avviamo la formattazione; Una volta formattato, decomprimere il file "WinPE (utente).rar" scaricato e copiare il contenuto nella root della chiavetta appena creata; Quindi creare un altro disco USB, etichettare il disco con il nome "images" e selezionare "NTFS" come formato del file system . Quindi estrarre i file del scaricato Win10_images e copiare l'intera immagine nella root del disco USB. Per sistema con Dual Boot Avviate il tablet nel sistema Windows e spegnetelo; Con il tablet spento, collegare il tablet con il cavo USB OTG con l'HUB USB, a cui sono collegate le 2 chiavette USB e la tastiera USB; Premere brevemente il pulsante di accensione di nuovo per 3-5 secondi per l'avvio. Quando lo schermo visualizzare il LOGO Teclast, premere immediatamente il tasto "Delete" / "ESC" sul tastiera per accedere alla configurazione del BIOS; Con le frecce direzionali spostatevi nel tab "Save & Exit"; Con le frecce direzionali spostatevi sulla voce "Boot override"; Selezionate la chiavetta USB con INVIO (la winpe); Il tablet si avvierà dal disco USB selezionato e verrà avviata automaticamente la copia del sistema Windows e installati autonomamente; Al termine il tablet verrà avviato come una nuova installazione e dovrete completare il wizard di windows. Per sistema con single Boot Android Con il tablet spento, collegare il tablet con il cavo USB OTG con l'HUB USB, a cui sono collegate le 2 chiavette USB e la tastiera USB; Premere brevemente il pulsante di accensione di nuovo per 3-5 secondi per l'avvio. Quando lo schermo visualizzare il LOGO Teclast, premere immediatamente il tasto "Delete" / "ESC" sul tastiera per accedere alla configurazione del BIOS; Con le frecce direzionali spostatevi nel tab "Save & Exit"; Con le frecce direzionali spostatevi sulla voce "Boot override"; Selezionate la chiavetta USB con INVIO (la winpe); Il tablet si avvierà dal disco USB selezionato e verrà avviata automaticamente la copia del sistema Windows e installati autonomamente; Al termine il tablet verrà avviato come una nuova installazione e dovrete completare il wizard di windows. Fonte AndroidHilfe.de
  2. Zip Builder è un exe per Windows (ZipBuild.exe) da usare per costruire e firmare installers Android a partire da una cartella Windows. Tutti i componenti richiesti sono inclusi, non è richiesto altro software, oltre l'installazione su PC dell'ultima release Java. Zip Builder può essere usato sia per shell-script che per edify-script e riconoscerà automaticamente il metodo di installazione usato. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. E' consigliato installare l'app tramite windows installer, ma è sufficiente utilizzare l'app stand-alone (vedi sotto). Ecco la riga di comando da usare: ZipBuild.exe <option1> <option2...> <*Folder Name> Le opzioni sono le seguenti: 'm' or '-manual': selezione manuale della cartella da processare 's' or '-signed': aggiunge '-signed' al nome del file '5' or '-md5': genera file di controllo MD5 'c' or '-confirm': richiede conferma prima di procedere 'g' or '-gitinclude': include cartelle .git e relativi file * Ignorato in modalità manuale SPIEGAZIONE OPZIONI 'm' or '-manual': in modalità manuale si presenterà una finestra in cui selezionare la cartella che contiene i file da processare. Usando la modalità manuale, il nome della cartella sarà ignorato se inserito nella riga di comando 's' or '-signed': Questa opzione aggiungerà '-signed' al nome del file processato. Per esempio: nome cartella 'UPDATE-adb.Installer.v1.0.36' produrrà un file zip signed chiamato 'UPDATE-adb.Installer.v1.0.36-signed.zip'. '5' or '-md5': questa opzione genererà un file di controllo MD5 da usare per controllare l'integrità del file in TWRP o con altri tool Windows. 'c' or '-confirm': usando quest'opzione, comparirà una finestra di dialogo per confermare (o modificare) le 2 opzioni precedenti. Se le opzioni sono state specificate nella riga di comando, esse saranno spuntate. ora cliccare il pulsante 'Build Zip File' per iniziare la costruzione dello zip. 'g' or '-gitinclude': questa opzione includerà ogni cartella e relativo file .git (.git, .gitignore e .gitattributes) che sono normalmente esclusi dallo zip. [normalmente non necessario] ZIP BUILDER SETTINGS MANAGER Zip Builder Settings Manager (ZipBuildSettings.exe) è un'app opzionale che può essere usata per gestire le impostazioni e le opzioni (vedi sopra) per Zip Builder: Creazione di Windows Context (Clic dx) menu che permette di costruire un file zip signed da clic dx sul nome di una cartella. I nomi di cartelle che terminano per '20YYMMDD' o '20YYxxxx' così come cartelle che iniziano per 'UPDATE' sono supportate in Windows 7 e superiori. Premendo il tasto SHIFT alla selezione della cartella, il comando sarà disponibile per ogni cartella. Scelta di quando mostrare la finestra di dialogo Scelta di quando aggiungere '-signed' al nome del file generato Scelta di quando crear il file md5 Scelta di includere tutte le cartelle e file in .git FUNZIONE DATE CODE Se stai costruendo da una cartella Windows che finisce per '20YYMMDD' o '20YYxxxx', Zip Builder darà l'opzione di cambiare o aggiornare la porzione codice data del nome file prima di costruire lo zip (suggerendo la data attuale - YYYYMMDD). Se si costruisce uno zip installer che include un file g.prop (presente in molti pacchetti GApps), l'installer leggerà la data dalla proprietà 'ro.addon.*_version=' e la utilizzerà automaticamente. WINDOWS INSTALLER Esiste anche un Windows installer da usare in modo standard (senza accesso amministratore ) e installa Zip Builder e Zip Builder Settings in: 'C:/Users/<user>/AppData/Roaming/Zip Builder'. L'installer crea un gruppo programma e scorciatoie nel menù di avvio Windows (e volendo sul desktop) da usare per lanciare Zip Builder in 'manual selection mode', in cui l'utente può selezionare manualmente la cartella da costruire. L'installer avvierà automaticamente Zip Builder Settings Manager alla fine dell'installazione per configurare impostazioni ed opzioni preferite. Disinstallare Zip Builder dal pannello di controllo Windows rimuoverà ogni traccia del software dal sistema senza toccare il sistema operativo. Il codice è disponibile se vuoi controllare! NOTE TECNICHE Programma tesato su Windows 7 64-bit. Funziona anche su Windows 7 e XP (32-bit) se la cartella da zippare è abbastanza piccola (meno di 50-75 MB). DOWNLOADS Zip_Builder_Executables_and_Windows_Installer_v4.2 .1.zip Zip_Builder_Source_Code_v4.2.1.zip Fonte: xda
  3. ADB è uno strumento fondamentale nel campo del modding, utilizzatissimo ad esempio per eseguire il flash di una recovery custom come la TWRP. Anche i più esperti, tuttavia, possono incontrare problemi con questo componente, dovuti di solito alla mancanza del driver corretto sul PC Windows utilizzato. I sintomi in questo caso sono la mancata risposta al comando "adb devices" (o più in generale a qualsiasi comando adb) e la presenza, sotto "Gestione dispositivi" di Windows, della voce "ADB interface" con un triangolino giallo. Nella guida di oggi vi mostreremo come risolvere questo inconveniente sfruttando l'installer di PdaNet, software nato per la gestione del tethering. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prerequisiti Device Android con debug USB attivo (verificare da "Opzioni Sviluppatore", menù segreto attivabile di solito effettuando tap ripetuti sulla voce "Numero di build" delle informazioni dispositivo presenti tra le impostazioni) ; cavo USB; ADB e fastboot installati sul PC; installer windows per PdaNet. Procedura Avviare l'installer di PdaNet; click su next; selezionare "accept the agreement" e quindi click su next; scegliere il luogo di installazione sul PC del programma e click su Next (è possibile lasciare la scelta predefinita); nel caso venga rilevato un driver adb già installato comparirà un popup, premere Yes; selezionare il brand del proprio device Android; collegare il telefono con debug USB attivo (NON premere skip); attendere il completamento dell'operazione; verificare che l'installazione abbia avuto esito positivo dando il comando "adb devices" da una finestra di comando. Fonte
  4. Emanuele C

    Mi Pad 2 64GB: guida al dual boot

    Meglio Windows o la MIUI? Con un po' di modding e la guida giusta i possessori di uno Xiaomi Mi Pad 2 da 64 GB possono avere entrambi sempre a disposizione. Utilizzando la procedura che vi mostreremo oggi, infatti, sarà possibile installare contemporaneamente i due sistemi operativi sullo stesso tablet, creando allo scopo due partizioni separate. In questo modo otterremo il dual boot ma, a differenza di quanto avviene nei dispositivi che prevedono nativamente questa possibilità, la scelta del sistema operativo non avverrà direttamente nella schermata di avvio. I sistemi installati saranno la MIUI China Stable ROM V7.2.1.0.LACCNDA e Windows 10, Android potrà essere aggiornato ad una versione diversa in seguito tramite TWRP. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prerequisiti Mi Pad 2 da 64 GB; pendrive da almeno 16 GB; cartella dual boot - link ; cavo OTG USB Type C per collegare la pendrive al tablet. Procedura Rendete bootabile la vostra pennetta USB (N.B: alcuni sono riusciti ad effettuare l'installazione utilizzando semplicemente una partizione FAT32) ; attivate lo sblocco OEM (da Impostazioni->Opzioni sviluppatore); estraete il file MiPad2_DualBoot_20160423.zip nella radice della pennetta (vedi note); collegate la pennetta al tablet e riavviate il vostro Mi Pad 2; impostate nel BIOS il boot da USB usando i tasti volume per navigare, quello power per selezionare e una pressione prolungata di volume+ per uscire; sempre da BIOS, assicuratevi che UEFI secure boot sia disabilitato (Device Manager->System Setup->Boot); Attendi circa 20 minuti per l'installazione dei due sistemi operativi (per primo verrà installato Android, richiederà circa 3 minuti); scollegare la pendrive, il tablet si riavvierà in Android; configurare il tablet normalmente; copiate i file 1, 2 e 3 (FixMiui, Gapps e SuperSU) sul device; tramite l'updater forzate il riavvio in recovery; installate i tre pacchetti da TWRP (FixMiui serve a mantenere questa recovery); estraete il file boot.zip in /sdcard ed eseguite lo script runitfirst.sh con uno script manager (scaricatelo dal play store); eseguite bootwin.sh per avviare Windows; ricollegate la pennetta USB, in tools troverete BOOTICEx64.exe; avviate BOOTICEx64.exe, selezionate la tab UEFI; click su "Edit boot entries" e spostate "Android IA" in cima alla lista. Avrete adesso un sistema dual boot, usate "bootand.bat" per passare ad Android e "bootwin.sh" per tornare a Windows. Note: la procedura standard prevede due partizioni uguali da 32 GB per i due sistemi operativi. È possibile modificare questa scelta utilizzando al punto 3 uno dei file contenuti in "options". In questo modo potrete anche: Installare solo Android; Installare Android in 16GB e Windows in 48GB.
  5. Pokemon GO è trapelato sulla rete ed è letteralmente scoppiata la Pokemon GO mania. In questo nuovo tutorial andremo a vedere come giocare a Pokémon GO su PC con Windows. IMPORTANTE: Il seguente tutorial é rivolto a tutti gli utenti che abitano in zone non "fornite" di Pokémon e Pokéstop e che hanno, quindi, un'esperienza di gioco limitata. Il rischio ban/soft ban potrebbe essere abbastanza alto, pertanto noi di Gizchina.it non ci riteniamo responsabili dell utilizzo che verrà fatto di questa guida. PREREQUISITI PC con Windows Bluestacks KingRoot Lucky Patcher Fake GPS Developer Options Pokémon GO PROCEDIMENTO 1. Innanzitutto assicuratevi che la Localizzazione sul vostro PC sia disattivata. La localizzazione è presente quasi sempre solo sui notebook, ecco come fare per disattivarla: - Windows 7: cliccate su "Start", nella barra di ricerca scrivete "sensor" e cliccate Invio, nella schermata che comparirà togliete la spunta da eventuali localizzatori GPS, se non ne avete chiudete pure la finestra; - Windows 8/10: aprite Impostazioni PC, selezionate Privacy/Posizione e disattivate l'opzione "Consenti a Windows e alle app di usare la mia posizione"; 2. Installate Bluestacks, se aveste sul PC già una versione del software disinstallatela e reinstallatela. 3. Cliccate su Start, nella barra di ricerca scrivete "regedit", nella schermata che si apre cliccate su HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\BlueStacks\Guests\Android\Config, nella schermata a destra fate doppio click su "Fotocamera" e mettete 0 al posto di 1 in "Dati valore". 4. Avviate Bluestacks (al primo avvio ci vorrà qualche minuto); 5.Cliccate sull'ingranaggio in alto a destra, selezionate Impostazioni/Geolocalizzazione; 6. Cliccate su "Modalità" ed impostate "Alta Precisione", se comparissero degli avvisi di Google cliccate su OK; 7. Cliccate su "APK" sulla sinistra, selezionate KingRoot ed installatelo; 8. Avviate King Root, trascinate con il mouse fino in fondo le schermate, cliccate su "Try it", poi su "Fix Now" ed attendete che completi la procedura; 9. Cliccate sull'ingranaggio in alto a destra e selezionate "Riavvia plug-in Android"; 10. Cliccate su "APK" sulla sinistra, selezionate Lucky Patcher ed installatelo; 11. Copiate l'apk Fake GPS nella vostra cartella Documenti del PC; 12. Avviate Lucky Patcher, cliccate in basso su "Ricostruisci & installa", poi su sdcard/windows/documents e cliccate sull'apk Fake GPS; 13. Installate Fake GPS selezionando l'opzione "Installa come applicazione di sistema", confermate ma NON RIAVVIATE; 14. Chiudete tutte le tab ad eccezione di Windows ed Android; 15. Cliccate sull'ingranaggio in alto a destra e selezionate "Riavvia plug-in Android"; 16. Cliccate su "APK" sulla sinistra, selezionate Pokémon GO ed installatelo; 17.Avvia Lucky Patcher, clicca in basso su "Cerca", poi in alto a destra su "FiltrI" e nella schermata successiva selezionate "App di sistema"; 18. Vi comparirà Fake GPS come prima opzione, cliccateci e selezionate "Lancia app"; 19. Una volta aperto Fake GPS, cliccate in alto a destra sull'icona con i 3 pallini e poi su "Settings" 20. Nella schermata mettete la spunta all'opzione "Expert Mode" e confermate; 21. Cliccate in alto a sinistra e tornate indietro alla mappa; 22. Cliccate in alto a destra sull'icona a lente d'ingrandimento ed impostate la vostra posizione GPS, potete effettuare zoom in/out cliccando sulla mappa e poi sull'apposita opzione in basso; 23. Cliccate sul tasto Play in basso a destra e la finestra di Fake GPS si chiuderà (l'app rimarrà in background); 24. Cliccate su "APK" sulla sinistra, selezionate Developer Options ed installatelo; 25. Avviate Developer Options e cliccate in alto a destra sullo switch per disattivarlo; 26. Avviate Pokémon GO, eseguendo l'accesso con i vostri dati Google; 27. Il vostro personaggio si troverà nella posizione inserita su Fake GPS; 28. Nel caso i Pokéstop non compaiano, chiudete il gioco e riavviatelo per farli comparire; 29. Per spostarvi cliccate sulla tab "Lucky Patcher" in alto, cliccate su Fake GPS e selezionate nuovamente "Lancia app", dopodiché spostatevi nella mappa, cliccate nuovamente Play e tornate su Pokémon GO. PS: nel caso vi comparisse questa schermata, cliccate su "Indietro" in alto a sinistra. FAQ (Frequently Asked Questions) 1) Quanto è alto il rischio ban? Non è dato saperlo, ma leggendo in rete alcuni utenti affermerebbero di aver subito un soft ban per 30 minuti o poche ore; tuttavia potrebbe trattarsi di problemi dei server e non di ban veri e proprio. 2) Quanto mi posso spostare con Fake GPS? Il consiglio è quello di non esagerare. Localizzatevi all'interno della vostra zona, effettuando spostamenti moderati e non teletrasportandosi di chilometri in chilometri nell'arco di pochi secondi. 3) Si possono catturare i Pokémon? Assolutamente sì. Tuttavia potreste incappare in crash durante la fase di cattura (così come succede saltuariamente anche su smartphone, d'altronde). In questo caso riavviate il gioco. 4) Si possono visitare i Pokéstop? Assolutamente sì. Tuttavia, anche in questo caso, potrebbe succedere che i Pokéstop non rilascino strumenti una volta visitati. Anche in questo caso riavviate il gioco. 5) Si possono visitare le Palestre Pokémon? Assolutamente sì.
  6. In questo nuovo tutorial andremo a vedere come installare RemixOS su una pennetta USB in grado di avviarsi su un qualsiasi computer. PREREQUISITI RemixOS; pennetta USB da minimo 8GB (vuota); computer con Bios UEFI. PROCEDIMENTO Scaricate il file .iso contenente RemixOS dal sito ufficiale scegliendo, in base alle proprie esigenze, tra la versione a 32 o 64bit; terminato il download scompattate l'archivio ed eseguite il file "Remix_OS_for_PC_Installation_Tool-B2016042602" con privilegi di amministratore; premendo "Browser" selezionate il file .iso di RemixOS; su "Tipo" selezionate la vostra pennetta USB verificando che su unità compaia la lettera corretta; date "OK" e confermate, nel messaggio di avviso, che volete cancellare il contenuto della vostra pennetta; terminata la procedura di installazione riavviate il computer; all'avvio comparirà un nuovo menu che vi chiederà di selezionare tra "Resident Mode" e "Guest Mode": RESIDENT MODE: Tutte le modifiche, o file che salverete da RemixOS rimarranno sulla pennetta andando, di fatto, a creare un vero e proprio computer tascabile. Il primo avvio del sistema operativo richiederà più tempo. GUEST MODE: Il sistema verrà resettato ad ogni riavvio come se fosse un'installazione nuova. Il primo avvio risulta più rapido; se dovesse riavviarsi Windows normalmente dovrete abilitare il boot da pennetta USB nel Bios; selezionata la modalità desiderata non dovrete far altro che attendere il caricamento del sistema operativo. ​ ​
  7. In questo tutorial andremo a vedere come scaricare, configurare ed installare Andy, un emulatore di Android su Windows per eseguire le nostre applicazioni anche da computer. PREREQUISITI Computer con almeno 2GB di RAM, processore a 64bit e 8GB di spazio liberi; Andyroid scaricabile dal sito ufficiale. INSTALLAZIONE Scaricate il file d'installazione dell'emulatore (il file di setup pesa 430 mb) e fate partire il il wizard automatico. Al termine dell'installazione l'emulatore partirà automaticamente. Se avete un Firewall consentite l'accesso alla rete onde evitare problemi di network. PROCEDURE PRELIMINARI Al primo avvio ci ritroveremo davanti alla home dell'emulatore; La sensazione sarà quella di trovarsi di fronte ad un qualsiasi tablet con a bordo Android con Android Jelly Bean; La prima cosa da fare è aprire il PlayStore e configurare il proprio (o un altro) account Google ed eseguire gli aggiornamenti delle app presenti; Lo step successivo sarà quello di disistanllare le applicazioni indesiderate preinstallate da "Impostazioni", "Applicazioni"; Eliminate i collegamenti presenti sul desktop perché sono link all'installazione di ulteriore bloatware; UTILIZZO L'utilizzo di questa macchina virtuale è esattamente identico a quello di qualunque dispositivo Android. Per una buona riuscita dell'emulazione (soprattutto se si eseguono applicazioni pesanti come i giochi) è necessario predisporre di un computer relativamente potente. INSTALLARE APPLICAZIONI DA WINDOWS Scaricare il file dell'isntallazione in formato ".apk"; Apritelo da Windows e automaticamente partirà Andy con la procedura di installazione; La procedurà richiederà tempo percio siate pazienti. COPIARE FILE DA WINDOWS ALLA MACCHINA VIRTUALE Per trasferire faile da Windows alla macchina virtuale (e viceversa) non dovrete far altro che tarscinare all interno della finestra dell'emulatore il file desiderato che verrà copiato automaticamente nella root della "finta SD" visionabile con l'app "ES File Explorer preinstallata".
  8. Con l'uscita del Gamepad di Xiaomi in molti si sono chiesti come poter fare per utilizzarlo come normale joystick per i nostri titoli su Windows. Scopriamolo insieme grazie a questo nuovo tutorial. PREREQUISITI Xiaomi Gamepad; Dongle Bluetooth (se il computer è sprovvisto nativamente di un adattatore bluetooth); Xbox360 Controller emulator; Connessione ad internet. PROCEDURA Scaricate l' Xbox360 Controller Emulator dal sito ufficiale facendo attenzione che l' architettura del programma sia corretta in base al gioco. In caso contrario comparirà una finestra avvertendoci di scaricare la versione corretta; Accoppiate il vostro Gamepad con Windows andando in "Impostazioni" , "Dispositivi" , "Bluetooth" e cliccando sulla voce del Joystick. Attendete l'installazione automatica dei driver. Finito vi ritroverete una schermata simile a questa: Estraete l'eseguibile dell'archivio dell'Xbox360 Controller Emulator nella cartella di installazione del gioco ottenendo un risultato simile a questo: Avviate l'Xbox360 Controller Emulator e premete "Create" sulla schermata di errore che comparirà. La schermata è normale e serve solo ad avvertirvi del fatto che manca una libreria alla cartella del gioco per funzionare; La prossima schermata consentirà di scaricare la giusta mappatura, realizzata da noi di GizChina.it, per lo Xiaomi Gamepad. Procedete al download e completate la procedura premendo su "Finish"; Effettuate questa procedura per ogni gioco di cui avete intenzione di usare il Gamepad di Xiaomi. Ricordatevi, prima di avviare il gioco, di far accoppiare il gamepad con il computer. A conferma se avete fatto tutto correttamente ci sarà un suono in fase di avvio del gioco. IMPORTANTE: La guida è stata testata su molti titoli attualmente in commercio e si è rivelata efficace sul 90% dei titoli presi in esame. Pertanto se un gioco non dovesse funzionare è plausibile che non sia compatibile con alcun gamepad. Inoltre vorrei ricordarvi che è molto importante la qualità del vostro connettore bluetooth: più veloce è il dongle minore sarà la latenza ai comandi.
×