Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'edl'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Primi passi
    • Presentazioni
    • Comunicazioni dallo Staff
    • Suggerimenti & Proposte
  • Smartphone
    • Nubia
    • Xiaomi
    • Lenovo
    • Huawei
    • LeTV / LeEco
    • OnePlus
    • 360
    • Oppo
    • Smartisan
    • Meizu
    • ASUS
    • Vivo
    • Altri Brand
  • SmartWatch and SmartHome
    • Xiaomi - Huami Amazfit
    • Wear OS By Google
    • Altri Brand
  • Tablet e Ultrabook
    • Chuwi
    • Cube
    • Huawei
    • Onda
    • Pipo
    • Teclast
    • Xiaomi
    • Altri Brand Tablet
  • Stampa 3D
    • Discussioni generali
    • Stampanti 3D
  • Teardown
    • I Nostri Teardown
  • Sistemi Operativi
    • Android
    • Microsoft
    • Ubuntu Linux
    • Leaked ROM
  • Off Topic
    • Discussioni Android
  • Mercatino
    • VENDO
    • COMPRO
    • SCAMBIO
  • Store
    • Codici sconto

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Città 


Interessi


Smartphone in uso

Found 9 results

  1. Oggi vi mostriamo come abilitàre la modalità Edl e bypassare il bootloader bloccato su Redmi Note 4x Qualcomm (codename mido). In questo modo si potranno resuscitare i telefoni in brick e flashare qualsiasi rom. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Procedura Aprite il pannello posteriore Scollegate la batteria Connettete i due PIN dorati come nella figura sottostante Connette il telefono al PC con i due contatti collegati. A questo punto avete bypassato il bootloader e nella gestione dispostivi verrà rilevato come nella figura sottostante Ora potete ricollegare la batteria e flashare una rom stock tramite MiFlash In alcuni casi potrebbe non funzionare, alcuni utenti hanno trovato che questi altri due PIN a sinistra risolvono il problema Fonte MIUI FORUM
  2. La procedura di flash con i testpoint rappresenta di solito l'ultima spiaggia nel mondo del modding, una rete di sicurezza utilizzata anche dai centri assistenza per risolvere i casi di brick. Nel caso di Xiaomi Redmi Note 5 Plus e Redmi Note 5 "Vince" tuttavia questa procedura è necessaria anche per ottenere lo sblocco del bootloader, possibile al momento solo su ROM china developer. Ecco quindi come utilizzare i testpoint su questo modello! Prerequisiti Redmi Note 5 Plus e Redmi Note 5 "Vince" carichi almeno al 70%; cavo USB e PC; spillo, pinzetta e una certa manualità nel disassemblaggio. Procedura Rimuovere la slitta per le SIM utilizzando lo spillo; rimuovere la back cover (aiutarsi se possibile con un plettro); utilizzare la pinzetta per cortocircuitare i pin evidenziati in figura mentre i pin sono in corto, inserire il cavo USB e collegare al PC. A questo punto il PC dovrebbe riconoscere il telefono in modalità EDL (Qdloader 9008 HS_USB) e potrete eseguire il flash della ROM che preferite utilizzando questa guida:
  3. Emanuele C

    Unbrick-flash ROM stock su ZUK Z2

    Chi ha intrapreso la strada del modding sa bene quanto sia importante avere la possibilità di ripristinare il firmware originale, sopratutto quando l'accumularsi di modifiche tende a rendere instabile (o del tutto non funzionante) il sistema. Per fortuna i dispositivi basati su SoC Qualcomm possono contare sulla modalità Qloader 9008, che permette nella maggior parte dei casi il flash ex novo di una ROM stock e, di conseguenza, l'unbrick. In questa guida, in particolare, vi mostreremo come utilizzare Qfil per ripristinare uno ZUK Z2. Prerequisiti QPST (tool di Qualcomm che comprende Qfil); driver Qualcomm; driver ZUK; ROM per Qfil; PC con ADB e Fastboot; cavo USB. Procedura IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Disabilitare la firma driver di Windows; installare i driver ZUK (avviare l'eseguibile e seguire le indicazioni); estrarre il pacchetto QPST; doppio click su setup.exe; seguire le istruzioni e, se richiesto, consentire l'installazione di Visual C++; completare l'installazione di QPST seguendo le istruzioni; estrarre la ROM per QFIL su un percorse breve (ad esempio su C:\ZUK); dal menù start, avviare QFIL; click su "Flat Build" e poi su "Browse"; navigare fino al percorso in cui è stata estratta la ROM e selezionare "prog_emmc_firehose_8996_ddr.elf"; click su "load xml" e selezionare "rawprogram-flash0.xml" e quindi "patch0.xml"; avviare il telefono in modalità QDloader9008 usando il comando "adb reboot edl" o con il metodo dei pulsanti (da telefono spento premere contemporaneamente i pulsanti volume e power collegando immediatamente dopo il cavo usb); click su "download"; attendere il flash. Nel caso in cui il flash fallisca potete andare sul menù configuration e impostare"Device Type" su eMMC, "Validation Mode" su "0-No validation" e togliere la spunta da "Reset after Download" prima di riprovare. Fonte
  4. Emanuele C

    OPPO R9s: TWRP, root e unbrick

    Che molte aziende ostacolino il modding con blocchi di vario genere non è certo una novità, ma pochi produttori possono vantare (si fa per dire) una politica di chiusura simile a quella di OPPO. I device del colosso cinese accettano ad esempio solo ROM in formato proprietario .ozip (compressi e criptati) ed anche per la semplice installazione della recovery TWRP è necessario ricorrere alla modalità EDL (HS_USB QDLoader 9008) al posto del più tradizionale fastboot, con tutti i rischi di brick che ne conseguono. In questa guida vi mostreremo come installare la recovery TWRP e ottenere il root su OPPO R9s 16017 (versione cinese) e, data la concreta possibilità che la procedura non vada subito a buon fine, vi spiegheremo anche come "resuscitare" il device in caso di brick. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prerequisiti OPPO R9s con batteria carica (almeno 70%); PC Windows a 64 bit; cavo USB; driver Qualcomm; tool per il flash; pacchetto zip SuperSU; immagine TWRP multilingua. Procedura Collegamento Scaricare ed estrarre il tool per il flash; collegare il telefono spento al PC tenendo premuti i tasti Volume + e Volume - per forzare la modalità EDL; aprire "Gestione dispositivi" di Windows; il telefono sarà riconosciuto come HS_USB QDloader 9008 o come QUSB_BULK, in quest'ultimo caso forzare l'aggiornamento dei driver: Premere con il tasto destro su "QUSB_BULK"; click su aggiorna driver; selezionare "Cerca il software driver nel computer"; scaricare ed estrarre i driver presenti nei prerequisiti; indicare la cartella contenente i driver appena estratti; click su avanti e completare l'installazione; in caso di problemi effettuare nuovamente la procedura con firma driver disattivata. Flash TWRP Avviare MsmDownloadTool-0.exe e dare ok ad eventuali messaggi di errore; selezionare 16017 nel menù a tendina (identifica la versione cinese) e premere "ok"; click su "exit"; uscire dall'applicazione; avviare MsmDownloadTool.exe, selezionare 16017 e premere "ok"; premere il tasto F5 della tastiera; click su "Select none" in basso per deselezionare tutte le voci; doppio click su boot.img e selezionare il file presente nella cartella del tool; doppio click su recovery.img e selezionare il file presente nella cartella del tool; click su "Ok" per convalidare le selezioni; click su "Start" in alto a destra per avviare il flash; incrociare le dita e attendere che la scritta diventi verde; per riavviare in TWRP premere, da telefono spento, entrambi i tasti volume e quello Power. Root Copiare lo zip di SuperSU (presente tra i prerequisiti) sul telefono; spegnere il device; avviare OPPO R9s in TWRP premendo contemporaneamente e a lungo il tasto power e quello Volume +; installare il pacchetto zip da recovery. Unbrick Avviare MsmDownloadTool-0.exe e dare ok ad eventuali messaggi di errore; selezionare 16017 nel menù a tendina (identifica la versione cinese) e premere "ok"; click su "exit"; uscire dall'applicazione; avviare MsmDownloadTool.exe, selezionare 16017 e premere "ok"; click su "Start" in alto a destra per avviare il flash; attendere che la scritta diventi verde.
  5. In questa guida vedremo come installare un firmware ufficiale su un Redmi 3S utilizzando Mi Flash tool. Il tutorial è particolarmente utile nei casi di brick o per sostituire le ROM non ufficiali installate dai venditori, e funziona indipendentemente dallo stato del bootloader (bloccato o sbloccato). IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding per Android. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al device. PREREQUISITI Un PC con Windows a 64 bit; cavo USB; Redmi 3S con batteria carica e backup dati effettuato; driver Qualcomm; Mi Flash tool; ROM per Fastboot; ADB e Fastboot installati sul PC. PROCEDURA Per prima cosa dovremo forzare la modalità QHUSB_BULK sul telefono. Seguiremo quindi i seguenti passi: Da telefono spento premiamo contemporaneamente i tasti volume+ e power per entrare in recovery; tap su "Download"; colleghiamo il telefono attraverso il cavo USB al PC; attendiamo l'installazione dei driver su PC. A questo punto il PC dovrebbe riconoscere il telefono come QHUSB_BULK. Da Windows, dunque: Disabilitiamo la verifica firma driver; installiamo Mi Flash; andiamo su "Pannello di controllo->Hardware e suoni->Gestione dispositivi"; cerchiamo la sezione "Porte" e click con il destro su QHUSB_BULK; selezioniamo "Aggiornamento software driver"; selezioniamo " cerca il driver nel nel computer"; indichiamo la cartella di installazione Xiaomi (dovrebbe essere Win 64 bit C: \ Program Files (x86) \ Xiaomi \ MiPhone \ Qualcomm \ Driver); click su "installa comunque questo driver"; attendiamo l'installazione del driver e verifichiamo che il telefono compaia come "Qualcomm HS-USB" nella sezione "Porte". A questo punto possiamo passare al flash vero e proprio: Scarichiamo, se non l'abbiamo già fatto, la ROM fastboot Global Stable per Redmi 3S (vedi il link nei prerequisiti); estraiamo la ROM direttamente nella radice di uno dei dischi del PC (ad esempio C:) o comunque in un percorso che non contenga spazi; avviamo Mi Flash; click su select; indichiamo il percorso della ROM; click su refresh, dovrebbe apparire l'indicazione del telefono; click su "flash"; attendere il completamento del flash. A questo punto potremo disconnettere il telefono dal PC e, con una pressione prolungata del tasto power, lo potremo riavviare. Il primo avvio può richiedere più di 10 minuti.
  6. Se i dispositivi basati su SoC Qualcomm sono quasi del tutto immuni al brick il merito è della modalità EDL che, grazie a software specifici come Qfil o miflash, consente l'installazione di un nuovo firmware (e il flash di tutte le partizioni) anche nel caso in cui la ROM presente sul device sia completamente corrotta. Questa modalità, di solito riconosciuta dal PC come HS_USB QDLoader 9008, rappresenta quindi uno strumento potentissimo nelle mani dei modders. In questa guida elencherò le procedure standard che possono essere utilizzate più comunemente per forzare EDL. Alcune di queste funzionano sui tutti i device con SoC Qualcomm Snapdragon, mentre altre sono indicate solo per determinati dispositivi o brand. Procedure Metodo fastboot Metodo ADB Metodo da Recovery Metodo dei tasti Metodo del cavo Uscire da EDL Per riavviare il dispositivo senza effettuare modifiche è sufficiente premere il tasto power per circa 10 secondi. [Fonte]
  7. Per lungo tempo la modalità EDL è stata un'agevole via di fuga dal brick e dalle ROM non originali installate da alcuni venditori. A partire dalla MIUI 8.1, tuttavia, Xiaomi ha progressivamente bloccato le vie di accesso più semplici a questa potente modalità, e anche il nuovo Mi 6 non sembra fare eccezione a questa regola. Nella guida vi mostreremo dunque come forzare con il metodo dei testpoint il riconoscimento di questo device in HS-USB QDloader 9008, in modo da poter utilizzare l'emergency download per installare una ROM originale MIUI e dare nuova vita al telefono. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prerequisiti Xiaomi Mi 6 (non è necessario che il bootloader sia sbloccato); ventosa, cacciavite di precisione e pinzette di metallo; cavo USB e PC Windows; tanta attenzione. Procedura Rimuovere la back cover (per ottenere questo risultato si consiglia di utilizzare la ventosa); rimuovere le viti che, sulla parte alta del device, fissano la cover di protezione della scheda madre; rimuovere la cover della scheda madre; sulla parte sinistra, sopra un connettore, potrete ora vedere i pin del testpoint; cortocircuitare per un paio di secondi i pin utilizzando le pinzette di metallo e collegare il telefono al PC; verificare da "Gestione dispositivi" che il device sia riconosciuto come "HS-USB QDloader 9008" (se necessario aggiornare i driver); proseguire con il flash come descritto in questa guida. Immagini Fonte
  8. Tra bootloader bloccato e strane ROM create da venditori cinesi non è raro che i possessori di uno Xiaomi Redmi Note 3 Pro (versione con Snapdragon 650) si trovino bloccati ad un firmware tutt'altro che perfetto. In seguito a tentativi di modding, poi, può capitare di incorrere in un bootloop o di ritrovarsi con un terminale bricked, ma per fortuna esistono quasi sempre delle procedure in grado di riportare alla vita il nostro device. In questo tutorial, in particolare, spiegheremo come effettuare il flash su un Redmi Note 3 Pro funzionante o comunque in grado di entrare nella modalità EDL, mentre dedicheremo un'altra guida ai casi più estremi di bootloop e hard brick. Attenzione: ricordiamo che lo staff di GizChina.it non si assume alcuna responsabilità per eventuali danni ai vostri terminali attribuibili alle procedure di modding descritte nei nostri tutorial. Prerequisiti Uno Xiaomi Redmi Note 3 Pro in grado di entrare i modalità EDL e carica superiore al 70%; un PC con Windows (preferibilmente a 64 bit) Downloads Adb; Miflash tool; la ROM da installare (in versione Fastboot): qui le ultime rilasciate da Xiaomi Guida Come entrare in modalità EDL Se il vostro smartphone si accende correttamente, potete entrare in questa particolare modalità utilizzando adb: scaricate ed estraete adb sul vostro PC; tenendo premuto il tasto shift sulla tastiera cliccate con il destro su una parte bianca della cartella appena estratta, e selezionate "apri finestra di comando qui"; collegate lo smartphone con Debug USB attivo al PC; digitate adb devices e premete invio. Dovrebbe comparirvi il codice del vostro smartphone; digitate adb reboot edl. A questo punto il telefono dovrebbe entrare in modalità EDL con led rosso acceso. Se questo sistema non funziona nel vostro caso, poi, potete provare ad utilizzare i tasti fisici. Ecco la procedura, che richiede una buona dose di tempismo e coordinazione: Spegnete il vostro Redmi Note 3 Pro; inserite il cavo USB nella porta del PC; inserite a metà (in modo che non faccia contatto) il cavo nello smartphone; trovate una posizione comoda per premere contemporaneamente entrambi i tasti volume; inserite il cavo USB nel telefono e immediatamente premete i tasti volume (il cavo va inserito prima della pressione sui tasti). Installazione dei drivers A questo punto il vostro Redmi Note 3 Pro dovrebbe essere riconosciuto dal PC come "QHUSB_BULK", e dovremo passare all'installazione dei drivers : Aprite il pannello di controllo, e cliccate "Hardware e suoni"; entrate in "Gestione dispositivi"; se non lo avete già fatto, installate MiFlash (disponibile nella sezione download); cliccate con il tasto destro del mouse su "QHUSB_BULK" e selezionate "aggiorna driver"; selezionate "cerca il software del driver nel computer"; andate nella cartella di installazione di MiFlash, selezionante il driver (il percorso dovrebbe essere C:\Program Files(x86)\Xiaomi\MiPhone\Qualcomm\Driver per Windows a 64 bit e C:\Program Files\Xiaomi\MiPhone\Qualcomm\Driver per Windows a 32 bit) e cliccate su avanti ; selezionate "installa comunque questo driver"; attendete l'istallazione del driver. A procedura completata dovreste vedere nella sezione porte "Qualcomm HS-USB". Attenzione: l'installazione dei drivers potrebbe dare problemi a causa della firma digitale, se è questo il vostro caso vi consigliamo di seguire questa guida e riprovare. Flash del firmware Adesso possiamo finalmente passare al flash vero e proprio: Scaricate la ROM per fastboot che preferite; controllate che il file scaricato abbia estensione .tgz, in caso contrario modificatela; estraete la ROM sulla radice del vostro disco rigido (ad esempio su C: o D:); avviate MiFlash; cliccate su "browse" e selezionate la ROM ( il percorso dovrebbe essere del tipo C:\Miui, non C:\Miui\images); cliccate su "refresh" per identificare il vostro smartphone; selezionate "Flash all"; cliccate su "flash" e attendete; una volta che il flash è finito potrete staccare il cavo USB. Premete poi a lungo il tasto di accensione per forzare il riavvio, che potrà richiedere molto tempo (anche 10 minuti). Godetevi il vostro Redmi Note 3 Pro! Nel caso in cui abbiate trovato problemi durante la fase di flash, vi consigliamo di provare questa soluzione: Scaricate ed estraete questo pacchetto; sostituite nella ROM originale i file "flash_all.bat" e "rawprogram0.xml"; riprovate la procedura di flash. Speriamo di esservi stati utili! Fonte: MIUI.com
  9. Emanuele C

    Unbrick tramite EDL e Mi Flash

    La modalità EDL è uno degli strumenti più potenti a disposizione di chi si cimenta nel modding, e permette molto spesso l'unbrick di dispositivi con bootloader bloccato. L'altro lato della medaglia, purtroppo, è che l'accesso a questa particolare modalità molto spesso non è semplice e immediato. In questa guida vi mostreremo come utilizzare la modalità EDL su Mi 5 in modo da poter eseguire il flash di una ROM tramite MiFlash a prescindere dal firmware installato sul telefono. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prerequisiti Mi 5; PC windows a 64 bit Procedura Scaricare sul PC la ROM fastboot China Stable per Mi 5 e il software per il flash; installare Mi flash; collegare il telefono in modalità EDL al PC (spesso è sufficiente premere "VOL+" "VOL-" ed il tasto di accensione in contemporanea, in alternativa c'è il metodo dei testpoint. L'importante è che sia riconosciuto da Windows); estraiamo la ROM direttamente nella radice di uno dei dischi del PC (ad esempio C:) o comunque in un percorso che non contenga spazi; avviamo Mi Flash; click su select; indichiamo il percorso della ROM; click su refresh, dovrebbe apparire l'indicazione del telefono; click su "flash"; attendere il completamento del flash. Una volta installata la China stable potrete installare la Global per le vie usuali.
×