Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'honor'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Primi passi
    • Presentazioni
    • Comunicazioni dallo Staff
    • Suggerimenti & Proposte
  • Smartphone
    • Nubia
    • Xiaomi
    • Lenovo
    • Huawei
    • LeTV / LeEco
    • OnePlus
    • 360
    • Oppo
    • Smartisan
    • Meizu
    • ASUS
    • Vivo
    • Altri Brand
  • SmartWatch and SmartHome
    • Xiaomi - Huami Amazfit
    • Wear OS By Google
    • Altri Brand
  • Tablet e Ultrabook
    • Chuwi
    • Cube
    • Huawei
    • Onda
    • Pipo
    • Teclast
    • Xiaomi
    • Altri Brand Tablet
  • Stampa 3D
    • Discussioni generali
    • Stampanti 3D
  • Teardown
    • I Nostri Teardown
  • Sistemi Operativi
    • Android
    • Microsoft
    • Ubuntu Linux
    • Leaked ROM
  • Off Topic
    • Discussioni Android
  • Mercatino
    • VENDO
    • COMPRO
    • SCAMBIO
  • Store
    • Codici sconto

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Città 


Interessi


Smartphone in uso

Found 18 results

  1. C'era una volta un tool di modding per Honor 6. In quei tempi, grazie al semplice file bat di questo strumento, anche gli utenti meno smaliziati iniziarono a sbloccare il bootloader e ad installare una recovery custom sui loro dispositivi. Questo tool era utile e piaceva a molti, così il suo sviluppatore decise di ampliarlo e di aggiungere il supporto alla versione Plus. Nacque Honor 6 Multi Tool che, nel tempo, perse il "6" nel nome e incominciò a supportare anche Honor 7. Honor Multi Tool viveva tranquillo e ben aggiornato quando, sull'onda del successo di Huawei, la comunità di sviluppatori disposta ad offrire gratuitamente il proprio lavoro per supportare i modelli del colosso cinese incominciò a crescere. Si creò così un team di sviluppo, a maggioranza russa, che prendendo come base il vecchio progetto creò Huawei Multi Tool. Come avrete intuito il nuovo tool, ormai giunto alla settima versione, riprende ed amplia le funzioni già viste nello strumento originale. Potrete dunque sbloccare e bloccare il bootloader, installare una recovery TWRP e ottenere i diritti di root. A queste features "base" nel tempo se ne sono poi aggiunte altre, e ora è ad esempio possibile eseguire il flash di immagini custom, la modifica del vendor (solo per Honor 7, P8 lite e Honor 8), l'unbrick ed tante altre azioni. Anche la platea dei device supportati si è inoltre ampliata, ecco la lista: Lista ufficiale aggiornata Prerequisiti Telefono compatibile; PC Windows e cavo USB; Huawei Multi Tool. Procedura IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prima di utilizzare il tool, che in automatico si imposterà in inglese, dovrete effettuare questi passaggi: Abilitare il debug USB Aprire le impostazione del device; andare su "info sul dispositivo"; eseguire ta ripetuti sul "Build Number" fino a quando non compare la scritta "sei ora uno sviluppatore"; tornare indietro nelle impostazioni ed entrare in "Opzioni sviluppatore"; abilitare il Debug USB. Installare i driver Scaricare Huawei Multi Tool; estrarre lo zip; avviare "Huawei_Multi-Tool.bat"; il tool si aggiornerà automaticamente, attendere; apparirà una schermata come questa, digitare 0 e dare invio; digitare 1 per installare i driver. Collegare il telefono Avviare Huawei Multi Tool; digitare 0 e dare invio; collegare il telefono al PC; digitare 3 e dare invio; sul telefono comparirà un avviso, dare l'OK. A questo punto sarete in grado di utilizzare tutte le funzioni del tool. Ricordiamo che per ottenere i diritti di root è necessario prima sbloccare il bootloader ed installare una recovery custom. Fonte
  2. Questa guida serve per recuperare l'IMEI di un dispositivo Huawei/Honor nel caso andasse perso. Usare solo in questo caso, altrimenti questa procedura è illegale! IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. 1. Mandare il telefono in manufacture mode digitando sul dialer *#*#2846579#*#*, quindi selezionare "Project Menu"->“Background settings”->“USB ports settings”->“Manufacture mode”. Connettere il telefono al PC ed installare i dirivers (li trovi qui). 2. Scaricare il tool HCU qui e lanciare il software 3. Sul tab “Account” inserire user name e password. Cliccare su “Check account” ed aspettare il login (Puoi ottenere un account tramite acquisto con crediti o acquistando una licenza HCU a tempo, vai sulla pagina “BUY”) 4. Premere il pulsante “Read phone info” ed aspetta il riconoscimento del telefono 5. Selezionare il tab “Repair UMTS” (se il telefono ha MEID selezionare “Repair CDMA”) 6. Leggere messaggio di avvertimento ed accettare i termini premendo “OK”, per annullare “Cancel” 7. Spuntare “Repair as empty board”, lasciare il resto invariato. Inserire i dati corretti nei campi spuntati, quindi premere “Repair” 8. Attendere il completamento del processo, il telefono si riavvierà e sarà ripristinato Fonte: HCU client
  3. In questo nuovo tutorial vi mostreremo come effettuare lo sblocco del bootloader su tutti i device Huawei in maniera rapida e veloce. Ricordiamo che sbloccare il bootloader porterà all'eliminazione di tutti i dati personali pertanto consigliamo di effettuare un backup prima di procedere. Attenzione! Huawei ha deciso di non rilasciare più i codici di sblocco, quindi al momento non è possibile sbloccare ufficialmente i device per cui il codice non sia già stato richiesto. PREREQUISITI Driver ADB e Fastboot; Un computer con accesso ad Internet; Account EMUI PROCEDURA Collegatevi al sito ufficiale dell'EMUI e accedete con il vostro account; Verranno mostrati i disclaimer relativi allo sblocco del bootloader. Accettateli e proseguite; Inserite le informazioni richieste riguardo il proprio device e premete "Commit"; Al termine della procedura riceverete il codice di sblocco, copiatelo e conservatelo con cura; Riavviate lo smartphone in "fastboot mode" e collegatelo al computer; Da windows aprite cmd (finestra di comando); Digitate il comando fastboot devices e date invio; Verrà mostrato il numero identificativo del vostro smartphone; Ora digitate: fastboot oem unlock [codice] dove al posto di [codice] dovete inserire il codice ricevuto da Huawei, e date invio; Partirà lo sblocco del bootloader.
  4. Oggi vi presentiamo questa questa guida per il rebrand dell'Honor 9. Attenzione: non utilizzare sulla versione STF-AL10, il tool funzionerà (farete il rebrand) ma il telefono andrà in bootloop e non potrà essere resuscitato senza sborsare denari a DC Phoenix (sarà in FRP lock). IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prerequisiti Bootloader sbloccato (vedere QUI); PC e cavo USB; Download hwota eng; File EU version. Prima di iniziare Come prima cosa dovete abilitare le "opzioni sviluppatore": Andate in impostazioni⇒ About phone ⇒ Tappate su “build number” 7 volte per abilitare le "opzioni sviluppatore" Andate in impostazioni⇒ opzioni sviluppatore ⇒ selezionate USB debugging Andate in impostazioni⇒ opzioni sviluppatore ⇒ selezionate abilita sblocco OEM Procedura Scaricate e scompattate il file HWOTA.7z in c:\HWOTA; Scaricate i file della EU version e copiateli nella cartella HWOTA \update; Rinominateli in questo modo : da update_data_full_public .zip a update_data_public .zip ,- da update_full _... .zip a update_all_hw .zip , update.zip rimane con lo stesso nome; Eseguite il file update.bat e seguite le istruzioni a video; Come prima cosa scegliete l'opzione Rebrand, quindi andate in Recovery e cancellate tutti i dati (inclusa la memoria interna). Se si desidera aggiornare il firmware solo alla versione più recente, è possibile saltare questo passaggio e passare direttamente a quello successivo; Eseguite nuovamente il batch e scegliete l'opzione "Change the firmware"; Se doveste incontrare dei bootloop andate in recovery ed effettuate un Factory reset ed installate nuovamente il firmware. Fonte XDA
  5. Molti dispositivi Huawei di fascia media e alta basati su Android (inclusi alcuni della serie Honor) sono dotati di un coprocessore a basso consumo per il riconoscimento vocale always on. Sulla carta quindi questi modelli potrebbero offrire la funzionalità "OK Google" anche a display spento in maniera simile a quanto offerto da Moto X ma, purtroppo, il colosso cinese ha deciso di supportare pienamente solo l'assistente vocale proprietario "OK Emy". In questa guida vi mostreremo come installare e configurare una semplice applicazione che, con un semplice workaround, vi permetterà di evocare "OK Google" anche a schermo spento. Prerequisiti Device Huawei con assistente "OK Emy" evocabile da schermo spento; Gapps installate; questo file di configurazione. Procedura Andare su Impostazioni –> Assistente Smart –> Controlli vocali; abilitare il voice wakeup registrando "OK Google" come keyword; scaricare ed installare Tasker; dalla sezione accessibilità delle impostazioni del telefono abilitare il servizio di Tasker; copiare il file di configurazione nel device; avviare Tasker; tap sui tre puntini in alto a sinistra -> Preferenze -> togliere la spunta da "modalità principiante"; tornare nella schermata principale di tasker; tap su Profili-> Importare; cercare e selezionare il file copiato al punto 5; spegnere lo schermo e provare OK Google! Se l'operazione è andata a buon fine in seguito ad un "OK Google" dovreste vedere per un attimo OK Emy prima dell'avvio dell'assistente vocale di Google. Fonte
  6. Emanuele C

    Abilitare 3D panorama su Emui 5

    Huawei, da sempre attenta al comparto fotografico dei suoi prodotti, negli ultimi anni ha sviluppato un'app fotocamera davvero completa e ricca di funzioni. Una delle ultime novità introdotte dal colosso cinese su questo fronte è la possibilità di utilizzare la modalità "3D Panorama", che consente di catturare foto 3D e di visualizzarle nella galleria. Purtroppo questa funzione al momento è disponibile solo su alcuni modelli Hauwei, ma grazie a questa guida potrete installarla su qualsiasi telefono dotato di EMUI 5! IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prerequisiti Device con EMUI 5.0; Plugin 3D Panorama. Procedura Installazione Scaricare il plugin; andare sulle impostazioni di sicurezza ed abilitare le origini sconosciute; aprire il gestore file; cercare l'apk scaricato al punto 1 ed installarlo; riavviare il telefono. Utilizzo 3D Panorama Aprire l'app della fotocamera; eseguire uno swipe da sinistra a destra per far comparire le modalità disponibili; selezionare 3D Panorama; tenere premuto il tasto di scatto e muovere il telefono attorno al soggetto da fotografare. Visualizzazione Aprire la galleria stock; visualizzare una delle foto scattate in modalità 3D Panorama; premere in alto a destra il piccolo cubo; muovere il telefono per sfruttare l'effetto 3D. Fonte
  7. Con questa guida potrete installare la famosa custom recovery TWRP sull'Honor 9 lite. Compatibile solo con la EMUI 8.x stock, non funziona con le custom ROM IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Vantaggi di avere una custom recovery La TWRP ci consente un facile rooting e unrooting del device. Il flash di SuperSu da recovery custom è infatti uno dei metodi più sicuri per ottenere i permessi di root. La TWRP permette l'installazione di custom rom; In alcuni casi sarà possibile velocizzare il tablet overcloccando il processore o la gpu; Installando Xposed potremo personalizzare ancora di più lo smartphone. Prerequisiti Bootloader sbloccato (vedere QUI); PC e cavo USB; ADB e fastboot installati ; Immagine TWRP. Prima di iniziare Come prima cosa dovete abilitare le "opzioni sviluppatore": Andate in impostazioni⇒ About phone ⇒ Tappate su “build number” 7 volte per abilitare le "opzioni sviluppatore" Andate in impostazioni⇒ opzioni sviluppatore ⇒ selezionate USB debugging Installazione Installate, se non li avete già sul PC, adb e fastboot; Scaricate il file twrp*.img e rinominaleto in recovery.img Aprite un prompt dei comandi (start e "CMD ") e posizionatevi nella directory in cui avete messo la TWRP lanciate i seguenti comandi: adb devices se questo comando non ritorna nulla dovete verificare che i driver siano installati correttamente, in caso contrario procediamo con l'installazione: adb reboot bootloader per riavviare in modalità fastboot e installate la recovery con fastboot flash recovery_ramdisk twrp.img Riavviate infine il telefono con il comando fastboot reboot Attenzione: subito dopo aver dato il comando dovete rimuovere il cavo USB tener premuto il tasto volume su per entrare in recovery, in caso contrario verrà sovrascritta al primo boot del telefono Fonte XDA
  8. L'Honor 9 Lite sicuramente è un ottimo device con molti lati positivi,purtroppo uno dei più grandi difetti invece riguarda le prestazioni. Nonostante le specifiche decenti del telefono, spesso non è in grado di tenere il passo con un utilizzo più intenso che non si adatta solo a un utente esperto o appassionato, ma anche a un consumatore abituale attivo anche sui social media. Per cercare di ovviare vedremo come installare una ROM AOSP, il tutto è possibile grazie al fatto che il dispositivo è compatibile con Project Treble . IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prerequisiti Bootloader sbloccato (vedere QUI); PC e cavo USB; Custom Recovery; ROM GSI AOSP. Installazione Scaricate e copiate l'imamgine del os sul vostro dispositivo; Riavviate in recovery; Effettuare un Nandroi backup del sistema (nel caso qualcosa vada storto); effettuare un wipe data, cache e dalvick; Flashate il file dell'OS. Si fa notare che tutte le procedure sono possibili finché sarà attiva la possibilità dello sblocco del bootloader Fonte XDA
  9. In questa guida vi mostreremo come utilizzare HuRUpdater, un semplice tool che permette il flash delle ROM originali Huawei direttamente da TWRP. Attenzione: il tool è ancora in fase beta e potrebbe presentare qualche bug. Consigliamo l'esecuzione di un backup prima di proseguire con la guida. Non utilizzare per installare firmware diversi da quello originale del dispositivo (mantenere modello, numero di SIM e localizzazione) IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prerequisiti device Huawei con bootloader sbloccato e TWRP installata; backup dei dati; pacchetto updater. Procedura Da PC, andare su hwmt.ru; inserire le lettere identificative del proprio modello (assicurarsi i di rispettare anche la localizzazione) e fare click su "find model"; scegliere un firmware FullOTA-MF; click su "filelist" e scaricare i tre file di cui compariranno i link; rinominare il file il cui nome contiene la parola "public" in " update_data_public.zip "; rinominare il file il cui nome contiene la parola "hw" o "all" in " update_all_hw.zip "; creare una cartella sul telefono e copiarvi i tre file rinominati e il pacchetto updater; opzionale: rinominare il file della twrp in "recovery.img" e metterlo nella stessa cartella (se dopo l'installazione si vuole avere la TWRP); riavviare il telefono in TWRP; installare HuRUpdater.zip e seguire le indicazioni a schermo; il telefono eseguirà il flash (possono essere necessari diversi minuti) ed un factory reset del dispositivo. Dispositivi testati: Honor 9 Honor View 10 Huawei P9 Lite Huawei P9 Huawei P Smart Huawei Mate 9 Huawei Mate 10 Huawei P20 Honor 8 Huawei P8 Lite (2017) Honor 7X Honor 6X Fonte
  10. Con questa guida potrete installare la famosa custom recovery TWRP ed ottenere i permessi di root sul'Honor 10 View. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Vantaggi di avere una custom recovery e ottenere i permessi di root Con i permessi di root è possibile eliminare facilmente il bloatware incorporato dai produttori negli smartphone e quindi liberare spazio sul device; Potremo effettuare backup usando app come Titanium Backup o direttamente da TWRP (nandorid). Sarà possibile modificare alcune impostazioni di sistema come i file build.prop; La TWRP ci consente un facile rooting e unrooting del device. Il flash di SuperSu da recovery custom è infatti uno dei metodi più sicuri per ottenere i permessi di root. La TWRP permette l'installazione di custom rom; In alcuni casi sarà possibile velocizzare il tablet overcloccando il processore o la gpu; Installando Xposed potremo personalizzare ancora di più lo smartphone. Prerequisiti Bootloader sbloccato (vedere QUI); PC e cavo USB; ADB e fastboot installati ; Immagine TWRP; Pacchetto Magisk; Download SuperSu. Prima di iniziare Come prima cosa dovete abilitare le "opzioni sviluppatore": Andate in impostazioni⇒ About phone ⇒ Tappate su “build number” 7 volte per abilitare le "opzioni sviluppatore" Andate in impostazioni⇒ opzioni sviluppatore ⇒ selezionate USB debugging Andate in impostazioni⇒ opzioni sviluppatore ⇒ selezionate abilita sblocco OEM Installazione Twrp Installate, se non li avete già sul PC, adb e fastboot; Scaricate il file twrp*.img e rinominaleto in recovery.img Aprite un prompt dei comandi (start e "CMD ") e posizionatevi nella directory in cui avete messo la TWRP lanciate i seguenti comandi: adb devices se questo comando non ritorna nulla dovete verificare che i driver siano installati correttamente, in caso contrario procediamo con l'installazione adb reboot bootloader riavvierà il dispositivo in modalità fastboot fastboot flash recovery recovery.img installerà la recovery fastboot reboot per riavviare il dispositivo Come ottenere i permessi di ROOT Scaricate e copiate il file di Magisk o del SuperSu nel telefono; Spegnete il tablet e avviatelo in recovery tenendo premuto power + tasto giù; Se chiesto non date il permesso di fare modifiche (Allow modifications); Dal menù install selezionate lo zip copiato e fate swipe per confermare. Al riavvio avrete i permessi di root sul vostro telefono. Fonte GizDev
  11. In questo nuovo tutorial andremo a vedere la procedura per effettuare lo sblocco del bootloader del nostro Honor 5x in maniera rapida e veloce. Ricordiamo che sbloccare il bootloader porterà all'eliminazione di tutti i dati personali pertanto consigliamo di effettuare un backup prima di procedere. PREREQUISITI Driver ADB e Fastboot; Un computer con accesso ad Internet; Account EMUI PROCEDIMENTO Collegatevi al sito ufficiale dell'EMUI e accedete con il vostro account; Verranno mostrati i disclaimer relativi allo sblocco del bootloader. Accettateli e proseguite; Inserite le informazioi richieste riguardo il proprio device e premete "Submit"; Al termine della procedura riceverete il codice di sblocco; Riavviate lo smartphone in "fastboot mode" e collegatelo al computer; Da windows aprite il "prompt dei comandi" e dirigetevi nella cartella dove avete installato fastboot; Digitate il comando fastboot devices Verrà mostrato il numero identificativo del vostro smartphone; Ora digitate: fastboot oem unlock Verrà ora richiesto il codice di sblocco ricevuto prima. Digitatelo e date "Invio"; Partirà lo sblocco del bootloader. Fonte: XDA
  12. 144.556

    Unbrick Honor 9

    In questa guida vedremo come riportare in "vita" il vostro Honor 9 in stato di brick installando un Service repair firmware. Il firmware in questione è bastato su Nougat (buildnumber C432B130, vendor hw/eu). Se avete acquistato il telefono dalla cina questa guida potrebbe non funzionare. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prerequisiti Honor 9 STF-L09; Un pc; Eventualmente una micro SD; Scaricate da qui i files necessari. Procedura Nella memoria del telefono o in una micro sd create la cartella dload; Scaricate ed estraete il pacchetto linkato nei prerequisiti; Copiate il file con dimensione maggiore nella cartella appena creata; Riavviate il telefono con Vol+, Vol- e Power ed installate il primo pacchetto; Effettuate un factory reset; Copiate l'altro file nella sd e rinominatelo in update.app (il nome dovrebbe essere tipo update_****_hw_eu.app); Riavviate il telefono con Vol+, Vol- e Power ed installate il secondo pacchetto; Al riavvio lo smartphone dovrebbe ritornare a funzionare correttamente; In caso contrario ripetete la procedura e come ultimo passaggio reinstallate il file con dimensione maggiore. Fonte XDA
  13. In molti avranno probabilmente notato che Huawei ha modificato il lockscreen di molti suoi device (inclusi quelli della famiglia Honor) in modo che, durante l'ascolto di musica con alcuni player, appaia una schermata con la copertina dell'album a schermo intero e tasti di navigazione tra le traccie ben visibili. Questa è una delle tante personalizzazioni implementate dal colosso cinese nella sua EMUI, ma purtroppo non è disponibile per tutti i player presenti sul Play Store. Gli utenti affezionati ad un player minore non supportato, tuttavia, non devono scoraggiarsi a causa di questo limite imposto da Huawei. A patto di avere i permessi di root, infatti, è possibile aggiungere manualmente il proprio player musicale preferito a quelli supportati! Prerequisiti Device Huawei o Honor con Music Lockscreen per il player di default; permessi di root; un gestore file che possa accedere a /system (ad esempio Root Browser). Procedura Andare su Google e cercare l'app che si desidera abilitare; aprire il link del Play Store con il browser (sarà tra i primi); nella barra di navigazione apparirà l'indirizzo che avrà una forma del tipo "https://play.google.com/store/apps/details?id=com.gizchina.app&hl=it"; copiare il package name (la parte com.xxxx.xxxx in neretto nell'esempio); aprire il gestore file; andare su /system/emui/oversea/xml/ per i device internazionali o su /system/emui/china/xml/ per quelli cinesi; cercare nella cartella il file hw_defaults.xml e aprirlo con un editor di testo; Per i device internazionali: cercare la stringa <string white_music_for_keyguard="deezer.android.app;com.maxmpz.audioplayer;com.qobuz.music;com.soundcloud.android;com.spotify.music"/> e aggiungere alla fine il package name del player che intendete abilitare: <string white_music_for_keyguard="deezer.android.app;com.maxmpz.audioplayer;com.qobuz.music;com.soundcloud.android;com.spotify.music;PACKAGE.NAME.QUI"/> Per i modelli cinesi: cercare le stringhe <resources> <string default_input_method="com.baidu.input_huawei/.ImeService"/> <string custom_certify_picture="/system/emui/china/media/certify_infor.png"/> <string white_languages="en_US,ar_EG,de_DE,bs_BA,es_ES,uk_UA,fr_FR,pt_PT,ru_RU,zh_CN,zh_TW,zh_HK,es_US,cs_CZ,da_DK,el_GR,hu_HU,pt_BR,it_IT,ja_JP,lt_LT,lv_LV,bg_BG,nb_NO,pl_PL,ro_RO,et_EE,sk_SK,sr_Latn,sv_SE,tr_TR,th_TH,fi_FI,in_ID,mk_MK,sl_SI,ms_MY,vi_VN,hr_HR,nl_NL,ca_ES,hi_IN,ko_KR,en_GB,iw_IL,eu_ES,gl_ES,bo_CN,ka_GE,az_AZ,uz_UZ,km_KH,si_LK,ur_PK,kk_KZ,lo_LA,be_BY,bn_BD,ne_NP,tl_PH,jv_Latn"/> <string hw_theme_support_hwid="true"/> <string hw_theme_support_pay="true"/> <integer is_show_google="0"/> </resources> e modificarle in questo modo <resources> <string default_input_method="com.baidu.input_huawei/.ImeService"/> <string custom_certify_picture="/system/emui/china/media/certify_infor.png"/> <string white_languages="en_US,ar_EG,de_DE,bs_BA,es_ES,uk_UA,fr_FR,pt_PT,ru_RU,zh_CN,zh_TW,zh_HK,es_US,cs_CZ,da_DK,el_GR,hu_HU,pt_BR,it_IT,ja_JP,lt_LT,lv_LV,bg_BG,nb_NO,pl_PL,ro_RO,et_EE,sk_SK,sr_Latn,sv_SE,tr_TR,th_TH,fi_FI,in_ID,mk_MK,sl_SI,ms_MY,vi_VN,hr_HR,nl_NL,ca_ES,hi_IN,ko_KR,en_GB,iw_IL,eu_ES,gl_ES,bo_CN,ka_GE,az_AZ,uz_UZ,km_KH,si_LK,ur_PK,kk_KZ,lo_LA,be_BY,bn_BD,ne_NP,tl_PH,jv_Latn"/> <string hw_theme_support_hwid="true"/> <string hw_theme_support_pay="true"/> <string white_music_for_keyguard="LISTA.DI.PACKAGE.NAME.SEPARATI.DA.PUNTO.E.VIRGOLA"/> <integer is_show_google="0"/> </resources> dove nella stringa appena aggiunta dovrete mettere i nomi dei package che desiderate (la lista dell'internazionale è un buon inizio); riavviare il telefono: verificare il funzionamento della MOD. Purtroppo non è possibile provare e verificare il funzionamento della mod con tutti i player, ma questa procedura dovrebbe funzionare con la maggior parte delle app musicali del Play Store. Prima e dopo Fonte
  14. Questa AOSP ROM è stata sviluppata per il View 10 dal Team OpenKirin, specializzato sui dispositivi con processore Kirin, con il contributo di phhusson, sviluppatore del Project Treble. La ROM funziona perfettamente, esclusi alcuni piccoli bug, e include alcuni extra interessanti come la Google Pixel boot animation, le gestures FPS e la camera EMUI con AR Lens. Caratteristiche della ROM Camera stock di Honor V10 EMUI con l’ultima feature"AR lens" Gestures FPS Bootanimation Oreo Google Pixel Browser Chrome OmniClockOSS Nano Gapps incluse nella ROM Security Patch 1 Febbraio 2018 File da scaricare system_hv10_02.zip md5: 896f9c0f5e7e2d056a7b08bfbdd944a0 IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Installazione Assicurarsi di avere frp & bootloader sbloccati Effettuare il backup di tutti i dati importanti, è consigliato anche un backup della partizione di sistema, in caso si voglia tornare indietro Estrarre il file system.img dallo zip system_hv10_02.zip Andare in recovery e procedere con Wipe data/factory reset & Wipe cache partition Connettere al PC, tenere premuto il tasto volume giù spuntando contemporaneamente Reboot system now per entrare in fastboot Dare da prompt i comandi seguenti fastboot flash system system.img fastboot reboot Problemi noti 3G & 2G sono sempre a segnale pieno SafetyNet non superato Attenzione! Camera Stock EMUI non funzionante al 100%, alcune opzioni da sistemare! Qualunque altra camera di terze parti è perfettamente funzionante Crediti phhusson per il suo splendido lavoro su Project Treble ! OldDroid XePeleato Ringraziamenti: svetius Screenshots Fonte: xda
  15. Emanuele C

    Honor 8 Pro (DUK L-09): TWRP e root

    L'installazione di una recovery custom come la TWRP rappresenta un passaggio fondamentale per il modding di qualsiasi device Android, e Honor 8 Pro non fa certo eccezione. In questa guida vi mostreremo come eseguire il flash della TWRP 3.1.1 sulla versione DUK-L09 del device prodotto dal sub brand di Huawei sfruttando, come da tradizione, un comodo file .bat in grado di automatizzare tutte le operazioni da adb e fastboot. Prerequisiti Honor 8 Pro con almeno il 70% di batteria; bootloader sbloccato (potete seguire questa guida); PC Windows e cavo USB; phh SuperSu; pacchetto GizFlasher. Procedura IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Flash recovery Andare su "Impostazioni-> Informazioni telefono" ed effettuare tap ripetuti sul Numero di Build per abilitare la modalità sviluppatore; tornare sulla schermata "Altro" delle impostazioni, dovrebbe essere presente la voce "Opzioni sviluppatore"; entrare in "Opzioni sviluppatore" ed abilitare il debug USB e lo sblocco OEM; scaricare ed estrarre il tool sul PC; avviare autorun.zip ed eseguire l'installazione (saltare questo passaggio se adb e fastboot sono giù installati system wide sul PC); con telefono acceso collegato al computer, eseguire "GizFlasher.bat" presente nella cartella del pacchetto (in caso di problemi provare con e senza modalità amministratore); se richiesto, accettare dal telefono la connessione adb; selezionare 1 per eseguire il flash della TWRP. Root (opzionale) Copiare il pacchetto Phh SuperSU sul telefono; riavviare in TWRP (premere contemporaneamente e a lungo i tasti power e Volume +); tap su installa; selezionare il pacchetto copiato in precedenza; dopo l'installazione andare su Pulisci e pulire la partizione Dalvik; riavviare; installare phh Superuser dal play store.
  16. Su tutte le macchine fotografiche professionali e su alcuni smartphone la possibilità di memorizzare foto senza perdita di informazioni (dovuta all'interpolazione e alla compressione dei dati) e di solito assicurata dalla modalità RAW, che permette ai più esperti di ritoccare in un secondo momento le foto mantenendo il massimo della qualità. Purtroppo la fotocamera stock della EMUI di Huawei non permette "out of the box" la registrazione RAW delle foto, ma in questa guida vi mostreremo come abilitare questa modalità in modo da poter salvare i vostri scatti in formato .dng. Attenzione: la guida è stata testata su P9 Lite e Honor 6X, ma è potenzialmente compatibile con tutti i device Huawei con Camera2 Api. Prerequisiti Device Huawei; permessi di root; un root browser. Procedura IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Aprire il root browser e andare al percorso /system/emui/lite/prop/; aprire il file local.prop come file di testo; cercare la stinga "ro.build.hw_emui_lite.enable"; cambiare il valore da "true" a "false"; salvare il file; riavviare il device; aprire l'app fotocamera; andare sulla modalità Pro; aprire le impostazioni ed abilitare la modalità RAW. Fonte
  17. In questo nuovo tutorial andremo a vedere come installare la recovery TWRP ed ottenere i permessi di root su Honor V8. Per la buona riuscita della guida è necessario avere il bootloader sbloccato. Per chi dovesse effettuare lo sblocco ricordiamo che tale procedura cancellerà tutti i file personali. Pertanto è consigliabile eseguire un backup prima di procedere. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo ad utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding per Android. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al device. PREREQUISITI Bootloader sbloccato : potete seguire la stessa guida proposta per lo sblocco del bootloader del Huawei P9; Driver ADB; Recovery TWRP; SuperSU. PROCEDIMENTO Dal "menu sviluppatori" abilitate il "Debug USB" e "Unlock OEM"; scaricate ed estraete il pacchetto contenente la Recovery TWRP; collegate lo smartphone al computer; dalla cartella della recovery eseguite il file "run.bat"; si aprirà una schermata DOS alla quale dovrete premere il tasto "1" della tastiera per iniziare il flash della recovery TWRP; al termine del flash lo smartphone si riavvierà; per tornare alla "recovery stock" (se lo desiderate) eseguite nuovamente la procedura ma questa volta dovrete selezionare la voce "2". Ecco invece i passaggi per il root: copiare il file di "SuperSu" nella memoria del dispositivo; riavviare lo smartphone in recovery TWRP tenendo premuto insieme al tasto di accensione "VOL+"; dalla recovery fare un tap su "install" e selezionate il file SuperSu copiato in precedenza; effettuate il flash e riavviate per portare a termine tutta la procedura. Fonte: GIZDEV
  18. In questa guida spiegaremo quali sono le operazioni da compiere per sbloccare il bootloader, ottenere i permessi di root ed installare la custom recovery TWRP su Honor 7. Disclaimer: Ricordiamo che lo staff di GizChina.it non si assume responsabilità per eventuali problemi ai vostri terminali imputabili all'utilizzo della procedura descritta. Requisiti Effettuare un backup delle apps e dei propri dati; Installare i Drivers ADB sul proprio PC tramite HISuite; Abilitare il debug USB dallo smartphone: Impostazioni - Info sul telefono - Numero build: tappare per 7 volte per diventare sviluppatore, Impostazioni - Opzioni sviluppatore: abilitare il Debug USB; Seguire la guida con attenzione. Parte 1: Sbloccare il Bootloader Ottenere il codice di sblocco del Bootloader dal sito EMUI ufficiale (LINK); installare i driver ADB sul proprio PC e controllare la presenza del file "fastboot.exe"; spegnere lo smartphone e riaccenderlo in modalità bootloader, tenendo premuto Volume giù + Power; collegare il telefono al PC con il cavo USB; aprire il Prompt dei comandi (Posizionare il cursore in una parte bianca della cartella di ADB e e tenere premuto Shift + tasto destro del mouse -> Apri finestra di comando qui); digitare o incollare questo comando nella finestra cmd, sostituendo gli asterischi con il codice di sblocco ottenuto: fastboot oem unlock **************** quindi premere invio; ora digitare: fastboot reboot Honor 7 si riavvierà, si raccomanda di non scollegare il telefono dal PC, né chiudere il prompt di Windows. Parte 2: Installare TWRP Effettuare il download del file al seguente indirizzo (per accedere al download digitate la password: nwae) spegnere lo smartphone e riaccenderlo in modalità bootloader, tenendo premuto Volume giù + Power; spostare il file "twrp.img" nella cartella di ADB; digitare nel prompt il seguente comando: fastboot devices digitare o incollare questo comando nel prompt, quindi premere invio: fastboot flash recovery twrp.img riavviare il dispositivo con il comando: fastboot reboot Una volta portato a termine il processo avremo, sul nostro dispositivo, la recovery in lingua cinese. Parte 3: Root Copiare BETA-SuperSU-v2.49” all'interno del dispositivo; spegnere lo smartphone e riaccenderlo in modalità Recovery, tenendo premuto Volume Up + Power; fare tap sulla prima casella in alto a sinistra e scegliere il file “.zip” precedentemente scaricato, quindi fare lo swipe per installare; tornare indietro e selezionare la casella in basso a destra per riavviare il device; aprire l'applicazione supersu in modo da aggiornare i binari. A questo punto la procedura è completa e dovreste aver effettuato il Root con successo sul vostro Honor 7. Attenzione: non provate assolutamente ad installare gli aggiornamenti OTA, potrebbero inevitabilmente ad un bootloop! Fonte: XDA
×