Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'huawei'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Primi passi
    • Presentazioni
    • Comunicazioni dallo Staff
    • Suggerimenti & Proposte
  • Smartphone
    • Nubia
    • Xiaomi
    • Lenovo
    • Huawei
    • LeTV / LeEco
    • OnePlus
    • 360
    • Oppo
    • Smartisan
    • Meizu
    • ASUS
    • Vivo
    • Altri Brand
  • SmartWatch and SmartHome
    • Xiaomi - Huami Amazfit
    • Wear OS By Google
    • Altri Brand
  • Tablet e Ultrabook
    • Chuwi
    • Cube
    • Huawei
    • Onda
    • Pipo
    • Teclast
    • Xiaomi
    • Altri Brand Tablet
  • Stampa 3D
    • Discussioni generali
    • Stampanti 3D
  • Teardown
    • I Nostri Teardown
  • Sistemi Operativi
    • Android
    • Microsoft
    • Ubuntu Linux
    • Leaked ROM
  • Off Topic
    • Discussioni Android
  • Mercatino
    • VENDO
    • COMPRO
    • SCAMBIO
  • Store
    • Codici sconto

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Città 


Interessi


Smartphone in uso

Found 49 results

  1. Di recente è apparso in rete un metodo efficace per effettuare lo sblocco del bootloader di Huawei P8 Lite, utile per chi volesse installare una ROM differente da quella ufficiale per aumentare le prestazioni del dispositivo. È una procedura molto veloce, vediamo insieme come fare. Requisiti: 1. Java JDK; 2. ADB e fastboot installati sul proprio PC. Per cominciare attiviamo sul nostro dispositivo le "Opzioni Sviluppatore". Ciò è possibile seguendo il percorso: Impostazioni -> Info sul telefono ed effettuando 7 volte il tap sulla voce "Numero di serie" Fatto ciò, ritornate nel menu Impostazioni e cercate la voce "Opzioni sviluppatore", entrate nella sezione e attivate l'opzione "Debug USB" che vi permetterà di collegare lo smartphone al PC in questa particolare modalità. In seguito: Scaricate ed installate sul device il programma KingRoot che, tramite la procedura guidata, vi permetterà di ottenere i privilegi di amministratore sul sistema; Aprite la cartella ADB Driver sul vostro PC Tenete premuto il tasto Shift sulla tastiera e cliccate con il tasto destro del mouse, selezionate la voce "Apri finestra di comando qui"; Nella finestra di dialogo, eseguire i seguenti comandi: adb devices adb shell su -c "grep -m1 -aoE 'WVLOCK.{14}[0-9]{16}' /dev/block/mmcblk0p7 |grep -aoE '[0-9]{16}'" Se il procedimento è stato svolto correttamente, riceverete il codice di sblocco; Eseguite nel terminale il comando adb reboot bootloader Lo smartphone verrà riavviato in modalità Fastboot; Eseguiamo ora il comando fastboot oem unlock **************** (sostituire gli asterischi con il codice di sblocco ricevuto) Digitiamo infine fastboot reboot Una volta che lo smartphone ha completato il riavvio, avremo sbloccato il bootloader!
  2. In questo tutorial andremo a vedere la procedura non ufficiale per richiedere l'unlock code, codice indispensabile per sbloccare il bootloader dei dispositivi Huawei. Generalmente, per richiedere il codice di sblocco, bisogna compilare un apposito modulo sul sito Emui.com per poi attendere l'elaborazione della richiesta che potrebbe richiedere fino ad una settimana di tempo. Se non si volesse aspettare, grazie a questo metodo, con qualche euro è possibile ottenere il codice di sblocco immediatamente mediante un semplice tool. I modelli supportati da questo tool sono: Huawei P9, P9 Plus, Huawei P9 Lite, P8, P8 Lite, Mate 7, Mate 8, Honor 8, Honor V8, Honor 7, Honor 5x, e tutti gli altri smartphone Qualcomm based. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo ad utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding per Android. Lo staff di GizChina.it non si ritiene responsabile per eventuali danni al device. Inoltre teniamo ad informarvi che non siamo in aclun modo correlati al tool, pertanto qualsiasi problema con esso non è da attribuirsi allo staff di GizChina.it PREREQUISITI Huawei Driver; DC Huawei Bootloader Codes; DC Unlocker Client; PROCEDIMENTO Andiamo nelle impostazioni del telefono ed entriamo nelle info. premiamo 7 volte sul numero di build per abilitare le opzioni di sviluppatore; entriamo nel menu di sviluppatore ed abilitiamo "Debug USB" e "OEM Unlock"; una volta attivate le opzioni scarichiamo ed installiamo i driver Huawei; scarichiamo dal PlayStore il DC Huawei Bootloader Codes; scarichiamo sul pc il DC Unlocker Client e l'Unlocker Bootloader Tool; avviamo dallo smartphone l'app appena scaricata ed installata; facciamo un tap su "Unlocker DC Account"; inseriamo una email valida e seguiamo le istruzioni per completare il pagamento; ricordiamoci di salvare la password usata per il nostro account; ora che il pagamento è completato, e abbiamo salvato tutte le informazioni, spostiamoci al computer; scarichiamo ed avviamo il DC Unlocker Client e avviamolo premendo su "dc-unlocker2client.exe"; entriamo nel tab "Server" ed inseriamo le nostre credenziali ottenute precedentemente dall'app sullo smartphone; connettiamo lo smartphone al computer ed abilitiamo la "Manufactorer Mode" digitando " *#*#2846579#*#* " nel dialer e selezionando "Background Settings", "USB Port Settings" e selezioniamo "Manufacturer Mode; una volta fatto torniamo al client sul PC e selezioniamo come Manufacturer la voce "Huawei Phones", come Model settiamo "Auto" e premiamo sul pulsante cerca; premiamo su "Read Bootloader Code" presente nel tab "Unlocking"; attendiamo che il tool recuperi il codice di unlock e, al termine, salviamolo sul Notepad; Fonte: GizDev
  3. Questa guida serve per recuperare l'IMEI di un dispositivo Huawei/Honor nel caso andasse perso. Usare solo in questo caso, altrimenti questa procedura è illegale! IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. 1. Mandare il telefono in manufacture mode digitando sul dialer *#*#2846579#*#*, quindi selezionare "Project Menu"->“Background settings”->“USB ports settings”->“Manufacture mode”. Connettere il telefono al PC ed installare i dirivers (li trovi qui). 2. Scaricare il tool HCU qui e lanciare il software 3. Sul tab “Account” inserire user name e password. Cliccare su “Check account” ed aspettare il login (Puoi ottenere un account tramite acquisto con crediti o acquistando una licenza HCU a tempo, vai sulla pagina “BUY”) 4. Premere il pulsante “Read phone info” ed aspetta il riconoscimento del telefono 5. Selezionare il tab “Repair UMTS” (se il telefono ha MEID selezionare “Repair CDMA”) 6. Leggere messaggio di avvertimento ed accettare i termini premendo “OK”, per annullare “Cancel” 7. Spuntare “Repair as empty board”, lasciare il resto invariato. Inserire i dati corretti nei campi spuntati, quindi premere “Repair” 8. Attendere il completamento del processo, il telefono si riavvierà e sarà ripristinato Fonte: HCU client
  4. In questo nuovo tutorial vi mostreremo come effettuare lo sblocco del bootloader su tutti i device Huawei in maniera rapida e veloce. Ricordiamo che sbloccare il bootloader porterà all'eliminazione di tutti i dati personali pertanto consigliamo di effettuare un backup prima di procedere. Attenzione! Huawei ha deciso di non rilasciare più i codici di sblocco, quindi al momento non è possibile sbloccare ufficialmente i device per cui il codice non sia già stato richiesto. PREREQUISITI Driver ADB e Fastboot; Un computer con accesso ad Internet; Account EMUI PROCEDURA Collegatevi al sito ufficiale dell'EMUI e accedete con il vostro account; Verranno mostrati i disclaimer relativi allo sblocco del bootloader. Accettateli e proseguite; Inserite le informazioni richieste riguardo il proprio device e premete "Commit"; Al termine della procedura riceverete il codice di sblocco, copiatelo e conservatelo con cura; Riavviate lo smartphone in "fastboot mode" e collegatelo al computer; Da windows aprite cmd (finestra di comando); Digitate il comando fastboot devices e date invio; Verrà mostrato il numero identificativo del vostro smartphone; Ora digitate: fastboot oem unlock [codice] dove al posto di [codice] dovete inserire il codice ricevuto da Huawei, e date invio; Partirà lo sblocco del bootloader.
  5. Oggi vi presentiamo questa guida rivolta al P8 lite 2017, la quale ha l'intento principale di convertire il terminale da single sim a dual sim. La stessa però ha altre applicazioni: Rimuovere la personalizzazione dell'operatore; Se il tuo terminale è straniero e vuoi inserire una ROM europea (C432); Se il dispositivo è brickato o non risponde; Hai i permessi di root e vuoi rimuoverli; Vuoi bloccare di nuovo il tuo bootloader. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prerequisiti Bootloader sbloccato; Custom recovery TWRP; ADB e fastboot installati . Installazione Scaricare questo file, decomprimerlo e posizionarlo nella memoria interna; Riavviare in recovery e fare il restore della cartella precedentemente copiata; Questa operazione bloccherà il bootloader, il quale dovrà essere risbloccato; Scaricate e flashate da ADB la recovery stock; fastboot flash recovery recovery.img E' poi consigliabile fare un factory reset dalla recovery appena installata; A questo punto avrete il terminale impostato come dual SIM e avete due opzioni: Restiamo così, con il kernel modificato con root e senza la possibilità di chiudere il bootloader. Installiamo l'ultima ROM PRA-LX1C432B110, rimuovendo i permessi di root e chiudendo il bootloader (a detta di molti risulta più stabile). Se questo è il vosto caso, continuate la procedura. Scaricate questo archivio e decomprimetelo; Da un prompt dei comandi lanciate i seguenti comandi; fastboot flash boot boot.img fastboot flash recovery recovery.img fastboot flash system system.img fastboot reboot Riavviate in recovery ed effettuate un factory reset e riavviate; Al riavvio saltate la configurazione iniziale e aprite un prompt dei comandi e lanciate il seguente comando; fastboot oem relock (+ codice di sblocco da sito huawei) In questo modo abbiamo tolto i permessi di root e ribloccato il dispositivo. Fonte HTC MANIA
  6. Ecco a voi l'ultimo Magisk v16.0 per Huawei e Honor, compatibile con Emui 5.0/5.1. L'ultima versione del popolare tool per la gestione dei permessi di root (e non solo) è ora disponibile per EMUI. Questa versione include alcune importanti correzioni a quella precedente e l'ultimo Magisk Manager 5.6.1. Prerequisiti Bootloader sbloccato; Custom recovery TWRP; ADB e fastboot installati ; Download Magisk Manager; Download Magisk. Installazione Installate senza eseguire l'app Magisk manager; Copiate lo zip di magisk nel terminale; Riavviare in recovery; Dal menu install selezionate il file zip caricato in precedenza e fate swipe per installare; Riavviate e godetevi magisk. Fonte GIZDEV
  7. In questa guida vedremo come installare la nota recovery custom TWRP e, attraverso questa, ottenere i permessi di root su Huawei Mate 10 Lite. Prerequisiti: Un Huawei Mate 10 Lite Un PC Dispositivo carico almeno al 50% Backup dei dati importanti Attivare Opzioni Sviluppatore Attivare USB Debug Attivare OEM Unlock Installare i drivers sul PC Scaricare “ADBFASTBOOT TOOL“, ”TWRP”, ”SuperSu” Files necessari adb e fastboot installati sul PC Mate 10 Lite TWRP.img SuperSu_2.82.zip IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Installare la recovery TWRP 1. Assicurarsi che ADB e fastboot siano installati sul PC; 2. Rinominare il file della recovery da “twrp.img” in “recovery.img” e copiarlo nella cartella “adb-fastboot-tool-2016”; 3. Aprire il prompt di dos nella cartella che contiene ”recovery.img" tramite shift + tasto dx del mouse; 4. Connettere il telefono al PC; 5. Incollare questa riga di commando nel prompt e dare Invio per riavviare il telefono in modalità bootloader (fastboot): adb reboot bootloader 6. Flashare la recovery con questo comando: fastboot flash recovery recovery.img 7. Riavviare il dispositivo in recovery: fastboot reboot Rootare il Huawei Mate 10 Lite Copiare il file “SuperSu_2.82.zip” sul telefono; Spegnere il telefono e riavviarlo in Recovery pigiando contemporaneamente Volume giù + Power; Autorizzare le modifiche trascinando “Swipe to Allow Modifications”; Andare su Install, navigare fino a “SuperSu_2.82.zip”, trascinare per installare lo zip; Riavviare il telefono. Ora avete il vostro Huawei Mate 10 Lite con recovery TWRP e Root per potervi dedicare al modding, facile vero? Fonte: GizDev
  8. In questa guida vi mostreremo la procedura sviluppata dall'utente ToLive4 per effettuare il rebrand di P20 Pro e trasformarlo nella versione CLT-L29 europea! IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prerequisiti Huawei P20 Pro con permessi di root; adb e fastboot installati sul PC; cavo USB; Magisk Manager; questi file. Prima di iniziare Come prima cosa è necessario abilitare le "opzioni sviluppatore": Andare in impostazioni⇒ About phone ⇒ Tappare su “build number” 7 volte per abilitare le "opzioni sviluppatore" Andare in impostazioni⇒ opzioni sviluppatore ⇒ selezionare USB debugging Procedura Copiare i file update.zip update_all_hw.zip update_data_public.zip oeminfo nella memoria interna del telefono; installare, se non li avete già sul PC, adb e fastboot; scaricare il file recovery_ramdisk_nocheckP20.img; Aprire la cartella in cui è stata copiata la recovery, fare click su un punto bianco, dunque premere shift e contemporaneamente il tasto destro del mouse -> "apri finestra di comando qui" o "apri finestra Powershell qui"; dare il comando adb devices se questo comando non ritorna nulla sarà necessario verificare che i driver siano installati correttamente, in caso contrario procediamo con l'installazione digitare ora (seguito da invio): adb reboot bootloader Flashare la recovery con: fastboot flash recovery_ramdisk recovery_ramdisk_nocheckP20.img e riavviare con fastboot reboot installare Magisk Manager sul telefono; aprire una finestra cmd e dare i comandi (separati da invio): adb shell su //accettare la rischiesta sul display// mkdir /data/local/tmp mv /sdcard/oeminfo /data/local/tmp cd /data/local/tmp chmod +x oeminfo ./oeminfo CLT-L29 C432 hw/eu mkdir /data/update/HWOTA cd /sdcard/ mv *.zip /data/update/HWOTA aprire una finestra cmd e dare i comandi (darli tutti insieme: fare copia incolla delle tre righe e dare invio): echo "--update_package=/data/update/HWOTA/update.zip" > /cache/recovery/command echo "--update_package=/data/update/HWOTA/update_data_public.zip" >> /cache/recovery/command echo "--update_package=/data/update/HWOTA/update_all_hw.zip" >> /cache/recovery/command e attendere il prompt; chiudere tutto dando i comandi (separati da invio) exit exit adb reboot recovery il telefono si ravvierà in recovery ed effettuerà il flash (rebrand). Fonte
  9. C'era una volta un tool di modding per Honor 6. In quei tempi, grazie al semplice file bat di questo strumento, anche gli utenti meno smaliziati iniziarono a sbloccare il bootloader e ad installare una recovery custom sui loro dispositivi. Questo tool era utile e piaceva a molti, così il suo sviluppatore decise di ampliarlo e di aggiungere il supporto alla versione Plus. Nacque Honor 6 Multi Tool che, nel tempo, perse il "6" nel nome e incominciò a supportare anche Honor 7. Honor Multi Tool viveva tranquillo e ben aggiornato quando, sull'onda del successo di Huawei, la comunità di sviluppatori disposta ad offrire gratuitamente il proprio lavoro per supportare i modelli del colosso cinese incominciò a crescere. Si creò così un team di sviluppo, a maggioranza russa, che prendendo come base il vecchio progetto creò Huawei Multi Tool. Come avrete intuito il nuovo tool, ormai giunto alla settima versione, riprende ed amplia le funzioni già viste nello strumento originale. Potrete dunque sbloccare e bloccare il bootloader, installare una recovery TWRP e ottenere i diritti di root. A queste features "base" nel tempo se ne sono poi aggiunte altre, e ora è ad esempio possibile eseguire il flash di immagini custom, la modifica del vendor (solo per Honor 7, P8 lite e Honor 8), l'unbrick ed tante altre azioni. Anche la platea dei device supportati si è inoltre ampliata, ecco la lista: Lista ufficiale aggiornata Prerequisiti Telefono compatibile; PC Windows e cavo USB; Huawei Multi Tool. Procedura IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prima di utilizzare il tool, che in automatico si imposterà in inglese, dovrete effettuare questi passaggi: Abilitare il debug USB Aprire le impostazione del device; andare su "info sul dispositivo"; eseguire ta ripetuti sul "Build Number" fino a quando non compare la scritta "sei ora uno sviluppatore"; tornare indietro nelle impostazioni ed entrare in "Opzioni sviluppatore"; abilitare il Debug USB. Installare i driver Scaricare Huawei Multi Tool; estrarre lo zip; avviare "Huawei_Multi-Tool.bat"; il tool si aggiornerà automaticamente, attendere; apparirà una schermata come questa, digitare 0 e dare invio; digitare 1 per installare i driver. Collegare il telefono Avviare Huawei Multi Tool; digitare 0 e dare invio; collegare il telefono al PC; digitare 3 e dare invio; sul telefono comparirà un avviso, dare l'OK. A questo punto sarete in grado di utilizzare tutte le funzioni del tool. Ricordiamo che per ottenere i diritti di root è necessario prima sbloccare il bootloader ed installare una recovery custom. Fonte
  10. Con questa guida potrete installare la famosa custom recovery TWRP ed ottenere i permessi di root sul Huawei P smart. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Vantaggi di avere una custom recovery e ottenere i permessi di root Con i permessi di root è possibile eliminare facilmente il bloatware incorporato dai produttori negli smartphone e quindi liberare spazio sul device; Potremo effettuare backup usando app come Titanium Backup o direttamente da TWRP (nandorid). Sarà possibile modificare alcune impostazioni di sistema come i file build.prop; La TWRP ci consente un facile rooting e unrooting del device. Il flash di SuperSu da recovery custom è infatti uno dei metodi più sicuri per ottenere i permessi di root. La TWRP permette l'installazione di custom rom; In alcuni casi sarà possibile velocizzare il tablet overcloccando il processore o la gpu; Installando Xposed potremo personalizzare ancora di più lo smartphone. Prerequisiti Bootloader sbloccato (vedere QUI); Backup completo dei dati; PC e cavo USB; ADB e fastboot installati ; Immagine TWRP; Zip magisk; Il telefono deve essere con kernel stock. Prima di iniziare Come prima cosa dovete abilitare le "opzioni sviluppatore": Andate in impostazioni⇒ About phone ⇒ Tappate su “build number” 7 volte per abilitare le "opzioni sviluppatore" Andate in impostazioni⇒ opzioni sviluppatore ⇒ selezionate USB debugging Andate in impostazioni⇒ opzioni sviluppatore ⇒ selezionate abilita sblocco OEM Installazione Installate, se non li avete già sul PC, adb e fastboot; Aprite un prompt dei comandi (start e "CMD ") e posizionatevi nella directory in cui avete messo la TWRP; lanciate i seguenti comandi: adb devices se questo comando non ritorna nulla dovete verificare che i driver siano installati correttamente, in caso contrario procediamo con l'installazione; adb fastboot reboot riavvierà il dispositivo in modalità fastboot; fastboot flash recovery_ramdisk twrp_p_smart.img Per installare la recovery; A questo punto riavviate in Recovery; Dal menu wipe andate su Advanced Wipe> Micro SD card> Repair or Change File System> Change File System e selezionate FAT; Da menu mount deselezionate tutte le voci presenti; Da menu backup fate un backup completo della sd tranne la cache; Riavviate il sistema operativo e copiate il file di magisk nella sd del telefono; riavviare in TWRP e installare Magisk. Note aggiuntive I moduli magisk devono essere sempre installati tramite app e non da recovery; Mai installare xposed in quando andrebbe in bootloop; Prima di effettuare ogni backup fare l'umount delle partizioni. Fonte XDA
  11. Con questa guida potrete ottenere i permessi di root sul nuovissimo Huawei P20 Pro IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Vantaggi di avere una custom recovery e ottenere i permessi di root Con i permessi di root è possibile eliminare facilmente il bloatware incorporato dai produttori negli smartphone e quindi liberare spazio sul device; Potremo effettuare backup usando app come Titanium Backup o direttamente da TWRP (nandorid). Sarà possibile modificare alcune impostazioni di sistema come i file build.prop; In alcuni casi sarà possibile velocizzare il tablet overcloccando il processore o la gpu; Installando Xposed potremo personalizzare ancora di più lo smartphone. Prerequisiti Bootloader sbloccato (vedere QUI); PC e cavo USB; ADB e fastboot installati ; Immagine Ram Disk. Prima di iniziare Come prima cosa dovete abilitare le "opzioni sviluppatore": Andate in impostazioni⇒ About phone ⇒ Tappate su “build number” 7 volte per abilitare le "opzioni sviluppatore" Andate in impostazioni⇒ opzioni sviluppatore ⇒ selezionate USB debugging Installazione Installate, se non li avete già sul PC, adb e fastboot; Scaricate il file Ramdisk Aprite un prompt dei comandi (start e "CMD ") e posizionatevi nella directory in cui avete messo il file lanciate i seguenti comandi: adb devices se questo comando non ritorna nulla dovete verificare che i driver siano installati correttamente, in caso contrario procediamo con l'installazione adb reboot bootloader Flashate il ramdisk modificato con Fastboot flash ramdisk CLT-L29-MAGISK.img Riavviate il dispositivo, al termine avrete i permessi di root abilitati. Fonte XDA
  12. Molti dispositivi Huawei di fascia media e alta basati su Android (inclusi alcuni della serie Honor) sono dotati di un coprocessore a basso consumo per il riconoscimento vocale always on. Sulla carta quindi questi modelli potrebbero offrire la funzionalità "OK Google" anche a display spento in maniera simile a quanto offerto da Moto X ma, purtroppo, il colosso cinese ha deciso di supportare pienamente solo l'assistente vocale proprietario "OK Emy". In questa guida vi mostreremo come installare e configurare una semplice applicazione che, con un semplice workaround, vi permetterà di evocare "OK Google" anche a schermo spento. Prerequisiti Device Huawei con assistente "OK Emy" evocabile da schermo spento; Gapps installate; questo file di configurazione. Procedura Andare su Impostazioni –> Assistente Smart –> Controlli vocali; abilitare il voice wakeup registrando "OK Google" come keyword; scaricare ed installare Tasker; dalla sezione accessibilità delle impostazioni del telefono abilitare il servizio di Tasker; copiare il file di configurazione nel device; avviare Tasker; tap sui tre puntini in alto a sinistra -> Preferenze -> togliere la spunta da "modalità principiante"; tornare nella schermata principale di tasker; tap su Profili-> Importare; cercare e selezionare il file copiato al punto 5; spegnere lo schermo e provare OK Google! Se l'operazione è andata a buon fine in seguito ad un "OK Google" dovreste vedere per un attimo OK Emy prima dell'avvio dell'assistente vocale di Google. Fonte
  13. Finalmente ecco un metodo per recuperare un dispositivo Huawei dal Brick Hard e Soft con un tool sviluppato dal dc-unlocker team. Il tool si chiama dc phoenix e permette di flashare un dispositivo brickato dalla modalità fastboot. Il tool non è gratuito, ma richiede l'acquisto di crediti (15 crediti = 15 euro per 3 giorni oppure 19 euro per 3 giorni per i telefoni ribrandizzati per recuperare l'IMEI che viene cancellato durante il processo). Dispositivi supportati: Huawei ed Honor come per esempio Mate 9, Mate 9 pro, Mate 10, P10, Huawei Nova, Honor 8 pro, Honor 8, Honor V10, Honor 6x, 7x ed altri Preparazione Caricare il dispositivo. Acquistare crediti da https://www.dc-unlocker.com/buy (Note: se il dispositivo è ribrandizzato, occorre acquistare una pacchetto licenza per DC-Phoenix + HCU a 19 euro altrimenti basta acquistare 15 crediti per un aggiornamento normale) Controllare email per le informazioni di login Scaricare DC Phoenix da qui / Mirror Link Scaricare il file del firmware dal tool DC Phoenix Requisiti PC con Windows Sufficiente spazio libero sul disco Driver Huawei, disponibili qui Driver Huawei USB COM 1.0 per aggiornamento Board Software testpoint qui Ora possiamo procedere con uno dei 2 metodi: fastboot mode/upgrade mode oppure testpoint mode. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Metodo tramite modalità fastboot / upgrade 1. Leggere attentamente Preparazione e Requisiti 2. Scompattare il file zip DC Phoenix 3. Eseguire “DCPhoenix_v**.exe“. 4. Cliccare su Download Files 5. Cercare il modello, per esempio “LON“ 6. Scaricare il file .app main and il file data cust e il file .dgtks per il metodo test point nel caso il dispositivo non entri né in fastboot né in recovery 7. Selezionare il file di aggiornamento update.app e il file customization 8. Connettere il dispositivo al PC con cavo USB tenendo premuto Volume Giù per entrare in fastboot mode, oppure in modalità upgrade tenendo premuto il Volume Giù + Volume Su mentre si connette il cavo USB 9. Cliccare su update ed aspettare che il processo termini Se ricevi errore di partizione VERLIST significa che il dispositivo è ribrandizzato, quindi occorre riparare le info vendor/country per poi riaggiornare il dispositivo. Segui questa guida. Metodo di aggiornamento test point (se il dispositivo non entra né in fastboot né in recovery) 1. Spegnere e disassemblare il telefono, cercare il test point. Aiutarsi con google o aprire DC Phoenix e raggiungere il file .dgtks per vedere l’immagine del Testpoint 2. Collegare la terra e tenere premuto il tasto di accensione per un secondo, quindi collegare il cavo USB 3. Installare il driver Huawei USB COM 1.0 e testare con Gestione dispositivi 4. Selezionare il file Board Software_inc_testpoint.dgtks, il file update.app ed il file customization 5. Cliccare su update ed attendere il completamento del processo Se non riesci a trovare il testpoint devi trovarlo da solo a tentativi collegando a terra il test point, connettendo il cavo USB tenendo premuto il tasto di accensione. Se in Gestione dispositivi trovi una nuova porta Huawei USB COM 1.0, lo hai trovato. Un esempio per Mate 9 nell’immagine. Se invece hai perso l'IMEI del dispositivo, segui questa guida per procedere con il tool DC – HCU. In bocca al lupo! Fonte: GizDev
  14. Recentemente Huawei ha lanciato i suoi nuovi dispositivi della serie P: Huawei P20 lite, P20, P20 Pro. Il colosso cinese anche questa volta ha cercato di rinnovare il comparto multimediale dei suoi camera-phone, e per la prima volta ha lanciato un dispositivo con tre fotocamere. In questo modo, grazie anche alle tecnologie software proprietarie, ha alzato l'asticella battendo gran parte degli smartphone attualmente esistenti secondo DxOMark. In questa guida vi mostriamo come installare l'app fotocamera di Huawei P20 Pro su tutti i dispositivi Android Oreo! Prerequisti Bootloader sbloccato; Android Oreo; Root con Magisk; Download camera. Installazione Copiate il file zip scaricato nel vostro smartphone; Aprite Magisk manager; Andate nella sezione "Modules"; Selezionate il bottone "+"; Selezionate il file zip e fate install; Al termine riavviate il dispositivo per poter usare la camera. Screenshots Fonte Gizdev
  15. L'installazione di una recovery custom come la TWRP rappresenta un passaggio fondamentale per il modding di qualsiasi device Android, e Huawei P8 lite 2017 non fa certo eccezione. In questa guida vi mostreremo come eseguire il flash della TWRP 3.1.1-2 sfruttando, come da tradizione, un comodo file .bat in grado di automatizzare tutte le operazioni da adb e fastboot. Prerequisiti Huawei P8 lite 2017 con almeno il 70% di batteria; bootloader sbloccato (potete seguire questa guida); PC Windows e cavo USB; pacchetto SuperSu; pacchetto GizFlasher. Procedura IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Flash recovery Andare su "Impostazioni-> Informazioni telefono" ed effettuare tap ripetuti sul Numero di Build per abilitare la modalità sviluppatore; tornare sulla schermata "Altro" delle impostazioni, dovrebbe essere presente la voce "Opzioni sviluppatore"; entrare in "Opzioni sviluppatore" ed abilitare il debug USB e lo sblocco OEM; scaricare ed estrarre il tool sul PC; avviare autorun.zip ed eseguire l'installazione (saltare questo passaggio se adb e fastboot sono giù installati system wide sul PC); con telefono acceso collegato al computer, eseguire "GizFlasher.bat" presente nella cartella del pacchetto (in caso di problemi provare con e senza modalità amministratore); se richiesto, accettare dal telefono la connessione adb; selezionare 1 per eseguire il flash della TWRP. Root (opzionale) Copiare il pacchetto SuperSU sul telefono; riavviare in TWRP (da telefono spento premere contemporaneamente e a lungo i tasti power e Volume + con il cavo USB non connesso); tap su installa; selezionare il pacchetto copiato in precedenza; riavviare; il telefono si riavvierà un paio di volte, attendere; tra le app sarà adesso presente SuperSU. Fonte
  16. Emanuele C

    Abilitare 3D panorama su Emui 5

    Huawei, da sempre attenta al comparto fotografico dei suoi prodotti, negli ultimi anni ha sviluppato un'app fotocamera davvero completa e ricca di funzioni. Una delle ultime novità introdotte dal colosso cinese su questo fronte è la possibilità di utilizzare la modalità "3D Panorama", che consente di catturare foto 3D e di visualizzarle nella galleria. Purtroppo questa funzione al momento è disponibile solo su alcuni modelli Hauwei, ma grazie a questa guida potrete installarla su qualsiasi telefono dotato di EMUI 5! IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prerequisiti Device con EMUI 5.0; Plugin 3D Panorama. Procedura Installazione Scaricare il plugin; andare sulle impostazioni di sicurezza ed abilitare le origini sconosciute; aprire il gestore file; cercare l'apk scaricato al punto 1 ed installarlo; riavviare il telefono. Utilizzo 3D Panorama Aprire l'app della fotocamera; eseguire uno swipe da sinistra a destra per far comparire le modalità disponibili; selezionare 3D Panorama; tenere premuto il tasto di scatto e muovere il telefono attorno al soggetto da fotografare. Visualizzazione Aprire la galleria stock; visualizzare una delle foto scattate in modalità 3D Panorama; premere in alto a destra il piccolo cubo; muovere il telefono per sfruttare l'effetto 3D. Fonte
  17. Oggi vi presentiamo questa ROM per Huawei P20 pro ricca di personalizzazioni e funzionalità, la rom e pre-rooted IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prerequisiti BL sbloccato e Custom recovery; Firmware stock installato (L09C432B131 ,L29C432B131); Download ROM; Download Data_CLT09_131 , Data_CLT29_131; Installazione Copiate i file relativi alla rom stock da voi installata e la rom; Riavviate in recovery; Effettuare un fullwipe da recovery; Flashate la Rom; Flashate il file data; Riavviate; Dopo il primo avvio occorre riavviare un'altra volta. Fonte XDA
  18. Sul Play Store è possibile trovare decine di app che permettono la registrazione delle chiamate, ma raramente queste possono competere in comodità con i dialer integrati da alcuni produttori che presentano nativamente questa funzione. Questa guida mostra come installare il callrecoder Huawei potenzialmente in qualsiasi device recente del colosso cinese, anche se al momento è stata testata (sempre con successo) solo su P10, P10 Plus e P9. Feedback relativi a prove su altri device sono graditi. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prerequisiti Device Huawei; TWRP installata; pacchetto Huawei Callrecorder o Callrecorder per Oreo. Procedura Copiare il pacchetto zip nella memoria del telefono; spegnere il device e riavviarlo in TWRP (premere contemporaneamente e a lungo i tasti power e volume meno); tap su "Installa"; selezionare il pacchetto copiato al punto 1 e fare uno swipe per installare; riavviare il device. Fonte
  19. Il tool FunkyHuawei ti consente di effettuare il rebrand (cambiare la regione), unbrick o di eseguire il flash / installare gli ultimi aggiornamenti su molti dispositivi e telefoni cellulari Huawei recenti. Non è necessario sbloccare il bootloader, la garanzia non sarà invalidata! Si fa presente che per funzionare il tool richiede l'acquisti di alcuni crediti, senza i quali non è possibile effettuare le operazioni descritte. GizChina.it e lo staff non sono in alcun modo collegati all'azienda che produce questo software e non riceve alcun compenso per dalla vendita di crediti. Prerequisiti Un telefono Huawei; Bootloader necessariamente bloccato. Avvertenza: non provate ad effettuare il rebrand per la versione USA Mate 10 Pro / Porsche (BLA-A09) ad un altro Firmware. Potreste brickare il vostro dispositivo. Altri Mate 10 Pro (BLA-L09 e BLA-L29) sono ok per il rebrand. Nota: se il tuo modello è più vecchio o utilizza un processore non Kirin, questo strumento potrebbe non funzionare. Se il dispositivo non è supportato fare riferimento agli sviluppatori. Nota: prima di utilizzare lo strumento, assicurarsi che il firmware per il modello e la regione che si sta scegliendo esistano effettivamente. In caso di dubbio, fare riferimento agli sviluppatori. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Procedura Creare un account sul sito del produttore Come prima cosa è necessario acquistare dei crediti. Assicuratevi di avere almeno 7 crediti nel vostro account; Assicurarsi che il telefono abbia un bootloader bloccato; Scaricare FHRebrandTool da qui; Estrarre il file ZIP sul disco del computer; Spegnere il telefono; Accendere lo smartphone tenendo premuto il tasto volume giù e collegarlo con il cavo USB al PC; Eseguire il file FHRebrandTool.exe; Scegliere il modello di telefono che desideri rebrandare. Se non è elencato, scegliete l'opzione 7 e inseritelo manualmente. Esempi di inserimento manuale: BKL-L09 per International Honor V10. MHA-AL00 per il fratello cinese . BLA-L09 per Single-Sim Mate 10 Pro; Scegliere la regione del telefono che si desidera rebrandare. Se non è elencato, scegliete l'opzione 8 e inseritelo manualmente. Esempi di inserimento manuale: porsche / normale per Porsche Mate 9/10 Pro. vodafone / es per Vodafone Spagna; Seguire le istruzioni sullo schermo, verificare che tutto sia corretto, digitare OK e premere invio; Dopo una breve attesa, il telefono verrà impostato con la regione desiderata. Le Informazioni sul telefono, le informazioni corrette non verranno visualizzate finché non si prosegue con il passo successivo; Metodo eRecovery (Non funziona per il passaggio da EMUI 5 to EMUI 8) Nel vostro router dovete impostare i DNS come descritto di seguito; DNS Primario : 213.202.238.238 DNS Secondario : 1.2.3.4 Verificate che le impostazioni dei DNS funzionino correttamemte; Dal sito ufficiale scegliete il firmware adatto al vostro dispositivo; Riavviate in recovery; Scegliete la prima opzione "download and install firmware" connettevi al vostro wifi; Se avete fatto tutto correttamente verrà scaricato ed installato un firmware chiamato "FunkyHuawei"; Al termite reimpostate i DNS del vostro Router come erano prima. Metodo HiSuite (Consigliato per to EMUI 8 e modelli più recenti) Disinstallate qualsiasi versione di HiSuite installate sul vostro pc ed installate questa; Aggiungete al file hosts del vostro windows questa riga: 213.202.238.238 query.hicloud.com (lo trovate sotto C:\Windows\System32\drivers\etc); Dal sito ufficiale scegliete il firmware adatto al vostro dispositivo; Andate in impostazioni⇒ About phone ⇒ Tappate su “build number” 7 volte per abilitare le "opzioni sviluppatore"; Andate in impostazioni⇒ opzioni sviluppatore ⇒ selezionate USB debugging; Collegate il telefono al computer. HiSuite dovrebbe rilevarlo; Usate la funzione di aggiornamento e verrà trovato un aggiornamento chiamato FunkyHuawei; Installate questo aggiornamento; Se eseguite l'upgrade da Android N a Android O, il vostro telefono potrebbe chiedervi a questo punto di cancellare i dati. Date conferma; Se il telefono non si dovesse avviare, è necessario avviare il telefono in modalità di ripristino (non eRecovery) scollegando USB e mantenendo il volume su all'avvio. Una volta avviato il ripristino, scegliete Cancella dati / Ripristino impostazioni di fabbrica, quindi scegli Cancella cache. Nota: Se HiSuite non si dovesse connettere al telefono, installate sul telefono il file si trova in "c:\program(x86)\HiSuite\APK\HiSuite.apk Ciò dovrebbe facilitare la connessione di HiSuite. Per maggiori info visitate il sito ufficiale Fonte GitHub
  20. Salve a tutti, Ho un problema col mio nuovo Huawei P20.L'ho acquistato ieri e, appena l'ho acceso, l'ho subito aggiornato all'ultimo firmware disponibile, quindi non so se questo è un problema hardware o firmware, penso più firmware però.Praticamente, ogni volta che ascolto una canzone, un messaggio vocale o qualsiasi altra cosa, il volume, dopo 1 secondo, immediatamente si abbassa quasi del tutto, come se qualcuno stesse coprendo l'altoparlante, e non lo posso più alzare perché la barra del volume segna che sta al massimo. Non posso ascoltare nessun messaggio vocale, canzone, video o fare chiamate in vivavoce perché si sente troppo basso, gli audio di WhatsApp li devo ascoltare nella cassa interna all'orecchio. Ho già provato a fare di tutto, a smanettare su tutte le impostazioni possibili ma penso sia un problema del firmware. Sapete se c'è qualcosa che posso fare?C'è il modo per fare un downgrade o aggiornare ad un altro firmware (senza root)? Il mio firmware è: EML-L29 8.1.0.128 (C432)Grazie
  21. In questa guida vi mostreremo come utilizzare HuRUpdater, un semplice tool che permette il flash delle ROM originali Huawei direttamente da TWRP. Attenzione: il tool è ancora in fase beta e potrebbe presentare qualche bug. Consigliamo l'esecuzione di un backup prima di proseguire con la guida. Non utilizzare per installare firmware diversi da quello originale del dispositivo (mantenere modello, numero di SIM e localizzazione) IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prerequisiti device Huawei con bootloader sbloccato e TWRP installata; backup dei dati; pacchetto updater. Procedura Da PC, andare su hwmt.ru; inserire le lettere identificative del proprio modello (assicurarsi i di rispettare anche la localizzazione) e fare click su "find model"; scegliere un firmware FullOTA-MF; click su "filelist" e scaricare i tre file di cui compariranno i link; rinominare il file il cui nome contiene la parola "public" in " update_data_public.zip "; rinominare il file il cui nome contiene la parola "hw" o "all" in " update_all_hw.zip "; creare una cartella sul telefono e copiarvi i tre file rinominati e il pacchetto updater; opzionale: rinominare il file della twrp in "recovery.img" e metterlo nella stessa cartella (se dopo l'installazione si vuole avere la TWRP); riavviare il telefono in TWRP; installare HuRUpdater.zip e seguire le indicazioni a schermo; il telefono eseguirà il flash (possono essere necessari diversi minuti) ed un factory reset del dispositivo. Dispositivi testati: Honor 9 Honor View 10 Huawei P9 Lite Huawei P9 Huawei P Smart Huawei Mate 9 Huawei Mate 10 Huawei P20 Honor 8 Huawei P8 Lite (2017) Honor 7X Honor 6X Fonte
  22. Alla fine dell'anno scorso sui dispositivi Google Pixel sono state introdotte nuove funzioni AR, in particolare gli adesivi in Realtà Aumentata. Huawei si è subito accodata a questo trend lanciando AR Lens con Huawei Mate 9, ma non ha esteso questa funzionalità su altri dispositivi. Grazie ad AR Lens , lo ricordiamo, gli utenti possono posizionare oggetti digitali 3D all'interno delle foto scattate con i nostri dispositivi Android. Gli adesivi AR consentono di cambiare sfondo, creare personaggi 3D e modificare i volti. In questa guida vi mostreremo comeabilitare gli adesivi AR sui dispositivi Huawei / Honor con Android Oreo 8.0 o 8.1. Sebbene sia impossibile testare la mod su ogni dispositivo, in teoria la procedura è quindi compatibile con tutti i device con EMUI 8.0 o successiva. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prerequisiti Avere il root con Magisk; Download AR lens. Procedura Copiate il file ARLens-Huawei,Honor.zip nella memoria interna del vostro telefono; Aprite Magisk manager; Dal menu moduli cliccate sull'icona gialla con un più al centro; Selezionate il file precedentemente copiato; Installate il pacchetto; Riavviate il dispositivo per rendere disponibili gli AR Lens. Fonte Gizdev
  23. In questo nuovo tutorial andremo a vedere la procedura per effettuare lo sblocco del bootloader del nostro Honor 5x in maniera rapida e veloce. Ricordiamo che sbloccare il bootloader porterà all'eliminazione di tutti i dati personali pertanto consigliamo di effettuare un backup prima di procedere. PREREQUISITI Driver ADB e Fastboot; Un computer con accesso ad Internet; Account EMUI PROCEDIMENTO Collegatevi al sito ufficiale dell'EMUI e accedete con il vostro account; Verranno mostrati i disclaimer relativi allo sblocco del bootloader. Accettateli e proseguite; Inserite le informazioi richieste riguardo il proprio device e premete "Submit"; Al termine della procedura riceverete il codice di sblocco; Riavviate lo smartphone in "fastboot mode" e collegatelo al computer; Da windows aprite il "prompt dei comandi" e dirigetevi nella cartella dove avete installato fastboot; Digitate il comando fastboot devices Verrà mostrato il numero identificativo del vostro smartphone; Ora digitate: fastboot oem unlock Verrà ora richiesto il codice di sblocco ricevuto prima. Digitatelo e date "Invio"; Partirà lo sblocco del bootloader. Fonte: XDA
  24. In questa guida vi mostreremo come installare la nota recovery TWRP e ottenere i permessi di root su Huawei Nova Young, noto all'estro anche come Huawei Y5 2017, Huawei Y6 2017 e Honor 6 Play (tutti noti con il nome in codice Mya). IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Vantaggi di avere una custom recovery e ottenere i permessi di root Con i permessi di root è possibile eliminare facilmente il bloatware incorporato dai produttori negli smartphone e quindi liberare spazio sul device; Potremo effettuare backup usando app come Titanium Backup o direttamente da TWRP (nandorid). Sarà possibile modificare alcune impostazioni di sistema come i file build.prop; La TWRP ci consente un facile rooting e unrooting del device. Il flash di SuperSu da recovery custom è infatti uno dei metodi più sicuri per ottenere i permessi di root. La TWRP permette l'installazione di custom rom; In alcuni casi sarà possibile velocizzare il tablet overcloccando il processore o la gpu; Installando Xposed potremo personalizzare ancora di più lo smartphone. Prerequisiti Bootloader sbloccato (vedere QUI); PC e cavo USB; ADB e fastboot installati ; Immagine TWRP; Pacchetto Magisk; Download SuperSu. Prima di iniziare Come prima cosa dovete abilitare le "opzioni sviluppatore": Andate in impostazioni⇒ About phone ⇒ Tappate su “build number” 7 volte per abilitare le "opzioni sviluppatore" Andate in impostazioni⇒ opzioni sviluppatore ⇒ selezionate USB debugging Andate in impostazioni⇒ opzioni sviluppatore ⇒ selezionate abilita sblocco OEM Installazione Twrp Installate, se non li avete già sul PC, adb e fastboot; Scaricate ed estraete il file twrp*.img, rinominaleto in recovery.img; Aprire la cartella in cui è stata copiata la TWRP, fare click su un punto bianco, dunque premere shift e contemporaneamente il tatso destro del mouse -> "apri finestra di comando qui" o "apri finestra Powershell qui"; Lanciate i seguenti comandi: adb devices Se questo comando non ritorna nulla dovete verificare che i driver siano installati correttamente, in caso contrario procediamo con l'installazione: adb reboot bootloader riavvierà il dispositivo in modalità fastboot fastboot flash recovery recovery.img installerà la recovery fastboot reboot per riavviare il dispositivo. Come ottenere i permessi di ROOT Scaricate e copiate il file di Magisk o del SuperSu nel telefono; Spegnete il device e avviatelo in recovery tenendo premuto power e volume +; Se chiesto non date il permesso di fare modifiche (Allow modifications); effettuate un android backup (consigliato); Dal menù install selezionate lo zip copiato e fate swipe per confermare. Al riavvio avrete i permessi di root sul vostro telefono. Fonte Fonte 2
  25. In questa guida vi mostreremo come installare la nota recovery custom TWRP su Huawei P20 Pro! IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Cosa funziona: Decrittazione memoria interna; connessione MTP e OTG Backup e ripristino Prerequisiti Bootloader sbloccato (vedere QUI); PC e cavo USB; ADB e fastboot installati ; Immagine TWRP. Prima di iniziare Come prima cosa dovete abilitare le "opzioni sviluppatore": Andate in impostazioni⇒ About phone ⇒ Tappate su “build number” 7 volte per abilitare le "opzioni sviluppatore" Andate in impostazioni⇒ opzioni sviluppatore ⇒ selezionate USB debugging Installazione Installare, se non li avete già sul PC, adb e fastboot; Scaricare il file twrp; Aprire la cartella in cui è stata copiata la TWRP, fare click su un punto bianco, dunque premere shift e contemporaneamente il tatso destro del mouse -> "apri finestra di comando qui" o "apri finestra Powershell qui"; dare il comando adb devices se questo comando non ritorna nulla sarà necessario verificare che i driver siano installati correttamente, in caso contrario procediamo con l'installazione digitare ora (seguito da invio): adb reboot bootloader Flashare il ramdisk TWRP con: fastboot flash recovery_ramdisk twrp_clt_0.1.img Per riavviare il dispositivo, dare infine il comando fastboot reboot e premere il tasto volume + a lungo rimuovendo immediatamente il cavo USB. Il telefono si riavvierà in TWRP (se non si esegue il primo riavvio in TWRP il sistema operativo ripristinerà la recovery stock) Credit: @zxz0O0, TeamWin Project Fonte
×