Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'lenovo'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Primi passi
    • Presentazioni
    • Comunicazioni dallo Staff
    • Suggerimenti & Proposte
  • Smartphone
    • Nubia
    • Xiaomi
    • Lenovo
    • Huawei
    • LeTV / LeEco
    • OnePlus
    • 360
    • Oppo
    • Smartisan
    • Meizu
    • ASUS
    • Vivo
    • Altri Brand
  • SmartWatch and SmartHome
    • Xiaomi - Huami Amazfit
    • Wear OS By Google
    • Altri Brand
  • Tablet e Ultrabook
    • Chuwi
    • Cube
    • Huawei
    • Onda
    • Pipo
    • Teclast
    • Xiaomi
    • Altri Brand Tablet
  • Stampa 3D
    • Discussioni generali
    • Stampanti 3D
  • Teardown
    • I Nostri Teardown
  • Sistemi Operativi
    • Android
    • Microsoft
    • Ubuntu Linux
    • Leaked ROM
  • Off Topic
    • Discussioni Android
  • Mercatino
    • VENDO
    • COMPRO
    • SCAMBIO
  • Store
    • Codici sconto

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Città 


Interessi


Smartphone in uso

Found 10 results

  1. ADB è uno strumento fondamentale nel campo del modding, utilizzatissimo ad esempio per eseguire il flash di una recovery custom come la TWRP. Anche i più esperti, tuttavia, possono incontrare problemi con questo componente, dovuti di solito alla mancanza del driver corretto sul PC Windows utilizzato. I sintomi in questo caso sono la mancata risposta al comando "adb devices" (o più in generale a qualsiasi comando adb) e la presenza, sotto "Gestione dispositivi" di Windows, della voce "ADB interface" con un triangolino giallo. Nella guida di oggi vi mostreremo come risolvere questo inconveniente sfruttando l'installer di PdaNet, software nato per la gestione del tethering. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prerequisiti Device Android con debug USB attivo (verificare da "Opzioni Sviluppatore", menù segreto attivabile di solito effettuando tap ripetuti sulla voce "Numero di build" delle informazioni dispositivo presenti tra le impostazioni) ; cavo USB; ADB e fastboot installati sul PC; installer windows per PdaNet. Procedura Avviare l'installer di PdaNet; click su next; selezionare "accept the agreement" e quindi click su next; scegliere il luogo di installazione sul PC del programma e click su Next (è possibile lasciare la scelta predefinita); nel caso venga rilevato un driver adb già installato comparirà un popup, premere Yes; selezionare il brand del proprio device Android; collegare il telefono con debug USB attivo (NON premere skip); attendere il completamento dell'operazione; verificare che l'installazione abbia avuto esito positivo dando il comando "adb devices" da una finestra di comando. Fonte
  2. In questo nuovo tutorial andremo a vedere come installare la recovery TWRP e, successivamente, ottenere i permessi di root sul Lenovo Zuk Z2 e Lenovo Zuk Z2 Pro. IMPORTANTE: La procedura descritta in questo tutorial presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding per Android. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al device. PREREQUISITI Bootloader sbloccato; Batteria carica Zuk ADB Driver; ADB e Fastboot tools; Recovery TWRP; SuperSU; PROCEDIMENTO Attiviamo il "Debug USB" e "OEM Unlock" (se presente) andando su "Settings", "About", premiamo 7 volte su "Zui Version" e torniamo nel menu principale dei "settings" dove sarà ora visibile "Developer Options" dal quale potremo attivare le opzioni interessate; scarichiamo ed installiamo i driver ZUK; installiamo l'ADB e Fastboot tool sul computer; scarichiamo il file della recovery TWRP e rinominiamolo in "recovery.img"; apriamo la cartella in cui abbiamo scaricato la recovery e, tenendo premuto il tasto SHIFT della tastiera, premiamo col pulsante destro del mouse in un qualsiasi punto vuoto della cartella; dal menu a tendina selezioniamo la voce "Apri finestra di comando qui"; connettiamo lo smartphone al computer e digitiamo in successione questi comandi, seguiti da INVIO per confermare, per effettuare il flash della recovery TWRP; adb reboot bootloader fastboot -i 0x2b4c flash recovery recovery.img fastboot -i 0x2b4c reboot -------------------------------------------------------- in caso di errori sostituite il comando "fastboot -i 0x2b4c flash recovery recovery.img" con "fastboot flash recovery recovery.img" Ora che avete installato la recovery TWRP effettuiamo il root del dispositivo; Scarichiamo e copiamo nella memoria del telefono il file di SuperSu; riavviamo in recovery TWRP; Facciamo un tap su "install" e, dal file manager, selezioniamo il file di SuperSu copiato precedentemente; effettuiamo uno swipe su "Install" per far partire l'installazione; al termine riavviamo lo smartphone per completare la procedura. Fonte: GizDev
  3. Lenovo P2 è uno dei device più veduti del colosso cinese che, grazie a questo modello, ha raggiunto una discreta diffusione anche sulla fascia media del mercato occidentale. Di solito i prodotti più adottati dai consumatori sono d'altra parte anche quelli più supportati dalla comunità degli sviluppatori indipendenti, e non stupisce dunque che per la versione P2a42 (quella destinata ai mercati internazionali e facilmente reperibile in Italia) siano disponibili diverse mod e ROM custom. In questa guida vi mostreremo come effettuare i primi passi per accedere al mondo del modding, cioè come installare una recovery custom come la TWRP e ottenere i permessi di root. Dato che Lenovo vende i suoi P2 con bootloader bloccato, tuttavia, prima di effettuare questi passaggi dovremo richiedere ed effettuare l'unlock. Prerequisiti Lenovo P2 (P2a42) carico almeno al 70%; pacchetto GizFlasher; backup dei dati del device effettuato; PC windows e cavo USB: pacchetto root. Procedura Sblocco bootloader Andare su Impostazioni -> Informazioni sul dispositivo ed effettuare tap ripetuti su "numero build" per sbloccare la modalità svilppatore; nelle opzioni sviluppatore attivare il "Debug USB" e "OEM Unlock"; confermare la richiesta dello sblocco del bootloader (invaliderà la garanzia) e attendere 14 giorni; estrarre il pacchetto GizFlasher; installare "autorun.exe" rispondendo sempre yes (saltare questo passaggio se si ha già adb installato systemwide); collegare il telefono al PC; avviare GizFlasher.bat e scegliere la prima opzione (dare conferma ad eventuali richieste di autorizzazione sul device, l'operazione cancellerà tutti i dati presenti sul device). Installazione TWRP Dopo aver sbloccato il bootloader, collegare il device (acceso) al PC; avviare GizFlasher.bat; selezionare l'opzione 2 e attendere il riavvio in TWRP. Ottenere i privilegi di root (Marshamllow) Scaricare ed estrarre il pacchetto root postato nei prerequisiti; copiare tutti i file estratti nel telefono; installare gli apk utilizzando il gestore file (dopo l'installazione non avviarli); riavviare il telefono in recovery (da telefono spento premere Volume su + Power per 5-10 secondi); selezionare la lingua; non effettuare lo swipe per permettere le modifiche (mantenere in sola lettura); installare il pacchetto Magisk; installare il pacchetto superuser; effettuare un wipe dalvik e cache; riavviare (non permettere l'installazione dell'app TWRP se richiesto). Ottenere i privilegi di root (Nougat) Attenzione: la procedura per Nougat è ancora in fase sperimentale e non assicura l'ottenimento del root. Scaricare ed estrarre il pacchetto root postato nei prerequisiti; copiare il pacchetto superuser e l'apk di phh nel device; installare l'apk; riavviare il telefono in recovery (da telefono spento premere Volume su + Power per 5-10 secondi); selezionare la lingua; effettuare lo swipe per permettere le modifiche; installare il pacchetto superuser; riavviare il telefono. Fonte
  4. In questo nuovo tutorial andremo a vedere come sbloccare il bootloadr sul Lenovo ZUK Z2, ZUK Z2 Pro e ZUK Edge Lo sblocco del bootloader comporta la cancellazione dei dati personali pertanto consigliamo di effettuare un backup prima di procedere. IMPORTANTE: La procedura descritta in questo tutorial presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding per Android. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al device. PREREQUISITI Connesione ad internet; cavetto usb; Driver ADB. PROCEDIMENTO scarichiamo ed installiamo i driver ADB; attiviamo il "Debug USB" e "OEM Unlock" (se presente) andando su "Settings", "About", premiamo 7 volte su "Zui Version" e torniamo nel menu principale dei "settings" dove sarà ora visibile "Developer Options" dal quale potremo attivare le opzioni interessate; torniamo nel menu "about", apriamo il sotto menu status e segniamoci su un foglio il "serial number"; colleghiamo lo smartphone al computar ed acconsentiamo ad ogni richiesta che lo smartphone ci mostra; apriamo la cartella dei driver fastboot e, tenendo premuto il tasto SHIFT della tastiera, premiamo col pulsante destro del mouse in un qualsiasi punto vuoto della cartella; dal menu a tendina selezioniamo la voce "Apri finestra di comando qui"; digitiamo il seguente comando e confermiamo con INVIO: adb reboot bootloader ora che lo smartphone è in fastboot mode andiamo su questo sito per richiedere il codice di sblocco: ZUK UNLOCKER; inseriamo modello (nel caso di ZUK EDGE potete inserire Z2 Pro come modello), il nostro serial number (se è di 6 cifre basterà aggiungere 00 alla fine del vostro numero) e la nostra mail; attendiamo la mail di ZUK contenente il file "unlocker_bootloader.img" e copiamolo dentro la cartella dei driver ADB; torniamo alla finestra del prompt di Windows e digitiamo: fastboot -i 0x2b4c flash unlock unlock_bootloader.img una volta ricevuto il messaggio di conferma digitiamo: fastboot -i 0x2b4c oem unlock-go terminata la procedura avremo sbloccato il bootloader del nostro smartphone. Fonte: ZukFans
  5. Android lascia da sempre ampi spazi di personalizzazione ai produttori, che nel tempo hanno utilizzato questa libertà per proporre interfacce e app esclusive in modo da rendere unica l'esperienza utente dei propri modelli. Una delle app più modificate dalle aziende è quella della fotocamera, con risultati tuttavia non sempre all'altezza delle aspettative. Grazie alla mod fotografica sviluppata dall'utente LordArcadius del forum di XDA e a questa guida potrete provare l'app SNAPit, utilizzata da Lenovo sui suoi dispositivi. Caratteristiche Modalità manuale; HDR; Art Nightscape effetti "Golden years" HDR artistico; modalità ritratto; video 4K; ottimizzazioni bellezza per camera frontale; Panorama selfie (attualmente non funzionante); Background defocus ( attualmente non funzionante). Prerequisiti Device Android (Marshmallow o superiore); TWRP installata; pacchetto SNAPit 5.8.53. Attenzione: è impossibile verificare il funzionamento della mod su ogni possibile coppia dispositivo-ROM, in caso di crash provate semplicemente a pulire i dati dell'app dalle impostazioni del telefono, se il problema persiste è possibile che la mod non sia compatibile con la ROM in uso. Procedura Copiare il pacchetto SNAPit sulla memoria del device; riavviare in recovery TWRP; andare su installa, selezionare il pacchetto ed effettuare lo swipe; attendere il completamento dell'operazione; effettuare un wipe delle partizioni Cache e dalvik (opzionale ma raccomandato); riavviare il device. Fonte
  6. alessio93

    Come ripristinare lo ZUK Z1 dopo brick

    Ecco come ripristinare il proprio ZUK Z1 a seguito di un brick. Tutti gli step necessari da seguire per ridare vita al proprio smartphone "morto". ATTENZIONE: è doveroso da parte nostra ricordarvi che lo staff di GizChina.it non si assume alcuna responsabilità relativa ad eventuali danni dovuti all'esecuzione delle seguenti indicazioni. Requisiti Scaricare il driver qui per far riconoscere lo smartphone al PC Windows; scaricare il tool QPST qui; scaricate l'ultima versione della fastboot ROM da qui; ricaricare la batteria dello smartphone. Procedura Installate il driver e il programma QSPT di Qualcomm sul computer; dalla finestra del tool, cliccate sul pulsante Browse e scegliete il file prog_emmc_firehose_8974.mbn presente nella cartella della ROM appena scaricata; caricate il file .xml cliccando su Load XML. A questo punto, il programma vi dirà di caricare i file rawprogram0 e patch0; spegnete lo smartphone; tenete premuto entrambi i tasti del volume e inserite il cavo USB; a questo punto il programma identificherà lo ZUK Z1 come Qualcomm HS-USB QDLoader 9008 (COM7); cliccate su Download e aspettate che il programma termini la procedura di ripristino. N.B. Potreste avere problemi con il riconoscimento dello Z1 sul proprio PC Windows. Disabitate l'imposizione della firma driver tramite l'avvio avanzato e riprovate con l'installazione (qui la nostra guida).
  7. Alessio Croce

    Installare il Playstore in italiano

    In questa nuova guida andremo a vedere come installare il Playstore e, successivamente, renderlo in italiano sul Lenovo Zuk Z2 senza la necessità di avere i permessi di root grazie ad un piccolo trucchetto. PREREQUISITI Google Apps; File ADB con Driver; MoreLocale; Pacchetto NO_ROOT. PROCEDIMENTO Scarichiamo il file contenente le Google Apps sul nostro computer e scompattiamolo; Al suo interno troveremo 3 file di installazione che andranno copiati nella memoria del telefono; Una volta copiati i 3 files andiamo su "Settings", "Security & Privacy" ed abilitiamo la voce "Unknow Sources"; Apriamo il file manager del telefono ed installiamo, seguendo la sequenza numerica, i 3 apk. Durante questo processo è importante non aprire i file al termine dell'installazione e ricordarsi di premere "Yes" se verrà chiesto di eliminare i files; IMPORTANTE: Durante la procedura verranno mostrate delle finestre che ci chiederanno delle autorizzazioni alle quali dovremo rispondere sempre "ALLOW"; Riavviamo il dispositivo, se dovessero comparire altre finestre di autorizzazioni diamo sempre "ALLOW"; Per tradurre il Playstore in Italiano scarichiamo il file "ADB con Driver", colleghiamo il telefono al computer, ed eseguiamolo; Attiviamo il "Debug USB" andando su "Settings", "About", premiamo 7 volte su "Zui Version" e torniamo nel menu principale dei "settings" dove sarà ora visibile "Developer Options" dal quale potremo attivare "Debug USB"; Se sul telefono comparirà un messaggio di autorizzazione diamo conferma. Nel frattempo sul computer partirà l'installazione dei driver ADB; Scarichiamo ora MoreLocale ed installiamolo come visto in precedenza tramite il file manager; MoreLocale a questo punto, senza permessi di root risulterebbe inutile ma, grazie ad un piccolo trucchetto, vediamo come farlo funzionare ugualmente; Scarichiamo il pacchetto NO_ROOT, scompattiamo ed eseguiamo il file "Run.bat"; Se sul telefono comparirà un messaggio di autorizzazione diamo conferma; Il tool ci mostrerà il nostro device a schermo. premiamo un qualsiasi tasto e riceveremo il messaggio "Grant permission succesfull". premiamo un altro tasto per concludere la procedura; Adesso apriamo MoreLocale installato in precedenza, cerchiamo la lingua Italiana dall'elenco e selezioniamola tappandoci sopra; Ora possiamo aprire il Playstore e come per magia sarà completamente funzionante ed Italiano.
  8. In questo tutorial vi spiegheremo come poter sbloccare il bootloader dello Zuk Z1 senza ricorrere al metodo ufficiale per lo sblocco tramite fastboot e wiping userdata. Per maggiori informazioni potete andare all’articolo di riferimento che trovate su Gizchina.it. ATTENZIONE: è doveroso da parte nostra ricordarvi che lo staff di GizChina.it non si assume responsabilità relative ad eventuali danni sul proprio dispositivo dovuti all'esecuzione impropria delle seguenti indicazioni. Premessa La procedura subito sotto riportata effettua lo sblocco del bootloader tramite l’uso del comando unlock-go, metodo standard consigliato ai meno esperti che però può cancellare gli userdata. Lo stato iniziale del bootloader, per un dispositivo ancora immacolato e non moddato dovrebbe dare i seguenti valori: fastboot -i 0x2b4c oem device-info ... (bootloader) Device tampered: false (bootloader) Device unlocked: false (bootloader) Charger screen enabled: false (bootloader) Display panel: per sbloccare il bootloader è necessario andare in Impostazioni > Opzioni sviluppatore e attivare lo sblocco OEM. Se non avete attive le opzioni sviluppatore bisogna andare su Impostazioni > Info sul telefono e premere 7 volte su numero build fino a che non comparirà un messaggio che vi segnalerà di aver attivato tale opzioni; inserire poi da interfaccia bootloader/fastboot: fastboot -i 0x2b4c oem unlock-go N.B. Ciò potrebbe cancellare gli userdata ora lo stato del bootloader dovrebbe essere: fastboot -i 0x2b4c oem device-info ... (bootloader) Device tampered: false (bootloader) Device unlocked: true (bootloader) Charger screen enabled: false (bootloader) Display panel: Bene, ora passiamo alla procedura alternativa per lo sblocco del bootloader per Zuk Z1 senza usare il fastboot e preservando lo userdata! Guida Effettuato lo sblocco OEM e ottenuti i permessi di root, che potete ottenere tramite l’uso di KingRoot senza dover effettuare lo sblocco del bootloader, usare adb shell o qualsiasi altro terminal emulator per spostare la “aboot” della bootloader partition nella memoria interna: su dd if=/dev/block/bootdevice/by-name/aboot of=/sdcard/aboot.img bisogna ora midificare il suddetto file .img usando hex-editor inserendo per lo Zuk Z1: Unlock Bit Position - 0x001FFE10 Hex Tamper Bit Position - 0x001FFE14 Hex “00” vuol dire falso e “01” vero. Per settare il bootloader come sbloccato dovrete fare come nell’immagine sottostante. salvare l’immagine modificata come “abootmod.img” all’interno della scheda SD rifleshare il bootloader moddato eseguendo all’interno della adb shell o qualsiasi altro terminal emulator la seguente stringa: su dd if=/sdcard/abootmod.img of=/dev/block/bootdevice/by-name/aboot riavviare e verificare lo stato del bootloader. Note Con questa procedura è possibile anche resettare il “temper bit”, ovvero quel bit che indica se il bootloader è mai stato sbloccato, riportarlo a false può aiutare nel caso in cui vogliate provare a farlo passare in garanzia; se preferite GUI è possibile usare questa app; la procedura è stata effettuata su di uno Zuk Z1 con cm-12.1-YOG4PAS3OH-ham. Se potete commentate se la procedura ha avuto successo nel caso abbiate o meno usato la stessa ROM; le immagini pre-editate non vengono fornite per evitare rischi di brick del dispositivo nel caso abbiate un bootloader diverso. Per evitare inconveniente è necessario che la procedura sia fatta interamente sul dispositivo in questione. “The offsets should be unchanged in future, though.” Fonte
  9. In questo nuovo tutorial andremo a vedere come ottenere i permessi di root sul Lenovo Zuk Z1. PREREQUISITI Recovery TWRP (installabile grazie al nostro tutorial) SuperSu. PROCEDIMENTO Copiate il file di SuperSu sulla memoria del telefono; Riavviate il device in recovery TWRP (da telefono spento tenete premuti "VOL+" e il tasto di accensione); fate un "tap" su "Install" e dal file manager selezionate il file copiato precedentemente; Fate uno "swipe" su "install" ed al termine riavviate il device. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding per Android. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al device.
  10. Alessio Croce

    Lenovo Zuk Z1: Recovery TWRP

    In questo nuovo tutorial andremo a vedere la procedura per installare sul nostro Lenovo Zuk Z1 la recovery TWRP.. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding per Android. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al device. PREREQUISITI Recovery TWRP; Bootloader sbloccato; Driver ADB e Fastboot scaricabili da qui. PROCEDIMENTO Riavviate il device in "fastboot mode": da telefono spento tenete premuti contemporaneamente "VOL-" e il "tasto di accensione" fino all'apparizione del logo fastboot; aprite il prompt dei comandi ed andate nella directory di installazione di "fastboot"; scrivete questo comando per verificare che il device sia riconosciuto via "fastboot": fastboot devices​ posizionate il file "twrp-3.0.2-0-Z1.img" nella stessa cartella di fastboot;​ digitate nel prompt dei comandi questo codice: fastboot flash recovery twrp-3.0.2-0-Z1.img Terminato il flashing della TWRP spegnete il terminale e riavviatelo in recovery tenendo premuto "VOL+" col tasto di accensione. Fonte: XDA
×