Vai al contenuto

Cerca nel Forum

Showing results for tags 'marshmallow'.



More search options

  • Search By Tags

    Tag separati da virgole.
  • Search By Author

Tipo di contenuto


Forums

  • Primi passi
    • Presentazioni
    • Comunicazioni dallo Staff
    • Suggerimenti & Proposte
  • Smartphone
    • Nubia
    • Xiaomi
    • Lenovo
    • Huawei
    • LeTV / LeEco
    • OnePlus
    • 360
    • Oppo
    • Smartisan
    • Meizu
    • ASUS
    • Vivo
    • Altri Brand
  • SmartWatch e domotica
    • Xiaomi - Huami Amazfit
    • Home, Assistant e Wear OS By Google
    • Altri Brand
  • Tablet e Ultrabook
    • Chuwi
    • Cube
    • Huawei
    • Onda
    • Pipo
    • Teclast
    • Xiaomi
    • Altri Brand Tablet
  • Stampa 3D
    • Discussioni generali
    • Stampanti 3D
  • Teardown
    • I Nostri Teardown
  • Sistemi Operativi
    • Android
    • Microsoft
    • Ubuntu Linux
    • Leaked ROM
  • Off Topic
    • Discussioni Android
  • Mercatino
    • VENDO
    • COMPRO
    • SCAMBIO
  • Store
    • Codici sconto

Find results in...

Find results that contain...


Data di creazione

  • Start

    End


Ultimo Aggiornamento

  • Start

    End


Filter by number of...

Iscritto

  • Start

    End


Gruppo


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Città 


Interessi


Smartphone in uso

Trovato 13 risultati

  1. Emanuele C

    LineageOS CM-13.0 per Nubia M2

    Infine anche la Lineage OS è arrivata su questo interessante dispositivo che, grazie ai prezzi da saldo visti ultimamente, sta vivendo una seconda giovinezza in campo modding. La ROM purtroppo è ancora beta e non priva di bug. Cosa funziona: RIL, WIFI, Bluetooth e la maggior parte delle funzioni della Lineage; Sensore di impronte e quasi tutto il resto. Cosa non funziona: LED per le notifiche; DT2W; ...? Installazione Contributors @mauronofrio (dona qui) Sorgenti: https://github.com/LineageOShttps://github.com/mauronofrio/android_device_nubia_NX551Jhttps://github.com/mauronofrio/android_vendor_nubia_NX551Jhttps://github.com/mauronofrio/NX551J_M_kernel ROM OS Version: 6.x Marshmallow
  2. Emanuele C

    MIUI 8 (non ufficiale)

    La MIUI, sviluppata da Xiaomi per i suoi dispositivi, non ha certo bisogno di presentazioni. Questa interfaccia nel tempo ha infatti raccolto un vasto successo, tanto che gli smartphone che possono contare su un port di questa ROM sono ormai davvero numerosi. Grazie al codice della MIUI Patchrom ed al lavoro dello sviluppatore cinese nian0114 da qualche tempo è possibile provare l'esperienza MIUI anche su Nubia Z11, anche se alcune funzionalità della ROM sono riservate solo a chi effettua una donazione allo sviluppatore. La versione a pagamento, in particolare, prevede: Edge Touch; Keylight Manager; rimozione delle app di terze parti; VoLTE Switch; OTA. Tra le lingue supportate compare anche l'italiano. Fonte
  3. Emanuele C

    nubia Z11 GizROM Lineage OS Edition 1.1

    Vi avevamo promesso che il progetto GizROM si sarebbe ingrandito, e manterremo di certo la promessa. Prima di dedicarci allo sviluppo di ROM custom "made in GizChina" per terminali diversi dal Nubia Z11, tuttavia, abbiamo deciso di sfruttare l'esperienza accumulata su questo modello per rilasciare alcune delle custom ROM più famose e richieste. Dopo i problemi con Cyanogen OS e il successivo abbandono del progetto CyanogenMod da parte della comunità, l'eredità della custom più diffusa è stata raccolta da LineageOS. Ci è sembrato quindi naturale partire proprio da questa distribuzione, ed oggi vi presentiamo la nostra prima beta di Lineage 13 su base Marshmallow per Nubia Z11. Caratteristiche Basata sulla release della Lineage [2017/02/18]; app fotocamera della ROM ufficiale Nubia; app telecomando infrarossi della ROM ufficiale Nubia. Riguardo ai bug è stata segnalata la mancanza di NFC. La ROM appare comunque molto fluida. Screenshot Changelog Installazione
  4. In questo nuovo tutorial andremo a vedere come effettuare il root systemless del proprio Smartphone con a bordo Android Marshmallow o Android Nougat. Ma cosa è il root systemless? In parole povere ottenere i permessi di root in systemless mode permette di avere uno smartphone rootato ma senza che venga in alcun modo modificata la partizione system permettendo, in questa maniera, di poter decidere se attivare, o disattivare, per una determinata applicazione i permessi di root. Il vantaggio di questa procedura sta nella possibilità di eseguire senza alcun tipo di problema tutte quelle applicazioni, come ad esempio Pokèmon GO, le applicazioni delle banche o gli aggiornamento OTA, che effettuano controlli anti-root sul dispositivo. Purtroppo, avendo un sistema systemless, si potranno utilizzare solo mod appositamente modificate per funzionare in systemless mode e la suddetta modalità potrebbe non funzionare su tutti i dispositivi, come ad esempio i Google Pixel. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. PREREQUISITI Lo smartphone non deve avere nessun tipo di root preinstallato. Se presente effettuate l'unroot del telefono ed eliminate ogni mod installata; Recovery TWRP; Magisk Manager; Magisk recovery; phh SuperUser; PROCEDIMENTO scarichiamo sullo smartphone Magisk Recovery ed installiamolo; entriamo in recovery TWRP; facciamo un tap su "Install" ed installiamo, uno dopo l'altro, i files precedentemente scaricati; terminati i vari flash facciamo un wipe della cache e della dalvik cache e riavviamo lo smartphone; scarichiamo ed installiamo dal PlayStore il Magisk Manager ma non apriamolo; scarichiamo ed installiamo anche il phh SuperUser tramite un file manager ed avviamolo; una volta aperto possiamo pure chiuderlo ed avviare Magisk manager; ci verrà chiesto di concedere i permessi di SuperUser; concediamoglieli ed entriamo nei settaggi dell'applicazione; abilitiamo la voce "Enable Magisk Hide" e riavviamo lo smartphone; terminato il riavvio entriamo nuovamente in Magisk Manager e noteremo che nel menu laterale sarà comparsa un nuovo menu; entriamo nel nuovo menu e selezioniamo le applicazioni che devono avere i permessi di root disabilitati; se si volesse usufruire di mod quali xposed o Viper4Android entriamo nel menu delle mod presente in magisk manager e selezioniamo le mod disponibili ed installiamole premendo prima sul punto interrogativo presente sotto al nome per scaricare i file supplementari necessari al funzionamento delle mod. Fonte: XDA
  5. Il GizROM Team ha da poco deciso di mettere a frutto la sua esperienza, maturata con la GizROM su firmware ufficiale di nubia Z11, per rilasciare ROM basate su altre distribuzioni di Android. La Resurrection Remix è una delle custom più personalizzabili e complete dell'attuale panorama Android, scelta da molti degli utenti più esigenti. Una ROM ideale per chi ama la libertà di scelta, dunque, che ci è sembrata la candidata perfetta per una GizROM. Questa versione di RR, che utilizza parte del codice di Lineage OS, è attualmente basata su Android Marshmallow. Caratteristiche Basata sull'ultima release della RR v5.7.4 [2017/01/15]; app fotocamera della ROM ufficiale Nubia; app telecomando infrarossi della ROM ufficiale Nubia. Attualmente non sono stati riscontrati bug, e la ROM sembra incredibilmente fluida. Screenshot Installazione
  6. Dopo un periodo di pausa, in cui il GizROM Team è stato impegnato nell'affinare le ROM già rilasciate, ricomincia ad allungarsi la lista dei device supportati. Il rilascio della prima beta internazionale Android 6.0.1 Marshmallow per nubia Z11 mini (NX529J) da parte del colosso cinese, infatti, ci ha spinto a lavorare su una prima GizROM per questo device. La ROM, che intende come sempre portare "un tocco di italianità" a bordo dei device cinesi, migliora sotto molti aspetti la base ufficiale. Ecco una breve lista delle modifiche implementate: Blocco schermo con sfondi dinamici; presenti gli sfondi Google e quelli 3D della serie Pixel; Dolby Atmos; traduzioni migliorate; Gapps aggiornate; implementata la modalità facile del launcher; tastiera Google Gboard predefinita; orologio, lockscreen e nubiaVideo ripresi dalla versione cinese; app di GizChina.it e GizBlog.it preinstallate; ottimizzazioni varie; bootanimation e suoni modificati. Questa GizROM è ancora giovane e, sebbene non ne siano stati rilevati in fase di test interno, potrebbero essere presenti dei bug. Come da tradizione, inoltre, la ROM eccelle per fluidità. Feedback e suggerimenti, come sempre, sono graditi. Changelog Installazione
  7. A volte per ottenere un po' di controllo in più sul proprio dispositivo non è necessario ricorrere a strumenti avanzati come adb, fastboot e recovery custom. Nel caso dei dispositivi Huawei, ad esempio, è possibile installare direttamente dal Play Store un'app sviluppata direttamente dal colosso cinese che consente di accedere alla gestione dei permessi e della lista delle applicazioni che si devono avviare automaticamente all'accensione del device. In questa breve guida, pensata per P9000 lite su firmware Marshmallow (su Nougat a quanto pare questa app non funziona) ma potenzialmente compatibile con molti altri modelli, vi mostreremo come accedere a queste utili funzioni. Prerequisiti P9000 Lite con ROM Marsmallow; PM Plus. Procedura IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Installare l'app dal Play Store; avviare l'app e proseguire con l'installazione; avviare il gestore; andare sulle impostazioni (in alto a destra); andare sui collegamenti; selezionare il gestore di avvio automatico (icona arancione); lo startup manager apparirà ora sul launcher, e vi permetterà di gestire anche i permessi. Fonte
  8. Emanuele C

    CyanogenMod 13 per P9000

    Nonostante le promesse di supporto e il rilascio (in beta) di una ROM basata su Nougat, molti possessori di Elephone P9000 non sono soddisfatti del firmware ufficiale. CyanogenMod 13, regina delle custom ROM, per fortuna è arrivata in soccorso di questi utenti, arrivando nel tempo alla versione Final 3. Per questa ROM non sono segnalati bug, e la lista delle funzionalità correttamente implementate è davvero lunga: Di seguito riportiamo la procedura per installare questa ROM. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prima fase: installare la recovery Scaricate la ROM; Scaricate le Gapps (selezionate arm64, android 6.0); copiate i file scaricati sul telefono; scaricate ed avviate SP Flash tool (flash_tool.exe); scaricate ed estraete questo zip; selezionate come scatter per SP flash tool il file "MT6755_Android_scatter.txt" presente nella cartella appena estratta; verificate di essere in "download only" in SP Flash tool; premete su "download" e collegate il telefono spento al PC; attendete il completamento dell'operazione. Seconda fase: installare CM13 Da telefono spento, premete contemporaneamente il tasto volume + e quello power per entrare in recovery; selezionate "Factory reset"; selezionate System reset (keep media), dopo "Full factory reset and Wipe cache partition"; tornate indietro, selezionate "Advanced" e poi "Wipe system partition"; tornate indietro e selezionate "Apply update" scegliendo "Choose from sdcard1"; cercate il file della ROM che avete copiato durante la prima fase ed attendete il completamento del flash; ripetete i punti 5 e 6 con il pacchetto Gapps; riavviate il device. Credits: Fonte
  9. Emanuele C

    Resurrection Remix (non ufficiale) by fedor917

    Nata originariamente per "resuscitare" dispositivi dalle buone caratteristiche non degnamente aggiornati dai produttori, la Resurrection Remix è una custom ROM basata sul codice della CyanogenMod e pensata per gli utenti più esigenti. Grazie al costante lavoro di fedor917, da qualche tempo anche i possessori di ZUK Z2 possono apprezzare la grande flessibilità garantita da questo firmware, oggi sostanzialmente privo di bug. Installazione Credit mauronofrio, fedor917, davidevinavil Fonte
  10. Emanuele C

    Mokee su base CM13 per Nubia Z11

    Nubia Z11 attualmente non dispone di una vasta scelta di firmware custom, ma tra le poche ROM disponibili è presente anche la Mokee. Cucinata a partire da una base CyanogenMod 13, questa ROM reintroduce molti servizi utili all'utenza asiatica senza appesantire eccessivamente sistema ed interfaccia. Le Gapps, di conseguenza, dovranno essere installate in un secondo momento. Tra i bug segnalati ricordiamo la ricezione non perfetta (tipica della base CM13). Guida al flash Qualora desideriate provare questa ROM, i passi da seguire per la corretta installazione sono quelli tipici del flash da recovery TWRP. Dovrete dunque: Scaricare sul telefono l'ultima versione della Mokee per Nubia Z11; scaricare sul telefono le Gapps; avviare in TWRP ed effettuare un backup (facoltativo); wipe dalvik, data e system; eseguire il flash in successione (e senza riavviare) della ROM e delle Gapps; dal menu avanzate della TWRP installare il root (facoltativo); riavviare (richiederà qualche minuto). IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Segnaliamo, infine, come questa ROM disponga di OTA, che sono tuttavia disponibili ai soli utenti che hanno effettuato una donazione. Changelog
  11. Emanuele C

    CyanogenMod 13 [6.0.1] per Nubia Z11

    La regina delle custom ROM, anche se in veste non ufficiale, è disponibile da tempo anche per Nubia Z11. Apro dunque questo thread per discutere di pregi e difetti di questo firmware sviluppato dall'utente chenxingyu del forum XDA. Ecco in breve le caratteristiche della ROM, ancora in stato alfa e non priva di bug: Kernel CAF (sviluppato con il contributo di Qualcomm e ottimizzato per i processori Snapdragon); NQ-NFC; App fotocamera Nubia stock (NeoVision); App infrarossi Nubia stock. Tra i bug dobbiamo invece ricordare i problemi con il dual SIM e il mancato funzionamento della modalità Super Slow Recording. Guida al flash L'installazione, per chi fosse interessato a provare questa CyanogenMod, è quella usuale da recovery custom (TWRP o preferibilmente CMW). Basterà dunque scaricare l'ultima versione del firmware, spostare il pacchetto zip nella memoria del telefono ed effettuare il flash da recovery dopo aver eseguito un wipe Data e Cache. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Changelog:
  12. Come effettuare il Root su Honor 4C (Android 6.0 Marshmallow) In questa guida vogliamo andare a spiegare quali sono le operazioni da compiere per fare il root su Honor 4C con Android 6.0 Marshmallow, passando per lo sblocco del bootloader e l'installazione della custom recovery TWRP. Disclaimer: Ricordiamo che lo staff di GizChina.it non si assume responsabilità per eventuali problemi ai vostri terminali rilevabili successivamente alla procedura descritta. Requisiti Effettuare un backup delle apps e dei propri dati; Installare i Drivers ADB sul proprio PC tramite HISuite (LINK); Abilitare il debug USB dallo smartphone: Impostazioni - Info sul telefono - Numero build: tappare per 7 volte pre diventare sviluppatore, Impostazioni - Opzioni sviluppatore: abilitare il Debug USB; Scaricare i files riportati qui sotto; Seguire la guida con attenzione. Downloads 4C Root+TWRP On Android M.zip BETA-SuperSU-V2.67 Root Explorer Parte 1: Sbloccare il Bootloader Ottenere il codice di sblocco del Bootloader dal sito EMUI ufficiale (LINK); Decomprimere il file "4C Root+TWRP On Android M.zip"; Spegnere lo smartphone e riaccenderlo in modalità bootloader, tenendo premuto Volume giù + Power; Collegare il telefono al PC con il cavo USB; Recarsi nella cartella decompressa (4C Root+TWRP On Android M) ed aprire il Prompt dei comandi (Tenere premuto Shift + tasto destro del mouse -> Prompt dei comandi -> Apri Cmd Qui ); Digitare o incollare questo comando nella finestra cmd, sostituendo gli asterischi con il codice di sblocco ottenuto: fastboot oem unlock ****************quindi premere invio; Ora digitare: fastboot reboot Honor 4C si riavvierà, si raccomanda di non scollegare il telefono dal PC, né chiudere il prompt di Windows. Parte 2: Installare TWRP Spegnere lo smartphone e riaccenderlo in modalità bootloader, tenendo premuto Volume giù + Power; Digitare o incollare questo comando nel prompt, quindi premere invio: fastboot flash recovery twrp.img Riavviare il dispositivo: fastboot reboot Parte 3: Root Copiare BETA-SuperSU-v2.67” e “Root Explorer apk” all'interno del telefono; Copiare anche “Root.zip” dalla cartella “4C Root+TWRP On Android M”; Spegnere lo smartphone e riaccenderlo in modalità Recovery, tenendo premuto Volume Up + Power; Fare tap su Install e scegliere il file “Root.zip”, quindi fare lo swipe per installare; Riavviare il dispositivo ed aprire l'applicazione supersu in modo da aggiornare i binari; Tornare in Recovery ed installare il file " BETA-SuperSU-v2.67.zip"; Riavviare nuovamente; Installare l'app Root Explorer e aprirlo; Recarsi in: “data/app” e spostare il file “eu.chainfire.supersu-1” in “system/app” impostando i permessi a rwxr-xr-x; Riavviare il telefono. A questo punto la procedura è completa e dovreste avereffettuato il Root con successo sul vostro Honor 4C. Per verificare di aver ottenuto tali permessi, potete utilizzare l'applicazione gratuita Root Checker.
  13. Guida per il rollback di Honor 6 (versioni HL-02, HL-04 e HL-12) A breve dovrebbe iniziare il roll out della nuova EMUI 4.0 (basata su Marshmallow) per Honor 6 anche nel nostro paese, ed è possibile che non tutti si trovino a proprio agio con la nuova ROM. Questa guida ha lo scopo di illustrare i semplici passaggi (comunque non privi di pericoli) che sono necessari al downgrade, cioè all'istallazione di un firmware Lollipop ben rodato su un dispositivo che ha già effettuato l'aggiornamento a EMUI 4.0. La procedura descritta è compatibile con tutti gli Honor 6 che abbiano la recovery stock ed i privilegi di root disabilitati. Il downgrade, inoltre, porterà alla cancellazione di tutti i dati presenti nello smartphone, e consigliamo quindi di effettuare un backup di tutte le informazioni sensibili. Precisiamo, inoltre, che lo staff di GizChina.it non si assume alcuna responsabilità riguardanti eventuali danni al dispositivo o ai dati in esso contenuti. La batteria del device deve essere carica (almeno al 75%), e la scheda microSD deve avere spazio libero sufficiente a contenere il pacchetto di rollback. Se il vostro dispositivo soddisfa queste condizioni potrete procedere al download del firmware adatto alla versione di Honor 6 da voi posseduta: H60-L02 o H60-L12 (cinese, dual sim LTE con rispettivamente 16 GB e 32 GB di memoria interna) H60-L04 (versione internazionale) in base al firmware installato: B803, B804&B805 o B810 Procedura Una volta scaricati i file necessari (facendo molta attenzione che sia la versione giusta), potrete effettuare il downgrade con pochi e semplici passaggi: estraete l'archivio spostate il file "update.app" nella cartella "dload" (createla, se necessario) della vostra microSD spegnete il dispositivo aspettando che vibri premete simultaneamente entrambi i tasti volume ed il tasto di accensione per 8-10 secondi, dovrebbe apparire il logo Honor attendete che il processo di downgrade sia completo. A questo punto la procedura per le versioni cinesi può dirsi conclusa, mentre quella internazionale necessita di altri passaggi per l'istallazione del firmware B560: scaricate il firmware da questo link estraete l'archivio spostate tutto il contenuto appena estratto nella cartella "dload" della vostra microSD spegnete il dispositivo aspettando che vibri premete simultaneamente entrambi i tasti volume ed il tasto di accensione per 8-10 secondi, dovrebbe apparire il logo Honor attendete che il processo di installazione sia completo. Il vostro dispositivo, se tutto è andato a buon fine, adesso avrà di nuovo una ROM Lollipop! Vi consigliamo, infine, di procedere con il ripristino di eventuali backup. CREDIT: Fonte: panamera2011 (XDA), pantomath
×