Vai al contenuto

Cerca nel Forum

Showing results for tags 'miui'.



More search options

  • Search By Tags

    Tag separati da virgole.
  • Search By Author

Tipo di contenuto


Forums

  • Primi passi
    • Presentazioni
    • Comunicazioni dallo Staff
    • Suggerimenti & Proposte
  • Smartphone
    • Nubia
    • Xiaomi
    • Lenovo
    • Huawei
    • LeTV / LeEco
    • OnePlus
    • 360
    • Oppo
    • Smartisan
    • Meizu
    • ASUS
    • Vivo
    • Altri Brand
  • SmartWatch e domotica
    • Xiaomi - Huami Amazfit
    • Home, Assistant e Wear OS By Google
    • Altri Brand
  • Tablet e Ultrabook
    • Chuwi
    • Cube
    • Huawei
    • Onda
    • Pipo
    • Teclast
    • Xiaomi
    • Altri Brand Tablet
  • Stampa 3D
    • Discussioni generali
    • Stampanti 3D
  • Teardown
    • I Nostri Teardown
  • Sistemi Operativi
    • Android
    • Microsoft
    • Ubuntu Linux
    • Leaked ROM
  • Off Topic
    • Discussioni Android
  • Mercatino
    • VENDO
    • COMPRO
    • SCAMBIO
  • Store
    • Codici sconto

Find results in...

Find results that contain...


Data di creazione

  • Start

    End


Ultimo Aggiornamento

  • Start

    End


Filter by number of...

Iscritto

  • Start

    End


Gruppo


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Città 


Interessi


Smartphone in uso

Trovato 39 risultati

  1. Può capitare, sopratutto quando si percorre la strada del modding con troppa disinvoltura, di ritrovarsi con un telefono in stato di brick. Il problema per fortuna di solito è risolvibile con relativa facilità: spesso è possibile ripristinare una situazione di corretto funzionamento sfruttando la recovery installata sul telefono, altre volte è necessario ricorrere a tool da PC. In casi più rari, tuttavia, lo smartphone non è riconosciuto in alcun modo nemmeno dal computer. Questa guida è dedicata proprio a questi casi più difficili da risolvere e, purtroppo, richiederà la rimozione della cover posteriore e di alcuni componenti interni al vostro Xiaomi Mi 5. Quest'ultima operazione, naturalmente, invaliderà la garanzia del telefono. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prerequisiti Xiaomi Mi 5; cavo USB; cacciavite; PC. Procedura Fonte
  2. A volte, quando si acquista un telefono Xiaomi da alcuni store online, questo può arrivare con una Rom MIUI modificata dallo store in questione del tutto simile a quella ufficiale contenente però software indesiderati (se non maligni) ed una traduzione non proprio in linea con quella ufficiale. Un ulteriore problema è che gli aggiornamenti ufficiali non verranno rilevati e quindi nemmeno installati. In nostro aiuto viene un tool che promette di ripristinare la ROM originale in automatico in pochi semplici passaggi. Queste rom non ufficiali vengono definite nel gergo del modding "fake" o "farlocche" e per riconoscerle bisogna verificare solo la versione della rom da impostazioni e controllare che il numero non finisca con 0.0 o 9.9, in questo caso la rom molto probabilmente sarà farlocca e bisognerà andarla a sostituire. Esistono diversi metodi per farlo , quello che vi proponiamo è il più semplice in assoluto. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prerequisiti Telefono Xiaomi; Connessione Internet; Un pc. Procedura Scaricate ed installate sul vostro pc il programma Xiaomi Tool; Avviate il telefono in recovery (accensione + tasto volume su); Navigare nel menu di recovery con il bilancere del volume e selezionare premendo il tasto avvio "Connetti con Mi Assistant"; Collegate il telefono al pc; E lanciate il programma con il file "FastFlash"; Verranno installati i driver e vi verrà proposto un menu a scelta ; Impostate solo il primo campo con "Global Stable" e gli altri con "Nessuna Rom"; Cliccate su Seleziona; Al termine avrete il terminale con la nuova rom selezionata. Fonte Xiaomi Today
  3. Finalmente la MIUI 9.5 su base Oreo sta arrivando su molti dispositivi, ma in molti hanno riscontrato problemi ad utilizzare (sopratutto sulle ROM versione China) le Google apps e, in particolare, Google assistant. Questa è la seconda parte della guida già fornita in precedenza per poter risolvere i problemi a tutte le app di terze parti compresa la ricerca vocale. Prerequisiti Aver installato le Gapps come indicato QUI. Procedura Scaricate l'apk Google Partner Setup; Copiatela nel dispositivo ed installatela; Riavviare il dispositivo; Al termine dovreste riuscire ad aprire qualsiasi applicazione Google compresa la ricerca con la funzione vocale "OK GOOGLE"! Fonte MIUI Forum
  4. Sia in caso di softbrick, magari dovuto ad un problema imprevisto durante una procedura di modding, che per rimuovere le ROM non ufficiali installate da alcuni venditori è spesso comodo ricorrere ad un flash di emergenza. Se con i device basati su SoC Snapdrgon con bootloader bloccato è necessario ricorrere alla modalità EDL, nel caso del nuovissimo Xiaomi Mi Pad 3 su base Mediatek l'installazione della MIUI originale si rivela particolarmente semplice grazie alla presenza di un bootloader sbloccato di default, che rende possibile il flash direttamente da fastboot. Ecco quindi i passi da seguire per ripristinare correttamente la ROM ufficiale di Xiaomi! IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prerequisiti Xiaomi Mi Pad 3; cavo USB; adb e fastboot installati sul PC; ultima ROM fastboot; Mi Flash Tool. Procedura Scaricare ed installare Mi Flash Tool; scaricare la ROM fastboot ed estrarla due volte; aprire la cartella "images" presente nella ROM appena estratta; posizionare il cursore su un punto bianco della cartella, premere il tasto shift e contemporaneamente quello destro del mouse; apparirà un menù a tendina, selezionare "apri finestra di comando qui"; premere i tasti volume meno e power del tablet a lungo per forzare la modalità fastboot; collegare il device al PC; digitare nella finestra di comando "fastboot devices" per verificare che il Mi Pad 3 sia riconosciuto dal PC; dare i seguenti comandi, separati da invio: fastboot flash system system.img fastboot flash boot boot.img fastboot flash recovery recovery.img fastboot flash cache cache.img fastboot erase userdata fastboot flash userdata userdata.img fastboot reboot per ripristinare la ROM originale e riavviare il device. Attenzione: in caso di problemi al punto 8 della guida, consigliamo di andare su "Gestione dispositivi" di Windows per aggiornare il driver del device scegliendo quello Xiaomi, installato automaticamente al punto 1 insieme a Mi Flash.
  5. Emanuele C

    Installare ROM fastboot con Xiaomi Mi Flash

    Spesso nel campo del modding si usa Mi Flash per installare da zero le ROM MIUI su device "brickati" e in modalità edl, ma in realtà questo tool ci può aiutare nel flash anche di device funzionanti a patto che questi abbiano un bootloader sbloccato. Ecco come fare: Prerequisiti ROM fastboot version per il proprio smartphone scaricabile da qui; device Xiaomi con bootloader sbloccato o in modalità EDL; disabilitare la firma driver (opzionale); MIFlash. Procedura IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Scarichiamo il pacchetto fastboot della rom che ci interessa (è di solito in formato .tgz) e scompattiamo sul computer per ottenere una cartella contenente al suo interno i files necessari; scarichiamo ed installiamo il tool MiFlash; eseguiamo il tool MiFlash con i permessi di amministratore; facciamo click sul pulsante "select" ed inseriamo il percorso completo della rom precedentemente scompattata; selezioniamo "clear all" in basso a destra per eseguire una formattazione del dispositivo, o "save user data" se vogliamo mantenere i dati (sconsigliato); abilitiamo il debug USB dalle impostazioni sviluppatore dello smartphone (solo con bootloader bloccato); spegniamo il telefono; da telefono spento teniamo premuto "VOL-" ed il tasto di accensione per entrare in modalità fastboot o utilizziamo una procedura per forzare l'EDL; premiamo il pulsate "refresh" sul tool MiFlash; una volta che tutto è pronto, ed il telefono è correttamente riconosciuto, premiamo il pulsante "flash" ed attendiamo la fine della procedura; IMPORTANTE: non toccare assolutamente nulla sia sul telefono che sul pc; al termine della procedura sconnettiamo lo smartphone dal computer ed avviamolo tramite il tasto di accensione.
  6. 144.556

    MIUI utilizzare temi di terze parti

    Applicando temi di terze parti o scaricati fuori dal Market dei temi della MIUI (da qualche tempo non più disponibile in Italia) quasi sicuramente riceverete l'errore "Error 402". Vediamo in pochi semplici passi come risolvere il problema. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prerequisiti Bootloader sbloccato; Permessi di root con Magisk. Procedura Scaricate Root Explorer o un qualsiasi file manager che utilizzi i permessi di root; Con il File manager fate il mount system R/W, andate nel path /system/build.prop, aprite il file build.prop, e cambiate la voce da ro.build.type=user a ro.build.type=userdebug; Scaricate il programma Miui Theme Editor; Importate un tema di terze parti, fate save e install; Aprite l'app dei temi e applicatelo senza alcun errore. Fonte Forum MIUI
  7. Emanuele C

    MIUI 9 alpha per Smartisan Nut Pro 2

    Il nostro Francko76 si sta impegnando molto per sostenere il modding su Smartisan Nut Pro 2, e tra i suoi sforzi non potevano mancare quelli diretti verso il port della celeberrima MIUI 9. Il lavoro sulla MIUI 9 per Smartisan Nut Pro 2 non si può purtroppo dire completo, in quanto al momento il nostro GizROM Team non è riuscito a far funzionare la fotocamera su questo port. Rilasciamo dunque la ROM in formato "alpha", in modo che chi l desideri possa provarla e nella speranza di ricevere supporto dalla community. Feedback e suggerimenti, come sempre, sono graditi. Changelog Installazione Vi piacciono le nostre GizROM? Potete supportare questo progetto con una donazione tramite Paypal! Appassionati dei telefoni Smartisan? Vi segnaliamo questo interessante gruppo Telegram: https://t.me/smartisaners
  8. 144.556

    MIUI 9 installazione manuale Google apps

    Finalmente la MIUI 9 china su base oreo è stata rilasciata sia in stabile che developer, per chi vuole provarle ed usarle con le google apps basta eseguire questa guida per non incorrere in fastidiosi problemi come schermate nere o applicazioni che vengono chiuse forzatamente. Prerequisti Download Gapps; Da impostazioni > Security or Settings > impostazioni aggiuntive > Privacy abilitate la possibilità di installare da fonti sconosciute. Installazione Scompattare il file zip scaricato in precedenza e copiarlo nel telefono; Installate gli apk in questo ordine; Facendo attenzione alla versione di android sulla quale è basata la rom come mostrato nell'immagine precedente; Api 26 Adroid Oreo 8.0,Api 27 Adroid Oreo 8.1; Una volta installato tutto riavviate il telefono; A questo punto vi verrà mostrata la pagina di configurazione di android; Impostate il vostro account google e godetevi le google apps. Fonte MIUI forum
  9. 144.556

    Nubia Z17 - Miui Pro

    Oggi vi presentiamo questa custom rom su base Miui per il Nubia Z17, Non sembra presentare bug importanti per l'uso quotidiano. Problemi noti Camera non funziona la modalità 2300W ; Luminosità non perfetta. Prerequisiti Bootloader sbloccato e custom recovery installata(vedere QUI); PC e cavo USB; Download ROM. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Installazione Scaricate i file e copiateli nella memoria interna del vostro smartphone; Riavviate in recovery; Opzionalmente fare un backup; Wipe Cache, Data e Dalvik; Dal menu install selezionate il file della rom e fate swipe per installare; Non riavviare Dal menu advanced disattivate l'autenticazione al riavvio; Riavviate il terminale. Fonte Nubia forum e XDA
  10. Vladi69

    MIUI8 8.0.2 per OnePlus 3

    La MIUI non ha certo bisogno di presentazioni, e non stupisce che esista un port anche per un device apprezzato come OnePlus 3. Si tratta di un porting della miui8 8.0.2 global stable con le seguenti caratteristiche: multilanguage google suite built-in removal signature verification rooted smooth and fast change the kernel deodex all app removal miui app remove protection delete some uncommonly used app update to 8.0.3 stable Screenshots Prerequisiti OnePlus 3; TWRP installata; Miui 8 per OnePlus 3. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Installazione Fare un backup di tutti i dati importanti Scaricare la ROM Scaricare l'utima build delle GApps Effettuare wipe di data, system, cache (tutti i dati saranno cancellati!) Riavviare in recovery Flashare la ROM e poi le GApps Riavviare Fonte: xda
  11. 144.556

    Xiaomi Firmware Updater

    Oggi vi presentiamo questo script creato da un'utente di XDA il quale scarica la MIUI dal sito ufficale, sia developer che stable, global e china, ne ricava il contenuto della dir " firmware-update" e ne crea uno zip comodamente flashabile da recovery e li rende disponibili su di un sito web dedicato. Dispositivi supportati IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Installazione Scaricate il file per il vostro terminale Copiatelo nella memoria interna Flashatelo da recovery Download DEVELOPER Download STABLE Fonte XDA
  12. Emanuele C

    MIUI 8 per ZUK Z2 by Francko76

    Lenovo ha deciso di abbandonare il brand ZUK, ma sembra che la scelta non sia condivisa dall'ampia community nata attorno ai prodotti di questo marchio. L'interesse nei confronti del piccolo ZUK Z2, ad esempio, è stato confermato dal rilascio sui forum cinesi di una nuova ROM MIUI compilata utilizzando il Patchrom messo a disposizione da Xiaomi stessa. La ROM postata in questa pagina è stata modificata da Francko76 per renderla più adatta a noi occidentali, eliminando ad esempio tutte le app cinesi inutilizzabili in Italia e aumentando la fluidità dell'interfaccia. Ringraziamo lo sviluppatore 个人动态 per la versione originale della ROM. Ecco una breve lista delle caratteristiche: basata sulla MIUI 8.2.5.0 Stabile tramite Patchrom; piene funzionalità ZUI del U-Touch; Gapps integrate; root integrato; aggiunti gli Sfondi Google e tastiera GoogleBoard rimosse app cinesi inutili. Attenzione: Per impostare la lingua italiana, lanciare l'app integrata morelocale2 e scegliere l'italiano Installazione IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prerequisiti Zuk Z2 versione cinese o indiana; TWRP installata (potete seguire questa guida o usare questo tool); pacchetto ZUK Z2 MIUI by Francko76. Procedura Copiare il pacchetto zip sul telefono; entrare in recovery ( scegliere all'accensione la voce recovery con i tasti volume e selezionarla con power); pulire le partizioni Data, Cache e Dalvik Cache; installare la ROM da TWRP; riavviare il dispositivo. Nel caso desideriate utilizzare l'app fotocamera della ZUI, potete installare questo zip da TWRP. Non sono necessari i wipe.
  13. Emanuele C

    Guida alle varie ROM MIUI sui device Xiaomi

    Chiunque abbia acquistato un telefono Xiaomi si è sicuramente accorto che esistono diverse ROM MIUI per il proprio dispositivo, che hanno delle particolari denominazioni del tipo "China dev" "China Stable" "Global stable"... Sicuramente tutta questa scelta potrebbe creare un po di confusione agli utenti meno esperti che stanno cercando una particolare versione del sistema operativo del proprio smartphone. In questa guida cercherò di spiegare semplicemente le differenze tra queste innumerevoli ROM. Rom China Si tratta della rom sviluppata da Xiaomi appositamente per il mercato cinese, la quale non arriva con installati i servizi Google e ha disponibili come lingue solo l'inglese e il cinese. Inoltre su queste rom sono spesso preinstallate numerose app cinesi del tutto inutili per noi utenti occidentali. Versioni CHINA disponibili: Dev nighlty Aggiornata quasi giornalmente via OTA è disponibile solo per gli utenti inseriti nei gruppi ufficiali sviluppo/testing di Xiaomi. Presenta diversi bug ed è spesso sconsigliata per un utilizzo normale del telefono. Non sono quindi pubblici i link per il download di questa rom, essendo questa proprio una versione per gli "addetti ai lavori". Dev weekly Disponibile pubblicamente nella sezione "download" del sito en.miui.com e aggiornata settimanalmente via OTA, si tratta di una rom abbastanza "usabile" e dove vengono incluse tutte le modifiche fatte durante la settimana di sviluppo. Ovviamente è presente sempre qualche bug, anche fastidioso, ma non così grave da impedire l'utilizzo dello smartphone. Stable Ufficialmente installata sui dispositivi venduti al pubblico, è la ROM con meno bug e maggiormente ottimizzata, pensata per l'utilizzo giornaliero. Ovviamente scaricabile dal sito en.miui.com. ROM Global Rom ufficiale Xiaomi sviluppata per i dispositivi venduti al di fuori della cina. Visto che Xiaomi vende solo alcuni modelli a livello internazionale, la Global non è disponibile per tutti gli smartphone della casa cinese. Questa versione della MIUI supporta molte più lingue, ha i servizi google installati e arriva senza app cinesi inutili installate. Versioni Global disponibili: Global Beta Software non definitivo, è aggiornato settimanalmente. Si tratta di una rom sostanzialmente stabile, ma che può ancora presentare qualche bug anche visibile, ma non grave da compromettere pesantemente l'utilizzo dello smartphone. Scaricabile dal sito en.miui, integra le ultime funzionalità e correzioni, ma spesso è leggermente indietro rispetto alla rispettiva versione cinese. Global stable Forse la rom migliore per chi cerca un telefono pronto "out of the box", si tratta di una versione della MIUI quasi senza bug e aggiornata circa a livello mensile con fix e patch sicurezza di Google. Ovviamente è spesso indietro come funzionalità, perché il team di sviluppo MIUI rilascia una stable solo dopo diverse settimane di beta testing e risoluzione di eventuali bug. NB: consiglio caldamente di verificare che lo smartphone che ci si appresta ad acquistare arrivi con la rom global installata, perchè spesso gli store cinesi vendono anche device con installata la versione china! Rom non ufficiali: Software derivati da ROM ufficiali xiaomi, opportunamente modificati da team di appassionati che provvedono ad offrire traduzioni migliori e tweak appositi per migliorare le performance in paesi "outside china". Le più famose sono sviluppate dagli sviluppatori che collaborano con xiaomi.eu e miui.it. Rom Xiaomi.eu Derivate rispettivamente dalle China dev e Stable, questa rom aggiunge il supporto a diverse lingue ed è ripulita da app inutili. Viene aggiornata settimanalmente con le ultime novità ma spesso non OTA. Per installarla occorre sbloccare il bootloader. Rom miui.it Derivata solo dalla china Dev, si caratterizza ovviamente per un'ottima traduzione in italiano e qualche tweak per il nostro paese. Necessita dello sblocco del bootloader e non supporta tendenzialmente agli aggiornamenti OTA. Rom Fake/Farlocche: Infine vi sono anche queste versioni "indesiderate". Visto che non tutti i prodotti Xiaomi hanno la Global, spesso alcuni shop cinesi provvedono a modificare dei firmware cinesi, installando le lingue mancanti e rimuovendo le varie app inutili. Il grosso problema è che molto frequentemente queste Rom non hanno possibilità di aggiornamento e offrono delle prestazioni non al top. Unica soluzione possibile è reinstallare una versione ufficiale/supportata manualmente. Fortunatamente Xiaomi ha dato una grossa stretta a questo fenomeno, mediante regole molto più rigide e rilasciando Rom Global per molti più dispositivi. Attualmente la probabilità di comprare un prodotto nuovo con rom farlocca è abbastanza basso. Quindi, quando si acquista un device Xiaomi occorre sempre fare attenzione a quale versione di MIUI monta, per evitare brutte sorprese o problemi non voluti.
  14. Vi siete mai chiesti cosa contiene la cartella WLAN_LOGS nella memoria interna? All'interno di questa cartella ci sono dei LOG (file che tengono traccia delle operazioni eseguite dal sistema) che occupano una considerevole quantità di spazio. Questi file si rigenerano anche dopo averli eliminati. È stato scoperto che gli sviluppatori di Xiaomi hanno abilitato di proposito (o dimenticato di disattivare) la registrazione dei log WiFi sulle ROM MIUI. Questi registri WiFi vengono creati non appena ci si connette a una qualsiasi rete WiFi, e il problema è presente su quasi tutte ROM personalizzate e non, tipo MIUI8, MIUI9 ROM etc... Vediamo come andare a disattivare questa funzione per evitare inutile speco di memoria! Requisiti per disattivare i LOG del registro WiFi: smartphone con i permessi di root; un'applicazione di gestione file che supporti l'accesso come root tipo Root Explorer. Procedura IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Eseguire l'app di gestione file e concedere le autorizzazioni come root; andare alla radice del dispositivo> data> misc> wifi> cnss.diag.conf; aprire con l'editor di testo e cambia i valori del codice come riportato sotto: Codice: LOG_PATH_FLAG = 0 MAX_LOG_FILE_SIZE = 1 MAX_ARCHIVES = 1 LOG_STORAGE_PATH = salvare il file e riavviare il dispositivo. Da questo momento il LOG WiFi verrà disattivato in modo permanente.
  15. Emanuele C

    Mi Pad 2: da MIUI a Windows e viceversa

    È un vero peccato che il Mi Pad 2 non disponga nativamente del dual boot, ma per fortuna esiste un modo (anche se macchinoso) per trasformare qualsiasi Windows Edition in uno standard (con MIUI) e viceversa. Se anche voi desiderate provare l'altra anima del vostro tablet, dunque, fareste bene a seguire questa guida! Disclaimer: ricordiamo che lo staff di GizChina.it non si assume alcuna responsabilità per eventuali danni ai vostri terminali attribuibili all'uso della procedura descritta. Prerequisiti: Mi pad 2 64GB (No 16GB) Pendrive FAT32 da almeno 8 GB Cavo OTG USB Type C per collegare la pendrive al tablet Downloads: Mi flash tool Android flashing package Platform Tools Windows Flash Pack Da MIUI a Windows Per installare il sistema operativo di Microsoft sono necessari, purtroppo, diversi step. In primo luogo dovremo infatti eseguire il flash di una versione apposita di Android per aggiornare il Bios, e solo in un secondo momento potremo installare Windows. Ecco i passi da effettuare: Estraete sul PC il package Android ed i Platform Tools; Aprite la cartella dei Platform Tools e, tenendo premuto il tasto shift, cliccate con il tasto destro su una parte bianca. Comparirà un menù a tendina, cliccate su "apri finestra di comando qui"; Trascinate il file "flash_all.bat" che trovate nel package Android nella finestra di comando. Comparirà la scritta "waiting for device"; Accendete il vostro Mi Pad 2 in modalità Fastboot (premendo contemporaneamente il tasto volume - e Power),collegatelo al PC e attendete che il flash sia completo; completata la procedura digitate "fastboot reboot" e premete invio, il vostro tablet si riavvierà e potrete disconnetterlo dal computer. A questo punto possiamo passare al flash di Windows: Estraete il Windows flash pack e copiate tutti i file estratti nella radice della pendrive; Spegnete il tablet e collegatelo attraverso il cavo OTG alla pendrive. Il vostro Mi Pad 2 a questo punto dovrebbe accendersi e dovreste vedere una finestra di dialogo come in immagine; Il tablet si spegnerà da solo, premete il tasto power e godetevi Windows! Da Windows a MIUI Anche in questo caso dovremo passare da una versione ad hoc di Android. Ecco i passi da effettuare: Entrate in modalità DNX premendo contemporaneamente per circa 15 secondi i tasti volume + e volume - durante l'accensione (quando compare il logo Mi). Comparirà la scritta "DNX Fastboot Mode..."; Aprite, sul vostro PC, la cartella dei Platform Tools e, tenendo premuto il tasto shift, cliccate con il tasto destro su una parte bianca. Comparirà un menù a tendina, cliccate su "apri finestra di comando qui"; Collegate il Mi Pad 2 al PC; Cercate il file "loader.efi" nel package Android e trascinatelo nella finestra di comando. Il tablet entrerà in modalità fastboot; Trascinate il file "flash_all.bat" (che trovate nel package Android) nella finestra di comando; Attendete che l'installazione sia completa, digitate "fastboot reboot" e premete invio. Il terminale si riavvierà con Android. A questo punto potrete installare la MIUI seguendo la normale procedura via fastboot, come descritto nella nostra guida. Buon divertimento! Fonte: en.miui.com
  16. Cris87

    MIUI CARBON Icon Pack

    *** MIUI CARBON Icon Pack *** Il Primo al Mondo in Alta Definizione!!! GOOGLE PLAYSTORE Theme Information: * Tema Ispirato alla Bellissima MIUI 8 by Xiaomi!!! * Il Primo Icon Pack al Mondo in Alta Definizione!!! * Stupefacente Risoluzione delle icone (300x300)Pixel!!! * Ogni icona è Disegnata con Estrema Cura dei Dettagli!!! * Contorni Interni ed Esterni con Effetto Carboncino!!! * Oltre 450 Applicazioni Supportate con la Prima Release!!! * Calendario Dinamico per App Stock & Google Calendar!!! * Richiesta Icone Mancanti direttamente tramite l'app!!! * Compatibile con Tutti i Maggiori Launcher(Nova, Apex, Evie, Action3, ZenUI,...)!!! * Aggiornamenti Periodici Supportati!!! Altre Informazioni e Contatti: SitoWeb: http://cris87.altervista.org/new-projects-development.html Gruppo Telegram: https://t.me/joinchat/AAAAAAtqmJlgHapVwrkI5w SCREEN 1:1(1080P): http://cris87.altervista.org/alterpages/screenshot_20170511-124044.png SCREEN 1:1(1080P) Confronto icone Stock(sopra)/Carbon(sotto): http://cris87.altervista.org/alterpages/screenshot_20170516-152955.png Cris87.
  17. Comprare su Gearbest uno smartphone orientale è sicuramente conveniente a livello economico, ma si deve tenere conto che spesso e volentieri le rom presenti sui dispositivi non sono le versioni ufficiali rilasciate dai produttori ma versioni modificate non ufficiali contenenti alle volte software malevolo. Nel caso di Gearbest attualmente non sono stati riscontarti software malevoli all'interno delle rom preconfezionate dallo store cinese ma ciò non toglie che le versioni modificate, non essendo supportate ufficialmente, non riceveranno aggiornamenti che come ben sappiamo sono indispensabili specialmente sui dispositivi Xiaomi. In questo tutorial andremo a vedere come eliminare la ROM MIUI preinstallata da Gearbest sui dispositivi Xiaomi senza obbligatoriamente sbloccare il bootloader, andando ad installare la rom china developer per poi passare, successivamente, ad una global MIUI. La guida è stata testata personalmente su uno Xiaomi MI 5s e leggendo su internet funzionerebbe su quasi tutti i dispositivi Xiaomi attualmente in circolazione. AVVERTENZA: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo ad utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding per Android. Lo staff di GizChina.it e GizBlog.it non si ritiene responsabile per eventuali danni al device. PREREQUISITI ROM China Developer (fastboot version) per il proprio smartphone scaricabile da qui; disabilitare la firma driver; Driver ADB e Fastboot; MIFlash Beta. PROCEDIMENTO Scarichiamo il pacchetto fastboot della rom che ci interessa e scompattiamo sul computer per ottenere una cartella contenente al suo interno i files necessari; scarichiamo ed installiamo il tool MiFlash beta; eseguiamo il tool MiFlash con i permessi di amministratore; facciamo click sul pulsante "select" ed inseriamo il percorso completo della rom precedentemente scompattata; selezioniamo "clear all" in basso a destra per eseguire una formattazione OBBLIGATORIA del dispositivo; abilitiamo il debug USB dalle impostazioni sviluppatore dello smartphone; spegniamo il telefono; da telefono spento teniamo premuti "VOL+" "VOL-" ed il tasto di accensione per entrare in modalità "EDL"; lo schermo rimarrà completamente nero ma il telefono emetterà una leggera vibrazione ad indicare il fatto che sia acceso; colleghiamo lo smartphone al pc ed atteniamo che inizi l'installazione dei driver del dispositivo dando conferma all'installazione del software driver se richiesto; al termine premiamo il pulsate "refresh" sul tool MiFlash; il telefono dovrebbe venire riconosciuto come "COM(numero)"; se ciò non dovesse essere provate a scollegare e ricollegare l smartphone cambiando pota USB; una volta che tutto è pronto, ed il telefono è correttamente riconosciuto, premiamo il pulsante "flash" ed attendiamo la fine della procedura; IMPORTANTE: non toccare assolutamente nulla sia sul telefono che sul pc; al termine della procedura sconnettiamo lo smartphone dal computer ed avviamolo tramite il tasto di accensione; se successivamente si vorrà installare la GOBAL ROM della MIUI basterà scaricarla dal sito ufficiale Xiaomi ed installarla normalmente mediante l'UPDATER dello smartphone.
  18. I fan di Xiaomi sapranno sicuramente che il colosso cinese è solito rilasciare diverse versioni della sua MIUI per ogni dispositivo, differenziate per ramo di sviluppo (Stable o Developer) e per regione geografica (China o Global). Purtroppo le ROM Global, le più indicate per un uso quotidiano qui in occidente, sono da sempre le ultime a ricevere le novità software e possono contare su un numero minore di funzionalità. In questa guida vi mostreremo come installare lo screen recorder ufficiale della MIUI, utile per ottenere catture video dello schermo, sulle ROM Global che attualmente non dispongono di questa feature. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Attenzione: a causa del numero elevatissimo di device e di release MIUI è impossibile verificare che la mod funzioni per ogni possibile combinazione. Potrebbero in particolare verificarsi malfunzionamenti dello screen recorder con le versioni meno recenti della ROM di Xiaomi e su device con SoC a 32 bit. Segnaliamo, inoltre, che al momento la registrazione dell'audio interno sembra non essere possibile, mentre non ci sono problemi per quello rilevato dal microfono. Prerequisiti Device Xiaomi con ROM MIUI; pacchetto lib; permessi di root; un file explorer come Root Browser (disponibile sul Play Store); apk dello screen recorder - link Mega. Procedura Scaricare ed estrarre il pacchetto lib sul device; copiare il file "LibMiuiScreenRecord.so" presente nella cartella "lib" appena estratta su /system/lib; copiare il file "LibMiuiScreenRecord.so" presente nella cartella "lib64" appena estratta su /system/lib64; assicurarsi che i permessi di entrambi i file copiati siano impostati su -rw-r-r- ; scaricare l'apk; abilitare le origini sconosciute dalle impostazioni di sicurezza; installare l'apk; provare la mod! Fonte
  19. Gran parte dei più recenti device Xiaomi è dotata di una batteria di dimensioni ragguardevoli, e non si può certo dire che l'autonomia risicata sia uno dei problemi ricorrenti dei device del colosso cinese. Nonostante la situazione sia favorevole agli utenti più esigenti, in ogni caso, alcuni potrebbero sentire la necessità di ottenere qualche minuto in più dal loro device (sopratutto con i device meno nuovi). In questa guida sono quindi raccolte alcune procedure che sembrerebbero aiutare ad ottimizzare i consumi e l'autonomia della batteria di ogni device con sistema operativo MIUI. Procedura Disabilitare le ottimizzazioni MIUI Attenzione: la disabilitazione delle ottimizzazione MIUI potrebbe portare a problemi su alcune ROM (sono stati segnalati crash su Xiaomi.eu) Andare su Impostazioni -> Info sul dispositivo cercare la voce "Versione MIUI" ed eseguire 7 tap per sbloccare le opzioni sviluppatore; disabilitare le ottimizzazioni MIUI, sarà richiesto un riavvio del telefono. Disabilitare le animazioni di sistema Andare su Impostazioni -> Batteria e prestazioni; selezionare "Animazioni di sistema"; tap su "nascondi animazioni di sistema", anche questa volta sarà richiesto un riavvio del telefono. Ridurre le attività in background Andare su Impostazioni -> Batteria e prestazioni -> Gestisci utilizzo batteria delle app; attivare il controllo batteria in background: in alcune versioni di MIUI compaiono diversi livelli, selezionare "ottimizzato"; in altre compare solo la possibilità ON-OFF, eseguire tap ripetuti su ON per rivelare un ulteriore livello; andare su "Scegli App"; cambiare le impostazioni delle app dalle quali si desidera ricevere notifiche push in modo che rimangano sempre connesse. Se conoscete altri metodi per aumentare l'autonomia su MIUI siete invitati a condividerli! Fonte
  20. Cris87

    [NUBIA Z11 THEME] MIUI 8

    TEMA MIUI 8 (Beta 1.01) Beta Piuttosto corposa del tema in sviluppo ispirato alla Bellissima MIUI 8 di Xiaomi!!! Per il momento il tema comprende solo le icone in Alta Definizione stile MIUI 8 della home...Con le prossime release cercherò di migliorare il tutto, aumentare le icone e modificare anche le app di sistema(Es. Dialer, Impostazioni, Messaggi, BarraNotifiche, etc.); Ci vuole tempo, purtroppo il sistema dei Temi della nuova EUI 4.0 è si molto aperto alla personalizzazione, ma quest'ultima non è assolutamente banale e ci vuole molto lavoro per lo sviluppo di temi completi e ben fatti... Il Tema Comprende: - Tutte le icone di sistema in Alta Definizione stile MIUI 8; - Icone in stile MIUI per Moltissime applicazioni di terze parti come: Fabebook, twitter, whatsapp, telegram, instagram, amazon, etc.; - Nuova icona Dinamica del Calendario; - Nuova icona Dinamica Orologio; Procediamo: DOWNLOAD QUI ---> MIUI 8 1.01 L'Installazione è semplicissima, la guida la trovate nel Thread Dedicato : GUIDA & INFO INSTALLAZIONE SCREENSHOOT: NOTA: ll Widget è relativo all'app: Weather Mate(Weather M8) che potete scaricare gratuitamente dal PlayStore! Spero il Tema sia di vostro gradimento. Grazie per la Collaborazione. Cris87.
  21. Emanuele C

    Mi Pad 2 64GB: guida al dual boot

    Meglio Windows o la MIUI? Con un po' di modding e la guida giusta i possessori di uno Xiaomi Mi Pad 2 da 64 GB possono avere entrambi sempre a disposizione. Utilizzando la procedura che vi mostreremo oggi, infatti, sarà possibile installare contemporaneamente i due sistemi operativi sullo stesso tablet, creando allo scopo due partizioni separate. In questo modo otterremo il dual boot ma, a differenza di quanto avviene nei dispositivi che prevedono nativamente questa possibilità, la scelta del sistema operativo non avverrà direttamente nella schermata di avvio. I sistemi installati saranno la MIUI China Stable ROM V7.2.1.0.LACCNDA e Windows 10, Android potrà essere aggiornato ad una versione diversa in seguito tramite TWRP. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prerequisiti Mi Pad 2 da 64 GB; pendrive da almeno 16 GB; cartella dual boot - link ; cavo OTG USB Type C per collegare la pendrive al tablet. Procedura Rendete bootabile la vostra pennetta USB (N.B: alcuni sono riusciti ad effettuare l'installazione utilizzando semplicemente una partizione FAT32) ; attivate lo sblocco OEM (da Impostazioni->Opzioni sviluppatore); estraete il file MiPad2_DualBoot_20160423.zip nella radice della pennetta (vedi note); collegate la pennetta al tablet e riavviate il vostro Mi Pad 2; impostate nel BIOS il boot da USB usando i tasti volume per navigare, quello power per selezionare e una pressione prolungata di volume+ per uscire; sempre da BIOS, assicuratevi che UEFI secure boot sia disabilitato (Device Manager->System Setup->Boot); Attendi circa 20 minuti per l'installazione dei due sistemi operativi (per primo verrà installato Android, richiederà circa 3 minuti); scollegare la pendrive, il tablet si riavvierà in Android; configurare il tablet normalmente; copiate i file 1, 2 e 3 (FixMiui, Gapps e SuperSU) sul device; tramite l'updater forzate il riavvio in recovery; installate i tre pacchetti da TWRP (FixMiui serve a mantenere questa recovery); estraete il file boot.zip in /sdcard ed eseguite lo script runitfirst.sh con uno script manager (scaricatelo dal play store); eseguite bootwin.sh per avviare Windows; ricollegate la pennetta USB, in tools troverete BOOTICEx64.exe; avviate BOOTICEx64.exe, selezionate la tab UEFI; click su "Edit boot entries" e spostate "Android IA" in cima alla lista. Avrete adesso un sistema dual boot, usate "bootand.bat" per passare ad Android e "bootwin.sh" per tornare a Windows. Note: la procedura standard prevede due partizioni uguali da 32 GB per i due sistemi operativi. È possibile modificare questa scelta utilizzando al punto 3 uno dei file contenuti in "options". In questo modo potrete anche: Installare solo Android; Installare Android in 16GB e Windows in 48GB.
  22. Emanuele C

    MIUI 8 su base CM13 + Xposed

    La politica commerciale aggressiva ha reso Xiaomi il colosso che tutti noi oggi conosciamo, ma è da sempre l'ecosistema software il vero punto di forza che ha portato alla fidelizzazione di tanti appassionati. La MIUI oggi non ha più bisogno di presentazioni, ed è tanto celebre da essere stata portata (con l'appoggio del pachrom di Xiaomi) su numerosi dispositivi della concorrenza. In questo thread parleremo della MIUI 8 per Nubia Z11 Mini S, cucinata su base CM13 dalla community cinese. La ROM purtroppo è ancora in fase beta e, nonostante il lavoro degli sviluppatori, presenta alcuni bug importanti. Su tutti dobbiamo segnalare quelli della gestione della rete dati, che si blocca se viene disattivato il WiFi. Features Installazione Fonte
  23. Molto spesso i venditori cinesi installano sui loro dispositivi ROM alterate, non ufficiali e non supportate dai produttori. Nel caso di Xiaomi il problema è particolarmente sentito in quanto queste ROM "farlocche" non permettono lo sblocco del bootloader e impediscono i normali aggiornamenti OTA. Dopo avervi mostrato la procedura generica per installare una versione ufficiale di MIUI sui dispositivi Xiaomi, oggi ci affideremo a SP Flash tool e ci focalizzeremo solo su due modelli dotati di SoC Mediatek: Redmi Note 4 e Redmi Pro. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prerequisiti ROM ufficiale fastboot - link; PC con Windows 10 64 bit (consigliato); pacchetto SP tool + driver - link. Procedura Scaricate ed estraete tutti i file elencati nei prerequisiti; installate i driver contenuti in "MTK_Driver_Installer_.1352"; aprite la cartella "SP-FLASH-TOOL"; click con il destro su "flash_tool.exe" -> esegui come amministratore; su "Download agent" impostate "MTK_All_In_One.bin", si trova nella cartella si Sp flash tool; impostate lo scatter MTK6797, lo trovate nella cartella "images" della ROM che avete scaricato; togliete la spunta dalla voce "preloader"; click su "download"; collegate il telefono spento al computer premendo contemporaneamente il tasto volume -; apparirà una barra rossa, contate fino a cinque e rilasciate il tasto volume -; attendete il completamento dell'operazione e riavviate. Fonte
  24. Ecco il tutorial valido solo per lo Xiaomi Mi Note Pro 64 GB Cina Version per sbloccare le seguenti bande LTE: band 1(2100), 2(1900), 3(1800), 4(1700/2100), 5(850), 7(2600), 8(900), 17(700), 20(800), 28(700). ATTENZIONE: è doveroso da parte nostra ricordarvi che lo staff di GizChina.it non si assume alcuna responsabilità relativa ad eventuali danni dovuti all'esecuzione delle seguenti indicazioni. Requisiti Prima di partire con la procedura completa, dovrete scaricare questo pacchetto, zippato in cartelle separate. All'interno troverete una serie di driver funzionanti solo con Windows 7, quindi niente Windows 8, 8.1 e 10. Introduzione Decomprimete il pacchetto scaricato in qualsiasi punto sul vostro PC; Sullo Xiaomi Mi Note Pro, digitare: *#*#717717#*#*; A questo punto tale procedura permetterà di abilitare la modalità Diag USB sul dispositivo; Prima di procedere al collegamento del device al vostro computer, dovrete attivare la modalità Debug USB. Inserire il cavo USB nello smartphone e poi dirigervi in Gestione periferiche. Fatto ciò dovrete aggiornare il driver in: Gestione periferiche - Porte (COM & LPT) - Qualcomm HS-USB Diagnostics 9025 - 1. Xiaomi Diag Driver. Procedura Ora dovrebbe apparire come nell'immagine sottostante (ricordate che Com Port the Diagnostic 9025 è in uso). Installate 2. QPST v2.7 Build 4.11 e 3. QXDM-3.12.714 dal pacchetto zip, aprite QPST Configuration e dirigervi alla scheda Porte (di default, dovreste trovare lo smartphone per poi aggiungerlo automaticamente alla porta). Lasciare QPST in esecuzione in background e aprite QXDM Professional. A questo punto dirigetevi in Opzioni - Comunicazioni e Abilitare la porta Com Port per attivare lo smartphone. Tornate nella finestra principale di QXDM e selezionate NV Browser dal menu Visualizza (View). All'interno della finestra NV Browser, scorrete verso il basso e cliccare sulla linea 01877 (rf_bc_config) (1); cliccate sul pulsante Read (2), salvate da qualche parte il valore originale nel caso in cui qualcosa vada storto (potete utilizzare programmi come Notepad), sostituite il valore di Input con 3460734838925427584 (3) e cliccate sul pulsante Write (4). All'interno della finestra di NV Browser, scorrete verso il basso e cliccate sulla linea 00946 (band_pref_16_31); tappate sul pulsante Read, salvate da qualche parte il valore originale e sostituite il valore di Input con 0x0FF8 (non modificate assolutamente il campo vuoto con "nam"). Cliccate sul pulsante Write. All'interno della finestra di NV Browser, scorrete verso il basso e cliccate sulla linea 02954 (band_pref_32_63); tappate sul pulsante Read, salvate da qualche parte il valore originale e sostituirlo con 805765120. Anche qui cliccate sul pulsante Write. Proseguendo, cliccate sulla linea 00441 (band_pref), poi sul pulsante Read, salvate il valore e sostituirlo con 0x3 80 e cliccate sul pulsante Write. Infine, cliccate sull'ultima linea 06828 (lte_bc_config), poi sul pulsante Read, salvate il valore originale e sostituirlo con 2061853925599. Cliccate sul pulsante Write. A questo punto, dovrete digitare sullo Xiaomi Mi Note Pro *#*#717717#*#* per disabilitare la modalità Diag USB. Riavviate lo smartphone dell'azienda cinese e il tutto sarà completo! N.B. Nel caso in cui si abbiano problemi con i valori, vi suggeriamo di utilizzare l'app NV Calculator disponibile sul Play Store al seguente link.
  25. Ecco come flashare una ROM e ripristinare lo Xiaomi Redmi 3. ATTENZIONE: è doveroso da parte nostra ricordarvi che lo staff di GizChina.it non si assume alcuna responsabilità relativa ad eventuali danni dovuti all'esecuzione delle seguenti indicazioni. Prima di iniziare con il tutorial vi ricordiamo che questa guida è stata testata su Windows a 64 bit, poiché con la versione a 32 bit potreste avere qualche problema imbattendovi nell'errore di memoria insufficiente per eseguire il comando. Inoltre, prima di effettuare il flash della ROM, è consigliabile effettuare un backup dei dati e verificare che la batteria del Redmi 3 abbia una carica sufficiente. Requisiti È necessario portare lo Xiaomi Redmi 3 nella modalità Download (non Fastboot Mode): Recatevi in Recovery Mode premendo contemporaneamente il pulsante Volume+ e il tasto di accensione; cliccate su Download; collegate il cavo USB al PC; installate i driver. Operazioni da PC Aprite Gestione Periferiche, dove troverete lo smartphone identificato come QHUSB_BULK sotto la sezione Com Ports; cliccate col tasto destro e selezionate Aggiorna Driver (è consigliabile disattivare la firma dei driver riavviando il PC in modalità avanzata e scegliere Disabilita firma dei driver); scegliete Browse My Computer per sezionare il driver; scegliete il percorso della cartella Xiaomi. La maggior parte degli utenti la troveranno in uno dei seguenti modi: Win 64 bit C: \ Program Files (x86) \ Xiaomi \ MiPhone \ Qualcomm \ Driver Win 32 bit C: \ Program Files \ Xiaomi \ MiPhone \ Qualcomm \ Driver Scegliete Installa il software del driver; attendere la fine dell'installazione; il driver verrà installato con successo così verranno rinominate le porte come Qualcomm HS-USB. Requisiti per il Flashing della ROM A questo punto siamo pronti per flashare il nostro Xiaomi Redmi 3. È possibile scegliere la ROM Fastboot a questo link o le China Stable (V7.2.6) e China Developer (6.3.31); N.B. Nel caso in cui il link non funzioni, inserire la lettera "o" a posto dello Zero prima dell'indirizzo Web. Scaricare il Flash Tool (versione 20151028) al seguente link. N.B. Vi ricordiamo ancora una volta di effettuare il backup dei dati e caricare al 100% la batteria dello Xiaomi Redmi 3. Flashare la ROM Scaricare la ROM preferita dai link postati in precedenza ed estraetela sul Desktop (utilizzare il software adatto, ad esempio WinRAR); verificate che l'estensione del file sia .tgz. Rinominate il file in .tgz se è .gz o .tar nel caso in cui non lo sia. N.B. Alcuni utenti ottengono un errore durante l'estrazione sul desktop poiché non c'è abbastanza spazio nel nome utente del PC o nella cartella. A questo punto, dovrete inserire la ROM nell'unità C:/ in una cartella senza spazi (ad esempio, C:/ROM/MIUI); scaricate il Flash Tool ed installatelo; una volta completata l'installazione, avviare il programma Mi Flash; cliccate su Browse (Sfoglia); selezionate la cartella della ROM dal desktop (oppure la posizione in cui è stata salvata). La cartella della ROM MIUI deve contenere i seguenti file: Premete il pulsante Refresh (Aggiorna) per far riconoscere il dispositivo al programma; dopo aver premuto il pulsante Refresh, vedrete il dispositivo collegato come COM 30; scegliete l'opzione Flash_all; cliccate su Flash e a questo punto il processo inizierà. Una volta che il processo è stato completato, rimuovete il cavo USB dallo smartphone e premete il pulsante di accensione fino a quando il terminale non emetterà una vibrazione. Al primo avvio, il Redmi 3 può richiedere fino a 10 minuti, aspettate fino al completamento. Fonte: Miui.com
×