Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'nougat'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Primi passi
    • Presentazioni
    • Comunicazioni dallo Staff
    • Suggerimenti & Proposte
  • Smartphone
    • Nubia
    • Xiaomi
    • Lenovo
    • Huawei
    • LeTV / LeEco
    • OnePlus
    • 360
    • Oppo
    • Smartisan
    • Meizu
    • ASUS
    • Vivo
    • Altri Brand
  • SmartWatch and SmartHome
    • Xiaomi - Huami Amazfit
    • Wear OS By Google
    • Altri Brand
  • Tablet e Ultrabook
    • Chuwi
    • Cube
    • Huawei
    • Onda
    • Pipo
    • Teclast
    • Xiaomi
    • Altri Brand Tablet
  • Stampa 3D
    • Discussioni generali
    • Stampanti 3D
  • Teardown
    • I Nostri Teardown
  • Sistemi Operativi
    • Android
    • Microsoft
    • Ubuntu Linux
    • Leaked ROM
  • Off Topic
    • Discussioni Android
  • Mercatino
    • VENDO
    • COMPRO
    • SCAMBIO
  • Store
    • Codici sconto

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Città 


Interessi


Smartphone in uso

Found 24 results

  1. Brupar

    Problema lettura SIM

    Scusate sono un neo iscritto ma molto banalmente il mio X522 improvvisamente ha smesso di "leggere" la SIM , la vede ma sul display appare "nessun operatore". Ho provato anche con altre SIM , stessa cosa ………… suggerimenti? Grazie a tutti
  2. LeEco sarà forse in crisi, ma il supporto da parte della community di sviluppatori terzi sembra non risentire delle precarie condizioni della società cinese. Il Le2 (nome che nasconde il modello X620 con SoC Mediatek e la frammentata serie X52x di dispositivi che differiscono per localizzazione e bande supportate) è d'altra parte un device molto valido e dall'ottimo rapporto qualità prezzo, che giustifica il suo ampio successo e l'attenzione ricevuta da parte della community. Non è un caso, dunque, se l'utente codeworkx del forum di XDA ha deciso di supportare la versione Qualcomm di questo modello rilasciando una sua versione non ufficiale della Lineage OS 14.1 su base Android 7.1.1 Nougat. La ROM si è rivelata molto fluida e stabile, e merita sicuramente un po' di pubblicità su questo forum. Unico problema noto, su questa Lineage non funziona il telecomando infrarossi. Modelli supportati Screenshot Installazione Fonte
  3. Ottime notizie per i possessori di nubia Z11! Il team della Resurrection Remix ha infatti deciso di supportare ufficialmente l'attuale flagship del colosso cinese ed ha rilasciato per questo device le sue prime nightly RR basate su Android 7.1.1 Nougat. Questa ROM custom, lo ricordiamo, è nota per le sue infinite possibilità di personalizzazione ed offre nativamente sia il launcher Pixel che quello Trebuchet (di chiara ispirazione AOSP). Tra le sue caratteristiche, inoltre, non possiamo dimenticare l'integrazione di Magisk, di OmniSwitch e della Snapdragon Camera. Una ROM molto interessante, dunque, che pur essendo ancora giovane merita di essere provata. Non sono stati segnalati problemi con le notifiche. Screenshot Installazione Ringrazio Nik26701 per la segnalazione
  4. Emanuele C

    Abilitare 3D panorama su Emui 5

    Huawei, da sempre attenta al comparto fotografico dei suoi prodotti, negli ultimi anni ha sviluppato un'app fotocamera davvero completa e ricca di funzioni. Una delle ultime novità introdotte dal colosso cinese su questo fronte è la possibilità di utilizzare la modalità "3D Panorama", che consente di catturare foto 3D e di visualizzarle nella galleria. Purtroppo questa funzione al momento è disponibile solo su alcuni modelli Hauwei, ma grazie a questa guida potrete installarla su qualsiasi telefono dotato di EMUI 5! IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prerequisiti Device con EMUI 5.0; Plugin 3D Panorama. Procedura Installazione Scaricare il plugin; andare sulle impostazioni di sicurezza ed abilitare le origini sconosciute; aprire il gestore file; cercare l'apk scaricato al punto 1 ed installarlo; riavviare il telefono. Utilizzo 3D Panorama Aprire l'app della fotocamera; eseguire uno swipe da sinistra a destra per far comparire le modalità disponibili; selezionare 3D Panorama; tenere premuto il tasto di scatto e muovere il telefono attorno al soggetto da fotografare. Visualizzazione Aprire la galleria stock; visualizzare una delle foto scattate in modalità 3D Panorama; premere in alto a destra il piccolo cubo; muovere il telefono per sfruttare l'effetto 3D. Fonte
  5. Dopo il nostro GizROM Team anche i ragazzi di Mokee hanno iniziato a sviluppare per Smartisan Nut Pro 2. Questa Mokee 71.2, su base Android Nougat, introduce molte personalizzazioni senza appesantire eccessivamente sistema ed interfaccia. Le Gapps non sono incluse nella ROM e dovranno essere installate in un secondo momento. Segnaliamo, infine, come questa ROM disponga di OTA, che sono tuttavia disponibili ai soli utenti che abbiano effettuato una donazione. Installazione IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Qualora desideriate provare questa ROM, i passi da seguire per la corretta installazione sono quelli tipici del flash da recovery TWRP. Scaricare sul telefono lo zip della nightly MK71.1; scaricare le GAPPS (ARM64, 7.1); avviare in TWRP; effettuare un backup (facoltativo); wipe dalvik, data e cache; eseguire il flash in successione (senza riavviare) della ROM e delle Gapps (in caso di error 7 durante il flash della ROM, eseguire un Factory Reset); riavviare (richiederà qualche minuto).
  6. Per i possessori del NUBIA M2 segnalo questa rom Lineage (NOUGAT - Android 7.1.2 - ultima release del 4 luglio) che sto testando. Link di riferimento XDA: https://forum.xda-developers.com/android/development/rom-lineageos-14-1-nubia-m2-t3811496 La rom è scaricabile qui: https://drive.google.com/file/d/11SxrFdwu5d4ijMvY379WWikvZK3HoSnI/view?usp=sharing oppure qui: https://cloud.mail.ru/public/8jdR/ufp2pyyFv Gapps ARM64 per Android 7.1 scaricabili qui: https://opengapps.org/ Per chi necessita del root può scaricare il relativo addon per Lineage 14.1 qui: https://mirrorbits.lineageos.org/su/addonsu-14.1-arm64-signed.zip oppure utilizzare Magisk. Patch di sicurezza aggiornate al 5 giugno. L'ho appena installata utilizzando la recovery consigliata su xda: https://drive.google.com/file/d/1tRnN1XkulQqAjrRdMxjjRLZfgioiMxCv/view?usp=sharing Ovviamente occorre bootloader sbloccato.
  7. Emanuele C

    Mokee MK71.1 con Android Nougat

    Nubia Z11, grazie anche al progetto GizROM, ormai dispone di numerosi firmware custom. In seguito al rilascio della prima beta Nougat da parte del colosso cinese, inoltre, stanno arrivando sulla rete le prime ROM con Android 7.1.1 come la nuovissima Mokee. Questa ROM introduce molte personalizzazioni senza appesantire eccessivamente sistema ed interfaccia. Citiamo ad esempio l'uso di Substratum per la gestione dei temi e di Snapdragon Camera. Le Gapps non sono incluse nella ROM e dovranno essere installate in un secondo momento. Segnaliamo, infine, come questa ROM disponga di OTA, che sono tuttavia disponibili ai soli utenti che abbiano effettuato una donazione. Screenshot Installazione Qualora desideriate provare questa ROM, i passi da seguire per la corretta installazione sono quelli tipici del flash da recovery TWRP. Purtroppo la ROM prevede il flash della Radio cinese, che non funziona nei modelli internazionali. Per risolvere il problema dovrete effettuare un flash in più durante la procedura di installazione: Scaricare sul telefono lo zip della nightly MK71.1 o dell'ultima unofficial; scaricare le GAPPS (ARM64, 7.1) e il pacchetto radio internazionale; avviare in TWRP; effettuare un backup (facoltativo); wipe dalvik, data e cache; eseguire il flash in successione (senza riavviare) della ROM, della radio e delle Gapps; (in caso di error 7 durante il flash della ROM, eseguire un Factory Reset) riavviare (richiederà qualche minuto). IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Altre informazioni e guide Guida per invertire i tasti (grazie @sbarbi)
  8. Emanuele C

    GizROM UI5.1 dev v1.5 per Nubia Z11

    Sempre pronto a portare le ultime novità del firmware cinese sul suolo italico, il nostro GizROM Team non poteva ignorare il rilascio delle prime ROM stock beta con NubiaUI 5.1. È nato in questo modo il progetto GizROM Alfa UI5 che, dopo un periodo iniziale di rodaggio e l'evoluzione a UI5.1, è oggi abbastanza stabile e affidabile. Ecco dunque a voi la nuova GizROM UI5.1 dev, la nostra versione "occidentalizzata" -con Play Store funzionante e tradotta in italiano- dei firmware beta cinesi. La ROM potrebbe non garantire in ogni occasione la stabilità e la fluidità che hanno reso celebri le altre GizROM basate su firmware stabile ma è, a nostro giudizio, sufficientemente matura da poter essere consigliata per l'utilizzo quotidiano. Sul fronte delle notifiche ricordiamo che, trattandosi di una ROM su base cinese, nel caso di app di terze parti queste vanno abilitate manualmente seguendo questa guida. Ecco infine una lista non completa delle caratteristiche: Notifiche funzionanti; nuovo pannello accessibile con swipe laterale; modalità gioco; nubia Transfer; compatibile con terminali cinesi e internazionali; traduzioni di sistema migliorate; preinstallata la nuova tastiera Google Gboard come strumento di immissione predefinito; presente NeoSafe con possibilità di disattivare il risparmio energetico app per app; nuova modalità ad una mano; preinstallata l’applicazione weather di Mate 8; Superscreenshot; Easy Mode; modalità remote camera; presente la ricerca all'interno del launcher tramite swipe tra le applicazioni installate o sul web con collegamento diretto a Google. Changelog Screenshot Installazione
  9. Huawei permette da tempo lo sblocco del bootloader sui suoi dispositivi Android, facilitando di fatto la vita alle community dedite al modding. Purtroppo la procedura di sblocco ha a volte degli effetti collaterali che, nel caso dei device con EMUI 5, consistono spesso nel mancato funzionamento dell'app Temi. In questa guida vi mostreremo come risolvere questo problema e recuperare tutte le funzionalità di tale applicazione. Prerequisiti Dispositivo Huawei con bootloader sbloccato che presenti l'errore dei temi; EMUI 5; permessi di root; questo pacchetto zip. Procedura IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Andare su Impostazioni -> Applicazioni -> Temi -> Archiviazione e pulire la cache dell'app; installare l'app Huawei Mobile Service; avviare l'app appena installata e fare accesso con il proprio account Huawei; aprire adesso l'app Temi; andare sulla scheda "Miei"; effettuare l'accesso al proprio account Huawei; estrarre il pacchetto zip presente tra i prerequisiti; aprire un file browser in grado di accedere ai file di sistema (ad esempio root browser dal Play store); copiare tutti i file estratti al punto 7 in /data/hw_init/system/themes (se la cartella non esiste, createla); impostare i permessi delle cartelle "system" e "themes" su 755; impostare i permessi dei file copiati su 644; riavviare il device; dopo il boot, aprire l'app Temi e applicare uno dei temi. Fonte
  10. In pochi possono resistere alla tentazione rappresentata dalla prima versione di Android Oreo per OnePlus, ma alcuni potrebbero desiderare tornare indietro al ben più rodato Nougat. Ecco i passi per effettuare il downgrade! Prerequisiti file di downgrade; oxygen recovery. Procedura IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Nel caso in cui abbiate la recovery TWRP installata, dovrete prima mettere la Oxygen recovery. Ecco i passi da seguire: Copiare la oxygen recovery sul telefono; avviare in TWRP; tap su "Install"; tap su "Install Image"; selezionare la recovery copiata al punto 1; spuntare "recovery" e fare swipe per installare. A questo punto potrete effettuare il rollback: Copiare il file di downgrade e spegnere il dispositivo; attendere 5-6 secondi; premere contemporaneamente i tasti power e Volume + per avviare il telefono; utilizzare i tasti volume per selezionare ed avviare la modalità recovery; selezionare "Install Update"; scegliere il file di rollback; attendere il flash; selezionare "reboot system now" godersi Nougat! Fonte
  11. Xposed, strumento tra i più flessibili nel mondo del modding dei dispositivi Android, si è guadagnato da tempo l'attenzione degli utenti più smaliziati in ogni parte del mondo, Cina compresa. L'enorme richiesta da parte della community Xiaomi ha spinto lo sviluppatore Solarwarez a creare un'incarnazione del popolare framework appositamente per la nuova MIUI 9: ecco come installarla! Prerequisiti Dispositivo Xiaomi con MIUI 9 e batteria carica almeno al 70%; Xposed Installer; recovery TWRP installata e permessi di root; Xposed Framework: SDK 25 Android 7.1 ARM64 | SDK 24 Android 7.0 ARM64; pacchetto Lazyflasher Xposed Unistaller. Procedura IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Andare su Impostazioni -> Impostazioni Aggiuntive -> Privacy e abilitare l'installazione da origini sconosciute; scaricare ed installare l'app Xposed (non aprirla); scaricare sul telefono lazyflasher e la versione adatta del Framework (versione Android e ARM devono corrispondere, se avete dubbi sulla versione ARM utilizzare CPU-Z) ; riavviare in recovery (da telefono spento premere contemporaneamente e a lungo i tasti power e Volume+); tap su install; selezionare LazyFlasher e fare swipe per installare; tornare sulla home di TWRP; tap su install; selezionare lo zip di Xposed Framework e fare swipe per installare; andare su wipe e pulire la cache; riavviare (può richiedere fino a 10 minuti); aprire l'app Xposed per verificare che l'installazione sia andata a buon fine.
  12. Emanuele C

    ZUK Z2 GizROM 2.0 (Android 7.0 Nougat)

    Il progetto GizROM è rinato da poco, ma il successo riscontrato con le prime tre ROM per Nubia Z11 ci ha convinto ad accelerare il passo per ampliare il prima possibile la platea dei dispositivi supportati. Dopo giorni di intenso lavoro Francko76 del GizROM Team ha quindi rilasciato la nuova GizROM 1.0 su base Nougat per Zuk Z2! La ROM, valida sia per gli Z2 indiani che per quelli cinesi, riprende il firmware originale ZUI 2.5 ma aggiunge quel "pizzico di italianità" tipico delle GizROM. La lista delle caratteristiche di questa prima versione include la localizzazione in diverse lingue europee (italiano, tedesco, francese, spagnolo, russo, polacco, ungherese) e la rimozione delle app cinesi. L'app di GizChina e le Gapps (pico) sono preinstallate. Importante: la ROM non presenta root in quanto in passato in seguito al flash di SuperSU 2.78 si sono verificate difficoltà con la lettura delle SIM. L'installazione di SuperSU è quindi attualmente sconsigliata, ma alcuni utenti non hanno riscontrato problemi utilizzando SuperSU2.79 sr3. Changelog Screenshot Installazione
  13. Ricomincia a crescere la famiglia di ROM custom "made in GizChina.com" dedicata al piccolo best buy cinese ZUK Z2. La nuova GizROM Global Pixel Edition, basata sulla ZUI Nougat indiana, rende ancora più adatto al pubblico occidentale un firmware nato appositamente per soddisfare le esigenze degli utenti non cinesi. A differenza della sorella GizROM Global, inoltre, questa ROM prevede la sostituzione delle app AOSP con le equivalenti Google e, come intuibile dal nome, l'utilizzo del Pixel launcher. Tra le modifiche apportate da Francko76, membro del nostro GizROM Team, non possiamo dimenticare la rimozione del bloatware, l'aggiornamento del core e delle app Google preinstallate e l'aggiunta di ulteriori Gapps. Non mancano poi le ottimizzazioni, e naturalmente il supporto ad un maggior numero di localizzazioni rispetto alla versione originale. Questa GizROM, in particolare, oltre a quelle previste di default dal firmware stock supporta completamente le principali lingue europee (italiano, tedesco, francese, spagnolo, russo, polacco, ungherese). È inoltre possibile impostare altre localizzazioni, ma in quel caso solo le app recepiranno tale scelta (la lingua del menù impostazioni non verrà modificata). Importante: durante la fase di test interno abbiamo notato che il menù di configurazione, che appare normalmente al primo avvio, è fonte di problemi ed instabilità. Abbiamo dunque deciso di rimuoverlo, il che implica che la selezione della lingua dovrà essere effettuata manualmente dalle impostazioni. Il sistema al primo avvio partirà in inglese. Le ROM, nonostante il testing interno effettuato dal nostro staff, potrebbero presentare qualche bug. Feedback e suggerimenti, come sempre, sono graditi. Screenshot Changelog Installazione
  14. La beta Nougat è fatta per tutti, ma non tutti sono fatti per la beta Nougat. Il GizROM Team è da tempo al lavoro su una ROM per nubia Z11 basata sull'ultimo firmware beta ufficiale con Android 7.1.1, ma finora senza mai giungere a risultati abbastanza stabili da essere rilasciati al pubblico. In seguito alle richieste degli appassionati, comunque, abbiamo deciso di dare uno strappo alle nostre regole qualitative e inaugurare la nuova serie GizROM Alfa Nougat, dove rilasceremo delle ROM spesso un po' instabili e non adatte ai meno esperti. Come al solito le nostre ROM potranno contare su un'ottima traduzione italiana, sul Play Store e su tante altre modifiche volte ad aumentare la stabilità del sistema. Ecco una lista non completa delle caratteristiche: Notifiche funzionanti; compatibile con terminali cinesi e internazionali; traduzioni di sistema migliorate; preinstallata la nuova tastiera Google Gboard come strumento di immissione predefinito; presente NeoSafe; modalità ad una mano con switch rapido tramite i tasti soft-touch; preinstallata l’applicazione weather di Mate 8; Superscreenshot; Easy Mode; presente la ricerca all'interno del launcher tramite swype tra le applicazioni installate o sul web con collegamento diretto a Google. preinstallate le applicazioni di GizChina.it e GizBlog.it per poter seguire in tempo reale i contenuti pubblicati dai nostri portali. Tanti naturalmente i bug noti, tra i quali i più importanti riguardano l'accesso alle Gapps sotto rete Wi-Fi e il funzionamento instabile di Gmail. Changelog Installazione Attenzione: per abilitare correttamente le notifiche è necessario seguire questa guida. Anche nel caso di aggiornamenti da versioni precedenti di GizROM Alfa, data la natura sperimentale della ROM, consigliamo di effettuare il wipe data, cache e dalvik .
  15. Emanuele C

    ZUK Edge GizROM 2.0 Nougat

    Nuova base, nuova GizROM! In seguito al rilascio dei primi firmware ufficiali ZUI su base Nougat per ZUK Edge, anche la ROM custom "made in GizChina.it" per questo modello si aggiorna ad Android 7.0 con una nuova major release. Chi fosse interessato alla vecchia (e non più supportata) GizROM 1.0 per ZUK Edge su base Marshmallow può trovare qui la discussione dedicata. La GizROM 2.0 Nougat riprende il firmware originale ZUI 2.5 ma aggiunge quel "pizzico di italianità" tipico delle nostre ROM. La lista delle caratteristiche di questa prima versione include la localizzazione in diverse lingue europee (italiano, tedesco, francese, spagnolo, russo, polacco, ungherese) e la rimozione delle app cinesi. L'app di GizChina, quella di GizBlog e le Gapps (in versione pico) sono preinstallate. Changelog Screenshot Installazione
  16. In questo nuovo tutorial andremo a vedere come effettuare il root systemless del proprio Smartphone con a bordo Android Marshmallow o Android Nougat. Ma cosa è il root systemless? In parole povere ottenere i permessi di root in systemless mode permette di avere uno smartphone rootato ma senza che venga in alcun modo modificata la partizione system permettendo, in questa maniera, di poter decidere se attivare, o disattivare, per una determinata applicazione i permessi di root. Il vantaggio di questa procedura sta nella possibilità di eseguire senza alcun tipo di problema tutte quelle applicazioni, come ad esempio Pokèmon GO, le applicazioni delle banche o gli aggiornamento OTA, che effettuano controlli anti-root sul dispositivo. Purtroppo, avendo un sistema systemless, si potranno utilizzare solo mod appositamente modificate per funzionare in systemless mode e la suddetta modalità potrebbe non funzionare su tutti i dispositivi, come ad esempio i Google Pixel. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. PREREQUISITI Lo smartphone non deve avere nessun tipo di root preinstallato. Se presente effettuate l'unroot del telefono ed eliminate ogni mod installata; Recovery TWRP; Magisk Manager; Magisk recovery; phh SuperUser; PROCEDIMENTO scarichiamo sullo smartphone Magisk Recovery ed installiamolo; entriamo in recovery TWRP; facciamo un tap su "Install" ed installiamo, uno dopo l'altro, i files precedentemente scaricati; terminati i vari flash facciamo un wipe della cache e della dalvik cache e riavviamo lo smartphone; scarichiamo ed installiamo dal PlayStore il Magisk Manager ma non apriamolo; scarichiamo ed installiamo anche il phh SuperUser tramite un file manager ed avviamolo; una volta aperto possiamo pure chiuderlo ed avviare Magisk manager; ci verrà chiesto di concedere i permessi di SuperUser; concediamoglieli ed entriamo nei settaggi dell'applicazione; abilitiamo la voce "Enable Magisk Hide" e riavviamo lo smartphone; terminato il riavvio entriamo nuovamente in Magisk Manager e noteremo che nel menu laterale sarà comparsa un nuovo menu; entriamo nel nuovo menu e selezioniamo le applicazioni che devono avere i permessi di root disabilitati; se si volesse usufruire di mod quali xposed o Viper4Android entriamo nel menu delle mod presente in magisk manager e selezioniamo le mod disponibili ed installiamole premendo prima sul punto interrogativo presente sotto al nome per scaricare i file supplementari necessari al funzionamento delle mod. Fonte: XDA
  17. Emanuele C

    GizROM Global 1.0 (Nougat) per ZUK Z2

    Ricomincia a crescere la famiglia di ROM custom "made in GizChina.com" dedicata al piccolo best buy cinese ZUK Z2. La nuova GizROM Global, basata sulla ZUI Nougat indiana, rende ancora più adatto al pubblico occidentale un firmware nato appositamente per soddisfare le esigenze degli utenti non cinesi. Tra le modifiche apportate da Francko76, membro del nostro GizROM Team, non possiamo dimenticare la rimozione del bloatware, l'aggiornamento del core e delle app Google preinstallate e l'aggiunta di ulteriori Gapps. Non mancano poi le ottimizzazioni, e naturalmente il supporto ad un maggior numero di localizzazioni rispetto alla versione originale. Questa GizROM, in particolare, oltre a quelle previste di default dal firmware stock supporta completamente le principali lingue europee (italiano, tedesco, francese, spagnolo, russo, polacco, ungherese). È inoltre possibile impostare altre localizzazioni, ma in quel caso solo le app recepiranno tale scelta (la lingua del menù impostazioni non verrà modificata). Importante: durante la fase di test interno abbiamo notato che il menù di configurazione, che appare normalmente al primo avvio, è fonte di problemi ed instabilità. Abbiamo dunque deciso di rimuoverlo, il che implica che la selezione della lingua dovrà essere effettuata manualmente dalle impostazioni. Il sistema al primo avvio partirà in inglese. Le ROM, nonostante il testing interno effettuato dal nostro staff, potrebbero presentare qualche bug. Feedback e suggerimenti, come sempre, sono graditi. Screenshot Changelog Installazione
  18. Le ROM Android Ice Cold Project, note più semplicemente come AICP, possono contare su una grande community di sviluppatori e su una tradizione di lungo corso, che risale fino ai tempi del vecchio Desire HD. Oggi questa distribuzione, basata ormai sul codice Lineage OS, è arrivata (purtroppo in via non ufficiale) anche su nubia Z11. La ROM è fluida e stabile ma, prevedendo il flash di Magisk in fase di installazione, necessita del bootloader sbloccato per funzionare correttamente. Segnaliamo inoltre l'ottima autonomia e la dimensione ridotta di elementi e testo sullo schermo, che la rendono "out of the box" meno adatta rispetto alle altre ROM ai soggetti dalla vista debole. Screenshot Installazione
  19. Hi All I`m starting this thread to share your personal experience for all the different Custom Rom`s everyone`s using. Please feel free to share your experience with the Roma you`re using along with Pro`s & Con`s and any tips and tricks. I`m currently using latest official RR and it works great. Thanks to the awesome people here on Gizchina.it who made it all possible.
  20. Emanuele C

    Installare AptX e AptX HD su Nougat

    Forse non credono nella tecnologia di Qualcomm, forse non vogliono pagare le royalty al colosso americano, forse reputano che AptX non sia abbastanza smerciabile a livello di marketing. Qualsiasi sia il motivo, ancora oggi sono molti i produttori che preferiscono non integrare questo codec per l'alta fedeltà (che promette una qualità audio comparabile a quella dei cd sulle cuffie Bluetooth) nei propri prodotti. Per fortuna, su molte ROM Nougat, il modding può correggere gli effetti di questa infausta scelta. Alcuni modders del forum di XDA hanno infatti scoperto che il Bluetooth stack Qualcomm di Nougat include già per intero questo codec, che è semplicemente disattivato a causa della mancanza di alcuni driver proprietari. Driver proprietari che una sorte benevola (sotto forma di alcune librerie per Moto Z) ha fatto arrivare fino alle mani della comunità. Il puzzle, insomma, è oggi abbastanza completo da permettere l'installazione da TWRP di AptX e Aptx HD su gran parte dei telefoni con ROM Nougat e SoC Qualcomm, con maggiori possibilità di riuscita sulle custom come Lineage OS o Resurrection Remix (i firmware ufficiali presentano spesso stack bluetooth modificati). Sulla seguente lista di modelli, inoltre, l'erede spirituale di CyanogenMOD ha implementato nativamente questa mod: Chi possiede uno di questi modelli e ha messo la Lineage non ha dunque bisogno di seguire questa guida. Si hanno conferme del funzionamento della mod per i seguenti modelli: Installazione Prerequisiti Smartphone Nougat con TWRP e ROM compatibile; pacchetto aptX; pacchetto aptX HD. Procedura IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Copiare i due pacchetti AptX sul telefono; riavviare in recovery TWRP; effettuare un backup; installare lo zip di AptX; installare lo zip di AptX HD (facoltativo, inutile se non si hanno cuffie compatibili); riavviare il device; verificare il funzionamento della mod seguendo questa guida. Fonte
  21. Emanuele C

    Mod fotografica per Honor 8

    È innegabile che Honor 8 possa contare su un ottimo comparto fotografico. Il fatto che parta da una buona base non esclude tuttavia che si possano avere miglioramenti grazie ad un affinamento del software e delle sue impostazioni, e la mod fotografica rilasciata dall'utente Jordon F del forum di XDA agisce proprio in questa direzione. Questo pacchetto, in particolare, diminuisce la compressione JPEG (quality al 100%), aumenta l'image buffer, aumenta il bitrate di ripresa video in FullHD a 28Mbps, migliora l'utilizzo congiunto dei due sensori posteriori, migliora l'HDR, diminuisce il rumore e aumenta la qualità in scenari di bassa luminosità. Il software della fotocamera, insomma, non viene stravolto ma semplicemente impostato per ottenere il massimo dai due sensori posteriori dello smartphone Huawei. Il risultato è un miglioramento apprezzabile della qualità degli scatti, ma anche un aumento delle dimensioni medie delle singole foto. Prerequisiti Honor 8 con TWRP installata; pacchetto di mod fotografica. Procedura IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Copiare il pacchetto di mod nel telefono; avviare Honor 8 in TWRP (tasto power e volume + da dispositivo spento); tap su "installa"; selezionare il pacchetto di mod fotografica; installare con uno swipe; riavviare il telefono; provare a scattare qualche foto! Fonte
  22. I possessori di Nubia Z11 possono già oggi provare l'esperienza di Android 7.1 sul loro dispositivo. Si tratta, purtroppo, solo di una versione alfa (con alcuni bug importanti) della nota CyanogenMod 14.1, probabilmente inadatta all'utilizzo quotidiano. La ROM, postata dal'utente XiNGRZ sul forum Nubia cinese (dovrebbe essere lo stesso che ha sviluppato CM13 e Mokee per questo device), è quindi dedicata a quegli utenti più smaliziati che non si lasciano intimorire da bug di peso (tra i quali spicca il mancato funzionamento della fotocamera) e procedure potenzialmente pericolose per il device. Guida all'installazione IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Installare l'ultima TWRP XiNGRZ; copiare il file zip della ROM nel telefono; wipe Data e Cache; eseguire il flash del pacchetto da TWRP; riavviare; digitare * # * # 4636 * # * # dal dialer; entrare in informazioni telefono e impostare " LTE / CDMA / UMTS auto (PRL)" come rete preferita. Changelog:
  23. Android 7 Nougat è stato rilasciato da Google qualche mese fa e solo recentemente si è venuti a conoscenza di una funzione nativa da sempre richiesta dagli utenti ma che sembrava possibile ottenere solo mediante le custom rom o i moduli xposed. Stiamo parlando del "free form mode", o modalità multi finestra, ovvero quella funzione che permette di far comportare le varie applicazioni esattamente come le finestre che siamo abituati ad utilizzare su Windows permettendone il ridimensionamento, la sovrapposizione e l'utilizzo in contemporanea. Questa modalità è leggermente diversa dal multi windows in quanto non ha nessun tipo di limite sia per quanto riguarda la disposizione sul layout che per quanto riguarda il numero massimo di applicazioni. Purtroppo la funzione è ancora in fase di sviluppo ma, se è stata inserita nativamente nelle rom AOSP, significa che è abbastanza stabile da non compromettere l'esperienza utente. L'attivazione di questa modalità potrebbe risultare superflua per uno smartphone ma cambiare completamente modo di utilizzo su un tablet riuscendo a ricreare l'esperienza desktop che fino ad oggi era possibile mediante l'utilizzo di RemixOS. AVVERTENZA: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo ad utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding per Android. Lo staff di GizChina.it e GizBlog.it non si ritiene responsabile per eventuali danni al device. PREREQUISITI Smartphone con Android 7 Nougat (possibilmente una rom AOSP); Driver ADB e Fastboot (metodo avanzato); PROCEDIMENTO (easy) Abilitiamo le "opzioni sviluppatore" Attiviamo il andando sulle informazioni dello smartphone e premendo 7 volte sul numero della build; scorriamo l'elenco delle nuove impostazioni ed abilitiamo "forza le attività per essere ridimensionatili"; il telefono si riavvierà; al termine del riavvio, andando sul mutitask, ci troveremo una nuova iconcina in alto a destra che ci permetterà di attivare per quell'applicazione la modalità "free form". PROCEDIMENTO (advanced) Se (come nel caso di una rom non AOSP) l'opzione non dovesse essere presente possiamo abilitarla forzatamente mediante un semplice comando ADB; scarichiamo ed installiamo i driver ADB; rechiamoci mediante prompt dei comandi sulla cartella di nstallazione dei driver; sullo smartphone attiviamo il "Debug USB" andando sulle informazioni dello smartphone e premendo 7 volte sul numero della build; colleghiamo l osmartphone al telefono; dalla schermata di prompt digitiamo: adb shell settings put global enable_freeform_support 1 il telefono si riavvierà; al termine del riavvio, andando sul mutitask, ci troveremo una nuova iconcina in alto a destra che ci permetterà di attivare per quell'applicazione la modalità "free form". Fonte: XDA
  24. Android N sta finalmente arrivando nelle mani dei consumatori, ma la nuova incarnazione del robottino verde è ancora tra le meno diffuse. Naturalmente i più smaliziati possono precorrere i tempi con po' di modding, ma non è detto che possano usufruire da subito di tutte le funzionalità delle ROM più rodate. È questo il caso, ad esempio, del mancato supporto a VoLTE (la tecnologia che permette di effettuare le comuni chiamate vocali sfruttando la rete LTE di ultima generazione) su gran parte dei firmaware Nougat per Xiaomi Redmi Note 3 Pro. Seguendo questa guida, tuttavia, sarete in grado di abilitare VoLTE su molte di queste custom ROM su base Nougat! IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Si consiglia inoltre di effettuare un backup prima di procedere al flash. Prerequisiti Redmi Note 3 Pro con ROM Nougat compatibile, recovery TWRP (o CMW) e root; pacchetto zip base "volte.zip"; pacchetto specifico per la ROM (cartella Mega)(progetto XDA). Ovviamente la ROM è da ritenersi compatibile solo se è possibile trovare un pacchetto specifico adatto. Procedura Scaricare il pacchetto base e quello specifico per la ROM sul telefono; da telefono spento, premere il tasto volume+ e quello power per entrare in recovery; eseguire il flash del pacchetto specifico; eseguire il flash di "volte.zip" pulire Cache e Dalvik; riavviare il device. Fonte
×