Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'recovery twrp'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Primi passi
    • Presentazioni
    • Comunicazioni dallo Staff
    • Suggerimenti & Proposte
  • Smartphone
    • Nubia
    • Xiaomi
    • Lenovo
    • Huawei
    • LeTV / LeEco
    • OnePlus
    • 360
    • Oppo
    • Smartisan
    • Meizu
    • ASUS
    • Vivo
    • Altri Brand
  • SmartWatch and SmartHome
    • Xiaomi - Huami Amazfit
    • Wear OS By Google
    • Altri Brand
  • Tablet e Ultrabook
    • Chuwi
    • Cube
    • Huawei
    • Onda
    • Pipo
    • Teclast
    • Xiaomi
    • Altri Brand Tablet
  • Stampa 3D
    • Discussioni generali
    • Stampanti 3D
  • Teardown
    • I Nostri Teardown
  • Sistemi Operativi
    • Android
    • Microsoft
    • Ubuntu Linux
    • Leaked ROM
  • Off Topic
    • Discussioni Android
  • Mercatino
    • VENDO
    • COMPRO
    • SCAMBIO
  • Store
    • Codici sconto

Calendars

  • Community Calendar

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Città 


Interessi


Smartphone in uso

Found 12 results

  1. Con questa guida vi mostreremo come ottenere i permessi di root in maniera facile e veloce sul proprio Doogee X5 Pro per effettuare operazioni avanzate come ad esempio la rimozione di determinate applicazioni di sistema oppure installare custom recovery. ATTENZIONE: è doveroso da parte nostra ricordarvi che lo staff di GizChina.it non si assume alcuna responsabilità relativa ad eventuali danni dovuti all'esecuzione delle seguenti indicazioni. Requisiti Abbiamo bisogno degli stessi strumenti e step necessari per concedere i permessi di root sul Doogee X5, ad eccezione del file scatter per il processore MT6735 e il file recovery.img. qui potete trovare i vari strumenti necessari; TWRP Recovery; ROM Doogee X5 Pro (opzionale). Procedura Per prima cosa, effettuare il download e la decompressione del FlashTools; avviare il programma Flash_tool.exe come amministratore; selezionare su Download Agent e inserire il file MKT_AllInOne_DA.bin; selezionare scatter-loading e cercare MT6735_Android_scatter.txt; selezionare Download Only; disattivare tutte le caselle; spuntare e modificare il percorso del file della recovery da sostituire; assicurarsi che la connessione sia attiva tramite USB; spegnere lo smartphone, rimuovere la batteria e reinserirla dopo qualche secondo senza accendere il dispositivo; premere su Download per avviare la procedura; collegare il Doogee X5 Pro al computer tramite cavo dati USB; a questo punto il processo si avvierà e verrà visualizzata una barra di avanzamento rossa che dopo diventerà viola e poi gialla; ad operazione conclusa, comparirà un cerchio verde in una nuova finestra dove verrà visualizzato il pulsante OK. Una volta che la recovery TWRP è stata installata con successo, dovrete: Avviare lo smartphone premendo contemporaneamente i tasti d'accensione e volume+; selezionare recovery con il tasto volume+; confermare con il pulsante volume-; collegare lo smartphone al PC e copiate il file BETA-SuperSu.v220 sulla scheda SD; installare SuperSU e riavviare il device. A questo punto, il Doogee X5 Pro ha ricevuto i permessi di root.
  2. In questo tutorial vi mostreremo come effettuare in pochi passi l'installazione della recovery TWRP sul vostro Nubia Z17 mini. Per ottenere il risultato desiderato sfrutteremo un utile file batch che ci permetterà di eseguire il flash partendo dal telefono acceso. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding per Android. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al device. Prerequisiti GizFlasher; PC e cavo USB; no-verity-opt-encrypt-5.1.zip; pacchetto Open Gapps (ARM 64, 6.0, pico o nano) ultimo pacchetto zip SuperSU (facoltativo). Procedura Flash recovery Andare su "Impostazioni-> Informazioni telefono" ed effettuare tap ripetuti sul Numero di Build per abilitare la modalità sviluppatore; tornare sulla schermata "Altro" delle impostazioni, dovrebbe essere presente la voce "Opzioni sviluppatore"; entrare in "Opzioni sviluppatore" ed abilitare il debug USB e lo sblocco OEM; digitare *#7678# sul dialpad e verificare che tutte le voci siano selezionate; scaricare ed estrarre il tool sul PC; avviare driver.zip ed eseguire l'installazione; avviare autorun.zip ed eseguire l'installazione (saltare questo passaggio se adb e fastboot sono giù installati system wide sul PC); con telefono collegato al computer, eseguire "GizFlasher.bat" presente nella cartella del tool (in caso di problemi provare con e senza modalità amministratore); seguire le istruzioni a schermo. A questo punto il tool comanderà al telefono di entrare in modalità fastboot e installerà la recovery. Installazione Gapps (non necessario sul modello internazionale) Copiare l'ultimo pacchetto Open Gapps e no-verity-opt-encrypt-5.1.zip sulla microSD del device; riavviare in recovery (da telefono spento premere contemporaneamente e a lungo il tasto Power e quello Volume +); effettuare un format data: Wipe -> Format data -> scrivere yes; installare da TWRP il pacchetto no-verity-opt-encrypt-5.1.zip; installare da TWRP il pacchetto openGapps; riavviare il telefono. Root Copiare l'ultimo pacchetto SuperSU sulla microSD del telefono; riavviare in recovery (da telefono spento premere contemporaneamente e a lungo il tasto Power e quello Volume +); installare da TWRP il pacchetto SuperSU (Attenzione: in caso di errori ripetere il passaggio dopo Wipe -> Format data) ; riavviare il telefono. Fonte
  3. In questo tutorial andremo a vedere come installare le Google Apps, la recovery TWRP ed ottenere i permessi di root sul nuovo Nubia Z11 Max. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding per Android. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al device. PREREQUISITI Google Apps; Recovery TWRP e root; dispositivo carico almeno al 70%. PROCEDIMENTO Apriamo il dialpad del telefono e digitiamo il numero " *#7678# " ed abilitiamo tutte le opzioni; attiviamo le "opzioni sviluppatore" tappando 7 volte sul numero di build presente nelle informazioni del telefono; nelle opzioni sviluppatore attiviamo il "Debug USB" e "OEM Unlock"; scarichiamo il file della recovery TWRP e scompattiamolo; al suo interno troveremo il file "autorun.exe"; avviamo per installare i driver ZTE; terminata l'installazione colleghiamo lo smartphone al computer ed avviamo il file "recovery.bat" sempre presente nella cartella appena scompattata; si aprirà una schermata dove dovremo premere 2 e confermare con "invio" per far iniziare il flash della recovery TWRP; il telefono si riavvierà in automatico nella recovery TWRP; selezioniamo la lingua desiderata ed entriamo nel menu avanzato; premiamo il pulsante "root" per effettuare il rooting dello smartphone; terminata la procedura riavviamo lo smartphone; per installare le Google Apps scarichiamole dal sito di Opengapps selezionando quelle con architettura ARM64 per android 6.0.1 Pico; copiamo il file appena scaricato nella memoria del telefono e riavviamo in recovery TWRP (VOL+ e il tasto di accensione); premiamo "Install" e dal file manager che comparirà selezioniamo il file relativo alle gapps per far avviare l'installazione; dalle impostazioni ricordiamoci di garantrire l'accesso a tutte le opzioni dele Google Apps. Fonte: GizDev
  4. In questo nuovo tutorial andremo a vedere come installare la recovery TWRP e, successivamente, ottenere i permessi di root sullo Xiaomi Mi Note 2. Il terminale dovrà avere il bootloader sbloccato e questo porterà ad un problema con la criptazione del terminale. Per risolvere tale problema bisognerà eseguire un "wipe" della partizione "data" con relativa perdita dei dati personali. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo ad utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding per Android. Lo staff di GizChina.it non si ritiene responsabile per eventuali danni al device. PREREQUISITI ​Bootloader Sbloccato; Driver ADB e Fastboot; Recovery TWRP; Magisk; Phh SuperUser; Magiskmanager. PROCEDIMENTO Scarichiamo ed installiamo i driver ADB e Fastboot; scarichiamo il file della recovery e rinominiamolo in "TWRP.img"; copiamo il file della recovery nella stessa cartella di installazione dei diver fastboot; attiviamo il "Debug USB" e riavviate lo smartphone in "fastboot mode": da telefono spento tenete premuti contemporaneamente "VOL-" e il "tasto di accensione" fino all'apparizione del logo fastboot; connettiamo lo smartphone al computer ed attendiamo l'installazione dei driver; apriamo il prompt dei comandi di Windows e rechiamoci nella cartella dove abbiamo installato fastboot; scriviamo il comando per verificare il corretto riconoscimento dello smartphone: fastboot devices se nell'elenco comparirà il vostro no procedete con la guida; in caso contrario bisognerà reinstallare i driver fastboot; dal prompt dei comandi digitate: fastboot flash recovery TWRP.img​ se avete eseguito tutto correttamente avverrà il flashing della recovery che richiederà pochi secondi; riavviate il dispositivo in recovery e tappate la voce "Wipe"; selezionate "Format Data" e digitate "Yes"; copiamo nella memoria dello smarpthone i files di Magisk (Magisk, Phh Super user ed il Magisk manager); facciamo un tap su "install" e, dal file manager, selezioniamo il file di Magisk copiato precedentemente; effettuiamo uno swipe su "Install" per far partire l'installazione; eseguiamo la stessa identica operazione per il Phh SuperSu; terminata l'installazione riavviamo lo smartphone e rechiamoci, con il file manager della MIUI, nella cartella dove abbiamo copiato i files di Magisk e procediamo con l'installazione del Magisk's Manager; concludiamo la procedura recandoci nel PlayStore ed installando il PhhSuperSu. Fonte: MIUI FORUM
  5. In questo nuovo tutorial andremo a vedere come sbloccare il bootloader, flashare la custom recovery TWRP ed abilitare i permessi di root sui nuovissimi Google Pixel mediante un comodo e semplice toolkit. Ricordiamo che lo sblocco del bootloader comporterà la perdita di tutti i dati presenti sul dispositivo pertanto consigliamo di effettuare un backup prima di procedere. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo ad utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding per Android. Lo staff di GizBlog.it non si ritiene responsabile per eventuali danni al device. PREREQUISITI Driver Fastboot e ADB; Skipsoft Android Toolkit. PROCEDIMENTO Abilitate il "Debug USB" e "Enable Unlock OEM" dal "menu sviluppatori"; collegare il telefono al computer. Comparirà un messaggio di conferma per far comunicare il computer con il telefono. Confermate; scaricate ed avviate il toolkit; all'avvio ci troveremo davanti una schermata con un numero veramente grande di opzioni disponibili; premiamo il pulsante 1 per installare i driver del Google Pixel sul computer; terminata l'installazione premiamo il pulsante 8 per far partire lo sblocco del bootloader, l'ottenimento dei permessi di root e la recovery TWRP in maniera completamente automatica. l'operazione richiederà qualche minuto e poche operazioni di parte dell'utente; esplorando le altre voci del toolkit sarà possibile effettuare moltre altre operazioni interessanti come il backup della partizione EFS od il sideload di imagini .zip. Fonte: GizDev
  6. Alessio Croce

    Huawei Mate 8: Recovery TWRP e Root

    In questo tutorial andremo a vedere come installare la recovery TWRP ed ottenere i permessi di ROOT sul nostro Huawei Mate 8. La procedura richiederà la formattazione completa della partizione data con conseguente perdita di tutti i nostri dati personali. Consigliamo di effettuare un backup prima di procedere. Lo staff di GizChina.it non si ritiene responsabile per eventuali danni al dispositivo. PREREQUISITI Bootloader Sbloccato; recovery TWRP per EMUI 4.1 o recovery TWRP per EMUI 4.0; "Driver ADB" e "Fastboot" correttamente installati sul PC (qui troverete il nostro tutorial); SuperSU. PROCEDIMENTO Riavviate il telefono in fastboot mode collegando lo smartphone spento al computer tenendo premuti il tasto di accensione e "VOL-"; scaricate il file della recovery necessario in base alla prorpia EMUI e rinominatelo in "recovery.img"; aprite il prompt dei comandi ed andate nella directory di installazione di "fastboot"; scrivete questo comando per verificare che il device sia riconosciuto via "fastboot": fastboot devices posizionate il file "recovery.img" nella stessa cartella di fastboot; digitate nel prompt dei comandi questo codice: fastboot flash recovery recovery.img se avete eseguito tutto correttamente avverrà il flashing della recovery che richiederà pochi secondi; staccate il device e riavviate in recovery tenendo premuto "VOL+" in fase di boot; dalla recovery effettuate un "Wipe" della partizione "data" entrando nel menu "Wipe", "Format Data" e confermate scrivendo "Yes"; riavviate il telefono e completate la procedura di configurazione iniziale; collegate il telefono al computer via il cavetto USB e copiate il file "SuperSU" nella memoria del telefono; selezionate "Install" e riavviate per avere il telefono con i permessi di root attivi. Fonte: XDA
  7. In questa guida di oggi andremo a scoprire come installare la recovery TWRP, l'Xposed Framework e il sistema di ottimizzazione audio Dolby Atmos sul Vernee Thor. ATTENZIONE: è doveroso da parte nostra ricordarvi che lo staff di GizChina.it non si assume alcuna responsabilità relativa ad eventuali danni dovuti all'esecuzione delle seguenti indicazioni. Requisiti TWRP ROM Stock scaricare ed installare i driver MediaTek Preloader prima di utilizzare il Flashtool (su Windows 8.1/10 è necessario disabilitare il controllo dei driver riavviando in modalità avanzata e disabilitando la firma premendo il tasto 7) Flashtool 5.1604 Xposed Framework v84 SDK23 ARM64 Dolby Atmos 6.5 ZIP (XDA) Procedura Aprite il Flashtool e caricate il file MT6753_Android_Scatter-TWRP.txt; cliccate su Download e collegate lo smartphone spento al PC; in pochi secondi inizierà il processo e la recovery TWRP verrà flashata sul dispositivo; dopo la procedura di flashing, entrate in recovery mode premendo il pulsante di accensione e quello volume+ contemporaneamente nel momento in cui compare il logo; al primo avvio della recovery, rispondete NO alla richiesta di modificare i file del sistema. Questo perché è possibile che si rimanga bloccati ad un successivo riavvio se si sceglie SI; installate Xposed Framework e Dolby Atmos dai file zip; se si desidera effettuare il root del Vernee Thor dalla recovery TWRP, basterà scaricare l'archivio SuperSU.zip 2.71, disponibile al seguente link, e procedere con l'installazione; per ripristinare la recovery originale, tornate al primo passaggio e caricate il file scatter MT6753_Android_Scatter.txt e poi cliccare su Flash.
  8. Alessio Croce

    Lenovo Zuk Z1: Recovery TWRP

    In questo nuovo tutorial andremo a vedere la procedura per installare sul nostro Lenovo Zuk Z1 la recovery TWRP.. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding per Android. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al device. PREREQUISITI Recovery TWRP; Bootloader sbloccato; Driver ADB e Fastboot scaricabili da qui. PROCEDIMENTO Riavviate il device in "fastboot mode": da telefono spento tenete premuti contemporaneamente "VOL-" e il "tasto di accensione" fino all'apparizione del logo fastboot; aprite il prompt dei comandi ed andate nella directory di installazione di "fastboot"; scrivete questo comando per verificare che il device sia riconosciuto via "fastboot": fastboot devices​ posizionate il file "twrp-3.0.2-0-Z1.img" nella stessa cartella di fastboot;​ digitate nel prompt dei comandi questo codice: fastboot flash recovery twrp-3.0.2-0-Z1.img Terminato il flashing della TWRP spegnete il terminale e riavviatelo in recovery tenendo premuto "VOL+" col tasto di accensione. Fonte: XDA
  9. Alessio Croce

    Installare la Snapdragon Camera

    In questo nuovo tutorial andremo a vedere come installare la Snapdragon Camera sul nostro OnePlus X. PREREQUISITI Snapdragon Camera; Recovery TWRP. PROCEDIMENTO Copiate il file della Snapdragon Camera sulla memoria del telefono; Riavviate lo smartphone in recovery mode; fate "tap" su "Install"; Selezionate il file appena copiato e fate uno "swipe" su "Install"; Riavviate lo smartphone. Fonte: XDA
  10. In questo nuovo tutorial andremo a vedere come installare la recovery TWRP e successivamente ottenere i permessi di root sullo Xiaomi Mi Note Pro. PREREQUISITI Driver ADB e Fastboot scaricabili da qui; Mi PC Suite installato sul computer reperibile a questo indirizzo; file immagine della recovery TWRP reperibile qui. SuperSU scaricabile a questo indirizzo. PROCEDIMENTO TWRP (temporaneo) Copiate il file di SuperSu nella memoria interna del telefono; riavviate il device in "fastboot mode": da telefono spento tenete premuti contemporaneamente "VOL-" e il "tasto di accensione" fino all'apparizione del logo fastboot; aprite il prompt dei comandi ed andate nella directory di installazione di "fastboot"; scrivete questo comando per verificare che il device sia riconosciuto via "fastboot": fastboot devices​ posizionate il file "twrp.img" nella stessa cartella di fastboot;​ digitate nel prompt dei comandi questo codice: fastboot boot twrp.img terminato il flashing della recovery spegnete il terminale e riavviatelo in recovery tenendo premuto "VOL+" col tasto di accensione. PROCEDIMENTO TWRP (permanente) Copiate il file di SuperSu nella memoria interna del telefono; riavviate il device in "fastboot mode": da telefono spento tenete premuti contemporaneamente "VOL-" e il "tasto di accensione" fino all'apparizione del logo fastboot; aprite il prompt dei comandi ed andate nella directory di installazione di "fastboot"; scrivete questo comando per verificare che il device sia riconosciuto via "fastboot": fastboot devices ​posizionate il file "twrp.img" nella stessa cartella di fastboot; digitate nel prompt dei comandi questo codice: fastboot flash recovery twrp.img terminato il flashing della recovery spegnete il terminale e riavviatelo in recovery tenendo premuto "VOL+" col tasto di accensione. PROCEDIMENTO ROOT tappate su "Install" e dal file manager che apparirà selezionate il file SuperSu; riavviate per avere il telefono con i permessi di root attivi. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding per Android. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al device. Fonte: XDA
  11. Alessio Croce

    Sblocco Bootloader e recovery TWRP

    In questo nuovo tutorial andremo a vedere come eseguire lo sblocco del bootloader dello Xiaomi Mi Pad 2 e successivamente installare la recovery TWRP in modo permanente. IMPORTANTE: Lo sblocco del bootloader porterà alla cancellazione di tutti i dati personali. Consigliamo di effettuare un backup prima di procedere. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. PREREQUISITI Driver ADB e fastboot installabili grazie alla nostra guida; file Immagine della recovery TWRP; permessi di Root ottenibili tranne la nostra guida. PROCEDIMENTO ​Abilitate dal "menu sviluppatori" l' opzione "Debug USB" e "OEM Unlock"; riavviate il device in fastboot mode ed aprite su Windows il "prompt dei comandi"; navigate nella directory "fastboot" e digitate il comando: fastboot OEM unlock diamo la conferma sul Mi Pad 2 per far partire la procedura di sblocco; tramite la nostra precedente guida (che trovate a questo link) eseguite la procedura per ottenere i permessi di Root; installate dal Playstore un file manager che abbia accesso alle partizioni di sistema come ad esempio "Root Browser"; aprite il vostro file manager ed entrate nella partizione "/system"; rinominate il file "recovery-from-boot.p" in "recovery-froom-boot.p.bak" in modo tale da rendere la recovery TWRP permanente; copiate il file "TWRPMIPAD2.img" scaricato in precedenza nella directory di "fastboot" e rinominatelo in "recovery.img"; se avete chiuso il "prompt dei comandi" riapritelo e rinavigate fino alla cartella di "fastboot" e digitate il seguente comando: fastboot flash recovery recovery.img BUG La funzione MTP non funziona. Fonte: MIUI FORUM
  12. Oggi vi mostreremo come installare una ROM con i servizi Google integrati sui modelli del Nubia Z9 Mini acquistati dalla Cina e che non hanno, appunto, i servizi offerti dal colosso del Web. ATTENZIONE: è doveroso da parte nostra ricordarvi che lo staff di GizChina.it non si assume alcuna responsabilità relativa ad eventuali danni dovuti all'esecuzione delle seguenti indicazioni. Prerequisiti Scaricare la ROM e il tool di recovery qui. L'ultima versione stabile è la 3.81 basata su Android 5.1.1 Lollipop mentre la recovery TWRP è disponibile in versione 3.0.0-0.1 qui. È possibile installare questa custom ROM anche sulla versione Elite del Nubia Z9 Mini con 3 GB di RAM, a patto di utilizzare i file del seguente link. È disponibile un tool in cinese chiamato Nubia Restoration Tool che permette di ripristinare i dispositivi Nubia dopo un brick (funziona su qualsiasi modello della serie). Requisiti Per installare la custom recovery + la custom ROM, è necessario innanzitutto effettuare un backup di tutti i dati importanti presenti sul proprio Nubia Z9 Mini come ad esempio contatti, messaggi, chiamate e via dicendo prima di procedere. Assicurarsi di installare i driver ADB per lavorare perfettamente con il proprio PC Windows. Infatti, senza una corretta installazione di questi ultimi, il processo non avrà successo. N.B. Nel caso in cui aveste bisogno di installare solamente la custom recovery, allora passate direttamente ai passaggi da 2 a 7. Scaricate la custom ROM .zip e copiatela nella directory principale della micro SD o della memoria interna dello smartphone; scaricate il programma Nubia Z9 Mini Recovery Tool V4.0; attivate la modalità Debug USB dalle Impostazioni di sistema tappando 6 volte sul numero della build e poi andare su Opzioni sviluppatore; collegare lo smartphone al PC; eseguire il programma recovery tool; a questo punto si aprirà una nuova finestra sul computer. Scegliete la modalità di recupero e date l'autorizzazione sul dispositivo; seguite le istruzioni che compaiono sullo schermo fino al suo completamento; se la recovery personalizzata è stata flashata con successo, si otterrà il menu della TWRP recovery; tappate su wipe data/factory reset e su wipe cache partition; flashate il firmware tramite Install ZIP - choose zip from sdcard0 o sdcard1 (dipende dov'è stata copiata la ROM) e selezionarla; attendere fino a quando la procedura è terminata con successo, riavviate lo smartphone sezionando reboot system now e attendere il primo avvio che richiederà più tempo del solito.
×