Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'zuk'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Primi passi
    • Presentazioni
    • Comunicazioni dallo Staff
    • Suggerimenti & Proposte
  • Smartphone
    • Nubia
    • Xiaomi
    • Lenovo
    • Huawei
    • LeTV / LeEco
    • OnePlus
    • 360
    • Oppo
    • Smartisan
    • Meizu
    • ASUS
    • Vivo
    • Altri Brand
  • SmartWatch and SmartHome
    • Xiaomi - Huami Amazfit
    • Wear OS By Google
    • Altri Brand
  • Tablet e Ultrabook
    • Chuwi
    • Cube
    • Huawei
    • Onda
    • Pipo
    • Teclast
    • Xiaomi
    • Altri Brand Tablet
  • Stampa 3D
    • Discussioni generali
    • Stampanti 3D
  • Teardown
    • I Nostri Teardown
  • Sistemi Operativi
    • Android
    • Microsoft
    • Ubuntu Linux
    • Leaked ROM
  • Off Topic
    • Discussioni Android
  • Mercatino
    • VENDO
    • COMPRO
    • SCAMBIO
  • Store
    • Codici sconto

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Città 


Interessi


Smartphone in uso

Found 9 results

  1. Emanuele C

    GizROM 3.0 per ZUK Z2 (ZUI 3.1.117)

    Dopo uno sviluppo lento e travagliato, ecco finalmente la nuova GizROM 3.0 per ZUK Z2 basata sulla ZUI 3.1! La ROM, valida sia per gli Z2 indiani che per quelli cinesi, riprende il nuovo firmware originale ma aggiunge quel "pizzico di italianità" tipico delle GizROM. La lista delle caratteristiche di questa prima versione include la localizzazione in diverse lingue europee (italiano, tedesco, francese, spagnolo, russo, polacco, ungherese) e la rimozione delle app cinesi. Le Gapps (pico) sono preinstallate. La ROM, nonostante i nostri test interni, potrebbe non essere priva di bug. Feedback e segnalazioni, come sempre, sono graditi. Changelog Installazione Vi piacciono le nostre GizROM e desiderate che vengano rilasciati aggiornamenti? Le donazioni Paypal sono una misura dell'interesse da parte della community!
  2. Emanuele C

    MIUI 8 per ZUK Z2 by Francko76

    Lenovo ha deciso di abbandonare il brand ZUK, ma sembra che la scelta non sia condivisa dall'ampia community nata attorno ai prodotti di questo marchio. L'interesse nei confronti del piccolo ZUK Z2, ad esempio, è stato confermato dal rilascio sui forum cinesi di una nuova ROM MIUI compilata utilizzando il Patchrom messo a disposizione da Xiaomi stessa. La ROM postata in questa pagina è stata modificata da Francko76 per renderla più adatta a noi occidentali, eliminando ad esempio tutte le app cinesi inutilizzabili in Italia e aumentando la fluidità dell'interfaccia. Ringraziamo lo sviluppatore 个人动态 per la versione originale della ROM. Ecco una breve lista delle caratteristiche: basata sulla MIUI 8.2.5.0 Stabile tramite Patchrom; piene funzionalità ZUI del U-Touch; Gapps integrate; root integrato; aggiunti gli Sfondi Google e tastiera GoogleBoard rimosse app cinesi inutili. Attenzione: Per impostare la lingua italiana, lanciare l'app integrata morelocale2 e scegliere l'italiano Installazione IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prerequisiti Zuk Z2 versione cinese o indiana; TWRP installata (potete seguire questa guida o usare questo tool); pacchetto ZUK Z2 MIUI by Francko76. Procedura Copiare il pacchetto zip sul telefono; entrare in recovery ( scegliere all'accensione la voce recovery con i tasti volume e selezionarla con power); pulire le partizioni Data, Cache e Dalvik Cache; installare la ROM da TWRP; riavviare il dispositivo. Nel caso desideriate utilizzare l'app fotocamera della ZUI, potete installare questo zip da TWRP. Non sono necessari i wipe.
  3. L'avete chiesta in molti, e infine il nostro team di sviluppo è riuscito ad accontentarvi. Adesso anche ZUK Z2 Pro, grazie anche all'esperienza guadagnata con l'economico fratello minore Z2, può contare su una GizROM multilingua. Gli interventi sulla ROM di base, la ZUI 2.5 Nougat, questa volta sono stati ridotti al minimo e si sono concretizzate nell'implementazione delle più diffuse lingue europee (italiano, tedesco, francese, spagnolo, russo, polacco, ungherese) e nella rimozione delle app cinesi. Sono poi presenti, come da tradizione, le Gapps (pico) e le applicazioni dei nostri portali GizChina.it e GizBlog.it. Changelog Screenshot Installazione
  4. Emanuele C

    ZUK Z2 GizROM 2.0 (Android 7.0 Nougat)

    Il progetto GizROM è rinato da poco, ma il successo riscontrato con le prime tre ROM per Nubia Z11 ci ha convinto ad accelerare il passo per ampliare il prima possibile la platea dei dispositivi supportati. Dopo giorni di intenso lavoro Francko76 del GizROM Team ha quindi rilasciato la nuova GizROM 1.0 su base Nougat per Zuk Z2! La ROM, valida sia per gli Z2 indiani che per quelli cinesi, riprende il firmware originale ZUI 2.5 ma aggiunge quel "pizzico di italianità" tipico delle GizROM. La lista delle caratteristiche di questa prima versione include la localizzazione in diverse lingue europee (italiano, tedesco, francese, spagnolo, russo, polacco, ungherese) e la rimozione delle app cinesi. L'app di GizChina e le Gapps (pico) sono preinstallate. Importante: la ROM non presenta root in quanto in passato in seguito al flash di SuperSU 2.78 si sono verificate difficoltà con la lettura delle SIM. L'installazione di SuperSU è quindi attualmente sconsigliata, ma alcuni utenti non hanno riscontrato problemi utilizzando SuperSU2.79 sr3. Changelog Screenshot Installazione
  5. Chi ha esperienza in ambito modding non si lascia intimorire dalla necessità di dover utilizzare istruzioni da linea di comando, ma la possibilità di eseguire alcune delle operazioni più comuni da interfaccia grafica è senza dubbio attraente anche per i più smaliziati. In questa guida vi mostreremo i passi da seguire per installare ed utilizzare un utile tool all-in one sviluppato dall'utente mauronofrio del forum di XDA, pensato per gran parte dei dispositivi Nexus, OnePlus, LeEco e Zuk ma in grado di eseguire operazioni adb e fastboot su molti altri device attraverso la modalità Generic Phone. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al dispositivo. Prerequisiti Il tool; un PC; un cavo USB per collegare il telefono al PC. Procedura Scaricare lo zip del tool sul PC; click con il tasto destro sul pacchetto -> Proprietà; fare click su "Annulla blocco" (se presente, in caso contrario passare al punto successivo); estrarre il file del tool; avviare il file setup.exe che si trova tra i file appena estratti; completare l'installazione seguendo la procedura guidata; il programma si avvierà da solo, alla voce "Select phone" impostare il terminale; click su "Install driver" (necessario solo la prima volta che si usa il tool, potrebbe essere utile la disattivazione della verifica firma di Windows); da telefono acceso, andare su "Impostazioni-> Informazioni telefono" ed effettuare tap ripetuti sul Numero di Build per abilitare la modalità sviluppatore; entrare in "Opzioni sviluppatore" ed abilitare il debug USB e lo sblocco OEM (se presente); collegare il telefono al PC; click su "check"; click su "reboot in Fastboot-Bootloader mode"; sbloccare il bootloader (Unlock); installare la TWRP (Flash TWRP). Il tool permette inoltre il flash della recovery originale e del firmware stock per alcuni dei modelli supportati, mentre nella sezione "Advanced Options" sono disponibili altre funzioni utili ai più esperti (ad esempio il flash delle singole partizioni). Segnaliamo inoltre che le ultime versioni del tool hanno aggiunto la possibilità di installare uno zip direttamente da computer utilizzando il recovery zip flasher, che richiede ovviamente la presenza di una recovery TWRP sul device. Ricordiamo infine che il flash di una factory image porta alla perdita di tutti i dati e che eventuali problemi di installazione del tool sono spesso risolvibili aggiornando il framework Microsoft .NET. Ecco per concludere la lista dei dispositivi compatibili: Fonte
  6. alessio93

    Come ripristinare lo ZUK Z1 dopo brick

    Ecco come ripristinare il proprio ZUK Z1 a seguito di un brick. Tutti gli step necessari da seguire per ridare vita al proprio smartphone "morto". ATTENZIONE: è doveroso da parte nostra ricordarvi che lo staff di GizChina.it non si assume alcuna responsabilità relativa ad eventuali danni dovuti all'esecuzione delle seguenti indicazioni. Requisiti Scaricare il driver qui per far riconoscere lo smartphone al PC Windows; scaricare il tool QPST qui; scaricate l'ultima versione della fastboot ROM da qui; ricaricare la batteria dello smartphone. Procedura Installate il driver e il programma QSPT di Qualcomm sul computer; dalla finestra del tool, cliccate sul pulsante Browse e scegliete il file prog_emmc_firehose_8974.mbn presente nella cartella della ROM appena scaricata; caricate il file .xml cliccando su Load XML. A questo punto, il programma vi dirà di caricare i file rawprogram0 e patch0; spegnete lo smartphone; tenete premuto entrambi i tasti del volume e inserite il cavo USB; a questo punto il programma identificherà lo ZUK Z1 come Qualcomm HS-USB QDLoader 9008 (COM7); cliccate su Download e aspettate che il programma termini la procedura di ripristino. N.B. Potreste avere problemi con il riconoscimento dello Z1 sul proprio PC Windows. Disabitate l'imposizione della firma driver tramite l'avvio avanzato e riprovate con l'installazione (qui la nostra guida).
  7. Yotalorenzo

    Smart Unlock ZUI?

    Ciao a tutti! Xiaomi Mi Band 1 o 2 sono compatibili con le rom ZUI e derivate? E' possibile utilizzarle per poter sbloccare il dispositivo (Smart Unlock)? Oppure, conoscete altre band o accessori indossabili compatibili per poter essere utilizzati per sbloccare il dispositivo? A quanto ho sentito con le rom ZUI non è possibile causa problemi di Google Play Service...sono risolvibili o bypassabili con altre app? Grazie!
  8. In questo tutorial vi spiegheremo come poter sbloccare il bootloader dello Zuk Z1 senza ricorrere al metodo ufficiale per lo sblocco tramite fastboot e wiping userdata. Per maggiori informazioni potete andare all’articolo di riferimento che trovate su Gizchina.it. ATTENZIONE: è doveroso da parte nostra ricordarvi che lo staff di GizChina.it non si assume responsabilità relative ad eventuali danni sul proprio dispositivo dovuti all'esecuzione impropria delle seguenti indicazioni. Premessa La procedura subito sotto riportata effettua lo sblocco del bootloader tramite l’uso del comando unlock-go, metodo standard consigliato ai meno esperti che però può cancellare gli userdata. Lo stato iniziale del bootloader, per un dispositivo ancora immacolato e non moddato dovrebbe dare i seguenti valori: fastboot -i 0x2b4c oem device-info ... (bootloader) Device tampered: false (bootloader) Device unlocked: false (bootloader) Charger screen enabled: false (bootloader) Display panel: per sbloccare il bootloader è necessario andare in Impostazioni > Opzioni sviluppatore e attivare lo sblocco OEM. Se non avete attive le opzioni sviluppatore bisogna andare su Impostazioni > Info sul telefono e premere 7 volte su numero build fino a che non comparirà un messaggio che vi segnalerà di aver attivato tale opzioni; inserire poi da interfaccia bootloader/fastboot: fastboot -i 0x2b4c oem unlock-go N.B. Ciò potrebbe cancellare gli userdata ora lo stato del bootloader dovrebbe essere: fastboot -i 0x2b4c oem device-info ... (bootloader) Device tampered: false (bootloader) Device unlocked: true (bootloader) Charger screen enabled: false (bootloader) Display panel: Bene, ora passiamo alla procedura alternativa per lo sblocco del bootloader per Zuk Z1 senza usare il fastboot e preservando lo userdata! Guida Effettuato lo sblocco OEM e ottenuti i permessi di root, che potete ottenere tramite l’uso di KingRoot senza dover effettuare lo sblocco del bootloader, usare adb shell o qualsiasi altro terminal emulator per spostare la “aboot” della bootloader partition nella memoria interna: su dd if=/dev/block/bootdevice/by-name/aboot of=/sdcard/aboot.img bisogna ora midificare il suddetto file .img usando hex-editor inserendo per lo Zuk Z1: Unlock Bit Position - 0x001FFE10 Hex Tamper Bit Position - 0x001FFE14 Hex “00” vuol dire falso e “01” vero. Per settare il bootloader come sbloccato dovrete fare come nell’immagine sottostante. salvare l’immagine modificata come “abootmod.img” all’interno della scheda SD rifleshare il bootloader moddato eseguendo all’interno della adb shell o qualsiasi altro terminal emulator la seguente stringa: su dd if=/sdcard/abootmod.img of=/dev/block/bootdevice/by-name/aboot riavviare e verificare lo stato del bootloader. Note Con questa procedura è possibile anche resettare il “temper bit”, ovvero quel bit che indica se il bootloader è mai stato sbloccato, riportarlo a false può aiutare nel caso in cui vogliate provare a farlo passare in garanzia; se preferite GUI è possibile usare questa app; la procedura è stata effettuata su di uno Zuk Z1 con cm-12.1-YOG4PAS3OH-ham. Se potete commentate se la procedura ha avuto successo nel caso abbiate o meno usato la stessa ROM; le immagini pre-editate non vengono fornite per evitare rischi di brick del dispositivo nel caso abbiate un bootloader diverso. Per evitare inconveniente è necessario che la procedura sia fatta interamente sul dispositivo in questione. “The offsets should be unchanged in future, though.” Fonte
  9. In questo nuovo tutorial andremo a vedere un comodissimo Tool, sviluppato da un utente su XDA, che permette di eseguire le principali operazioni di modding, quali sblocco del bootloader, installazione dei drivers, TWRP e root, per ben 9 devices tra i più famosi. I telefoni supportati dal tool sono: OnePlus One; OnePlus Two; OnePlus X; Zuk Z1; Nexus 4; Nexus 5; Nexus 6; Nexus 5X; Nexus 6P. PREREQUISITI Tools AIO. PROCEDIMENTO Una volta scaricato, e scompattato l'archivio compresso, avviate il file eseguibile "setup.exe" per avviarne l'installazione; sul telefono, dal menu sviluppatore, attivate l'opzione "Debug USB" e "Unlock OEM" se presente; al termine della procedura di installazione vi basterà aprire la nuova icona presente sul Desktop ed iniziare ad eseguire le operazioni desiderate semplicemente cliccando sulla relativa voce. L'ordine da seguire per le varie procedure, se non si è mai moddato il telefono, è: Backup; sblocco del bootloader; installazione della recovery TWRP, permessi di root. IMPORTANTE: La procedura descritta in questa guida presenta operazioni complesse che, se eseguite in maniera scorretta, potrebbero danneggiare il vostro device. Si consiglia l’esecuzione solo da utenti che abbiano maturato una buona esperienza in ambito modding per Android. Lo staff di GizChina.it non si riterrà responsabile per eventuali danni al device. Fonte: XDA
×